Come studiare la Bibbia: metodo per leggere la Bibbia

Come studiare la Bibbia: metodo per leggere la Bibbia

Come studiare la Bibbia: metodo per leggere la Bibbia

Leggere la Bibbia è un compito obbligatorio per ogni cristiano. Al fine di ottenere il meglio dalla lettura della Bibbia, diversi cristiani hanno pensato ad alcuni metodi di analisi della Bibbia, in modo tale da poter comprendere meglio la volontà del Signore. In primo luogo, sceglieranno quale versione della Bibbia leggere. Ora ci sono molte interpretazioni di essa, come La Bibbia dello studio quotidiano, I riferimenti incrociati della Bibbia, Lo studio della Bibbia per l’abbondante della vita. Ci sono anche diverse interpretazioni della Bibbia scritte da molte persone di fede. E generalmente sceglieranno le scritture da persone di fede ben note e prestigiose; in secondo luogo, prenderanno, come prima scelta quando leggono la Bibbia, i capitoli che loro stessi considerano i più cruciali e le scritture che sono spesso spiegate dai pastori e dagli anziani. In terzo luogo, leggeranno un poco della Bibbia tutti i giorni, e così via. Ognuno ha riassunto alcuni metodi di studio della Bibbia. Rendiamo grazie a Dio per la Sua guida. Non molto tempo fa, quando discutevo con alcuni colleghi riguardo i metodi di approfondimento, abbiamo trovato il miglior metodo di analisi della Bibbia e mi piacerebbe condividerlo con i fratelli e le sorelle nel Signore.

Tutti i fratelli e le sorelle che sono familiari con la Bibbia sanno che non vi sono solo le parole di Dio in essa, ma anche parole di uomini comuni. Quando leggiamo con attenzione il Testo Sacro, non è difficile scoprire che tutte le parole di Dio sono esplicitamente indicate nella Bibbia. Per esempio: nei libri dei profeti del Vecchio Testamento, le parole che il Dio Jahvè rivelò ai profeti per diffonderle successivamente, sono chiaramente menzionate con “La parola di Jahvè fu rivolta”, “Così disse Jahvè”, etc. In altri passi della Bibbia, le parole che Jahvè disse personalmente sono anche chiaramente marcate con “Dio disse”, “Jahvè Iddio disse”. E il resto sono parole di tutti gli uomini e furono scritte da uomini che hanno fatto esperienza dell’opera di Dio in quel periodo. I quattro Vangeli del Nuovo Testamento sono scritti da quattro autori e descrivono ciò che loro stessi hanno sentito e hanno visto riguardo l’opera del Signore Gesù, tra cui le Sue parole sono chiaramente indicate da espressioni come “Gesù disse”, “Gesù disse loro”, etc. Inoltre, L’Apocalisse è la concezione che Giovanni vide sotto ispirazione di Dio, e profetò il modo con cui Dio opererà alla fine dei tempi. Queste parole vengono direttamente dalla rivelazione di Dio e dalle Sue parole.

