Creato da vittoriaflower il 05/01/2005
COUNSELING,floriterapia,aromaterapia,cromoterapia, per il benessere psicofisico

Contatta l'autore

Nickname: vittoriaflower
Se copi, violi le regole della Community Sesso: F
Età: 65
Prov: MI
 

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Giugno 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30        
 
 

PENSIERI

immagine

Expecting the world to treat you
fairly because you are a good person
is a little like expecting the bull
not to attack you 
because you are a vegetarian.

 

FACEBOOK

 
 

Tag

 

Cerca in questo Blog

  Trova
 
Citazioni nei Blog Amici: 11
 

Ultime visite al Blog

anandamayasandracasali2003emy19770cristys7corrias.valeriadeboralonghinclara.scordamagliadanielamoisohellokitty.72giardinodelbenessereblackberry66Vittoriacounselorrockdreamer1dott.boanomichele
 
 

 

« Messaggio #282Messaggio #284 »

Post N° 283

Post n°283 pubblicato il 28 Dicembre 2006 da vittoriaflower
 

lamentarsi .. immaginea che serve?

Quando ti lamenti che…..
non riesci a trovare il tempo per….
non riesci a farti capire
a cambiare una situazione….
qualcuno continua ad approfittarsi del tuo ‘buon cuore’
devi sempre mandar giu’ rospi….
chiediti : di chi e’ la RESPONSABILITA’?
noi siamo responsabili e chi altro?
Se deleghiamo la responsabilita’ ad altri non facciamo altro che mettere nelle mai di un’altra persona il nostro potere personale o a qualcosa di vago come il destino,la fortuna ecc…
Subiamo,diventiamo vittime invece di agire
La vita non e’ come il ‘gioco dei pacchi’ (Affari tuoi su Rai 1)
Invece di reagire  con la domanda "Perché proprio a me?" iniziamo a pensare come possiamo cambiare,come possiamo prendere in mano le nostre giornate.
Possiamo scegliere.
Siamo in una situazione che non ci piace? Quale?
Ecco alcune domande:
Come  ho contribuito a creare e alimentare questa situazione?
In che cosa non sono stato chiaro ?
Ho accettato dei comportamenti di qualcuno che non mi piacevano?
L’ho detto alla persona? (che mi ha deluso,ferito,fatto arrabbiare…)
Ho scelto o il momento sbagliato?
Come ho valutato la situazione?
Ho seguito il mio intuito?  Alcune scelte mi han portato a questo punto.Quali sono state?

Do fiducia alle persone troppo facilmente?
Cosa posso iniziare a cambiare adesso?
Il problema è urgente o importante?
E’ un desiderio o un dovere?
sto citando fatti o sto interpretando?

Per iniziare…..
Se ci concentriamo solo su cio’ che e’ sbagliato non riusciremo a vedere le opportunita’ che abbiamo davanti ne’ rafforzare i propri punti deboli.

IL QUADRATO DELLE SITUAZIONI immagine
 Dividete un foglio in  quattro parti con una croce
PUNTI DIFORZA    DEBOLEZZE
DIFFICOLTA’         OPPORTUNITA’

PUNTI DI FORZA:

  che cosa sai fare bene?
 in che campo puoi applicarti?
 che cosa dicono gli altri a proposito delle tue capacita’
  cosa ti viene facile fare?
• ( spesso ognuno di noi sottovaluta  il numero di cose che sa fare
   chiedete a  qualcuno di cui vi fidate….)

DEBOLEZZE:

 che capacita’ ti mancano ? (che pensi di aver bisogno per…)
  che atteggiamenti  e abitudini negativi  hai verso te stesso?
 dove ti manca disciplina e determinazione?

DIFFICOLTA’:

• quali ostacoli non hai considerato?
• dove potrebbe esserci un errore o una valutazione errata?
• chi potrebbe ostacolare ?

OPPORTUNITA'’:
• Di cosa potresti trar vantaggio che possa aiutarti ?
• A chi potresti chiedere aiuto ?
• Che altre risorse potrebbero essere disponibili ?

Per cominciare bene il 2007……AUGURI ! immagineimmagine

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
Commenti al Post:
ossimora
ossimora il 28/12/06 alle 12:48 via WEB
buon anno
(Rispondi)
 
CONTERALLY
CONTERALLY il 08/01/07 alle 17:56 via WEB
E' importante fare un'analisi della realtà, ma spesso si frantuma contro ciò che se pur classificato non per questo si scioglie. Si può progettare una situazione particolare solo dentro un progetto complessivo. E' una grande macchina in cui vive anche la nosta piccola macchina. Non possiamo sperare che le attese della nostra situazione siano corrisposte da un macchinario molto più grande, ne possiamo rinunciare ad un ventaglio di risposte necessarie alla nostra macchina. Dobbiamo imparare a trovare le sinergie tra il nostro sistema e quello più grande che ha diverse sfere e livelli. Il limite delle schematizzazioni belle ricche è quello di dimenticare la consistenza e la fattibilità degli elementi considerati spostando la rimozione in un altro modo. Questo ad esempio.
(Rispondi)
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.