Creato da Web_London il 15/04/2015

L'ora di follia

Come l'istinto quando si impone e la verità diventa brutale

 

« Danza a distanza"Il problema è che ment... »

Il favoloso(?!?)mondo di Ameli(a) di "Oltre.lo.specchio"

Post n°486 pubblicato il 03 Febbraio 2017 da Web_London
 

 

Ieri pomeriggio, Amelia mi ha inviato il post di oggi
Appena l'ho letto ho pensato: "ma di che parla? Di vermi?? ... Ma non aveva altri argomenti che parlare di vermi?" ....
E pensare che quando mi ha avvisato di avermi mandato la mail l'ho pure ringraziata ... prima di aver letto .... di vermi ... Signore Santo ...
Evabbè dai, nessun problema, qui dentro abbiamo parlato anche di peggio, va più che bene così, ci stanno pure i vermetti piccolo piccoli ... ^_^

L'altro giorno ho sentito Amelia per un veloce saluto
Era da un po' che non ci sentivamo e mi ha fatto ridere con qualche battuta. Con lei è sempre così, a volte va in profondità che ti lascia senza parole, altre volte ti fai due risate di quelle buone
L'altro giorno era il tempo di un paio di buone risate
Lei legge da anni le cazzate che scrivo e qualche volta ci sentiamo, anche se più spesso ci mandiamo
con WhatsApp delle battute o qualche video divertente
Quando commenta qui dentro "sembra" sempre una persona molto allegra e spensierata.
Non che non sia fuori di melone, no, su questo non ci piove, ma Amelia, secondo me, ha una capacità rara, quella di capire le cose non dette.
Lo dico a ragion veduta, mi  capitato un paio di volte, forse tre, che mi abbia sorpreso cogliendo delle cose che, all'apparenza, non era facile cogliere
L'ultima, un paio di giorni fa quando ha notato una cosa che non c'è più (purtroppo) e me lo ha scritto.
Anche in quellìoccasione mi ha sopreso

Si, Amelia appare, e lo è, divertente e simpatica, ma ha anche questa abilità di "cogliere", cosa sempre più rara in questo mondo, virtuale e non.
Nel tempo, ho notato che tra le persone che ogni tanto passano per di quà, lei non è l'unica che sa cogliere quel che non si dice, ce ne sono altre che probabilmente non se ne rendono conto ma credetemi, quando capita resto sempre senza parole.
Comunque sia, l'altro giorno, dopo aver ho messo giù il telefono, ho pensato una volta in più che questa donna qui è tutta fuori di testa, sisisi, fuori come un terrazzo!

Ma che ci volete fare, qui dentro se non son matti non li vogliamo!
E lei, assieme alle 4 "Arpìe" e a qualche altra persona che passa per di quà, fa parte delle più folli
Volete vedere che alla fine, qui dentro, il meno folle di tutte loro sono io?

Naaaaaa!!, nonono, dalle mie parti si dice: "chi si somiglia si piglia" ....
E noi, ... "pigliamo" ... ^_^

A lei il Blog

...

Il favoloso(?!?)mondo di Ameli(a)
di Oltre.lo.specchio

 

 




Ammetto che lo spunto per questo scritto me l'ha dato Bac col suo ultimo post, riportandomi alla mente ricordi che erano lì ben nascosti.

La chiamavano "la signora che fa i vermi" gergo piuttosto dialettale in realtà, e la signora non era la sola, anzi, a saper ascoltare, ce ne erano tante in giro e anche con "specializzazioni" differenti.
La signora in questione curava soprattutto i più piccoli, in quel malessere neanche tanto da sottovalutare, chiamato acetone.
Questo disturbo porta inappetenza, reflusso e un odore dell'alito insopportabile, dovuto ad i cosiddetti "vermi".

Lei accoglieva i piccoli pazienti, li sedeva sulle ginocchia e cominciava a recitare oratorie con una mano sul pancino, ovviamente le si vedeva solo muovere le labbra, poi, per quel che si sa, poteva andare dal recitare preghiere o sortilegi o persino la ricetta della torta di mele..mah..
Comunque ... step successivo, prendeva un gran forbicione e, a debita distanza dal bimbo, sempre in prossimita del pancino "tagliava" l'aria simulando il taglio dei famosi vermi ...
Penserete fosse una questione psicologica ma da testimonianze reali, i vermi abbandonavano il piccolo malcapitato, nel modo più ovvio e il piccolo tornava ad essere della sua indole normale.

