Creato da SIAMOVIVI_CAMPANIA il 31/01/2009

SIAMOVIVI_CAMPANIA

MOVIMENTO DI AGGREGAZIONE POPOLARE

 
Per  condividere  e  partecipare alla nascita  di questo movimento  basta aderire ai comitati di zona e dedicargli un pò del proprio tempo ,ci saranno incontri e discussioni periodiche attraverso gli strumenti che internet ci offre .
Realizzare il progetto senza  rimanere virtuali per sempre  diffondendolo sul territoio  anche con la collaborazione di associazioni presenti , pur mantenendo la nostra visibilità e autonomia
 

 

PRESIDIO ANTINUCLEARE A SESSA AURUNCA

Post n°17 pubblicato il 29 Gennaio 2010 da SIAMOVIVI_CAMPANIA

SEMPRE DALLA STESSA PARTE!
ADERITE E DIFFONDETE L'EVENTO!

IL MOVIMENTO SIAMOVIVI STA ORGANIZZANDO

UN PRESIDIO A SESSA AURUNCA PER DIRE
- NO ALL'ATTIVAZIONE DELLA CENTRALE NUCLEARE DEL GARIGLIANO
- NO AL DEPOSITO DI SCORIE RADIOATTIVE

http://www.facebook.com/event.php?eid=272982825786&ref=mf

 

 
 
 

Partecipiamo a queste evento per un salario garantito a TUTTI ,é un nostro diritto...

Post n°16 pubblicato il 28 Gennaio 2010 da SIAMOVIVI_CAMPANIA

Tutti in piazza il 24 OTTOBRE
ABOLIAMO LA POVERTA' PERCHE' E' CRUDELE E CONTRO QUALSIASI DIRITTO UMANO.

CHIEDIAMO
-SALARIO SOCIALE GARANTITO PER TUTTI!-


I SOLDI CI SONO:
-BASTA CENTRALI NUCLEARI!
-BASTA MISSIONI UMANITARIE- FABBRICHE DI MORTE-!

BASTA STIPENDI E PENSIONI D'ORO!

I SOLDI CI SONO:
- NEI PROFITTI INCREDIBILI DEL SISTEMA BANCARIO

-PER FINANZIARE LOBBY DELL'EDILIZIA CHE COSTRUISCONO PER POI RICOSTRUIRE, TUTTO A SCAPITO DI MIGLIAIA DI MORTI!

-PER ACQUISTARE 40.000.000 DI VACCINI INUTILI O ADDIRITTURA DANNOSI

SIAMOVIVI INIZIA UNA RACCOLTA DI FIRME PER CHIEDERE L'INTRODUZIONE DEL SALARIO SOCIALE PER TUTTI!

http://www.facebook.com/event.php?eid=303817575217&ref=mf

 
 
 

Siamo Vivi: PRESIDI 25/10/2009 BORGO SABOTINO-CAGLIARI

Post n°15 pubblicato il 11 Novembre 2009 da SIAMOVIVI_CAMPANIA

Grande successo politico dei presidi di SIAMOVIVI, nell’ottica di un progetto di aggregazione e di azione fuori dalla logica partitica e parlamentare. POLITICA SI PARTITOCRAZIA NO, RITORNARE A FARE POLITICA PER IL BENE DEL CITTADINOSIAMO RIUSCITI A METTERE DAVANTI A TUTTO L’ESIGENZE DELLA GENTE, NON GLI INTERESSI POLITICIIl nostro obiettivo non era numerico, ma riuscire ad organizzare un evento e soprattutto dare un seguito reale e concreto allo stesso.E’ stato un grande successo sia a Cagliari che a Latina, e SIAMOVIVI, ha voluto lanciare un messaggio semplice, molti di noi si sono sobbarcati viaggi anche di 17 ore di treno per esserci, sono arrivati i gruppi di SIAMOVIVI TOSCANA, PUGLIA, VENETO, PIEMONTE, CAMPANIA, LOMBARDIA, Emilia-Romagna, FRIULI, LUCANIA, solo per essere vicini alla popolazione e per far capire che se si vuole e se superiamo il protagonismo personale e/o di partito è possibile fare qualcosa.E questo la gente di Borgo Sabotino e di Cagliari ha apprezzato, ed ha apprezzato soprattutto il fatto, che il nostro intento non nasconde nessuna mira elettorale, quello lo lasciamo agli squallidi mendicanti di consensi, noi siamo di un’altra razza, noi vogliamo solo il bene della gente comune, dare loro voce e porci come loro interlocutori disinteressati, è questo ci è stato riconosciuto ed è stata la più bella vittoria che potessimo conseguire.Alcuni, forse molti, hanno denigrato i nostri propositi, li abbiamo smentiti, CI SIAMO RIUSCITI, perché lo abbiamo voluto, ed OGNUNO di noi ha dato il massimo che poteva dare, ci siamo riusciti perché SIAMOVIVI, e non ci presteremo mai a giochetti o sciacallaggii politici.A questo proposito c’è stato, voluto o no, un tentativo di sciacallaggio, bene era previsto anche questo, all’autore/i, inconsapevole o meno del fatto, noi diciamo che si è solo guadagnato un titolo di giornale e null’altro, e con chi pensa di poterci “manovrare” o “ utilizzare”, noi diciamo semplicemente che non sarà mai al nostro fianco nelle azioni che intraprenderemo, e non saremo MAI al suo/loro fianco, noi siamo solo da una parte: dalla parte della gente, del POPOLO.A noi non interessano i titoli dei giornali, a noi interessa ESCLUSIVAMENTE, un discorso di aggregazione popolare sul nucleare e su altre problematiche che la gente purtroppo SUBISCE e non sceglie.L’evento non è stato e non sarà un fatto fine a se stesso, si costituiscono ora i comitati antinucleari di zona, coordinati da SIAMOVIVI con i seguenti obiettivi: 1- diffondere e stimolare la presa di coscienza antinuclearista della popolazione;2- esserne voce unitaria e punto di riferimento;3- informare e PORRE LA PARTECIP-AZIONE attiva dei cittadini, come soluzione ai problemi;4- chiedere ai comuni delle zone interessate di unirsi al nostro progetto, schierarsi contro il nucleare e far parte dei comitati permanenti di zona con delibere di consiglio, creando cosi un territorio “denuclearizzato” e porre il problema della bonifica dello stesso;5- costituire al proprio interno un comitato tecnico, che informi circa proposte alternative e soluzioni all’attuale politica nucleare;6- vigilare in modo permanente sul territorio e monitorarlo, misurandone il livello di contaminazione; essere da riferimento informativo e di azione per le zone interessate.Venerdì 30 ottobre alle 18.00 presso la sede di LEGA AMBIENTE LATINA (viale Paganini n° 76 nel quartiere Q4 che si trova sul lato sinistro della Strada Statale 148 andando verso Roma), ci sarà la prima riunione a Latina e in seguito anche Cagliari comunicherà la data del prossimo incontro.La strada è stata segnata, un piccolo passo è stato fatto e lo riteniamo un grande successo, siamo riusciti a riunire persone e gruppi di diverse provenienze, chi c’era e chi ci sarà si spoglia di simboli e dimostra che realmente vuole CAMBIARE, ed in questo senso la presenza “super partes” di SIAMOVIVI diventa una garanzia per gli stessi aderenti al progetto! Abbiamo avuto riconoscimenti ed apprezzamenti, ma quelli più graditi e significativi li abbiamo avuto dalla gente, che ha visto le nostre vere intenzioni, ed ha recepito il nostro solo ed esclusivamente come un GESTO D’AMORE!A COLORO CHE NON INTENDONO PARTECIPARE E MOSTRANO INDIFFERENZA, NOI DICIAMO:SARETE VOI STESSI VITTIMA DELLA VOSTRA INDIFFERENZA, e comunque lotteremo anche per VOI.
 
 
 

RIFIUTI

Post n°14 pubblicato il 30 Maggio 2009 da SIAMOVIVI_CAMPANIA
 
Tag: Rifiuti

La questione ambientale e sanitaria è una questione tutt'altro che locale: è una questione regionale e nazionale. Le singole battaglie che i comitati e le associazioni portano avanti hanno in comune la rivendicazione dei diritti, la difesa della salute e quindi dell'ambiente in cui viviamo.

La grave condizione in cui si trova la regione Campania, a causa del disastro ambientale e sanitario provocato dallo sversamento dei rifiuti tossici delle industrie del Nord, e dello sciacallaggio economico di alcune lobby industriali che impediscono di risolvere il problema dei rifiuti urbani e di avviare la raccolta differenziata, ha spinto i cittadini a riappropriarsi di quello spazio di partecipazione democratica che per anni molti avevano lasciato al solo monopolio di rappresentanze politiche, che si sono rivelate inadeguate al loro ruolo.

I cittadini si sono riuniti in comitati e associazioni, hanno studiato i problemi e sono arrivati a comprendere sia le contraddizioni che mantengono la nostra regione in questo stato di vergognoso degrado, sia le soluzioni reali per uscire dall'emergenza e portare avanti in Campania politiche concrete rispettose degli interessi di tutte le comunità.

