Le accuse di Rula Jebral a Meloni: mossa patetica

C’era da aspettarselo: un personaggio tanto divisivo e controverso come Giorgia Meloni non poteva essere risparmiato dalla macchina del fango. E tuttavia, qual è lo scoop? Tutti sanno che la leader di Fratelli d’Italia è cresciuta con la madre e la sorella perché il padre è uscito prestissimo dalle loro vite, ma la notizia riportata da un giornale spagnolo era troppo succulenta per lasciarla all’oblio, e così Rula Jebral, che l’ha ripresa in un tweet, ha reso noto che il padre di Meloni fu condannato per narcotraffico nel 1995. Ora, si potrebbe speculare tanto sui limiti delle menti che non hanno la decenza di aspettare per poi attaccare a ragion veduta, ma la conclusione migliore a questo squallido attacco la offre un articolo de il Giornale.it:

Una vicenda con la quale Giorgia Meloni non ha evidentemente nulla da spartire, visto che con suo padre non ha alcun tipo di rapporto ma, anche se fosse stato il contrario, il discorso non sarebbe stato diverso. Per la sinistra, evidentemente, non è così e, se da un lato alleggerisce la posizione di un conclamato criminale come Cesare Battisti, dall’altra tenta in tutti i modi di coinvolgere Giorgia Meloni in una vicenda con la quale lei non ha niente a che vedere”.

La replica di Giorgia Meloni:

Tutti sanno che mio padre andò via quando avevo poco più di un anno. Tutti sanno che ho scelto di non vederlo più all’età di undici anni. Tutti sanno che non ho mai più avuto contatti con lui fino alla sua morte. Ma poco importa se i “buonisti” possono passare come un rullo compressore sulla vita del “mostro”. Evidentemente tra le tante cose che non valgono per me c’è anche il detto, le colpe dei padri non ricadano sui figli“.

Questo è fango su Giorgia Meloni“. Giuseppe Conte

Quello che ha fatto il padre non c’entra nulla con lei“. Carlo Calenda

Rula Jebreal, la condanna del padre di Meloni e le critiche a Giorgia: FdI all'attacco - DIRE.it

Le accuse di Rula Jebral a Meloni: mossa pateticaultima modifica: 2022-09-30T18:44:35+02:00da VIOLA_DIMARZO

9 pensieri riguardo “Le accuse di Rula Jebral a Meloni: mossa patetica”

  1. Al di là di tutto esiste una realtà: qui fra pochi mesi se non si risolvono i problemi della gente, dell’energia, della spesa, l’ordine pubblico salta. La gente scende in Piazza e chi la calma? La giornalista raccontando del papà della Meloni? Per me Meloni poteva giungere da mago merlino o maga magò, ora bisogna fare le cose . Il resto sono solo pettegolezzi.

    1. Il gossip serve solo per acchiappare clik e like. Non è tempo perso, è opportunismo. Io il gossip lo detesto. I reati del padre della Meloni non c’entrano nulla con la figlia, che peraltro è cresciuta da sola con la madre e non vedeva il papà da quando era bambina. Nessuno ha usato questa notizia per attaccare Meloni. Nemmeno i suoi peggiori avversari politici. Quella della Jebral non è pochezza, è solo voglia di visibilità. E i media gliela forniscono pure anziché ignorarla.

  2. Cara Viola devi convenire che CONTE, da gran signore, quale è, non si è accanito contro la Meloni, usando questa notizia, ma l’ha difesa dicendo che era stato gettato fango su di lei.

  3. Signor Bruno, giusto per essere giusti non c’e’ dubbio che l’avvocato Conte si comporti generalmente in maniera piu’ urbana dei suoi congemelli sinistroidi. Ma come premier Conte ha avuto la sua chance e l’ha bruciata. Provvedimenti come i superbonus o il reddito d.c. stesso hanno aperto baratri nella economia dello stato, e sono ritenuti moralmente ingiusti se non fuori luogo. Provvedimenti come le sedie a rotelle, scaturite dal governo del suo preferito sono andati ben oltre il limite del ridicolo ed a caro prezzo . Fossimo una scuola direi che il suo diletto sarebbe un catastrofico preside, un insegnante incapace ma un buon bidello. E di bidelli gentili c’e’ pieno il mondo. La saluto.

Lascia un commento

Se possiedi già una registrazione clicca su entra, oppure lascia un commento come anonimo (Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog).