Creato da chupita1976 il 04/01/2005
storie, parole senza filo, sogni senza paracadute
 

 

GIORNI D'ESTATE

Post n°193 pubblicato il 02 Agosto 2009 da chupita1976
 

CHE STRANI QUESTI GIORNI D'ESTATE....

mi sembra di essere in vacanza anche se, ufficialmente, sto ancora lavorando...saranno queste giornate fatte di sole caldo,  cielo blu  e profumo di oleandri che mi ricorda le estati della mia infanzia al lago. Un'infanzia dominata da quel profumo di fiori e di erba, particolarmente intenso e amato a fine giornata, quando la stanchezza di ore trascorse tra acqua e sole mi bruciava gli occhi, quando un sorriso stanco ma soddisfatto mi aleggiava sulle labbra  mentre mi godevo gli ultimi caldi raggi prima del tramonto addolcire i contorni dei prati, delle piante, delle case...

o forse no è quello. Forse è il rumore dei bambini che di pomeriggio giocano nelle tante piscine e piscinette nei giardini dei vicini, saranno  i giovani abbronzati, le facce rilassate di chi ha potuto finalmente usare, nel lavoro e a casa, le marce basse...non so... so solo che oggi, quando alla fine del pomeriggio sono scesa nel mio micro micro giardino e ho fatto sguazzare la mia cucciola nella sua  micro micro piscinetta gonfiabile mentre io me ne stavo seduta sulla sdraio a guardarla..beh tutto mi è sembrato semplicemente perfetto..proprio come certe vacanze, fatte di giornate semplice ma piene, perchè nel posto giusto, con la compagnia giusta e soprattutto, io credo, lo spirito giusto. Libero, fosse anche per un weekend lungo...

viva le vacanze. Quelle vere!

 


 
 
 

super mamme bros

Post n°192 pubblicato il 08 Luglio 2009 da chupita1976
 

Mi chiedo “come fate?” Mi rivolgo alle donne e in particolare alle donne-mogli-madri-lavoratrici casalinghe. Lo ripeto -”Come fate?” No, perchè io davvero non capisco come sia possibile conciliare questi 5 ruoli riusciendo bene in tutti o quasi. E come è possibile che io faccia fatica a farne bene uno solo (sperando di essere una buona mamma) 

Tre settimane fa siamo andati a trovare i nostri vicini del piano di sotto. Ragazzi tranquilli, felici genitori di una bimba super simpatica che ha circa l'età della mia cucciola. Quella sera abbiamo suonato al loro campanello, abbiamo attraversato un vialetto in mattonelle rosse su un prato verde pressocchè perfetto e abbiamo fatto il nostro ingresso in una casa immacolata. Niente fuori ordine e tutto perfettamente pulito. Ho cercato di tranquillizzarmi dicendomi che probabilmente avevano sistemato prima che arrivassimo (anche se so che finiscono tardi di lavorare e che quindi il tempo per la perfezione non era certo dalla loro parte) e mi sono seduta sul divano, dopo aver depositato gli oltre 10 kg della mia bambina sul pavimento. Le bimbe hanno giocato, noi abbiamo ciacolato un po' fino all'arrivo dei consorti, ancora ciacole, risate..insomma tutto bene. A un certo punto la loro bimba ha preso la porta d'ingresso ed è fuggita in giardino. E la mia naturalmente dietro, a quattro simpatiche zampe. La mia amica è corsa loro dietro dicendo “ma no che vi sporcate sul vialetto”. Io mi sono alzata, sono andata a prendere la mia bimba e l'ho riportata  in casa, non prima di aver notato che i suoi pantaloni color panna sono completamente, desolatamente, irrimediabilmente puliti. Non una macchia, nemmeno un'ombra di sporco o un bruscolino di polvere. Niente! Mi veniva da piangere, pensando ai pantaloni neri della cucciola dopo mezz'ora di gattonamenti in giro per la nostra casa. Allora mi sono detta, da domani, si cambia. Aspirapolvere e straccio tutti i giorni, scopa dopo ogni pasto, pulizia vetri ogni settimana, pulizia dei terrazzi e del terrazzino d'ingresso a giorni alterni, passaggio di aspirapolvere sul topino ogni due giorni ecc. Ecco che i pantaloni della mia bimba restano puliti... ma io sono distrutta. E non se ne parla di preparare fantastici manicaretti per la cena, o di massaggi ai piedi o anche solo di un vestito più carino dei pantaloni della tuta... ah dimenticavo, non devo andare a lavorare perchè lavoro da casa..

