Creato da headmind il 20/02/2009

vento_contrario

Come una vela contraria al vento che non si fa trascinare... ma trascina

 

Il mondo nelle mani

Post n°17 pubblicato il 22 Settembre 2009 da headmind




Ho respirato il sale delle creste d'onda
l'ho sentito dentro me
 corrodere gli errori
limare la durezza della fronte
accompagnare il vento
nel modellare la mia creta
per accoglierti
per custodirti
e comprendere il Tempo e i suoi confini
invisibili agli occhi
ma come mani serrate a trattenere istinti
voglie
il mio desiderio di te.

Il pensarti è una casa d'aria
in cui arredo i miei pensieri
in cui sento di avvicinarmi a te
al tuo profondo
al tuo fondale più nascosto
e tu sei vita rinata
un mondo nuovo che tengo nella mani
un mondo che non osavo sperare di raggiungere
ma che stringo a me
senza fine

:::

 
 
 

Burrasca

Post n°16 pubblicato il 28 Luglio 2009 da headmind

 

 

Nere nuvole s’impadroniscono dell’azzurro cielo,
d’improvviso minaccioso e plumbeo.
Gli smarriti raggi di sole il buio inghiotte.

Il vento soffia burrasca e le onde, increspate,
s’infrangono violente sui cigolanti legni,
sferzandoli senza tregua, come impietose fruste.

Ad ogni colpo un lamento e poi  il canto,
scricchiolante e muto, come il pianto dei singhiozzi.
La bussola impazza ed ingovernabile è la rotta.

Lontano è il porto in questo navigare  errante,
lontano ogni sicuro approdo ed incerta la sperata meta,
nel fragore di questa notte di vento e di burrasca.

S’aggrappa il pensiero al ricordo di acque cristalline
e quiete, al sorgere del sole ed alla mattutina brezza   
che di luce e di calore accarezzano i risvegliati fiori.

S’appiglia il cuore ad un sorriso, ma s’affligge
e si contrae, nel coglierlo mortificato e spento,
in questa notte di burrasca e di tormento.

Onda, onda increspata, sospingi questi legni,
lontano, nella baia dove non soffia il vento,
dove volano liberi i pensieri,
come liberi volano i gabbiani.

 

  

 
 
 

Come un'onda

Post n°15 pubblicato il 03 Giugno 2009 da headmind






Come un’onda che s’infrange sullo scoglio,

che lo avvolge di delicata schiuma

e lo lascia libero di respirare,

libero da ogni impurità,

prima di accarezzarlo ancora,

come il sole che all’alba si erge,

cancellando il nero della notte

e dall’orizzonte il suo calore diffonde,

colorando ogni cosa di luce e colore, 

come una brezza mattutina e delicata

che accarezza i fiori di campo

ed i petali ravviva di nuova gioia,

mentre le foglie applaudono frusciando:

Tu, mia acqua, mio sole, mia aria,

come un’onda, tu.

Tu come il sole,

come l’aria che respiro, tu,

il colore del mio presente.




 
 
 

Senza Te non vivrei

Post n°14 pubblicato il 28 Maggio 2009 da headmind

 

 

 

"Ogni secondo che vivo lontana da te
è un attimo smarrito...
non me ne togliere molti.....non vivrei"

I secondi passano, lontano da te, dolenti,
attimi che lo smarrimento mio lascia smarriti
e che di te e di me non potrò mai più colmare.

Come vorrei averti asciugato gli occhi dalle gocce di rugiada cadute
ed aver cancellato la distanza che ti ha sottratto ai miei abbracci,
come vorrei aver fermato il tempo ai nostri ultimi baci,
per cogliere i tuoi sorrisi di fiori sbocciati e sempre ridenti,
per vedere nei tuoi occhi la luce delle stelle
e con te, vicino, imprigionare ogni attimo sfuggente.

Ogni tuo attimo smarrito è una carezza perduta,
è un rigolo di vita che si getta nel fiume
e che il fiume trascina, perdendosi nel mare,
è una lacrima che non si può asciugare.
Ogni tuo attimo smarrito è un alito di vita senza te vissuto,
che il vento si porta via, lontano,
che si perde, senza più poter essere per noi trovato.

Nessun attimo senza me vorrei che tu vivessi,
nessun attimo, senza di te, vorrei ancora perduto
e d'amore colmare vorrei ogni fuggitivo istante
che di nuovo non si concedesse a noi, arreso.
Ogni istante che vivo con te vicino, è amore che mi dai,
non privarmene quando sono lontano,
non privarmi di te, senza te non vivrei.

 

 
 
 

E mi areno in Te

Post n°13 pubblicato il 11 Maggio 2009 da headmind




Lascio la rotta
la deriva comanda
nel tuo ventre la ricerca di approdo
non so come raggiungerti
nessuna bussola mi conduce a Te
solo il mio nome
da te sussurrato
è il richiamo più forte
è la via del ritorno
le tue braccia il mio porto.
I labirinti del mare
sono invisibili vortici
dove mulinelli di pensieri
annegano mente e direzione,
ma non mi perdo
non mi arrendo,
sarò il
 tuo domani
come tu sei il mio oggi.
Tu
già viva in me
in questo cuore caldo
che non trova pace nè vento,
solo il respiro di un tramonto
che accompagna uno stanco navigare.

Tra onde di parole,
Amore
io mi areno in Te.


 
 
 

"HO DORMITO CON TE TUTTA LA NOTTE" - P. NERUDA

 

 
The Wind


Who has seen the wind?
Neither I nor you;
But when the leaves hang trembling
The wind is passing through.

Who has seen the wind?
Neither you nor I;
But when the trees bow down their heads
The wind is passing by.




Il vento


Chi ha visto il vento?
né io né te;
ma quando le foglie tremano
è il vento che le attraversa

Chi ha visto il vento?
né tu né io;
ma quando gli alberi piegano la testa
è il vento che passa.


Christina Rossetti


 

FACEBOOK

 
 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: headmind
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 102
Prov: EE
 

ULTIME VISITE AL BLOG

sco_nsolataamo_sorgereBaciVentiquattromilase_forse_maiheadmindsabbia_nel_ventocostanzatorrelli46eleganzaaaanimabilemirtamassaminieri.francescoc.roberto1955disfrancodis2411s.maurocristina
 

ULTIMI COMMENTI

Citazioni nei Blog Amici: 20
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom