Will Smith in lacrime racconta del padre violento: «Io ero gentile, ma lui mi picchiava»

Share on TwitterShare via emailShare on LinkedInPin it on PinterestSubmit to redditShare on Tumblr

Will Smith è scoppiato in lacrime raccontando gli episodi di violenza subiti dal padre

Il celebre attore ha parlato del suo passato durante il “Red Watch Talk” condotto dalla moglie Jada Pinkett Smith, confessando molti aspetti intimi del suo passato e della sua famiglia.

5306575_0952_will_smith_picchiato_padre

Uno degli aspetti più toccanti è stato quando ha ammesso di aver avuto paura di diventare padre a causa della sua infanzia segnata dalla violenza: «Sono cresciuto in una famiglia, in cui l’aggressione fisica era concessa. Ho riportato cicatrici esteriori, ma anche interiori. Ho anche visto che mio padre picchiava mia madre. Sono eventi che in qualche modo ti feriscono emotivamente», ha raccontato fino a commuoversi.

Il suo desiderio di avere un figlio è stato però sempre molto forte, addirittura già dall’età di 6 anni pensava a un bambino: «Tutto sommato ho amato la mia famiglia, ma so che non sarei mai stato come mio padre, spesso in preda ad attacchi di ira. Io ero un bambino educato e gentile, nonostante questo sono stato schiaffeggiato e picchiato». Ha raccontato di un padre violento, che gli ha fatto molta paura, ma per il quale non nutre rancore perché gli ha trasmesso l’importanza dello studio e dell’istruzione.

È morto Willard Carroll, il padre di Will Smith: lo annuncia l'ex ...

Poi ha raccontato della nascita del suo primo figlio, spiegando di aver pianto per la paura di non essere all’altezza e di aver sofferto moltissimo per la fine del matrimonio con la ex moglie. L’intervista si è poi conclusa con un incoraggiamento della moglie: «Sei davvero un grande padre. Sei stato un ottimo partner. Non è stato facile per te essere papà, ma ne è valsa decisamente la pena».

Will Smith in lacrime racconta del padre violento: «Io ero gentile, ma lui mi picchiava»ultima modifica: 2020-06-24T16:48:25+02:00da denisamariutei97
Share on TwitterShare via emailShare on LinkedInPin it on PinterestSubmit to redditShare on Tumblr

Lascia un commento

Se possiedi già una registrazione clicca su entra, oppure lascia un commento come anonimo (Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog).
I campi obbligatori sono contrassegnati *.