Angela Rayner, se accavalli le gambe sei sleale

Angela Rayner & Basic Distraction Technique – April 2022

Boris Johnson potrebbe perdere il filo del discorso a causa dell’accavallamento delle gambe di Angela Rayner: questa l’accusa del Mail on Sunday alla deputata laburista la quale, stando all’autore dell’articolo, Glen Owen, essendo priva di qualità non può fare altro che emulare Sharon Stone nell’ormai famosissima scena. Noi, che siamo intelligenti quanto basta per sorridere del sessismo conservatore, possiamo tirare un sospiro di sollievo pensando che il parlamento si è schierato, pur non nella totalità, dalla parte di Rayner. Tuttavia bisogna ammettere che i maschi si distraggono con facilità se sollecitati anche solo blandamente da un movimento che aprirebbe a scenari estatici. Come se ne esce? Difficile a dirsi, ma intanto condanniamo senza riserve il becero punto di vista di Glen Owen.

Angela Rayner, se accavalli le gambe sei slealeultima modifica: 2022-05-25T12:54:28+02:00da VIOLA_DIMARZO

12 pensieri riguardo “Angela Rayner, se accavalli le gambe sei sleale”

  1. Il frangiuto Boris potrebbe benissimo essere una vittima , la Rayner valga poco o tanto il suo accavallare le gambe puo’ altrettanto benissimo essere una provocazione sessista, con buona pace delle ‘femmine invincibili’ delle me too e via discorrendo. Le donne sanno giocare giochi che ai maschi sono preclusi e li giocano bene nascondendo quasi sempre la mano dopo avere tirato il sasso. Quelle che non nascondono la mano saranno apostrofate come zoccole. Il che non e’ bene ma come il mondo funziona. Se il commento ti pare poco gentile mi dispiace ma al gioco delle tre carte io non gioco . Baci

    1. Eppure e’ acquisito da millenni come le ‘astuzie’ femminili siano il contraltare alla ‘forza ‘ maschile. E allora perche’ non ammettere che sempre questione di (diversa) forza e’? A che gioco gioca la Stone nel celeberrimo film? Tirare il sasso e ritrarre la mano , se questo e’ o fosse il caso, non e’ la piu’ onesta delle attivita’, ed e’passabile perfino di pubblica e legittima denuncia …… perche’ no ? Pian piano sta esaurendosi il tempo in cui le donne hanno sempre ragione a prescindere..cosi’ io la vedo e cosi’ sia e sara’.

  2. Per quel che ne so io, il processo alle intenzioni non si fa, per cui se “io” stanca di stare in una certa posizione ritengo opportuno accavallare le gambe per trovare sollievo, e “tu” non sai gestire il turbamento, il problema è solo tuo. Va da sé che una donna elegante sa come stare seduta, ma l’assenza di bon ton non è materia per la giurisprudenza né per le illazioni giornalistiche.

  3. “e’ acquisito da millenni come le ‘astuzie’ femminili siano il contraltare alla ‘forza ‘ maschile”

    Credo che non si possa non concordare con quest’affermazione di Panfilo perché sia il maschio che la femmina utilizzano ciascuno le proprie armi nel campo della seduzione o, anche, dalla provocazione. Il problema nasce quando si trasla il discorso in altri campi perché l’uscita di Glen Owen è di un sessismo da quattro soldi e l’accostamento fra le due foto (Rayner e Sharon), considerati i diversi contesti, la dice lunga sulla fogna intellettuale del giornalismo che ci viene proposto sia sulla carta stampata che sui media. E questa è gente che dovrebbe fare opinione?

  4. Mi diverte pensare che un giornalista navigato come Owen abbia visto malizia dove malizia c’era , mentre a voi piace vedere violenza misoginia e sopruso in ogni ambito. Pace e bene. Vostro affezionato Panfilo

    1. Inutile che fai l’oligarca perché ti sequestriamo sia il panfilo che lo yacht dopo resti con la ciambella e con quella non trovi più figa :)))

  5. Allora, ci sarà stata pure malizia, ma denigrare una persona pubblicamente è un’altra cosa…piuttosto, perché il nostro “giornalista navigato” non racconta qualcosa di Johnson che offre il fianco a narrazioni dalle sfumature boccaccesche?

  6. ah…… per me il giornalismo deve essere libero di fare figuracce , provocare , e di dichiarare l’indichiarabile, (salvo pagarne le conseguenze) ….ed Owen come altri ha fatto cio’ che si sentiva. Oppure vuoi rientrarmi pure tu nella epopea del politicamente corretto e tutti zitti tutti allineati sulle posizione cattoliberali del pensiero unico? Ovvero… il problema e’ che Johnson e’ conservatore e la Rayner laburista e quindi dobbiamo filtrare , rimuovere, limare acconciare in bella copia tutto cio’ che riguarda l’uno o l’altra a secondo delle simpatie ? Naaaaaaaaa come disse quel tale una volta io non ci sto. Bacissimi 🙂

  7. Inutile apostrofarmi con “Oppure vuoi rientrarmi pure tu nella epopea del politicamente corretto…” e poi correggere il tiro con “Bacissimi”. Sono una paladina del NON politicamente corretto, quindi ognuno può dire la sua, ma io sono libera di dissentire 🙂

Lascia un commento

Se possiedi già una registrazione clicca su entra, oppure lascia un commento come anonimo (Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog).