M. Elena Boschi e il “discreto” tubino grigio

C_2_box_14802_upiFoto1VE’ partita la campagna per il referendum sulle modifiche alla costituzione. E il premier Renzi, in difficoltà, ha deciso di mandare in prima linea i suoi pezzi da novanta. Tra questi c’è anche la ministra Maria Elena Boschi, che della riforma è la madrina (la legge porta il suo nome). Il primo banco di prova di quello che sarà un tour de force per Maria Elena Boschi è stato il salotto di “Porta a Porta”.

Il suo contraltare era Stefano Parisi. Un duello fatto di botta e risposta che politicamente si è concluso con un pareggio. Ma sui social, che si sa sono più frivoli, il dibattito si è concentrato sulla mise della ministra. Il suo tubino grigio e il tacco dodici hanno focalizzato l’attenzione del pubblico. La ministra lo indossava già la mattina, quando con il ministro Martina siglava l’accordo per la vendita del tabacco italiano.
Quel vestito non è passato inosservato nemmeno nei giorni scorsi. Maria Elena Boschi lo ha già messo in mostra in diverse occasioni, la più recente durante il viaggio istituzionale in Sudamerica, anche lì per presentare la sua riforma.

Grigio (un colore neutro che la Boschi ha sempre apprezzato), sagomato ma senza scollatura, un accenno di manica sulla spalla: femminile ma discreto. Analizzando bene quel vestito possiamo scoprire che si tratta di un abito Zara alla portata di tutti. Meno di 50 euro: 39,95 per l’esattezza. Una cosa che un po’ sorprende dato che in diverse occasioni Maria Elena Boschi aveva fatto sfoggio di dettagli non proprio a buon mercato (pensiamo al vestito Emilio Pucci indossato in Senato o alla Louis Vuitton da 1.400 euro che aveva a Villa d’Este e le varie Prada e Fendi).
La riforma Boschi punta molto sullo snellimento della burocrazia, sui risparmi per il Paese. E visto l’utilizzo di abito a buon mercato, riutilizzati spesso e volentieri, non vorremmo che la ministra abbia voluto applicare su se stessa la legge.

M. Elena Boschi e il “discreto” tubino grigioultima modifica: 2016-10-06T14:30:52+02:00da ellenaellena77

Lascia un commento

Se possiedi già una registrazione clicca su entra, oppure lascia un commento come anonimo (Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog).
I campi obbligatori sono contrassegnati *.