Creato da Web_London il 15/04/2015

L'ora di follia

Come l'istinto quando si impone e la verità diventa brutale

 

« Allarme Rosso!"E' il cielo la casa d... »

"I diversi siamo noi" di EMMEGRACE

Post n°235 pubblicato il 01 Maggio 2016 da Web_London


Emmegrace la conosco poco se non dal blog che ha qui su Libero e dai commenti che ogni tanto lascia qui dentro.

Ho cominciato a leggerela in modo più continuativo quando un giorno, uno alla volta, pubblicò in modo approfondito le caratteristiche dei sette vizi capitali
E sapete una cosa, mi ci sono riconosciuto in "quasi" tutti.
Ma Perdio, ce ne fosse stato uno in cui ne fossi completamente fuori!
Forse un paio, qualcuno lo sentivo un po' meno, ma in alcuni c'ero dentro con tutti e due i pedi anch'io
Signore del cielo, mi sa che, quando sarà, andrò dritto all'inferno senza passare per il Purgatorio!
Poco male dai, almeno ci saranno altre persone che conosco e non mi annoierò ... ^_^
(e ci saranno anche molti di voi eh, che non pensiate di essere tanto dei Santi! ... ^__^)

Scherzi a parte, sono davvero contento del testo che Emmegrace ha inviato.
La ringrazio per questo.

Benvenuta e speriamo che queste non siano le sue prime e ultime parole qui dentro.

Oggi, a lei il blog

Ola

....

I diversi siamo noi
di EMMEGRACE


 

Alcuni giorni uscì per fare una passeggiata, mi fermai in un parco giochi per bimbi: c'era la casetta con lo scivolo, le altalene, giochini vari e alberi di pino/aiuole a completare quella zona adibita a bambini e accompagnatori.
Mi sedetti su una panchina, osservai in giro tanti bimbi, udivo grida, risate, insomma una gioia spensierata.
Poi presi il mio libro dalla borsa e mi misi a leggere per passare il tempo e rilassarmi. Ovvio che avevo anche le cuffie per ascoltare un pò di musica a basso volume.

Dopo circa una mezzora, arriva una donna con un bimbo di circa 6 anni, dall'aria triste, li osservo appena con uno sguardo, senza dire nulla.
E riprendo a leggere. Il bimbo al mio fianco, osservava il mio libro in silenzio e non era intenzionato a giocare con gli altri.
La donna era assorta nei suoi pensieri perchè il bimbo era tranquillo.
Di colpo,lui, mi ruba il libro dalle mani e inizia a sfogliare le pagine velocemente senza fermarsi. Io non gli dissi nulla per il suo atteggiamento, ero molto curiosa di sapere cosa volesse fare!
E comunque non aveva l'età per leggere e dopotutto era anche un romanzo thriller.

Lo osservai in silenzio, quando la donna mi disse tristemente: "Oh signora, lo scusi, il mio bimbo è affetto da autismo!".
Veramente, avevo già avuto la sensazione a pelle che quel bimbo stesse aspettando il momento giusto per fare qualcosa....
Le risposi: " Ma guardi che non ho alcun problema, lo lasci fare".
Il bimbo dopo aver sfogliato velocemente, lasciò cadere all'improvviso il mio libro; iniziò a toccare la camicia multicolore che avevo indossato, passava il suo ditino sulle figure come se fosse attratto dai colori.
Non parlava mai, solo questi movimenti repentini, sicuramente era il suo modo di comunicare con me. Gli dissi il mio nome per conoscerlo e lui mi accarezzò solo lievemente il viso, senza pensarci.

In quel momento ebbi un' emozione forte che mi fece sciogliere il cuore.
Mi soprendevo come quel bimbo trasmettesse il contatto con me, come se volesse dire: "Io son fatto in questo modo...non è una mia colpa. Accettami." All'improvviso notò che avevo gli auricolari, ne tirò uno e lo appoggiò all' orecchio, non saprei cosa passò nella sua testa ma dopo poco già non era più interessato, e lo lasciò perdere. Quel suo modo di fare mi procurò una tenerezza tremenda...

Ora, non vi aggiungo altro perchè non riesco a scrivere di più, sono troppo sensibile a queste Realtà e il mio Cuore soffre quando osservo queste diversità. Penso fermamente che sono degli esseri umani, eccellenti, sicuramente più capaci e pieni d'amore dei normodotati.

Ogni tanto versare qualche lacrima fa bene....

 

Il blog di EMMEGRACE è:

Blog di Emmegrace


...


