Creato da Bridigala il 08/05/2008

E' un Bridimondo

Di tutto un po', ma soprattutto... mio

 

 

Un altro sole, quando viene sera...

Post n°728 pubblicato il 19 Marzo 2017 da Bridigala

eh, già. Le prospettive si annodano e cambiano di continuo. Bei giorni, tutto sommato, alla faccia del Mal di denti, che non capisco mai se è o non è, per ora sta sparendo quindi forse buona la seconda, anche perché nel frattempo mi è saltato fuori anche un Mal di schiena mondiale, che già sta sparendo (non del tutto, eh, venerdì sul lavoro ero veramente uno straccio), abbiamo un'idea dei tempi per quando cambieremo casa, e quindi ho potuto concentrarmi su un argomento che mi preoccupava assai. Le ferie. Preoccupava? Beh, dai, non esageriamo, diciamo che ci tenevo, tutto qui. Così sono andata in un'agenzia viaggi fisica, questa volta, in modo da parlare con qualcuno a cui spiegare le mie esigenze. E la signora se n'è uscita con un tour operator i cui viaggi partono a 20km da casa mia. Basta arrivare lì e farsi venire a prendere sempre lì. Ottimo e comodo. Nel vasto catalogo, che va dalla gita alla sagra della soppressa ai dieci giorni in Cina. Ogni tanto me lo sfoglio e sogno, ma già in agenzia viaggi mi si è illuminato lo sguardo a pensare di fare un tour della Scozia, da Glasgow a Edimburgo, magari caricandomi sul pad tutti i libri di Harry Potter in inglese per farmi compagnia nella sua terra di nascita. Andasse buca con quello, ossia, se non ci fossero abbastanza partecipanti, potrei pensare ad andare in Irlanda, un tour della costa atlantica. Insomma, per quest'estate i miei otto giorni magici me li sono già immaginati. Prima di recarmi in agenzia, comunque, avevo già fatto una mini guida ad un gruppo, e ieri sera sono stata ad una cena di beneficienza, per raccogliere fondi per i terremotati di Sperlonga, che il mio paese ha adottato. Il filmato nel quale raccoglievano tutte le foto che hanno fatto alpini e protezione civile era di rito, e si è concluso con un countdown di un minuto e  mezzo, la durata della prima scossa. Porco cane quanto è lungo un minuto e mezzo, non mi ero mai resa conto di questo. E come me tanti che mi circondavano. Il cibo, che era stato acquistato in quelle terre e lavorato nella cucina della sala in cui abbiamo cenato, era semplicemente strepitoso. Arrosticini, abbacchio, amatriciana, ciauscolo, olive ascolane, pecorino. Anche i vini, seppur forti (mi ci sono appena bagnata il becco, non porto l'alcol), sono decisamente ottimi. Domani ricomincia il lavoro, un'altra settimana e la visita all'agenzia per vedere di fissare la vacanza (ve l'ho detto che ho il chiodo? Quando sono stanca progetto la fuga...) a presto!

 

 
 
 

In amor le parole non contano...

Post n°727 pubblicato il 14 Marzo 2017 da Bridigala

Niente bei manzi (o buoi) in vista, quindi non spaventatevi. Nessuno mi si porta via, tranquilli, me ne sto facendo una ragione. In compenso so già dove ci trasferiremo e me gusta mucho, per fortuna, sarà un appartamento a piano terra pieno di luce, rifinito con alcuni particolari decisamente di mio gusto. Non cambierà le mie abitudini, e anche questo me gusta. Sul lavoro e' un ottimo periodo, ma di sicuro ci saranno argomenti pronti a smentirmi. Mai parlare, no? Le attività extra procedono, mi piacerebbe (tanto) riuscire ad evitare alcune incombenze, che invece so che dovrò subire in ogni caso, pazienza, per altre sono ben felice di dovermi spendere, insomma, la vita va avanti con il suo solito tran tran, ma, almeno per il momento, con il sole. Sabato sera ho accettato di andare ad una cena di beneficienza con alcune conoscenti, cambio compagnia, insomma, e la cosa non mi dispiace per niente. Sono letteralmente immersa nei libri, in questo periodo mi sto cimentando con la serie di Amelia Peabody, gialli ambientati nell'antico Egitto che adoro letteralmente. Questa gentile signora vittoriana completamente anticonformista è quanto di più gradevole possa capitarmi per le mani. Ho avuto finalmente il coraggio di leggere Anna Premoli, e non l'ho trovata così terribile come la consideravo, forse perché non mi concentro eccessivamente, se la trama del libro che leggo è già ampiamente riassunta dal titolo. Cosa potreste aspettarvi da "ti prego, lasciati odiare?" Che non sia una coppia di personaggi che si odiano e poi si sposano? Ogni tanto cedo ad uno strano bisogno di cuoricini e sospiri, anche se finisco per trovare ideale il rapporto tra Amelia Peabody e il marito, l'archeologo Radcliffe Emerson, burbero e brontolone, ma innamoratissimo della sua sposa. Quindi, primavera in arrivo, storie d'amore ovunque, in tutti i libri che mi capitano a zampa, insomma, basta solo che mi innamori io e poi siamo a posto. Difficile, ma non impossibile. Quando avrò idea delle tempistiche relative a traslochi vari certamente mi attiverò per decidere le mie ferie, alle quali anelo, a questo punto. Vero è che senza libri non vado da nessuna parte e che sento sempre il bisogno disperato di lavorare (desideravo riordinare la biblioteca della nave che era trascuratissima, tanto per capirci), però vivendo in una realtà molto piccola trovo che allontanarmi e visitare luoghi lontani con compagnie sconosciute che possibilmente parlano lingue diverse dalla mia (inglese o francese, non di più)sia quasi un'esigenza. 

Vedremo, insomma. A presto

 
 
 

new deal

Post n°726 pubblicato il 06 Marzo 2017 da Bridigala

Ovvero, come cambiano le cose, per rimanere sempre uguali. La mia nevralgia del trigemino, che fa sempre un male dannato, e stavolta mi fa proprio sospirare, ed è tipica del cambio di stagione. Era un po'che non si presentava così violenta, ma visto che sono anche abbastanza stressata non è per nulla strano che si faccia viva. Ho una bella proposta per le scuole medie, con delle idee di lettura che smuoverebbero il più illetterato, e ho convinto il comitato di gestione, devo solo muovermi per andare a parlare con chi di dovere. Ogni giorno ho dimostrazione di quanto bello sia occuparmi della mia utenza, e di quanta fiducia abbia in me. Oggi, invece, mi sono arrabbiata come un bufalo per una vicenda di cui sono stata resa confidente. Una ragazza (maggiorenne ahimè) disabile, che sta facendo un percorso di autonomia da me, è appena stata lasciata dal moroso, e fin qui sappiamo bene che non c'è novità. Tuttavia la situazione estremamente vulnerabile in cui lei si trova, perché sua madre se n'è andata di casa per scappare con un anziano, suo padre e' assente e l'unica persona che si occupa di lei è un fratello che sembra voglia trasferirsi (fratello gemello, quindi altrettanto giovane e solo), fa sì che io fossi preoccupata della frequentazione. E avevo ragione, purtroppo, perché questo farabutto l'ha usata come gli è sembrato meglio, e ora la mette da parte, certo che lei lo aspetterà per i momenti di magra. Si vede il fumo che mi esce dalle orecchie? Ecco. La casa dove vivo attualmente non è più grande a sufficienza per contenere tutta la tribù, che in effetti è numericamente interessante, per cui si profilano dei cambiamenti, che per fortuna la mia adorabile famiglia ha deciso di contenere al minimo. Perché trasferirmi annullerebbe alcuni vantaggi che ho, e perché oggettivamente non tutti i momenti della vita sono buoni per ricominciare. Ovvero. Che senso avrebbe per me lasciare le mie amicizie oggi come oggi, sapendo che non ho più l'età né la voglia per costruire tante nuove relazioni. Quindi, tra le rogne senza fine di questo periodo si annoverano anche i cambiamenti possibili in questo senso.  A presto!

 
 
 

E qualche volta aggiorniamolo, questo blog!

