Creato da Web_London il 15/04/2015

.

.

 

« Quando la vita ti salta addossoChe strana donna l’Orset... »

E cosė, mentre l'Orsetta si esibiva mezza nuda sopra un palco, io ascoltavo rapito un Biblista parlare di Dio, di Abramo e Mosč

Post n°826 pubblicato il 30 Giugno 2021 da Web_London

 

"Non c'è che dire, tra me e l'Orsetta
esiste un'alchimia di diversità perfetta,
nel senso che io sono
normale e lei no.
Lei è completamente folle
e io non ci posso fare niente"


...

30 Giugno 2021

Un paio di anni fa, di questi tempi, mi è capitata una cosa che ho ritrovato ieri abbozzata dentro il pc.
Avevo pensato di fissarla in qualche modo pubblicandola qui dentro ma il tempo è poi passato e io me ne sono scordato.

...

Come ho già scritto, più o meno in autunno di un po' di tempo fa, l'Orsetta si è iscritta ad un corso di Burlesque mentre io, nel frattempo, mi sono appassionato sempre di più al lavoro di Mauro Biglino, un traduttore fuori dagli schemi dall'ebraico antico, lingua in cui è scritta la Bibbia.
E mentre l'Orsetta passava un paio di ore alla settimana a imparare a far volteggiare il boa e a come sfilarsi i guanti a ritmo di musica, io leggevo quel che Biglino scriveva e mi immergevo nelle sue lunghissime conferenze.
Il suo lavoro mi intrigava allora e mi intriga ancora adesso, è così diverso da quello che ho sempre conosciuto e mi affascina ogni giorno di più.
Da qualche anno le sue ricerche hanno messo con le spalle al muro i teologi di mezza Italia che gli si sono messi di traverso, balbettando impotenti davanti alle sue argomentazioni e alle sue traduzioni.
C'è poco da fare, il tipo mi intriga ancora come il primo giorno in cui quasi per caso mi ci sono imbattuto.

L'Orsetta alle prese con i tacchi a spillo e io con l'Antico Testamento, non c'è che dire, tra me e lei esiste un'alchimia di diversità perfetta.
Nel senso che io sono normale e lei semplicemente no!
Lei è completamente folle e io non ci posso fare niente, al limite potrei legarla a una sedia ma tanto lo so, troverebbe sempre il modo di slegarsi e divincolarsi.
E così va a finire che lei si cimenta con il Burlesque imparando come sedurre
seminuda con reggicalze e guanti da sfilare in modo seducente ed io ad ascoltare un tipo che parla di Abramo e di Mosè che quando mi capita di raccontarlo nessuno mi crede nemmeno a giurarlo in ginocchio  ... :-)

Qualche tempo dopo da questo trip su Biglino, mi arriva una mail dalla casa editrice dei suoi libri.
Mi comunicano che avere organizzato un incontro presso la loro sede con l'autore in persona.
L'evento comprendeva una cena e una conferenza di Biglino a numero chiuso, non più di 30 persone, un evento a cui non potevo assolutamente rinunciare.
Avrei potuto conoscerlo di persona e scambiarci qualche pensiero assieme e per quel che mi riguardava, fosse venuto giù il celo, per niente al mondo ci avrei rinunciato!
Alla sera sento l'Orsetta e le racconto di questa cosa della serata a Torino.
E' entusiasta e mi dice che vorrebbe tanto venirci anche lei.
"Perfetto" le rispondo, "prenoto subito per due perchè i posti si stanno esaurendo velocemente"
"Va bene, quando la fanno?"
"C'è ancora tempo, il 14 giugno a Torino"
"il 14 giugno"
ci pensa  un momento ... "Nooooo!"
"Perchè no?"
"Quella sera ho il saggio del Burlesque!"
"Ossignore, ma sei sicura che è il 14?"
"Si"
"Caspita, non me lo ricordavo più, e adesso come facciamo?"
(eh, adesso, io cosa faccio?)

Già, e adesso che faccio?
Mi ero reso perfettamente conto che la palla era passata a me e mi ritrovavo davanti a due scelte
A dirla tutta mi attiravano tutte e due le possibilità e decidere non era per niente facile.
L'Orsetta mezza vestita
che si esibiva in un torrido Burlesque sopra un palco di un locale dalle mie parti
(dalle mie parti poi, dove di sicuro sarebbe capitato di incontrare qualcuno che conoscevo ... Perdio, un po' più distante no?)

oppure il Biblista diventato un vero terremoto per mezzo mondo e che davanti alle sue traduzioni la gerarchia della Chiesa si arrampicava sugli specchi non riuscendo a contestalo sul merito delle sue traduzioni?
Pensando a quando mi sarebbe capitata un'altra occasione del genere, alla fine ho preso una decisione.

...

L'incontro con Mauro Biglino è stato una meraviglia!
Certo, fare in una serata andata e ritorno da casa mia a Torino è stata un po' lunghetta ma ne è valsa la pena.
E' il saggio di Burlesque dell'Orsetta?
Meraviglioso anche quello, così mi ha detto lei.

La giornata è finita verso le due di notte lungo l'autostrada tra Torino e Venezia.
Mentre tornavo a casa e lei era appena rientrata dopo lo spettacolo ci siamo sentiti al telefono per raccontarci le rispettive serate.

"E' stato bello, c'era molta gente, prima ci siamo esibite tutte assieme e poi ognuna di noi ha fatto un pezzo da solista davanti a tutti.
Io ho preso un uomo a caso dal pubblico, l'ho messo seduto su una sedia in mezzo al palco e gli ho ballato attorno togliendomi i guanti, le calze e giocando con il boa di stoffa.
"Hai poi saputo come si chiamava il tipo?"
"No"
"Magari lo conoscevo"
"Si, può essere"
"Aiuto!"
"Ahahah e a te, come è andata la serata?"
"Io? Io ho ascoltato per due ore uno che ha parlato di Dio, degli ebrei, di Abramo e di Mosè!"
"Interessante?"
"Tanto!"
"Lo hai anche conosciuto?"
"Si, certo, durante la cena si è chiacchierato un po'"
"E com'è di persona?"
"Come lo vedi in Tv, semplice e gentile"

La notte scivolata così, al telefono con l'Orsetta in mezzo alla Torino-Venezia a raccontarci le nostre due esperienze, due belle esperienze, anche se leggermente, ma solo "leggerissimamente", diverse.

Qualcuno un giorno mi ha detto che io e lei sembriamo come il diavolo e l'acquasanta anche se io sta cosa qui non l'ho ancora capita bene, chi poi sarebbe il Diavolo e chi invece l'Acquasanta?
E poi, se lei è folle e insegue ogni inimmaginabile follia cercando di trascinarci anche me, io che ci posso fare?
Niente, non ci posso fare più niente, ormai è tardi per tornare indietro, da tempo me la sono messa via e ho la netta sensazione che sarò "costretto" a tenermela a vita così com'è.
Aiuto!!


"Tutti noi nasciamo folli.
C'è chi però lo rimane anche da grande"

 


 
 
 
Vai alla Home Page del blog