Mercato del petrolio, Trump entra in scena e dà una scossa ai prezzi

Senza dubbio è ancora molto presto per dire se c’è stata una svolta, ma il segnale mandato oggi dal mercato del petrolio è molto incoraggiante. Le quotazioni dell’oro nero infatti questa mattina dominano la scena sui mercati, visto il forte rimbalzo dopo un periodo di crolli verticali. A dare la spinta è il possibile accordo USA-Russia-Arabia per contingentare la produzione.

La mossa di Trump per risollevare il mercato del petrolio

mercato petroliferoLa mossa importante delle ultime ore l’ha fatta Donald Trump, che si è mosso in prima persona per tamponare la crisi che sta investendo il settore del petrolio americano. Il presidente ha annunciato di voler invitare i dirigenti dei giganti petroliferi Usa per alcuni colloqui volti a sondare la possibilità di un aiuto governativo. Trump ha anche detto di aver parlato con i leader di Arabia Saudita e Russia, e che nutre ottimismo riguardo un possibile accordo, che mette fine alla guerra dei prezzi in atto da alcune settimane. Anche il presidente russo Vladimir Putin ha affermato di sperare in un accordo, lanciando un appello affinché si trovi una soluzione.

Il crollo delle quotazioni

Ricordiamo che la bufera sul mercato del petrolio si è scatenata il mese scorso, quando è saltata l’alleanza tra i paesi Opec (guidati dall’Arabia Saudita) e i paesi non Opec (in testa la Russia) nella riunione di Vienna. Questo evento si è incastonato poi in un quadro già molto negativo, a causa del crollo della domanda dovuto alla diffusione del coronavirus. L’effetto congiunto ha portato a un crollo dei prezzi del petrolio del 70% rispetto ai massimi di gennaio, come si può vedere sui miglior broker trading online. Sono capitolati ai valori più bassi in quasi due decenni.

Scetticismo

I forti segnali di speranza che sono arrivati, hanno chiaramente messo le ali al mercato del petrolio. I migliori segnali opzioni binarie affidabili gratis puntano tutti sull’up dei prezzi. I futures sul contratto WTI balzati fino a +10% a $22,34 al barile e i futures sul Brent volati fino a +11,36% a $27,55 al barile. Certo, di terreno da recuperare ce n’è ancora tantissimo, ma è già un segnale importante. Rimane comunque un giustificato scetticismo, dal momento che servirebbe un accordo pesantissimo per sollevare un mercato che fa fronte a un eccesso di offerta di 15 milioni di barili al giorno circa. Ma quello che servirebbe è soprattutto una svolta sanitaria contro il coronavirus, perché fin quando rimarrà in circolazione, sarà difficile risollevare la domanda di petrolio.

Mercato del petrolio, Trump entra in scena e dà una scossa ai prezziultima modifica: 2020-04-02T12:33:09+02:00da nonsparei

Lascia un commento

Se possiedi già una registrazione clicca su entra, oppure lascia un commento come anonimo (Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog).
I campi obbligatori sono contrassegnati *.