Taverna di Xanders

Fantasy

 

Le tre cameriere;

La Stella è una Luce simile a una Gemma

 

AREA PERSONALE

 

TAG

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Ottobre 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31    
 
 

FACEBOOK

 
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 8
 

TAG CLOUD

ULTIME VISITE AL BLOG

guardia_di_dragoscorpio0507ELITAtishaSoniagioFRANCESCOLOCASCIOrainman791Illywirinbeethoven_acamfunghi_francescoemozionami1960piccirodolly.1francy71_12banaru_victorialorenz690
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: Druss5
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 38
Prov: PI
 

 

 

« Capitolo 12° "L'ombra ...Quando si dice... Qualcu... »

Capitolo 13° "L'ombra del Demone".

Post n°46 pubblicato il 21 Marzo 2012 da Druss5

Le mie braccia hanno stretto la Veggente, un lampo di luce ha balenato nei miei occhi, e ho potuto vedere...

Credo sia stata una forma di alchimia dovuta agli eventi, magari per l’energia magica rilasciata al suolo unito al contatto con la mia vecchia Amica, o forse semplicemente mi sono sognato tutto. Ma. Voglio credere di essere stato teletrasportato nel passato, a poche ore prima dell’inizio della battaglia, sotto terra nelle segrete della torre, osservando la scena impossibilitato a interagire con i presenti. “Non essere stupida” diceva il Conte di Rosa Nera alla figlia mentre scendevano le scale di pietra “lui ha tua madre, e non è creatura da scendere a compromessi” il giovane corpulento rimaneva dietro seguendo i due nobili, la Ragazzina non sembrava voler rispondere. “Dobbiamo solo pazientare, loro presto partiranno con parte del popolo e noi avremo modo di avvisare il Re e le città vicine, per quanto quegli avventurieri siano forti, non possono affrontare la cavalleria pesante, né tanto meno i maghi che servono la corte, e poi quell’essere … ” la sua voce aveva tremato cercando di trattenere un brivido “è un Dio cosa possiamo noi contro gli Dei?”. La ragazzina vestita con l’armatura del lupo continuava a scendere, ad ogni passo il rumore di metallo percosso da un martello si faceva sempre più chiaro, raggiunto l’ultimo piano del sottosuolo, si apriva un’ampia stanza, molte pareti erano state sfondate come da un’esplosione, e quella che un tempo era stata la prigione adesso era un magazzino dove centinaia di armature nere riposavano silenti. Al centro una forgia illuminava il luogo buio, e mi fu chiaro che il fabbro all’opera altro non era, che il giovane di bell’aspetto che avevo visto nella tenda. “Ancora tu mocciosa, non vedi che sto lavorando?” la voce sembrava tranquilla, impercettibilmente infastidita, neppure lo sguardo era sollevato mentre continuava il suo fare, “desidero che liberiate mia Madre, e che lasciate il villaggio, non ho alcuna intenzione di barattare la pace della mia gente, con il mio silenzio”. Il demone aveva continuato a lavorare senza rispondere, solo il vecchio nobile avanzò tirando per un braccio la figlia “Vi prego di perdonarla, è giovane e non comprende le regole della pace, io stesso ho tentato di farle comprendere che gli Orchi servivano per portare in salvo i contadini dentro le mura della cittadina” l’uomo non riusciva più a trattenere il fremito del proprio corpo. “I pelle-verde erano qui per tenere lontano occhi indiscreti, vostra Sorella sta ammassando un esercito di Imperiali al confine, e le sue avanguardie avrebbero potuto insospettirsi, invece voi con astuzia lascerete che il nemico passi con le truppe verso la capitale dove vive il Re, lì avete concentrato il grosso dell’esercito, con questa strategia attaccherete vostra sorella alle spalle con il vostro esercito, lasciando noi incolumi” un sorriso sforzato sorgeva sul volto dell’umano intento a inchinarsi. Guardando quindi la Figlia aveva continuato “c’è una guerra in corso e il Divino ci ha onorato usando la nostra cittadina di confine con l’impero per usarci come punto strategico, il nostro popolo non subirà le atrocità della guerra, come fai a non capire?”. La ragazzina aveva stretto i pugni “parlo con te maledetto” con sguardo deciso fissava il giovane posseduto del Demone, ignorando il genitore. “Un essere come te non ha alcuna intenzione di salvarci da un conflitto generato da lui stesso, imponi a mio padre di uccidere innocenti per il tuo piacere, ci stai divorando come chicchi d’uva mentre attendi, il tuo esercito è qui sotto, noi ti serviamo solo come copertura, l’arrivo degli Eroi ha solo tardato di qualche settimana il tuo piano, e credi che presto loro se ne andranno, ti sbagli”. Sollevando la mano destra lo aveva indicato con l’indice “tu devi andare via, allontanati dalla mia gente e dalla mia città!”