Riduzione degli imballaggi, raccolta differenziata finalizzata al riciclo dei materiali e trattamento a freddo degli scarti residui sono diventati obiettivi concreti che vorremmo proporre per contrastare la logica crudele e spietata di chi per anni ha speculato sull'emergenza, costruendo impianti inadeguati per tecnologie e dimensioni, ed impedendo che si facesse la raccolta differenziata porta a porta, che avrebbe evitato il triste spettacolo delle strade invase dai rifiuti.

Dopo tanti anni di assenza dei cittadini dalla vita pubblica, riconquistare il diritto alla partecipazione democratica e la capacità di riportare la rappresentanza politica al suo ruolo istituzionale non sarà semplice. Ma proprio la costante mobilitazione di tanti cittadini ha consentito che la verità sulla tragedia della Campania venisse conosciuta in tutto il mondo.

Il cammino da fare è lungo: una lunga marcia per riconquistare i nostri diritti. È un cammino che se percorreremo insieme potrà non solo dare più forza alle nostre battaglie, ma ci aiuterà a riappropiarci della dignità di cittadini.

Per queste ragioni vi invitiamo a fare un atto di speranza, e a scendere in strada il 21 giugno 2008. Partendo da Acerra la marcia simbolica attraverserà Casalnuovo, dove ci sono stazioni ferroviarie e circumvesuviana, Poggioreale, dove c'è la circumvesuviana, fino alla stazione di Napoli, a Piazza Garibaldi, da cui partirà un lungo corteo verso Piazza Dante.

 

 

 

 

 


 
 
 

Dove finiscono i denari degli italiani

Post n°13 pubblicato il 27 Maggio 2009 da SIAMOVIVI_CAMPANIA
 
Tag: casta

Irene Pivetti, tra solo tre anni, nel 2013, a 50 anni, inizierà a percepire una pensione di 6.203 euro mensili. Del resto è stata 9 anni a Montecitorio... Intanto sbarca il lunario con le trasmissioni in tv

- Giuseppe Gambale, entrato ragazzino nel 92', è andato in pensione nel 2006 a 42 anni con 8.455 euro lordi al mese.

- Giovanni Valcavi, banchiere varesino, è rimasto al Senato 68 giorni (dovette poi dimettersi per incompatibilità) ma ogni mese, dal 23 aprile del 1992, porta a casa una pensione attualmente di 3.108 euro.


- Dall'autunno del 2000 incassa ogni mese il vitalizio senatoriale (sia pure ridotto per reversibilità) la vedova di un uomo che non mise mai piede al Senato: Arturo Guatelli, che subentrò a camere già sciolte al senatore Morlino (morto per infarto).

Vi sono 4 ex parlamentari radicali (Angelo Pezzana, Piero Graveri, Luca Boneschi e René Andreani), che percepiscono una pensione di 1.733 euro netti al mese per essere stati al Parlamento un solo giorno. Si sono infatti dimessi lo stesso giorno in cui sono stati proclamati eletti.

- Toni Negri, leader di Potere operaio, nel 1983 era detenuto per associazione sovversiva e insurrezione armata contro i poteri dello Stato. Pannella lo inserì nelle liste radicali facendolo eleggere in Parlamento, dove mise piede alla Camera solo per sbrigare le pratiche connesse al suo insediamento. Dopo 64 giorni e 9 sedute, temendo di finire di nuovo in gattabuia, si diede alla latitanza in Francia senza mai più farsi vedere a Montecitorio. Ciononostante, dal 1993 (compiuti 60 anni) riscuote ogni mese la pensione parlamentare, oggi di 3.108 euro.

Altri parlamentari con meno di 60 anni si sono aggiunti con l'interruzione dell'ultima legislatura:

- Antonio Martusciello, Fi, 46 anni, dal 1° maggio 2008, intasca 7.959 euro lordi al mese di vitalizio.

- Lo stesso avviene per Rino Piscitello, Pd, 47 anni e mezzo e pure lui ha 4 mandat i
.



 
 
 
Successivi »
 

 

E.BENNATO SPONDA SUD

           SPONDA SUD

 

 

Smettiamo di essere

una Gomorra.

 

 

CORAGGIO

 

DEDICATO AD ATTILIO

 

 

 

 
«Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale
ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001»
 

AREA PERSONALE

 

TAG

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Agosto 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31            
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 5
 

ULTIME VISITE AL BLOG

brizolato0donnainrosa2io.morgana1963gabry.99unica_mentextefalco58dgllia160monnalisa_1953desidero_milfvitodgl10psicologiaforenseshantiom0dripfreefemmeunderground0angioletto_ad
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom