ZERZUELA EL CONDOR PASA e il VOYAGER GOLDEN RECORD

Risultati immagini per simbolo peru
Condor Sitcondor condor
Dalla sua casa sulle Ande il Condor,  el señor del cañón,  pasa e vola, ben oltre la maestosa cordigliera  e i passeggi su Machu Picchu, nello spazio.

Chi non l’ha mai fischiettato e cantato quel brano? El Condor pasa.

Dalla versione di Fausto Papetti  e le sue audaci copertine di nudi femminili ai limiti dell’oltraggio al pudore della morale rigida del tempo, e che negli anni ’60 e ’70 segnarono una svolta nel costume canonizzando il corpo nudo come quella libertà del movimento del ’64 californiano, alla versione romantica di Gigliola Cinquetti

” L’amore come un condor scenderà, colpirà poi se ne andrà, solo un bacio e poi …”

il maestoso Condor delle Ande diviene un celeberrimo pezzo di Simon & Garfunkel  nell’album Bridge over Troubled Water.

Ma “El Condor pasa” non è un brano di dominio pubblico, è una canzone tradizionale peruviana,
brano di cui ovviamente i peruviani sono molto orgogliosi.
Una zarzuela  composta da Daniel Alomía Robles nel 1913 e copirattata nel 1933.

Voglio tornare alla mia amata terra e vivere
con i miei fratelli Inca, che è ciò che più rimpiango
Oh Condor A Cuzco, nella piazza principale
aspettami
affinché sul Machu Picchu e sull’Huayna Picchu
andremo a passeggiare”.

E divinita’ cHe vola ben oltre, nello spazio

“Il brano risulta essere inserito nel Disco d’Oro caricato sulle sonde Voyager, lanciate verso lo spazio profondo nel 1977, col compito di rappresentare l’umanità davanti ad eventuali specie extraterrestri”, la qual cosa aumenta il mito del celeberrimo brano. Più esattamente dalla lista di Music From Earth nell’elenco Nasa, alla voce Perù,  risultano “Panpipes and drum, collected by Casa de la Cultura, Lima” e “Wedding song, recorded by John Cohen.”

 

Proprio “Panpipes and drum, collected by Casa de la Cultura” paiono le sonorità originali del brano citato. Secondo Wiki, invece tra i brani che l’Italia avrebbe mandato nello spazio  c’è una Cavatina di Beethoven e perchè non Rossini o Verdi o Vivaldi, tanto più che  non risultano realmente brani italiani nel golden record (nemmeno lirici), si  invece i saluti:

Tanti auguri e saluti.

Un progetto significativo quanto universale o nel modo che nel 1977 pensavamo essere  il più universale possibile.

In ogni caso la voyager 1 Ha lasciato nel 2014   il sistema solare ed e’ in viaggio nello spazio interstellare con la presenza  del famoso brano nel record.

 “El Condor” che conosciamo, però, continueremo a  fischiettarlo qui, sulla Terra.

 

ZERZUELA EL CONDOR PASA e il VOYAGER GOLDEN RECORDultima modifica: 2018-08-05T13:30:43+02:00da Dizzly

← Previous post

Next post →

5 Comments

  1. [Sulla capsula di memoria, un disco d’oro per grammofono, sono incise le “istruzioni” di ascolto e il tom tom di viaggio : la velocità con cui va girato il disco, il simbolo della cartuccia con la puntina del grammofono, l’altezza della puntina e posizionamento del disco; la mappa del sole, le indicazioni “stradali”, la connessione alle 14 pulsar più nuove che tra 40 mila anni saranno ancora “vive”, questo è il tempo stimato dal progetto affinchè il disco giunga ancora integro ai possibili abitanti dello spazio.]

  2. Leggo suYT che ci sono versioni anche di Gianni Morandi, Claudio Villa e degli immancabili Intillimani dell’epoca. Si continua a leggere che il brano è inserito nel disco della sonda Voyager. In realtà le sonde lanciate sono due Voyager 1 e Voyager 2 ma il disco d’oro è lo stesso. Quindi al momento la tesi che El condor pasa sia nello spazio non è confermata nella versione Nasa del progetto Carl Sagan…

    • Per i 40 anni del lancio dei Voyagers nel 2017 l’etichetta Light in the attic è riuscita a realizzare un cofanetto con il golden record su vinile o cd nel listen non compare alcuna musica peruviana, il mistero s’infittisce!

    • Dunque Panpipes and drum, collected by Casa de la Cultura, Lima è considerato il brano El Condor Pasa, presente nella lista NASA , ancora non riesco ad accertare la presenza del brano nella lista dell’Etichetta Attic

  3. Grazie. Lo scorso anno per i 40 anni dei voyagers l’etichetta Light in the attic è riuscita a produrre un cofanetto col vinile (o cd) del Golden Record e nel listen https://lightintheattic.net/releases/3747-the-voyager-golden-record
    non c’è traccia del noto brano, una spiegazione deve pur esserci, la notizia è replicata ovunque.

Lascia un commento