realtà virtuale
Visioni dell’arte. Progressivamente i mondi virtuali che in fondo basano l’esperienza percettiva sul 2D corredato da suggestioni visivo – sonore sono investiti dalle nuove tecnologie che esplorano i confini sensoriali del corpo umano fino a tracciare “i sapori” nella realta’ virtuale.

Il progetto The Aerobanquets RMX, ideato dall’artista italiano Mattia Casalegno (1981) è ispirato ai piatti de La Cucina Futurista, il surreale ricettario scritto da Filippo Tommaso Marinetti nel 1932 famoso anche per la lotta (ai carboidrati ) alla pastasciutta.

Durante la performance, messa in scena per la prima volta al Chronus Art Center di Shanghai la scorsa primavera, i visitatori hanno potuto degustare un menu creato per l’occasione dallo chef Flavio Ghignoni Carestia mentre erano immersi in un ambiente di realtà virtuale.

Il cibo viene visualizzato con gli occhi nella sua versione sintetica, che lo trasforma in evoluzioni grafiche tridimensionali, ma poi toccato, annusato e gustato nella sua forma reale.

Tutto questo grazie ad un un software ideato dall’autore stesso che permette di visualizzare graficamente i gusti degli cibi offerti durante la cena (dolce, salato, aspro, amaro …) coinvolgendo tutti i sensi  e il nutrimento.

La seconda tappa di The Aerobanquets RMX si svolgerà a New York all’inizio del 2019

IL VIDEO ON VIMEO: buona visione e bon appetit

Il cibo coi tracking. REALTA’ VIRTUALE: The Aerobanquets RMXultima modifica: 2018-07-07T09:57:07+02:00da Dizzly