Valute dell’America Latina, rimbalzo grazie alle notizie da Pechino

Le notizie giunte dalla Cina hanno dato una spinta alle valute dell’America Latina, che si sono rafforzate quasi tutte nei confronti del dollaro americano.

I driver delle valute dell’America Latina

valute del sudamericaDa Pechino sono giunti dati molto positivi riguardo al commercio, con l’export e il surplus in aumento oltre le aspettative. Inoltre la PBOC è parsa decisa a intervenire per fermare la caduta dello Yuan, visto che la banca centrale ha fissato il tasso di riferimento del dollaro sopra 7,00. Tutto questo ha ridotto le pressione sulle valute dell’America Latina, che erano rimaste oppresse dalle preoccupazioni circa l’escalation della guerra commerciale USA-Cina, dopo la mossa di Trump che ha deciso di aumentare i dazi sulle importazioni cinesi negli USA. I numerosi segnali forex free che c’erano da qualche giorno a questa parte, sono svaniti.

Real, peso Mxn e peso colombiano

Il REAL brasiliano è aumentato di circa lo 0,5%, anche per l’ottimismo dovuto all’approvazione da parte della Camera bassa del Congresso, di una legge di revisione pensionistica di ampia portata, che ora deve essere approvata dal Senato. Il disegno di legge riduce i costi di un generoso sistema di sicurezza sociale, che ormai era diventato insostenibile e alimentava il crescente debito pubblico del Brasile.

Tra le altre valute dell’America Latina, anche il peso messicano è salito, anche per la terza frenata consecutiva dell’inflazione, ora al 3,78%. Questo alimenta le possibilità che il Banxico possa ridurre i tassi di interesse nel prossimo futuro.

Se guardiamo i dati sui migliori broker online affidabili, possiamo però vedere che è il peso colombiano la valuta che ha registrato i maggiori guadagni tra quelle sudamericane, dal momento che i prezzi del petrolio (principale esportazione del paese) sono aumentati in base alle aspettative di ulteriori tagli alla produzione.

Valute dell’America Latina, rimbalzo grazie alle notizie da Pechinoultima modifica: 2019-08-08T22:34:11+02:00da nonsparei

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Se possiedi già una registrazione clicca su entra, oppure lascia un commento come anonimo (Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog).
I campi obbligatori sono contrassegnati *.