20 Settembre 2016 Martedì – Elettromiografia

Questa mattina ho fatto l’elettromiografia. E’ un esame fastidiosissimo. Un ago di 5 cm che ti viene infilato nel polpaccio e nella coscia per sentire quanta corrente passa non è assolutamente piacevole. Poi scosse sui polpacci e sulla gamba non è il massimo della tranquillità. Ne è valsa la pena però, tutto bene, non ci sono danni alle fasce nervose.  Probabilmente potevo dirlo anche senza esame dato che riesco a camminare e a fare tutto.  Alla sera e di notte qualche dolore, ma tutto ok. Diciamo che la fase più brutta sta passando. Domani lastra alle vertebre L1 e L2 con dinamiche e poi visita al Neurochirurgo per vedere cosa devo fare.

16 settembre 2016 Venerdì – Fine terapia antinfiammatoria

Ieri ho finito la settimana di terapia antinfiammatoria che mi ha dato il neurochirurgo. Devo dire che noto una serie di miglioramenti non indifferenti.  In particolare riesco a dormire la notte sia a pancia sopra che girato dalla parte sinistra dove ho il dolore. Audacemente ho dormito anche a pancia sotto.  Sto notando che quando il tempo cambia come in questi giorni e aumenta l’umidità dell’aria sento pi dolore, ma adesso non è più bloccante.  Certo ancora non riesco a stare in piedi per lunghi periodi di tempo, ma riesco a fare un pò di tutto senza grossi problemi.  Mi sono ripromesso che tra esattamente 30 giorni farò una prova a rimontare in sella alla bici e vedere cosa succede.  Intanto sono in attesa del 20 e 21 settembre giorni in cui dovrò are l’elettromiografia  e la lastra alle vertebre.

8 Settembre 2016 Giovedì – Visita Neurochirurgo

Questa mattina ho fatto la tato agognata visita al Neurochirurgo, il dott Massimo Chiara del Policlinico Umberto I. L’impressione è stata buona in quanto la mia paura era quella di trovarmi davanti un medico che per sbrigarsi mi dicesse di operare. Invece, pur essendo la mia una ernia di tipo raro, infatti le più comuni sono più basse, mi ha fatto capire che non punta a operare ma a capire se ci sono le condizioni per un recupero armacologico e successivamente fisioterapico. Comunque dovrò fare una Elettromiografia per vedere lo stato delle fasce nervose e se ci sono danni e una lastra alle ertebre L1 L2 per vedere se ci sono problemi di mobilità. Mi ha dato una terapia di antidolorifici, Brufen 600, più un gastroprotettore e nuovamente il Nicetile, il tutto per 7 giorni.  A rivedere il tutto i primi di ottobre con una nuova visita. Ovviamente in tutto questo riposo per altri 2/3 mesi e addio allo scooter.

Se devo essere sincero noto una serie di miglioramenti, infatti non ho più se non raramente le “frustate” al gluteo quando cammino, mi è capitato solo quando ho camminato troppo.  Devo anche dire che soprattutto la sera noto un certo acutizzarsi del dolore, ma penso sia anche perchè sto perdendo un pò di tono muscolare… ma recupererò!

Per la fisioterapia se ne parla dopo la seconda visita.

29 Agosto 2016 Venerdì – Mini passeggiata

Essendo un tipo tignoso e dopo essermi rimesso dei dolori della cena di ieri all’aperto, oggi pomeriggio tardi ho cominciato a fare una mini passeggiata di circa 500 metri molto lentamente e senza accusare grossi dolori. posso quindi certificare che l’umidità della sera comporta un aggravamento della sensazione di dolore. Comunque posso anche notare una piccola serie di miglioramenti, molto piccoli.

28 Agosto 2016 Giovedì – Cena con gli amici all’aperto

Inqueste serate estive fa piacere stare con gli amici e lo fa di più se non sei in gradicondizioni di salute. Cena all’aperto con gli amici, dopo un inizio tranquillo e con la borsa termica sempre pronta a darmi un pò di sollievo, ad un certo punto il dolore si è fatto sentire e sempre più forte. Forse l’umidità della sera ma sono tornato a casa dolorante e nel camminare non riuscivo ad appoggiare la gamba sinistra.

16 Agosto 2016 Martedì – Inizio terapia Nicetile e Co-Efferalgan

Oggi inizio su prescrizione del medico una terapia di 15 giorni di Nicetile che è un inegratore della vitamina B utile ai fasci nervosie all’occorrenza quando il dolore è insopportabile il CoEfferalgan che è un antidolorifico con all’interno anche la Codeina, praticamente un oppioide che ti rimmambisce e non ti fa sentire niente. Non sono molto daccordo ma confesso che quando la notte non dormi per giorni e giorni daresti tutto pur di farne una con qualche ora consecutiva di sonno. Domani vi aggiorno.