Birdy - People Help The People



La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/weblondon/trackback.php?msg=13395358

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
Estelle_k
Estelle_k il 01/05/16 alle 11:19 via WEB
Hai fatto venire i lucciconi anche a me Grace...anche perché hai descritto quel bimbo molto bene.Sì, loro fanno così...iperattività e silenzio...ma con un desiderio terribile di contatto umano. È un post commovente e molto bello mia cara, sono contenta di ritrovarti anche qui..:))). Buon 1 maggio a tutti.
 
Roberta_dgl8
Roberta_dgl8 il 01/05/16 alle 12:01 via WEB
... conosco questo "post", mi fa piacere, ritrovarlo QUI. Purtroppo, anche loro, si scontrano con la vita, che il fatto che portino questo handicap, non è esente poi, da tutto il resto. Errori e limiti delle loro famiglie, e di tutta la società. .. Grazie, per lo spazio, e la sensibilità. Roberta
 
misteropagano
misteropagano il 01/05/16 alle 13:04 via WEB
sono loro, ma i bimbi in genere, che reinsegnano l'affettività, come un bene dimenticato per le necessità sociali di controllo degli adulti, ciao emmegrace buon 1°_M
 
moon_I
moon_I il 01/05/16 alle 13:27 via WEB
...leggendo questo post mi si è stretto il cuore, pensando alle difficoltà quotidiane che devono affrontare le persone affette da questo disturbo ed alla quasi impossibilità di alleviare il loro disagio da parte di chi gli sta accanto...l'hai descritto così bene Grace che è impossibile evitare di farsi venire le lacrime agli occhi, soprattutto il senso di quasi resa della mamma è toccante, persone che sono poco aiutate, spesso lasciate sole ad accudire i propri figli. Ciao Grace e buona giornata a tutti :)
 
 
Roberta_dgl8
Roberta_dgl8 il 01/05/16 alle 13:56 via WEB
Mia cara Moon, sì, hai colto il senso anche tu. La solitudine che ci attanaglia ... è totale. Ha un senso più alto di tutte le forme di solitudine che - è tangibile, in chi non riesce a creare una rete idonea. A volte, penso che si fa come si faceva una volta, sapete? ci si sbarazza con metodi più sofisticati, di si sà e si decide non ce la dovrà fare. Districarsi in un mondo che dovrebbe abbattere ogni barriera e fornire risorse in PRIMIS a chi è più fragile, ma così, non è. Non tutti siamo bravi a tesserle le reti.. a volte non ci riusciamo. Non riesco a scriverlo, bene. Eppure basterebbe così poco! le risorse ci sono e non si spendono, in un'immobilismo, che a volte, paralizza fino a diventare cronaca o a cronicizzare la solitudine, a cui si è costretti. Grazie per lo spazio. sì. e per la speranza che in infonde, alla fine, il post. Sapere CHE, in qualche modo, c'è qualcuno che pensa al tuo dolore, è come se fosse una compagnia, in quella solitudine TOTALE, che solo chi la prova, sulla sua pelle, conosce. Non è un livello. NO. E' proprio quella totale, purtroppo. Non smetto di sorridere, però. Grazie di cuore, davvero. Roberta (mamma di Matteo, affetto da patologia autistica e ritardo cognitivo, ora- medio).
 
moon_I
moon_I il 01/05/16 alle 14:16 via WEB
...ti abbraccio Roberta...
 
EMMEGRACE
EMMEGRACE il 01/05/16 alle 15:27 via WEB
Buon 1 maggio a tuttiiii!! Oggi, il padrone di casa mi ha fatto una gradita sorpresa: ha pubblicato un post che pubblicai 10 mesi fa nel mio blog. E la sua "prefazione" è molto simpatica. Sapete, incontrai quel bimbo con la sua mamma e mi rimase impresso nella testa. Quando scrissi quel post, le parole uscivano spontanee senza riflettere, e rimasi allibita quando lo rilessi perchè era davvero toccante. RINGRAZIO TUTTIIIII. I commenti confermano che Vi ho fatto emozionare e mi riempie il cuore di gioia. D'altronde le vere Emozioni nascono dal Cuore, cosa c'è di più bello nella Vita? Eh? Abbraccio: Roberta, Estelle, Moon, Misty....Ci rileggiamo in giro o commenterò quì...Grazie, Weeeeeb!! :-)
 
 
Estelle_k
Estelle_k il 01/05/16 alle 16:45 via WEB
Grande Grace...come sempre:),ciao cara e grazie ancora ^_^
 
several1
several1 il 01/05/16 alle 16:48 via WEB
una lacrima a forma di cuore ... (bel testo EmmeGrace)
 
neimieipassi
neimieipassi il 01/05/16 alle 18:18 via WEB
Leggo adesso, e mi unisco alle parole già dette. Ho un'amica con un figlio così, un ragazzone che è uno splendore, e a lei e a tutte le altre mamme, Roberta in primis, va il mio abbraccio e la mia solidarietà. Grazie Grace, le tue parole toccano nel profondo
 