A questo punto mi chiedo, sconfortata, come faccia la mia vicina a stare dietro alla sua bimba, a preparare la cena tutte le sere a suo marito, a lavare i piatti, a sistemare la casa, a lavorare 8 ore al giorno, a essere sempre perfettamente truccata, pettinata e ben vestita... senza avere una mary poppins nello sgabuzzino pronta a intervenire... e se fosse lei, Mary Poppins? Ma no, sono circondata da supermamme, supermogli, superprofessioniste ecc quindi o sono tutte mary poppins oppure.... Ebbene un appello, c'è un'altra mamma dissastrata come la sottoscritta?

...

c'è nessunooooooo??????

 

 

 
 
 

Alpe di siusi arrivederci!

Post n°191 pubblicato il 01 Luglio 2009 da chupita1976
 

<!-- @page { size: 21cm 29.7cm; margin: 2cm } P { margin-bottom: 0.21cm } -->

Sono tornata alla realtà, anzi al caldo di queste giornate, anche se adesso che sto parlando le prime gocciolone di un bel temporale brontolone preannunciano un abbassamento di temperatura! I miei tre giorni all'Alpe di Siusi, no per essere precisa a Castelrotto, sono andati bene. Certo devo dire che le cose sono cambiate da quando c'è la cucciolina. Ecco in cosa:

1. la scelta degli alloggi. Se prima venivano privilegiati gli agriturismi, i bed and breakfast, le pensioni più semplici, accoglienti, poco impegnative, possibilmente isolate e nel verde, oggi bisogna puntare più alto.

2. la scelta dei servizi. Gli alberghi devono essere dotati di piscina, possibilmente riscaldata a temperatura non inferiore ai 29°. Alla pagnuchina piace nuotare e a noi piace una pagnuchina stanca e felice di andare a nanna. L'albergo deve fornire seggiolino e lettino, altrimenti una macchina da sola non basta a portare tutto il necessaire per la piccola.

3. la scelta della stanza. Non può essere troppo piccola (altrimenti ci calpestiamo a vicenda, e quando la piccola dorme non potremmo emettere un fiato per paura di svegliarla) e deve avere un balcone (altrimenti il topino come fa?).

4. la scelta della località. Niente luoghi impervi, niente posti a quota eccessiva, niente posti per escursionisti seri, ma luoghi di villeggiatura (rabbrividisco). Si perchè quando una bimba è piccola, non puoi certo pianificare scarpinate di 4 ore con lei nello zaino portabimbo. Uno perchè lei si stufa, due perchè la pagnuchina pesa 10 chili e mezzo che con i quasi 3 chili di zaino e i vestiti fanno quattordici chili da portarsi appresso per ora e in salita.

Nonostante queste limitazioni, alla fine il posto scelto ha soddisfatto tutti, o almeno noi...

I commensali forse sono rimasti meno contenti delle visite serali di una pagnuchina che ama esprimersi con gorgheggi e squitti e fischi da marmotta, soprattutto nell'ora di cena.

le gite. Abbiamo fatto tre gite, una nei dintorni di Castelrotto, in mezzo a prati verdi, malghe e mucche. Bellissima e perfetta per chi ha bimbi e passeggino. Consiglio di portarsi dietro la pappa anche se si pensa di star via al massimo un paio d'ore. Noi siamo dovuti tornare correndo a casa perchè la pagnuchina aveva fame. Tempo annunciato: 1H e 40'. Tempo impiegato: 40'  uffff .

La seconda siamo saliti all'Alpe di Siusi...si lo confesso, ho preso la funivia... (ancora fatico a crederci!!!!!) però dai ne valeva la pena, perchè ho rivisto il mio amato Sassolungo.

Il terzo giorno, sulla via del ritorno, ci siamo fermati al Castello di Presule. Che consiglio vivamente, perchè tenuto bene, perchè ha una bella vista, perchè offre visite guidate rigorose e interessanti (no fino alla visita guidata non sono arrivata ma così mi hanno detto alcuni partecipanti), perchè ha dei bagni più puliti di quello di casa mia (che non guasta mai!!!!).