Post n°725 pubblicato il 01 Marzo 2017 da Bridigala

Salve a tutti! Si, lo so, ultimamente non mi faccio sentire a sufficienza, ma che volete, va così...in ogni caso, stanno cambiando alcune cose nella vita privata (zitella ci sono e ci resto, non crediate, niente di così incredibile) ma non dico ancora nulla, che se per caso mi intercetta qualcuno che mi conosce si fa i fatti miei in anticipo. Sul lavoro sembra che io abbia schivato un missile terra-terra piuttosto potente, sto cominciando gli acquisti e preparando la nuova serata del libro, questa volta sul Mastino di Baskerville, uno dei miei libri favoriti, già alla maturità la mia tesina, che verteva sul nome della rosa di Umberto Eco, sfiorava in modo non marginale il Mastino, ed ora ho trovato anche un libriccino che propone un finale alternativo ben motivato.insomma, mentre tutto cambia intorno, io resto ancorata ai libri, barra del mio timone. Ho trovato, e in questi giorni giuro che proverò a farmene portatrice, una formula che mi permetterebbe di presentare libri finalmente moderni ed accattivanti alla scuola secondaria di primo grado attraverso dei percorsi di lettura ad hoc. In effetti tornerebbero utili i miei ultimi acquisti di libri per preadolescenti, tutti titoli accattivanti che però trattano anche di argomenti forti. Insomma, mi sento un'anatrella nello stagno, e ne sono (molto) felice. A presto

 
 
 

Aggiornamenti

Post n°724 pubblicato il 19 Febbraio 2017 da Bridigala

Chiedo scusa per la fantasia nulla del titolo, la parte pi difficile del post, per me. In ogni caso ancora non si sa da cosa sia dipeso il problema, e non siamo nemmeno sicuri che sia rientrato, diciamo che aspettiamo il controllo di domani per decidere se tirare un sospiro di sollievo o ricominciare a preoccuparci. Il piccolino tornato a casa, il che vuol dire che anche la mamma e il suo pancione sono a casa, e i fratellini tutti hanno fatto festa grande per il ritorno del loro cucciolo, che sono quattro bimbi che si vogliono un sacco di bene. Quindi io mi sono dedicata alle millemila cose che dovevo sistemare sul lavoro. Compresa, ovviamente, la mitica serata del libro, che questa volta era "L'amore ai tempi del colera", di Garcia Marquez. Nel giro della prossima settimana voglio scegliere un giallo, che quello che mi hanno chiesto, ma non troppo pesante sia in quanto a sangue sia per quel che riguarda la corposita'. Quindi pensavo gi al Mastino dei Baskerville, che ha tutte le caratteristiche richieste, ed in pi c' un romanzo alternativo che rilegge il mastino dal punto di vista della psicoanalisi e trova altre soluzioni al problema omicidio. In pi ho gli appunti della mia tesina sul nome della rosa. Qualcuno si ricorda il nome del frate protagonista? Non casuale, proprio per niente! Insomma, torno sotto, anche se sto valutando altre opzioni, compreso Malvaldi, in fondo Rocco Schiavone un personaggio complesso, mi piacerebbe, per per una serata Rovini quattro o cinque libri per poter dare il quadro corretto del personaggio. Ho chiesto in prestito una serie di gialli moderni ma ambientati nel passato, con omicidi non troppo sanguinolenti e modi di investigazione deduttivi, per avere materiale tra cui scegliere, e mi sono portata a casa i mitici dieci piccoli indiani della Christie, a partire dal quale potrei fare diverse considerazioni sui delitti in camera chiusa e sulle tecniche narrative di Agathona nostra. Magari un'altra volta... In ogni caso come vedete sono tornata a pensare al lavoro.A presto

 
 
 

Ahiahi....

Post n°723 pubblicato il 11 Febbraio 2017 da Bridigala

già. Cominciano i guai. In questi giorni il mio nipotino più piccolo è in ospedale, a causa di uno strano virus non identificato che gli inibisce la produzione di globuli rossi. Noi grandi siamo in panico, terrorizzati che il nostro pulcino abbia conseguenze, i fratelli sembrano spensierati come sempre, ma so che hanno in mente il fratellino, e che sentono la mancanza della mamma che è in ospedale con lui. La situazione in classe della bimba più grande è addirittura peggiorata, con il bimbo che ha tirato fuori da un cassetto un coltello che le maestre usano per le torte e lo ha puntato alla propria gola e poi alla gola di un compagno. So per certo che le maestre sono persone molto responsabili, quindi sono convinta che verrà risolto, però magari dar loro i mezzi non sarebbe male... Il lavoro va bene, se si eccettua il fatto che ho la testa altrove. 

