Banche, calano le sofferenze mentre i prestiti aumentano

Una delle maggiori preoccupazioni delle banche riguarda la possibile crescita delle sofferenze, una volta che saranno finite le moratorie a fine dicembre.

L’ABI, associazione delle banche, conferma in parte questi timori stimando effettivamente un incremento il prossimo anno. Tuttavia, in quello attuale e dal 2023, le sofferenze sono e saranno in calo.

Sofferenze e banche

bancaInfatti ciò che emerge dal rapporto mensile dell’associazione bancaria, è che la qualità del credito si conferma molto elevata.

A settembre le sofferenze nette sono scese a 15,5 miliardi di euro. Ad agosto erano 16,6 miliardi, mentre a settembre 2020 erano addirittura e ai 24,3 (-36,4%). Rispetto al livello massimo delle sofferenze nette di 88 miliardi, raggiunto a novembre 2015 la riduzione è di 73,4 miliardi (pari a -82,6%).
Scende anche il rapporto sofferenze nette su impieghi totali che è pari allo 0,90% dall’1,40% di settembre 2020 da, dall’1,77% di settembre 2019 e dal 4,89% del novembre 2015.

Misure efficaci

Secondo l’ABI il rischio connesso all’attività delle nostre banche è molto contenuto, anche per merito degli stessi istituti e delle misure adottate per combattere il pericolo di un aumento degli Npl che alcuni avevano paventato nei mesi scorsi, come ad esempio Moody’s.

Prestiti, è boom

Sempre nello stesso bollettino dell’ABI, viene evidenziato come i prestiti al settore privato stiano continuando a crescere.
In base ai dati pubblicati dalla Banca d’Italia, relativi ai finanziamenti a imprese e famiglie, emerge che a ottobre c’è stato un boom di prestiti. Sono aumentati nel complesso del 1,7% rispetto a un anno fa. Quelli alle imprese hanno registrato un aumento dello 0,7% su base annua e quelli alle famiglie del 3,6%.

Merito soprattutto dei tassi di interesse su minimi storici. Il tasso medio sul totale dei prestiti è pari al 2,18% (era al 6,18% prima della crisi), mentre quello praticato alle imprese si attesta all’1,18%e quello sui mutui all’1,43%.

Banche, calano le sofferenze mentre i prestiti aumentanoultima modifica: 2021-11-17T00:10:51+01:00da nonsparei

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Se possiedi già una registrazione clicca su entra, oppure lascia un commento come anonimo (Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog).
I campi obbligatori sono contrassegnati *.