. Al fianco della nobile tredicenne, la sua guardia del corpo aveva fatto un passo in avanti sguainando la spada “avete sentito la Signora?” tono quasi di sfida se non fosse stato per il sudore che imperlava il volto del ragazzo. La giovane guardia del corpo per quanto alta e corpulenta sembrava minuscolo contro l’ombra proiettata dalla forgia infernale. Il rumore del martello cessò e il giovane sollevò lo sguardo mostrando pupille rosso sangue. “Sciocca, sei poco più di una bambina, fino a ieri tremavi solo a parlare con i tuoi genitori, non hai mai fatto nulla per il tuo popolo se non lasciarti viziare dal tuo stato nobiliare, mi sono stufato di Voi, oramai l’esercito di mia sorella è alle porte ed io ho terminato quasi tutti i miei Cavalieri, essiccando il metallo dei vostri giacimenti, vi ucciderò tutti, chi credi di essere per impedire il volere di un Dio?”. Il vecchio nobile e la guardia del corpo avevano fatto un passo in dietro, mentre la Ragazzina era rimasta sul posto immobile “chi sono io?”, aveva recitato quasi ponesse a se stessa la domanda “ fino a pochi giorni fa io non ero nessuno” sollevando lo sguardo aveva fatto un passo in avanti “ma poi ho incontrato loro, Arethwyn l’elfo scorbutico e sempre arrabbiato, da lui ho appreso la Determinazione, non vive altro che per colei che ama, non gli interessa piacere ad altri, non finge mai, desidero poterlo fare anch’io”. Un altro passo in avanti mentre la giovane parlava sempre più decisa “ho conosciuto Kueria, non credevo che le donne sapessero combattere, ma lei addirittura lo insegna e sa governare i suoi Sentimenti, l’ho sentito quella notte quando mi ha abbracciato, mi ha protetto, voglio farlo pure io ”. L’aspetto del giovane umano iniziò a mutare in quella del Demone, ma la ragazzina non smetteva di parlare “Alisha conosce il Coraggi, e può leggere le menti altrui e quando il suo gatto mi ha toccato a mia volta, ho potuto vedere nella sua anima, ed era luminosa e splendente, desidero essere limpida come lei”. L’armatura del lupo aveva iniziato a scaldarsi, assorbendo l’energia negativa del Demone “Maja mi ha insegnato la Speranza, usa della polvere di fata sfruttando la bellezza della sua fantasia, mi ha dimostrato che i sogni possono realizzarsi, e desidero crearne di miei ”. Nella mia forma eterea ho potuto vedere il Demone indietreggiare “da Haumena ho imparato la gioia di tentare, anche quando l’impresa sembra insormontabile, se si crede, tutto è possibile, voglio poter tentare senza il timore del domani”. Un ultimo passo prima dell’inevitabile “in fine Jojyn e il suo sconfinato amore per la natura, io da lei ho appreso di essere parte di un grande tutto” iniziando a sorridere lacrime scesero dal volto della ragazzina. “ Chi sono io?” con voce ferma aveva risposto “una persona che da oggi s’impegna a rendere felice il proprio popolo, a vivere per un personale pezzo di gioia, una persona che spera un giorno di potersi mettere al fianco dei propri Eroi, sorridendo loro sentendoli eguale, ho risposto alla tua domanda, Maledetto?”. Il Demone si era mosso in avanti con velocità infernale, scagliando di lato la guardia e il vecchio, credo che il nobile sia morto sbattendo contro una porzione di muro crollato. “Ti dirò io chi sei tu, un’illusa, una sciocca, il popolo ti crede coraggiosa, ti vede come un simbolo, ma si sbagliano e per gli Eroi tu non sei nulla”. Un nuovo gesto del braccio protetto da scaglie rosso fuoco e la ragazzina era volata in aria sbattendo contro il soffitto, l’impatto aveva fatto uscire molto sangue, ma l’armatura l’aveva protetta. Per me intervenire in un ricordo passato era impossibile. “Non ti ucciderò, ma ti priverò dell’anima, vivrai come un vegetale ascoltando e vedendo ma senza poter vivere” nell’oscurità un grido, e come apparso dal nulla, ecco la giovane guardia del corpo affondare la propria spada nella schiena del Demone “lasciala …” aveva urlato. Il Demone si era voltato e sorridendo aveva abbandonato il corpo del giovane nobile, lasciando solo un guscio avvizzito, impossessandosi di quello del ragazzo corpulento. Lentamente la sua forma demoniaca era tornata quella che ancora adesso è presente nella piazza, “non esiste arma che possa uccidermi, neppure di forgiatura magica, la mia Anima è immortale” quindi guardando la ragazzina distesa in una pozza di sangue, aveva detto afferrandola “adesso porterò il tuo corpo davanti alla tua gente e tutti si dispereranno donandomi forza e potere”. Poco prima di riprendere i sensi ho udito le ultime parole della ragazzina “bene, prendi la mia anima e fai ciò che Vuoi, io credo nel mio popolo e in coloro che lo guideranno, io non ho paura”. Un vecchio elfo come me in un altro momento avrebbe pensato che la giovane nobile, viveva di eccessive speranze e sogni, eppure, anche la mia anima ha tremato sperando che un tale desiderio utopistico si realizzasse davvero.