A presto

 
 
 

Cielo grigio su...

Post n°722 pubblicato il 31 Gennaio 2017 da Bridigala

eccome, se è grigio! Del resto ci sarebbe davvero bisogno di una pioggia intensa, per star bene, che troppo bel tempo provoca un ristagno dei virus e si continua a prendere e riprendere lo stesso malanno. Non è il mio caso, che il vaccino antinfluenzale mi salva alla grande, ma con tutti i nipoti che ho sinceramente mi fratello e mia cognata son sempre a rischio. La bimba più grande ieri è venuta a trovarci, e mi raccontava tutta fiera (e' in prima elementare) che ultimamente si siede vicino a lei il bambino problematico della classe, ora sparo diagnosi senza neanche averlo visto, ovviamente, ma sembra un adhd non riconosciuto per tempo,o qualcosa così, che è talmente vivo da picchiare le maestre. N., la mia nipotina, ha provato ad attrarlo con un giochino che si era portata (lo sa bene che non deve farlo, ma qualche volta ci scappa...) e lui è stato buono. Così d'ora in poi, è d'accordo con la maestra di portargli sempre qualcosina per tenerlo quieto al banco, visto che la trafila per avere un aiuto dedicato a lui doveva essere iniziata molto prima. Era tutta orgogliosa di aver stabilito un rapporto con questo bambino, e si sentiva tutta compresa all'idea di aiutare la maestra ad aiutarlo... Tenera lei... soprattutto perchè sono convinta che la maggior parte dei genitori avrà ordinato ai figli di stare lontani dal disturbatore, come so per certo che invece mia cognata non intende ghettizzare un bimbo di sei anni che magari affronta dei coetanei per la prima volta. Il cuore grande dei miei nipoti è una cosa che mi riempie di orgoglio, che vi devo dire? Ora vi lascio, che è meglio!

A presto

 
 
 

Memorabilia

Post n°721 pubblicato il 25 Gennaio 2017 da Bridigala

Utente... Utente, insomma. "Gheto libri furbi?" "Ehm... Cosa intendelo?" "Beh... Erotici, insomma." Gli presento un paio di titoli che hanno quella caratteristica. "Ma i xe romanzi, mi vui storie vere" (eehhh? Cioè vuoi le cinquanta sfumature in versione reale? Ti do due cinghiate sulla lingua?), ovviamente ho anche libri di cronaca con vittime le donne e gli ho mostrato quelli, ma sono leggermente shockata... 

Poi invece c'è il signore politicamente "nero" che quando gli ho prestato Orfani bianchi di Manzini lo ha adorato. Dispiaciuto della fine tragica, felice di averlo letto e di aver riflettuto sul tema delle badanti dal punto di vista delle badanti. 

La signora che ha cominciato con libri che siano corti e divisi a paragrafi, altrimenti non riesco, ed oggi si sbrana almeno due libri ogni quindici giorni perché senza libro non riesce più a stare. Stiamo finendo la sua autrice preferita, per fortuna me ne è venuta in mente un'altra. 

Una delle mie utenti storiche che per proteggere un libro che, poverino, era senza sovracoperta, me lo ha incartato con il fondo di una borsa di carta di tezenis, e ci ha scritto il titolo sopra. Ho dovuto scartarla, ovviamente, perché il titolo non è l'informazione preponderante. Se lo mando in giro per la provincia così dir che mi sfottono non rende l'idea. 

 

 
 
 

Tutto bene...

Post n°720 pubblicato il 18 Gennaio 2017 da Bridigala

Ciao a tutti! È un freddo cane, ma va tutto bene, vado avanti con il trantran quotidiano senza grossi problemi, il lavoro in questo momento funziona... Proprio in questo momento discutevamo del prete diocesano di Padova e del suo giro di donne e colleghi, e ci si chiedeva come si possa arrivare a tanto. Per chi non avesse letto, questo parroco approfittava inizialmente di un paio di parrocchiane divorziate e disperate che si erano appoggiate a lui in cerca di conforto, arrivando via via a impiantare un vero giro di malaffare, a quanto sembra. E mi vengono i brividi a pensare che non si debba mai mettere nessuno in posizione di avere potere su di noi, altrimenti lo utilizzerà, anche se si tratta di un prete, che in teoria dovrebbe soltanto aiutarti. Poi però dovremmo anche ricordarci che siamo tutti umani e che le tentazioni esistono per tutti. 

