Azzannata da un dobermann davanti alla figlia: «Nessuno ha mosso un dito, il padrone rideva…»

Share on TwitterShare via emailShare on LinkedInPin it on PinterestSubmit to redditShare on Tumblr

4539052_1848_elisabetta_morsa_dobermann_grosseto

Stava passeggiando con la figlia quando è stata aggredita e azzannata da un cane di grossa taglia, di razza dobermann: il racconto di Elisabetta De Marinis, una donna di 40 anni di Grosseto, ha quasi dell’incredibile. Non tanto per l’aggressione ricevuta dal cane, quanto per la reazione del suo proprietario, che si sarebbe allontanato ridendo e noncurante di quanto accaduto.

Lo ha raccontato la stessa Elisabetta al quotidiano Il Tirreno: «Sono sconvolta – le sue parole – non ho fatto in tempo a dire a mia figlia ‘guarda che cane bellissimo’ che mi si è avventato addosso con violenza. Ciò che fa ancora più male è che nessuno ha mosso un dito per aiutarmi, e il proprietario se n’è andato via come se niente fosse. Addirittura rideva…».

Azzannata al braccio e al corpo per sette volte, la donna è finita al pronto soccorso di Grosseto: l’aggressione è avvenuta ieri al Parco Giotto, in mezzo ad altre persone e bambini, mentre lei era con la figlia 16enne. Avevano già visto quel cane grande e bellissimo, perciò si sono avvicinate: «Ho chiesto al proprietario se potevo accarezzarlo, ma non ho fatto in tempo a dirlo che mi ha attaccata», racconta Elisabetta.

Il dobermann l’ha morsa per ben sette volte, lasciando ferite parecchio profonde: «Ho gridato, ero terrorizzata. Quell’uomo invece non ha mosso un dito, non mi ha chiesto come stavo, se n’è andato: mia figlia l’ha visto persino sorridere mentre se ne andava».

Dai passanti nessun aiuto: «Ho chiamato io il 118, eppure c’era tanta gente, c’erano bambini. Se avesse azzannato un bambino lo avrebbe ammazzato».

Dulcis in fundo, la 40enne ora sta cercando il proprietario di quel cane, ma dai testimoni e persino da un uomo che era con lui in quel momento non ha ricevuto nessun aiuto: «Ha 40-45 anni, moro, un po’ brizzolato, fisico palestrato, alto 180. Il cane è maschio, nero e ha le orecchie intatte».

Elisabetta ha postato su Facebook la foto delle ferite sul suo corpo, con la descrizione del proprietario del dobermann: se qualcuno è di Grosseto o della zona e ha visto qualcosa o può fornire particolari sulla vicenda, può contattarci sulla nostra pagina Facebook.

Azzannata da un dobermann davanti alla figlia: «Nessuno ha mosso un dito, il padrone rideva…»ultima modifica: 2019-06-05T22:07:10+02:00da denisamariutei97
Share on TwitterShare via emailShare on LinkedInPin it on PinterestSubmit to redditShare on Tumblr

One thought on “Azzannata da un dobermann davanti alla figlia: «Nessuno ha mosso un dito, il padrone rideva…»

Lascia un commento

Se possiedi già una registrazione clicca su entra, oppure lascia un commento come anonimo (Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog).
I campi obbligatori sono contrassegnati *.