 

Il dolore mi ha riportato nel presente la spada di uno dei cavalieri neri ha colpito la mia schiena mentre proteggevo la Veggente. Forse ho chiuso gli occhi solo per un istante, ma al mio risveglio ho visto gli Avventurieri indossare le armature di Lupo d’acciaio, una di esse ricopriva anche il vecchio Durwill armato del suo martello, con aria di sfida osservava il Demone. I fantocci del Demone si muovevano pronti a colpire, eppure nessuno del popolo sembrava muoversi, incantati dallo scempio del corpo della ragazza a terra. Ero a pochi passi da lei, e il cavaliere che mi aveva colpito sembrava deciso a finirmi, credo di aver udito il grido di mia moglie. Poi, un’ombra aveva gettato a terra il mio aggressore Maja brandiva il pugnale che le avevo donato in taverna, esso si era dimostrato un oggetto capace di prendere diverse forme, tra qui anche quello di una spada adesso magica. L’elfa osservò la ragazzina e con voce triste aveva detto “Spero che tu non sia morta per davvero, sarebbe un vero disastro per il tuo popolo, chi si prenderà cura di loro quando noi non ci saremo più?” quasi esortasse a rialzarsi con queste parole. Ho osservato verso l’alto e ho visto come un’invisibile colonna di luce, solo in quel momento ho compreso che Maja con un qualche oggetto magico, forse un medaglione richiamava l’attenzione di forze amiche. Nell’oscurità di una notte illuminata dalle fiamme, ho pregato che tali alleati giungessero all’istante. Arethwyn era rimasto immobile nella sua armatura insanguinata come un vulcano pronto a esplodere, indicando il demone con l’indice della mano destra aveva disegnato nell’aria un simbolo che nel linguaggio elfico rappresenta il marchio degli antichi Assassini Oscuri “Demone giuro sulla spada del mio Dio, e sulla mia stessa vita che IO ti ucciderò, e tale maledizione seguirà chiunque sia legato a te, non conoscerò riposo fino a quando non ti estinguerò”. Quasi ho perduto i sensi ma anche il mio sangue ribolliva, carponi ho afferrato la veste della nobile bambina, scioccamente speravo di proteggere anche lei in qualche modo, e subito dopo mani amiche mi hanno trascinato verso il mio carro. Con la schiena a terra ho continuato a guardare la gente, i volti erano cupi, la paura era palpabile, di lì a poco ero certo sarebbero fuggiti tutti.   La voce di Kueria si udì chiara “Arethwyn non è più la tua guerra personale, non più oramai, a questo punto riguarda ognuno di noi” roteando la sua spada aveva tagliato via il collo di uno dei Cavalieri “il nostro vero potere non sta solo nelle armi o nella magia, ma risiede nel rimanere tutti uniti, Gente di Buona pietra voi siete forti anche senza di noi, non avete bisogno di nobili governanti, ma di rendervi conto di chi siete veramente”. Lo sguardo della Barbara guerriera si è posato su di me “ il Demone si nutre del vostro terrore, della paura che alberga nello sguardo innocente dei vostri figli, osservate cosa ha fatto a quest’innocente, lei si è fatta carico di ognuno di noi, e adesso sta a noi renderle Onore”. Ruotando il capo ho visto per la prima volta il viso di Alisha segnata dall’Odio per quanto la donna sia