Ammetto che da bimba prima e da ragazzina poi , queste tecniche mi hanno enormemente affascinato ... fede? magia? stregoneria? Chissà ... fatto sta che in ogni caso la "specializzazione" viene trasmessa e solo oralmente, alla persona che la "maga" ritiene più adatta a proseguire il suo operato, quindi non è per tutti.

«Occhio, malocchio, prezzemolo e finocchio
(e in questo caso ... forbicioni)»


Amelia, al secolo, oltre.lo.specchio

 

...


Louis Armstrong
Salagadula Magicabula

 

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/weblondon/trackback.php?msg=13498874

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
moon_I
moon_I il 03/02/17 alle 11:47 via WEB
...:))) da noi si chiama "la signora che segna i vermi" e ci sono ancora, magari meno pubblicizzate e tutte di una certa età e probabilmente nessuno che ne raccoglierà l'eredità :)), però hai risvegliato ricordi sopiti e benché il "brontolante" padron di casa non faccia altro, appunto, che brontolare :) questo post è stato un bel tuffo nel passato, perché anch'io da piccina sono stata affascinata e, devo ammettere, anche un pochino intimorita da questo loro "potere" :)))...grazie Amelia...un caro saluto...G...
 
 
oltre.lo.specchio
oltre.lo.specchio il 03/02/17 alle 12:35 via WEB
ciao Moon...grazie per la complicità;))infatti il brontolone è sempre più tale, e dire che gli si apre un mondo che da "polentone puro" neanche immagina ci sia:DDDDD...baciotti..A:)
 
neimieipassi
neimieipassi il 03/02/17 alle 12:59 via WEB
Anche in me hai risvegliato ricordi di bambina. Qui si chiamano "quelle che segnano" e ci si può andare per tante cose, dalle verruche ai vermi alle storte. E tolgono pure "le paure". Ce ne sono ancora e basta chiedere in giro "chi è che segna" per avere indicazioni sicure. Bel post, complimenti. E che l'Orso si metta il cuore in pace :P
 
 
oltre.lo.specchio
oltre.lo.specchio il 03/02/17 alle 13:13 via WEB
esattamente Passi..con varie "specializzazioni"..sì anche le paure..o quelle che "rialzavano le costole scadute"...un universo parallelo insomma..:) mi piace di aver smosso ricordi vecchi..strani se vuoi ma belli..ciaoo:))
 
NoirNapoletano
NoirNapoletano il 03/02/17 alle 13:21 via WEB
..da una strega come Te..se permetti mi faccio aiutare da un mio maestro 'A Fattucchiara Chin''e perucchie , brutta e senza diente pareva 'a statua d''a disperazione cu''e ccarte mmane e 'a sicarretta 'mmocca m''a vedette , antrasatta , accumparì . " I' faccio 'a cinquantanne stu mestiere giovane mio , nun aggio maje sbagliato , aggio sempe , sicuro , andivinato , esattamente 'o futuro e 'o ppassato ." S'appresentaje accussì e 'a vocca aperta attentamente m''a stette a sentì ma cchiù 'e na fessaria l'ascette 'a vocca e i' facette finta 'e nun capì . Quanno però fernette 'a " prestazione " , cu' nu surriso che faceva schifo , me dicette : " Guagliò , mo ch'he saputo 'a cumpetenza tu me l'he a pavà . I' rispunnete cu' na faccia tosta : " Madà , nun tenco sorde , che vuò fà ? " " Ma comme forze tu starraje pazzianno c''o cacchio si nun pave tu jesce a ccà !" " Nun t''a piglià so' incerte d''o mestiere " le dicette fujenno e po' : " Cestunia ! che fattuchiara si' ca nun sapive che dint''a sacca nun tenco na lira ? " Luciano Somma Parigi , 1958
 
 
oltre.lo.specchio
oltre.lo.specchio il 03/02/17 alle 15:09 via WEB
Mi spiace dissentire caro Noir ma, le fattucchiere in questione non chiedevano soldi, la loro è una sorta di " missione" ...vossignoria vuol essere liberato di qualcheccosaaa???? Ahahah
 
amistad.siempre
amistad.siempre il 03/02/17 alle 14:49 via WEB
Sono 'riti' molto comuni, da noi, al sud. A suo tempo (molti anni fa... ), fui scelta da una signora molto anziana, amica di famiglia, per continuare la sequela delle signore che 'fanno l'affascino' (tolgono il malocchio). Ognuna può 'passare' la formula ad altre tre donne. Le giovani di oggi, però, non sono molto affidabili... Un saluto! :) Rosa
 
