Niki Lauda è morto: la leggenda della Formula Uno aveva 70 anni

Share on TwitterShare via emailShare on LinkedInPin it on PinterestSubmit to redditShare on Tumblr

81597_20140721_74655_cc

Niki Lauda è morto: il campione della Formula Uno aveva 70 anni.

Ad annunciarlo la famiglia del pilota con un annuncio pubblicato su siti specializzati:Con grande tristezza, rendiamo noto che il nostro amato Niki è morto serenamente circondato dalla propria famiglia lunedì scorso“.

La leggenda austriaca, fra i più grandi piloti di sempre, era ricoverato in una clinica in Svizzera per problemi ai reni che lo costringevano alla dialisi.

I suoi risultati unici come atleta e come imprenditore sono e rimarranno indimenticabili – continua la nota della famiglia – il suo instancabile entusiasmo per l’azione, la sua schiettezza e il suo coraggio rimangono. Un modello di riferimento e un punto di riferimento per tutti noi, era un marito amorevole e premuroso, padre e nonno. Ci mancherà“.

Dall’anno scorso le sue condizioni erano precipitate anche perché dal 1976 i polmoni dell’ex ferrarista risentivano sempre delle conseguenze del terribile incidente sul circuito tedesco del Nürburgring, quando la monoposto con la quale gareggiava prese fuoco e il pilota inalò molto fumo, provocando una parziale bruciatura dei polmoni.

L’austriaco aveva riportato anche gravi ustioni, pure sul volto, ma era tornato a gareggiare appena 42 giorni dopo l’incidente. Anni dopo ha subito due trapianti di rene.

Lauda, nato a Vienna il 22 febbraio del 1949 da una famiglia di banchieri che non lo sostenne nella sua passione per i motori, ha vinto i titoli mondiali del 1975, 1977 con la Ferrari e nel 1984 con la McLaren. Era anche a capo del consiglio di sorveglianza del team Mercedes e presidente non esecutivo della scuderia Mercedes AMG F1. Inoltre è il fondatore e il massimo azionista della compagnia aerea Laudamotion.

Era definito il “Computer” per la sua capacità di analizzare pregi e difetti di ogni vettura che tuttavia lui guidava – gli piaceva dirlo – “con il sedere”.

Ha corso in 171 Gran Premi vincendone 25, con 24 pole position. E’ stato ingaggiato da March, BRM, Ferrari, Brabham e McLaren.

Il Vienna General Hospital aveva annunciato il 2 agosto 2018 che il campione era stato operato dopo aver avuto una forte influenza. L’ex pilota aveva dovuto interrompere una vacanza a Ibiza per volare nella capitale austriaca e curarsi, ma le sue condizioni erano peggiorate drammaticamente rendendo necessario un trapianto di polmone.

Lauda lascia cinque figli, l’ex moglie Marlene Knaus e la moglie Birgit Wetzinger che nel 2005 gli donò un rene, Un altro lo aveva ricevuto nel 1997 dal fratello Florian.

Tra i primi a rendere onore al campione c’è il pilota Jenson Button.

Niki Lauda è morto: la leggenda della Formula Uno aveva 70 anniultima modifica: 2019-05-21T20:41:20+02:00da denisamariutei97

Lascia un commento

Se possiedi già una registrazione clicca su entra, oppure lascia un commento come anonimo (Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog).
I campi obbligatori sono contrassegnati *.