capace di leggere nella mente altrui io posso affermare che il desiderio di vendetta era palpabile. Arethwyn aveva quindi colpito un altro cavaliere gridando “e allora, gente di Buona Pietra, combatte per la vostra vita”. La voce di Haumena si era unita “combattiamo uniti, tutti insieme possiamo farcela”. Un fragore simile a un’ovazione era stato il grido di sfida del popolo stesso, in quell’istante ho compreso che tutti avrebbero combattuto. Kueria come un Generale esperto era salita sul dorso del suo Orso da guerra, e aveva dato ordini precisi ai compagni e alle truppe civili. Un Eroe per ogni truppa avrebbe guidato gli assalti. In uno sforzo inimmaginabile, il popolo diviso in due fanterie e tre gruppi di arcieri, aveva iniziato la battaglia. Quando oramai l’alba era prossima, l’esercito nemico aveva indietreggiato, le armi magiche permettevano di combattere alla pari e lo scontro iniziò a spostarsi verso le viuzze della cittadina, dall’alto il Drago di Haumena vegliava i vari spostamenti mentre la Fatina lasciava cadere grandine e gelo rallentando la retroguardia nemica. Maja sembrava un guerriero esperto in sella al suo leone, guidando una fanteria aveva incantato oltremodo la sua spada facendo guizzare fiamme sulle ceneri delle case distrutte in buona parte, anche quando un aggressore la gettò a terra non si perse d’animo risalendo in sella e continuando a dare battaglia. Arethwyn in sella al suo Cinismo, guidava la sua fanteria d’assalto, pochi veterani e qualche ragazzo, compiendo dato il poco spazio disponibile agguati sui fianchi letali e spesso forvianti spingendo gli avversari verso le letali frecce del gruppo guidato da Alischa. La messaggera aveva ricevuto due lame corte e più di una volta si è esposta in avanti con furia cieca, così da permettere ai suoi uomini di incoccare e tendere gli archi, una tigre dai capelli neri simile al suo gatto, amico inseparabile capace di renderla ancora più letale. Il potere della terra, sembrava essersi riunito tutto in uno scettro, forse un altro dono dal colpo di martello di Durwill, Jojyn grazie a questo nuovo artefatto richiamò a se ogni animale del bosco, uccelli di ogni forma e razza sciamarono per la cittadina, e ben presto leoni, cinghiali, unicorni, rettili e bestie di ogni sorta giunsero in nostro aiuto. Simile a un’onda tutti si gettarono contro l’esercito del Demone. Ferito credo di aver perso più volte i sensi, stretto tra le braccia di mia moglie, ho trovato le forze per rivelarle il terribile segreto che avevo scoperto. Gli Eroi andavano avvertiti, chiunque avesse colpito il Demone sarebbe stato posseduto a sua volta, le armi magiche erano efficaci contro il suo esercito ma insufficienti contro di lui. Richiusi gli occhi mentre Stella, una delle mie cameriere, s’impegnava a sbracciare in alto cercando di fare scendere a terra il Drago bianco della Fata così che avvisasse i nostri amici. Tale informazione era vitale. In lontananza ho udito il suono di tre diversi corni da guerra, perdendo i sensi ho sognato che oltre ai raggi del sole del nuovo giorno giungessero gli aiuti necessari a un popolo così pazzo e coraggioso.   

