XVIII GIORNATA DEL CONTEMPORANEO AMACI – ASSOCIAZIONE DEI MUSEI D’ARTE CONTEMPORANEA ITALIANI
GIORGIO ANDREOTTA CALÒ REALIZZA L’IMMAGINE GUIDA DELLA DICIOTTESIMA EDIZIONE .  SAATCHI DISEGNA LA NUOVA IMMAGINE COORDINATA DI AMACI E DELLA GIORNATA DEL CONTEMPORANEO

 

 

Nella sua diciottesima edizione la Giornata del Contemporaneo torna nel mese di ottobre, in presenza: una grande festa che ancora una volta apre al pubblico, gratuitamente, musei e spazi e che propone una modalità ibrida online e offline per favorire la partecipazione di più realtà possibili e per promuovere e far emergere la rete del contemporaneo nazionale e internazionale.

*

Come tradizione l’evento si svolgerà su tutto il territorio nazionale, coinvolgendo musei, fondazioni, istituzioni pubbliche e private, gallerie, studi e spazi d’artista – la Giornata del Contemporaneo torna a ottobre, in presenza, con l’obiettivo di raccontare la rinata vitalità dell’arte contemporanea nel nostro Paese, dopo le restrizioni dovute a due anni di pandemia. La manifestazione manterrà comunque un formato ibrido, fisico e digitale, per favorire e valorizzare la partecipazione più ampia possibile con proposte online e offline, e avrà come filo conduttore il tema dell’ecologia, connesso a quello della sostenibilità: urgenze globali che ci mettono di fronte alla necessità di ripensare il sistema dell’arte contemporanea tramite una rinnovata consapevolezza e una più diffusa sensibilità.

L’immagine scelta dall’artista è Icarus (2021-2022), ultimo tassello di un articolato progetto realizzato da Giorgio Andreotta Calò a partire dal 2019. Dalla penombra emerge in primo piano una falena, le cui ali nascondono il volto di un ragazzo che sembra offrirle, con gesto gentile, la mano come sostegno. Il lepidottero e il giovane appaiono in comunicazione, e per un attimo le ali sottili della falena sembrano diventare un’estensione delle dita del ragazzo, come in un principio di metamorfosi che si innesca al calar del sole. L’imbrunire diventa così il momento delle possibilità, quel territorio di passaggio tra il conosciuto e l’ignoto in cui un adolescente si trasforma in un giovane uomo e, spiegando per la prima volta le sue ali ancora fragili, accoglie la responsabilità di diventare adulto e volare solo nel mondo.

Nell’anno in cui la Giornata del Contemporaneo compie diciott’anni, l’immagine di Giorgio Andreotta Calò sembra rispondere in modo simbolicamente aperto all’invito a riflettere sulla crisi ambientale, ponendo l’accento sull’importanza del passaggio di testimone alle nuove generazioni, gli adulti di domani, a cui consegniamo la responsabilità di costruire un futuro migliore del presente che gli lasciamo in eredità.

La Diciottesima Giornata del Contemporaneo è inoltre l’occasione per presentare la nuova immagine coordinata di AMACI: il rebranding è stato realizzato da M&C Saatchi grazie al bando per la comunicazione strategica e branding dei progetti di valorizzazione culturale e territoriale 2022, programma di finanziamento della Fondazione Italia Patria della Bellezza.

SitNewsFeel

 

 

La Giornata del contemporaneo fa 18 anni in piena vitalità ecologicaultima modifica: 2022-07-29T10:34:19+02:00da Dizzly