Commercio, dopo l’intesa USA-Messico adesso il Canada va di fretta

La notizia dell’accordo sul commercio raggiunto tra Donald Trump e il Messico ha fatto felici i mercati. Si è trattato di un primo passo importante per la revisione del Nafta, ovvero l’accordo di libero scambio nordamericano che venne firmato 24 anni fa. Ma la partita non è ancora chiusa, visto che manca un altro attore all’appello: il Canada, che in un primo tempo ha preferito restare in disparte e osservare gli eventi.

Il futuro del commercio in Nord America

nafta commercioPer salvare veramente il Nafta, occorre coinvolgere anche il Canada. Un auspicio da subito evidenziato dal Messico, mentre l’inquilino della Casa Bianca si è limitato a dire “Vedremo se si uniranno all’accordo”. Trump s’è mostrato molto contento, e ha tutte le ragioni per esserlo. Anzitutto perché questo accordo sul commercio mette pressione anche ad Ottawa (il presidente canadese Trudeau con Trump ha relazioni gelide). In secondo luogo perché ha potuto celebrare celebrato questa intesa “molto importante per i comparti manifatturiero e agricolo”.

L’annuncio ha inoltre galvanizzato Wall Street e il Nasdaq, arrivato per la prima volta oltre gli 8.000 punti, mentre si sono alzati i titoli delle case automobilistiche come Fca e General Motors, aumentati del 4%.

Ad ogni modo, dopo l’intesa raggiunta tra i primi due partner, dovrebbero prendere il via oggi 29 agosto i colloqui USA – Canada. Il Ministro canadese per gli Affari esteri, Chrystia Freeland, si trova già da ieri a Washington dove ha subito incontrato il rappresentante americano del Commercio, Robert Lighthizer. Nel frattempo il premier canadese Trudeau conferma il suo interesse a sottoscrive questo patto, avvertendo che difenderà l’industria lattiero-casearia di Ottawa. “Ci impegneremo in modo positivo ansiosi, alla fine, di firmare un accordo purché positivo”, ha dichiarato.

Commercio, dopo l’intesa USA-Messico adesso il Canada va di frettaultima modifica: 2018-08-29T11:35:05+02:00da nonsparei

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Se possiedi già una registrazione clicca su entra, oppure lascia un commento come anonimo (Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog).
I campi obbligatori sono contrassegnati *.