 

---------------------

Le tre possibili azioni della Druida Jojyn da votare per il pubblica da casa;

 

a) ignoro l'informazione di Xanders, mi sento forte, nulla mi può fermare ucciderò il Demone.

b) lascio ad altri il Demone io intendo occuparmi dell'esercito.

c) faccio attenzione, ascolto il suono dei corni, mi assicuro di aprire i portoni della città. 

--------------------------------

musica opsionabile;


La URL per il Trackback di questo messaggio è:
http://blog.libero.it/DiarioXanders/trackback.php?msg=11167639

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
picciro
picciro il 21/03/12 alle 06:48 via WEB
Buongiorno Sandro..ho letto tutto d'un fiato..bellisimo! Mentre leggevo..ho cercato di sfrondare il tuo fantastico racconto da elementi fantasiosi e magici..non ho potuto farne a meno..mi è apparsa una realtà umana..!! Un popolo bisognoso di un combattente che possa salvarlo da grinfie malefiche..combattenti che ci credono ancora..mossi da ideali di patriottismo e solidarietà..un popolo che si vuol far guidare da un governante che abbia gli attributi giusti per far risalire la china..e un animo puro..Uomini che avrebbero ancora il coraggio di far ritornare la speranza..speranza di vincere una guerra che non ha nemici tangibili..ma intenzioni di morte..la speranza si dice..è sempre l'ultima a morire..ed essa fa pensare che..quantunque tutto stia per perdersi..guardando oltre..c'è sempre il futuro!! Perdonami per questa mia trasposizione della tua storia..ma in te..che hai mosso la penna..intrisa nell'inchiostro del tuo cuore..ho ravvisato tutto questo..con l'ermeneutica del mio cuore..Felice giorno di Primavera.un abbraccio...rosa
PS: Questa volta la mia risposta è A..mi son piaciute troppo le parole della Fanciulla..mi son rivista il lei..un abbraccio..
 
 
Druss5
Druss5 il 21/03/12 alle 15:48 via WEB
Ciao carissima, ogni volta che leggo le tue critiche mi rendi fiero di me. Ti ringrazio di cuore per ogni singolo complimento, e ti giuro che mi hai emozionatu tu a tua volta con la tua opinione. Grazie sinceramente, Sandro ^^
 
francy71_12
francy71_12 il 21/03/12 alle 09:25 via WEB
Ciao Sandro bellissimo episodio sempre piu' avvincente la mia scelta ricade sulla decisione A
 
 
Druss5
Druss5 il 21/03/12 alle 15:49 via WEB
Ciao Francy, sei sempre gentile, ti ringrazio per la tua assiduità e gentilezza. Bene un'altra "A" quindi decidi a tutto per tutto. Speriamo bene ^^. Saluti Sandro :)
 
padmaja
padmaja il 21/03/12 alle 17:28 via WEB
Rieccomi Xanders, ho letto tutto d'un fiato, giuro che ho la pelle d'oca. Grazie, è stato fantastico, ho l'adrenalina a mille e vorrei poter eliminare dalla faccia della terra quel maledetto demone! Ritornerò, nel frattempo penserò sul da farsi...Un abbraccio e un saluto ai nostri amici. Sei miticooooooooooooooooo :))). fla
 
 
Druss5
Druss5 il 24/03/12 alle 00:18 via WEB
Ciao fla, grazie a te, i tuoi commenti mi fanno sempre arrossire, come dico sempre, è con Voi che vivo queste avventure, e senza di voi, serebbe solo un fantastico mondo vuoto. Un abbraccione ^^.
 
