Banche USA, la FED rimuove le restrizioni a dividendi e buyback

Buone notizie per le banche USA. La Federal Reserve ha infatti annunciato dalla fine di giugno sarà nuovamente possibile distribuire dividendi agli azionisti, e procedere anche con operazioni di buyback (programmi di acquisto di azioni proprie).

Le novità per le banche USA

fed-federal-reserve-systemIl comunicato della banca centrale americana fissa la data della fine delle restrizioni al prossimo 30 giugno. Le restrizioni erano state imposte, come in Europa dalla Bce, per incrementare riserve di liquidità in vista delle perdite dovute al Covid. Si trattava quindi di misure introdotte a scopo precauzionale, per il timore che il Covid avrebbe potuto innescare una crisi finanziaria simile a quella di un decennio fa.
Le restrizioni alle banche USA erano state peraltro imposte malgrado due cicli di stress test fatti lo scorso anno, erano stati superati da molte grandi banche.

I prossimi stress test

L’unico requisito richiesto per poter procedere allo sblocco delle restrizioni, è che le imprese abbiano livelli di capitale “superiori a quelli richiesti dallo stress test. Questi test termineranno proprio il 30 giugno. Quelle invece che hanno livelli di capitale inferiori a quelli richiesti dallo stress test, rimarranno invece soggette alle restrizioni (fino al 30 settembre).
Secondo la FED, le banche USA continuano ad essere una “fonte di forza.

Nota operativa: dal punto di vista tecnico, anche chi fa trading sui titoli delle banche USA deve conoscere il significato di piercing line pattern.

Lo scenario sui tassi di interesse

Nel frattempo la Fed continua a sostenere i mercati azionari e buona parte degli attivi rischiosi. La banca centrale ha ipotizzato un rialzo dei tassi non prima della fine del 2023. Durante questo lasso di tempo, continuerà a sostenere l’economia con massicci stimoli. Chi sa come fare day trading forex, comprende che sono notizie molto importanti.
Il pericolo potrebbe essere un livello sostenuto di inflazione (maggiore del 3%), perché potrebbe compromettere lo scenario. Del resto proprio per il timore di una iperinflazione, e di un prematura rialzo dei tassi, il dollaro Usd di recente ha avuto uno spunto rialzista sul mercato valutario.

Banche USA, la FED rimuove le restrizioni a dividendi e buybackultima modifica: 2021-03-26T11:05:41+01:00da nonsparei

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Se possiedi già una registrazione clicca su entra, oppure lascia un commento come anonimo (Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog).
I campi obbligatori sono contrassegnati *.