 
oltre.lo.specchio
oltre.lo.specchio il 03/02/17 alle 15:10 via WEB
Dai Rosa, un onore essere scelta... Fantastico!! Eh si temo certi riti si perderanno nel tempo per mancanza di sensibilità... Un sorriso A:-)
 
nadiaemanu
nadiaemanu il 03/02/17 alle 15:02 via WEB
Siiii ... ricordo anch io, i miei sono ricordi legati alla montagna, io non ne ho mai sofferto (per una volta ... che fortuna) in compenso ci pensava mia sorella, e mia nonna la portava dalla sig.ra Ines (mi pare si chiamasse così) che la segnava, io non so come ma il giorno dopo era arzilla come un grillo e guarita! Cercavo di girare alla larga dalla casa mi incuteva un po di paura, più che le forse suo marito :-( Buon fine settimana Amelia Ps Ma su Mr. Orso/London non vede quanti ricordi che affiorano, come ci accomunano, siamo un bel gruppo nonostante i "brontoli" :-)
 
 
oltre.lo.specchio
oltre.lo.specchio il 03/02/17 alle 15:13 via WEB
Eh Nadia alla fine brontolOrso si arrendera ' all'evidenza:-D:-D:-D Ps.non immaginavo che poi ognuno avesse ricordi legati a queste figure.. Abbraccio:-)
 
NoRiKo564
NoRiKo564 il 03/02/17 alle 16:13 via WEB
A me con l'acetone. ..facevano "sniffare" l'aglio!(e forse ora si spiega anche perché non lo digerisco piu'!:-() Però non so se fosse un'usanza veneta o piemontese! ^__*
 
 
oltre.lo.specchio
oltre.lo.specchio il 03/02/17 alle 17:20 via WEB
oh povera!!un'usanza comunque barbara..ahahahaha..ciao Nori:)
 
Estelle_k
Estelle_k il 03/02/17 alle 23:27 via WEB
Mi apri ad un mondo scoosciuto Amy.., davvero!. Sarà che non ricordo io, sarà che non ho mai avuto occasione quando ero piccola di averci a che fare o di aver sentito raccontare. Quindi che dire?..Mi fa simpatia la cosa, soprattutto mai finito di conoscere riti e tradizioni popolari^__^! Bel post, grazie per averlo fatto:) E comunque...attento a te Ragasso..(rido):)
 
oltre.lo.specchio
oltre.lo.specchio il 04/02/17 alle 09:40 via WEB
È un qualcosa di magico, in un certo senso, legato al passato che ahimè via via va scomparendo... Leggendo i commenti mi sa che i vermi verranno a qualcun' altro... Ahahah.. Baciotti Este.
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
Alfredo il 04/02/17 alle 10:12 via WEB
Ho trovato il tuo racconto favorevolmente "inquietante", perché suscita inconsapevolmente nel lettore quell'interesse a valorizzare la promiscuità, tra realtà e fantasia, che è alla base anche della felicità.. Forse non era questo il tuo obiettivo, ma lo è stato di sicuro per me...
 
 
oltre.lo.specchio
oltre.lo.specchio il 04/02/17 alle 10:32 via WEB
Ciao Alfredo... Ho scritto sull'onda dei ricordi di anni addietro, di un mondo per alcuni sconosciuto,magico,oserei dire..e magari l' intento, anche se inconsapevole, era di strappare un sorriso al lettore che per un attimo avrebbe sciolto le briglie della fantasia nell'imnaginare persone e gesti.... Semplicemente la felicità di un attimo sorridente... Grazie di averlo detto.
 
pa.oletta
pa.oletta il 04/02/17 alle 11:26 via WEB
Continui a sorprendermi .... e ne sono passati di anni. Oramai sei parte del mio quotidiano e non potrei fare altrimenti. Ciao dolcezza e ciao orso.... contenta di condividere questa amicizia con te. ;-)
 
 
oltre.lo.specchio
oltre.lo.specchio il 04/02/17 alle 14:36 via WEB
Ciao bellezza.. A volte rimescolo nel pentolone et voilà :-):-) felice che tu ci sia sempre.
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 

ULTIME VISITE AL BLOG

lisa.dagli_occhi_bluQuivisunusdepopuloalmarivmed.max70nadiaemanuoltre.lo.specchioout4everMylondon2016PAT.RUZdaunfioreEstelle_ktempestadamore_1967isolabianca55moon_I
 

_____________________________

 
 

_____________________________