Il lavoro, dicevo, funziona, e mi sembra che funzioni bene. Tutto sta a capire come utilizzare nuovi strumenti che vorrebbero affibbiarmi, e di cui in realtà non capisco molto, per ora, ma se è quella la morte di cui morire... Non ho scelta, e speriamo che chi sa fare mi insegni, altrimenti sono inguaiata. Ho finito gli acquisti 2016, devo attendere il via per quelli 2017, ho già almeno due acquisti che non sarebbero differibili perché gli utenti li chiedono, ma comunque ci sono procedure tecniche da rispettare, sono soddisfatta dei film che ho acquistato, anche se ho aspettato davvero l'ultimo secondo perché so che sbaglio sempre qualcosa e non ne vengo fuori praticamente mai, però stavolta i miei colleghi hanno avuto modo di non costringermi a ripetere la procedura tre o quattro volte (e l'ho sbagliata uguale, comunque m che credete?, solo che la collega per fortuna ha avuto la possibilità di tamponare). Oh, che vi devo dire, se facessi acquisti di film tutte le settimane imparerei, invece i soldi che ho a disposizione sono così pochi che li concentro in un colpo solo così almeno approfitto delle offerte (cinque film a X euro, ad esempio) pur comprando quello che mi serve. La biblioteca in quest'ultimo periodo e' particolarmente ordinata, ammetto di essermi spaccata la schiena per arrivare al risultato, domani ho un altro bel mucchietto di libri che mi aspetta per essere rimesso al suo posto, ma quella è routine, le casse riesco sempre a prepararle per tempo, insomma, funziona. Vorrei trovare qualche altro bel corso di aggiornamento, uno che mi intrigherebbe sarebbe quello sul crowd funding, che potrebbe aiutarmi a trovare sistemi per mantenere viva la biblioteca senza pesare troppo sul bilancio dell'amministrazione. Sto meditando tutta una serie di azioni per coinvolgere scuole e adolescenti, vorrei proporre tornei di giochi da tavolo in biblioteca, magari scegliendo giochi di un certo tipo, densi di contenuti e diversi dal solito, per dare materiale di riflessione e incuriosire, sogno di avviare il gruppo di lettura degli adolescenti, dove ci sia posto per hunger games ma non solo, vorrei coinvolgere la scuola media in attività per avvicinare i ragazzini alla lettura, insomma, sono ricolma di desideri e di voglia di fare, tutto sta a riuscire a trasmettere nel modo giusto le mie urgenze.

a presto

 
 
 

Luci a nord est

Post n°719 pubblicato il 12 Gennaio 2017 da Bridigala

in questi giorni mi viene continuamente in mente la pubblicità con i nani da giardino che scappavano turandosi il naso e strillando "puzza puzza puzza.." Solo che l'ho storpiata in "freddofreddofredddo", perché obiettivamente fa freddo, e sul lavoro lo patisco abbastanza, direi. La stanza è grande e i termoconvettori scaldano anche ma son deboli, ahimè. Comunque a parte il raffreddore va tutto abbastanza bene, sono tranquilla. Ho portato a termine un lavoraccio che prevedeva di inscatolare circa duecento libri, che non sono più catalogati e che vanno rilavorati.L'arrivo della quinta nipotina fa sì che la lor casa sia troppo piccola, e per far loro posto dovremo traslocare per l'ennesima volta. Non subito, ovviamente, ma non si riesce mai a stare sereni e tranquilli. Che noia... Ad un certo punto non vedo l'ora, perché almeno poi ci si ferma definitivamente. Spero. Come al solito mi Sto arrivando! Che ho sbagliato l'acquisto su Instagram, che non è mai chiaro per gli enti, e sembra che dovrò rifare tutta la procedura (che palle). Personalmente mi sono regalata due libri per Natale, e forse lo ho già scritto, ma se il primo l'ho divorato il secondo lo trovo più ostico. Bello ma ostico. Si tratta di Fred Vargas, che scrive dei gialli con sfondo quasi filosofico, Adamsberg, il protagonista, è definito uno "spalatore di nuvole", uno a cui il vento passa nel cervello e porta via i pensieri. Di converso quindi anche i romanzi proseguono in modo sconcertante, a balzelli e deviazioni, e non sempre è il momento giusto, mentre ad esempio mi sono accorta che non ho nulla di De Giovanni, in biblioteca, mi è scappato, e penso che dovrò provvedere. Nei prossimi giorni verranno a chiedermi i libri della serie dei bastardi di Pizzofalcone, ci scommetto, e scommetto anche che quelli che ci sono in provincia saranno tutti prenotatissimi. Devo ammettere che scrivere in libertà è diventato il mio vizio, ma ultimamente non penso più bei post organici su qualche argomento interessante...comunque qui ha nevicato un poco ed ora è tutto bianco. A presto 