Il neo, grosso come quelli di vespa. Unica, gigantesca, ennesima delusione, le fotografie. Io e la mia Canon non ci capiamo. Proprio no. Io scatto delle foto meravigliose e lei le trasforma in veri e propri obbrobri. Io proprio non capisco. Per chi vuole capire cosa intendo ecco il link al mio album: http://www.flickr.com/photos/39986566@N06/

e non c'è da aggiungere altro.

 
 
 

alpe di siusi arrivo!

Post n°190 pubblicato il 25 Giugno 2009 da chupita1976
 

Domani si parte. Direzione Castel Rotto, sotto la valle di Siusi. MI aspettano 3 giorni di semivacanza tra i monti. Un'occasione per rilassarmi e anche per pensare. Ho pronta la mia macchina fotografica, decisa a fare foto superspettacolari... e se non arrivano questa volta mi arrabbiooooo

Adesso vado a preparare - come si dice - armi e bagagli, cercando di non dimenticarmi niente...cosa che puntualmente avverrà, comunque, nonostante le liste scritte, i controlli dell'ultimo minuti, i controlli incrociati...

beh l'importante è non dimenticare i vestiti, la pappa, il costumino ...e beh sì anche la mia cucciola. Si perchè credo di essere una di quelle mamme che potrebbero partire con la macchina piena di ca...te e un seggiolino vuoto 

 

 

 
 
 

sacchetti della spesa

Post n°189 pubblicato il 22 Giugno 2009 da chupita1976
 

Mi sono ritrovata ad aprire un casetto dove era conservati tanti sacchetti in plastica, di quelli per la spesa per intenderci, di ogni forma, dimensione, colore. La cosa bella era che erano in ordine. Si, insomma, diligentemente  ripiegati secondo il metodo che mi ha insegnato mia nonna tanti anni fa e che consiste nel piegare il sacchetto in 3 partiper il verso della lunghezza e poi ripiegarlo a triangolo. Un modo fantastico per conservare sacchetti risparmiando spazio...

Ebbene sì, io sono stata anche questo: una persona che piegava sacchetti di plastica e li riponeva diligentemente in un cassetto a loro appositamente riservato- Sono stata...uso il passato perchè quel periodo di ordine - casalingo e probabilmente interiore - è finito. Ora il mio contenitore per sacchetti di plastica - e probabilmente anche la mia testa - è un sacchetto di plastica più grande degli altri, dove ad ogni spesa aggiungo sacchetti nuovi, premendoli su quelli vecchi. Ora il mio contenitore per buste per la spessa è un sacco enorme, che si sta deformando, dilatando fino a occupare tutto l'armadietto sotto il lavello. Un ricettacolo di ritagli di plastica che non userò mai e che non oso buttare, perchè la plastica va riutilizzata non buttata! così i giorni passano e con essi sale il rischio che il contenitore di sacchetti e i miei pensieri . mi sommergo di inutilità ... e a ogni nuovo sacchetto aggiunto una vocina dentro di me ripete "la prossima volta vado al supermercato con i sacchetti usati", la prossima volta...

 
 
 
Il tenero Puffy



 
TOWANDA! ...
e chi non ha sognato di fare qualcosa del genere, almeno una volta?




 
MITICO BERNARD BEAR



 

E' STUPIDO LO SO...

... PERO' MI HA FATTO RIDERE!!


 

 

FACEBOOK

 
 

Area personale

 

Tag

 

Archivio messaggi

 
 << Luglio 2024 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 
Citazioni nei Blog Amici: 8
 

Ultime visite al Blog

cassetta2chupita1976matteo0576iniamPapermoon68blue_gory_brier666armando.1967forevermontagnandogigino.pugliastupid4ucateefuriocia.genwavejuiceik3xtt.giulio
 

Ultimi commenti

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 
Come sono




 
Come vorrei essere...

"Questa volta lasciatemi

essere felice.
Non è successo nulla a nessuno,
non sono in alcuna parte
accade solamente che son felice
in tutte le parti del cuore, camminando,
dormendo o scrivendo"
P.N.


 

MR GNAPPO

 

cucciolaaaaaaaa




 
 



SOCIETY

Oh it's a mystery to me.

We have a greed, with which we have agreed...
and you think you have to want more than you need...
until you have it all, you won't be free.
Society, you're a crazy breed.
I hope you're not lonely, without me.
When you want more than you have, you think you need...
and when you think more then you want, your thoughts begin to bleed.
I think I need to find a bigger place...
cause when you have more than you think, you need more space...
 
 
 
 

© Italiaonline S.p.A. 2024Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963