Mentre il resto sono tutte le lettere che Paolo e gli altri discepoli hanno scritto per ogni chiesa di quel tempo. All’inizio delle lettere, sottolineano chiaramente con parole come “Paolo, un apostolo di Gesù Cristo per volontà di Dio”, “Pietro, un apostolo di Gesù Cristo”. Queste lettere sono le parole che scrissero per esortare e incoraggiare i cristiani in ogni chiesa di quel tempo dalla loro responsabilità ed evangelizzare. E queste parole sono tutte le loro esperienze e conoscenze, rappresentano solo la volontà dell’uomo e non possono essere paragonate alle parole di Dio, perché Dio ha la sostanza di Dio e solo le parole di Dio sono la verità. Il Signore Gesù disse, “Io sono la via, la verità e la vita; […]” (Giovanni 14:6). “Io son la resurrezione e la vita; chi crede in me, anche se muoia, vivrà” (Giovanni 11:25). “Le parole che vi ho dette sono spirito e vita” (Giovanni 6:63). Dio è il nostro pastore. Le parole di Dio sono la verità, hanno autorevolezza e potenza e rappresentano la Sua indole; possono diventare la nostra vita, sopperire ai nostri bisogni, sono le lampade che guidano il nostro cammino nell’oscurità, e sono ciò che nessuno è in grado di esprimere. Comunque, tutte le parole dell’uomo vengono dalla sua sapienza dopo aver ottenuto l’illuminazione dallo Spirito Santo, su esperienza dell’opera di Dio, e sono espressioni dell’intelletto dell’uomo e delle sue idee e rappresentano ciò che l’uomo ha ed è. Alcuni di loro ne traggono beneficio e diletto nella vita delle persone, ma nessuna delle parole illuminate dallo Spirito Santo possono rappresentare l’espressione diretta di Dio. Non sono la verità, nemmeno possono essere la vita degli uomini. Solo come l’apostolo Paolo disse, “Io ho piantato, Apollo ha annaffiato, ma è Dio che ha fatto crescere” (I Corinzi 3:6). Nel distinguere tra le parole di Dio e le parole degli uomini nella bibbia, possiamo affermare con certezza che il miglior metodo di studio della Bibbia è quello di scegliere di leggere in primo luogo le parole di Dio, e poi cercare di capire la verità ed afferrare la volontà di Dio nelle Sue parole; in questo modo siamo in grado di agire con rettitudine secondo i comandamenti di Dio ed ottenere una pienezza di vita da Dio.

Come dovremmo leggere le parole di Dio in modo da comprenderne la verità? La Bibbia afferma, “[…] che ci ha anche resi capaci d’esser ministri d’un nuovo patto, non di lettera, ma di spirito; perché la lettera uccide, ma lo spirito vivifica” (II Corinzi 3:6). Le parole di Dio contengono diversi misteri, quindi non possiamo conoscerle basandoci sulle lettere; invece, dovremmo riflettere con attenzione sul loro significato spirituale. Molti fratelli e sorelle acquistano appositamente alcuni strumenti ausiliari, come Concordanza della Bibbia, Enciclopedie Bibliche, con lo scopo di comprendere meglio il significato dei versetti. Questi strumenti ausiliari possono aiutarci a capire un po’ il vocabolario spirituale o il significato letterale dei versetti. Comunque, se vogliamo comprendere il vero significato delle parole del Signore, molto più importante, esso necessita da noi di silenziare i nostri cuori al cospetto di Dio e leggere le parole di Dio con cautela; solo dopo possiamo ottenere l’illuminazione dello Spirito Santo e comprendere la volontà di Dio.

Le parole di Dio sono la verità e contengono la Sua volontà e rappresentano una manifestazione dell’indole di Dio Stesso. Quindi quando leggiamo le parole di Dio, dovremmo comprendere l’intento di Dio nel pronunciare ogni parola, dovremmo comprendere il motivo per cui Dio ha voluto esprimere quelle parole, quali aspetti le parole di Dio hanno rivelato e quali manifestazioni sono espresse in ogni questione. Dovremmo anche capire che le parole di Dio sono la verità, e ciò che Dio rivela sono i problemi che tutti noi abbiamo, ma non focalizzati su alcun individuo specifico. Pertanto dovremmo riflette su quali manifestazioni in noi non stanno praticando le parole di Dio, ma disobbedire e resistere a Dio sulla base dei problemi che Dio rivela. Dobbiamo capire cosa Dio ha ed è. Nel leggere le parole di Dio con il nostro cuore, possiamo vedere la misericordia e la salvezza di Dio per noi tra le linee delle parole di Dio.

Rendiamo grazie al Signore! Spero che nel leggere la Bibbia, i fratelli e le sorelle nel Signore possono comprendere la volontà di Dio da ogni Sua singola parola, comprendere ciò che Dio desidera da noi, vedere chiaramente la nostra propria corruzione e i nostri difetti, sapere ciò che è fonte di deviazione nel nostro agire e infine tornare indietro in tempo per agire in armonia con la volontà di Dio, e diventare preso le persone in sintonia con il Suo cuore! Amen!

Traduzione di Maria felicita Mucci

 

Come studiare la Bibbia: metodo per leggere la Bibbiaultima modifica: 2019-06-29T09:17:50+02:00da liyue123

Lascia un commento

Se possiedi già una registrazione clicca su entra, oppure lascia un commento come anonimo (Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog).
I campi obbligatori sono contrassegnati *.