 
 
 
Successivi »
 

PRETERIZIONE

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. Le immagini pubblicate sono quasi tutte tratte da internet e quindi valutate di pubblico dominio: qualora il loro uso violasse diritti d'autore, comunicatelo all'autore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione. Non sono responsabile per i commenti terzi inseriti nei post, così come per il contenuto di siti e blog eventualmente segnalati. Nel rispetto del diritto di opinione di tutti, libertà implica responsabilità (individuale).

 

BRIDIGALA

Meez 3D avatar avatars games
 

I MIEI LIBRI PREFERITI


1) Il Signore degli anelli
2) Il mastino dei Baskerville
3) Morte di luned
4) Dell'amore e di altri demoni
5) L'ombra del vento
6) La ballata del vecchio marinaio
7) La signorina Tecla Manzi
8) Il diavolo nella cattedrale
9) Il nome della rosa
10) Il pendolo di Foucauld
11) I Pilastri della terra
12) Il ciclo della tavola rotonda di Chretien de Troyes
13) Quando il mare si ritira
14) Scandalo al sole
15) Il giro di boa
16) Eragon
17) Lo hobbit
...

 

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Marzo 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31    
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 
Citazioni nei Blog Amici: 39
 

ULTIME VISITE AL BLOG

Bridigalafrency_49_2016Sky_Eaglearchetyponpeppe_randazzo2015LolieMiuAlberi_Nuovigioia58_rlubopoCiaoGi_57un_uomo_della_follaMassimiliano_UdDrobi19700matelettronicafolada
 

CHI PU SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore pu pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

VENTUNO LUGLIO


per te che sono verdi gli alberi
e rosa i fiocchi in maternit
per te che il sole brucia a luglio
per te tutta questa citt
per te che sono bianchi i muri
e la colomba vola
per te il 13 dicembre
per te la campanella a scuola
per te ogni cosa che c' ninna na ninna e...
per te che a volte piove a giugno
per te il sorriso degli umani
per te un'aranciata fresca
per te lo scodinzolo dei cani
per te il colore delle foglie
la forma strana della nuvole
per te il succo delle mele
per te il rosso delle fragole
per te ogni cosa che c' ninna na ninna e...
per te il profumo delle stelle
per te il miele e la farina
per te il sabato nel centro
le otto di mattina
per te la voce dei cantanti
la penna dei poeti
per te una maglietta a righe
per te la chiave dei segreti
per te ogni cosa che c' ninna na ninna e...
per te il dubbio e la certezza
la forza e la dolcezza
per te che il mare sa di sale
per te la notte di natale
per te ogni cosa che c'
ninna na ninna e...
(Jovanotti)

 

IL MIO NICK ANCESTRALE



 

I MIEI FILM PREFERITI

1 Pane e tulipani
2 Blade Runner
3 Minority Report
4 Matrix
5 Il signore degli anelli (trilogia)
6 Chocolat

7 Stardust
8 Harry ti presento Sally
9 Io ballo da sola
10 La tigre e il dragone
11 Hero
12 Shrek
13 Kung fu panda
14 X-men (trilogia)

 

NEWS ANSA

Caricamento...
 

CULTURA E SOCIET ANSA

Caricamento...