Baby K: “Dal rap alle hit, le mie scelte fuori dai canoni sono state la mia forza”

Share on Tumblr

“Dove può arrivare una donna se punta alle stelle? Sulla luna”. Forza, coraggio e determinazione sono da sempre le parole giuda di Baby K che l’11giugno ha pubblicato l’album “Donna sulla luna”, curato nei minimi particolari dall’artista. Un progetto discografico molto ricco dalle sonorità internazionali dove il pop e l’urban si mixano con influenze latine. Un disco con successi indiscussi e tantissimi featuring (dai Boomdabash a Gigi D’Alessio, da Omar Montes a Chiara Ferragni).

091535061-6366d01b-beb8-47e8-ae40-dcd319f15a7a

“Questo disco – racconta l’artista – non vuole essere una mia autocelebrazione. Piuttosto volevo celebrare i traguardi che possono raggiungere le donne, quando hanno il coraggio di esporsi, di andare avanti sbattendo anche la testa. E ho scelto la Luna come simbolo per eccellenza del mondo femminile”.

Pochi sanno che è anche autrice, di 13 su 14 pezzi di “Donna sulla luna” ha curato testo e melodia: “Spesso si pensa che io sia un’artista costruita a tavolino. Ma ho fatto un lungo percorso per ottenere quello che ho ottenuto. Preconcetti che riguardano soprattutto le donne: la società in generale si ferma all’apparenza, all’aspetto fisico e non considera cosa c’è dietro. C’è un gap tra capacità e immagine. Ma, aggiungo, c’è sessismo anche tra le donne che dovrebbero sostenersi un po’ di più”.

Da sempre anticipa i tempi: ha fatto rap quando persino per un uomo era difficile affermarsi figuriamoci per una donna ed è stata la prima a tuffarsi nei tormentoni estivi: “Il mio percorso è segnato da scelte fuori dai canoni italiani: facevo rap quando nessuno ne voleva sapere niente, mi sento precursore di tendenze musicali. La svolta è arrivata da quando scelgo io cosa fare e come fare, sono più sicura. Ho capito di essere in grado di fare quello che faccio”.

Dieci i duetti: Boomdabash (Mohicani), Gigi D’Alessio, Omar Montes, Chiara Ferragni, Tedua, Samurai Jay, Boro Boro, Giaime, Enzo Dong e Lele Blade. Brani che spaziano dalla scena urban ai neomelodici: “Ogni feat ha portato un valore aggiunto. A stupirmi l’umiltà di D’Alessio, che ha accettato subito la mia proposta”.

Baby K torna con i live nel 2022 con quattro date: il 22 aprile a Firenze, il 23 a Padova, il 29 aprile a Roma e il 30 aprile a Milano.

Baby K: “Dal rap alle hit, le mie scelte fuori dai canoni sono state la mia forza”ultima modifica: 2021-06-14T11:55:05+02:00da manuela_man27

Lascia un commento