 
EMMEGRACE
EMMEGRACE il 02/05/16 alle 10:12 via WEB
Grazie, cara! Per la Giornata dell'Autismo, assistetti in tv all' esperienze di genitori che "vivono" questa Realtà. Tutti affermavano che ci sono varie problematiche nel nostro Paese e che ancora non si riesce a risolvere. In Italia, purtroppo, va tutto a rilento e i problemi comunque persistono senza aiuto o sostegno per queste famiglie. Un saluto.
 
unafatastrega
unafatastrega il 01/05/16 alle 18:44 via WEB
Questo tipo di persone hanno una immensa sensibilità e ci sanno toccare come pochi riescono a fare. Un abbraccio per te Grace. Buona serata a tutti .
 
 
EMMEGRACE
EMMEGRACE il 02/05/16 alle 10:15 via WEB
Eh sì, sono sensibili come tutti quelli che hanno un cuore...Grazie, Fata, un sorriso
 
nadiaemanu
nadiaemanu il 01/05/16 alle 20:48 via WEB
I bambini (qualsiasi bambino ) hanno una sensibilità fuori dal comune, e i bambini con problemi anche gravi hanno il potere di entrare in contatto con le persone con piccoli gesti che spiazzano, perché spontanei, le carezze, il contatto è per far capire che loro ci sono. Bellissimo post Emmegrace
 
 
EMMEGRACE
EMMEGRACE il 02/05/16 alle 10:28 via WEB
Ciao a Voi! E' il ciclo della Vita: i bambini poi crescono, diventano Adulti. E si dovranno integrare, quindi, sta a Noi farli integrare in questa società....Sapete che in una scuola media, la classe intera ha fatto una gita e "un ragazzo autistico" non fu avvisato di questa escursione? Nello specifico: la mamma lo accompagnò a scuola e la classe era vuota. Erano già partiti! ASSURDOOOO e poi parliamo d' integrazione tra di Noi. Non aggiungo altro!! Solo un grande ciao a entrambi. Grace
 
   
nadiaemanu
nadiaemanu il 02/05/16 alle 11:18 via WEB
Purtroppo sono gli adulti che rovinano tutto, l'adulto ha perso la "leggerezza" di bambino, ha perso l'innocenza I bambini/ragazzi alle volte sanno essere crudeli ma gli adulti sono spietati... Non è questione di integrazione Grace è questione di cultura e intelligenza Un sorriso Nadia
 
pirapippo
pirapippo il 01/05/16 alle 23:21 via WEB
Avevo già letto il post nel blog di Emmegrace e mi aveva colpito. C'era, c'è, nella descrizione il dolore della mamma quasi avvilita, c'è il mondo segreto del bimbo, c'è la partecipazione dolente di una estranea che per uno spazio di tempo è entrata nel cuore di un innocente, soffrendone e contemporaneamente lancia un grido a noi: aprite gli occhi e guardate quanto amore e sofferenza abbiamo attorno! Chiedo permesso al/la padrona/e di casa e un saluto alla scrittrice!
 
 
EMMEGRACE
EMMEGRACE il 02/05/16 alle 10:32 via WEB
Grazie Pi! Bellissimo contributo, è davvero come scrivi, basta capire "solo" lo sguardo della gente.... Chi è sensibile avrà sempre un sorriso per tutti. Ciao e buona giornata :-)
 
oltre.lo.specchio
oltre.lo.specchio il 02/05/16 alle 10:09 via WEB
hai ragione Emmegrace, i diversi siamo noi quando non abbiamo la sensibilità di andare oltre, oltre l'apparenza, oltre il muro di differenza e di diffidenza..un abbraccio a Roberta e a tutti i genitori che vivono con difficoltà, ma anche con amore ed entusiasmo, queste situazioni "difficili".A.
 
 
EMMEGRACE
EMMEGRACE il 02/05/16 alle 11:25 via WEB
Ciao! Non a caso ho inserito quel brano alla fine del post. In fondo, un piccolo gesto, non costa nulla, basta osservare quello che sta intorno a noi e (come dici te) andare O .L. T. R. E.....Un sorriso ^_^
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 

ULTIME VISITE AL BLOG

nadiaemanulisa.dagli_occhi_blupeo1974Estelle_kalfonsomarrazzo59andrix110367je_est_un_autreamistad.siemprerealcarslascrivanaLequi_libristacassetta2NoRiKo564USAGA1
 

_____________________________

 
 

_____________________________