padmaja
padmaja il 21/03/12 alle 17:35 via WEB
:))) Ovviamente risposta C
 
 
Druss5
Druss5 il 24/03/12 alle 00:18 via WEB
Benissimo, risposta "C" ottimo ^^.
 
dolly.1
dolly.1 il 21/03/12 alle 22:23 via WEB
Sempre avvincente leggerti Sandro. Voglio che il demone venga distrutto e opto per la C. Molto entusiasmante il tuo post. Grazie. Dolce sera. Dolly
 
 
Druss5
Druss5 il 24/03/12 alle 00:21 via WEB
ciao Dolly, credo che un grande cattivo renda grandi anche gli eroi, tieni conto che poi sono in due i Demoni, quindi sarà interessante vedere cosa accadrà ^^. Prevede un grande finale ;)un abbraccio Sandro.
 
Luxxil
Luxxil il 22/03/12 alle 15:01 via WEB
Scelgo l'opzione C. Avvincente e pieno di personaggi, un caleidoscopio di emozioni...complimenti. ciao Giò:)
 
 
Druss5
Druss5 il 24/03/12 alle 00:23 via WEB
Ciao, ben giunta in taverna, grazie del voto. Grazie, detto da te il complimento mi Onora. Saluti Sandro.^^
 
black_rose_and_moon
black_rose_and_moon il 23/03/12 alle 01:00 via WEB
Sarebbe stupido ignorare il messaggio, ugualmente sarebbe stupido non avvisare... quindi voto C. Buona notte taverniere. Moon
 
 
Druss5
Druss5 il 24/03/12 alle 00:24 via WEB
Ciao Moon, grazie del voto, ritengo di si, anche se l'imprevisto è alla base del gioco ^^. Saluti Sandro.
 
dolly.1
dolly.1 il 24/03/12 alle 01:06 via WEB
A quando il grande finale? La vita è profonda nella sua semplicità. Felice fine settimana. Buonanotte. Dolly
 
 
Druss5
Druss5 il 25/03/12 alle 23:32 via WEB
Ciao carissima. Diciamo che abbiamo già girato da un pò la boa verso la via del finale. Credo però che prima, il gruppo di Eroi avrà bisogno di qualcosa di unico per completare al meglio questo primo libro. Un abbraccio Sandro ^^
 
soniaf2001
soniaf2001 il 24/03/12 alle 17:17 via WEB
Finalmente sono riuscita a fermarmi per leggere tutto...veramente avvincente e coinvolgente! Mi piace che gli Eroi abbiano ritrovato la loro unità perchè insieme possono farcela a sconfiggere il Demone....la mia risposta non può che essere C...i miei complimenti Sandro...un abbraccio...Sonia
 
 
Druss5
Druss5 il 25/03/12 alle 23:34 via WEB
Ciao carissima Sonia. Che bello finalmente lo hai letto, che gioia. ^^. LA tua opinione mi è molto cara, sono felice che ti piaccia. PEr ora ti mando un abbraccione e spero continuerai a seguirci . Saluti Sandro ^^
 
twister007
twister007 il 25/03/12 alle 20:33 via WEB
Ciao Sandro, anche io opto per la risposta C, ignorare un avvertimento potrebbe essere letale se già si è informati, meglio aprire i portoni della città
 
 
Druss5
Druss5 il 25/03/12 alle 23:36 via WEB
Ciao, mi fa sempre piacere vederti tra i lettori. Grazie. Bene ottimo, risposta C. Concordo con il tuo pensiero, sara interessante vedere come rendere piacevole ed entusiasmante l'apertura delle porte. un Salutone Sandro ^^
 
padmaja
padmaja il 28/03/12 alle 10:29 via WEB
Caro Xanders, spiegami questa cosa: “...guidando una fanteria aveva incantato oltremodo la sua spada facendo guizzare fiamme sulle ceneri delle case distrutte in buona parte…” Ma cosa sto combinando? Con le scintille della mia spada non è che sto dando fuoco al villaggio °__^ ahaha scusami ma non l’ho mica capita sta cosa. Il nuovo scettro di Joiyn aveva richiamato tutti gli esseri della foresta, tra cui un enorme drago e alcune Driadi. Corsero in nostro aiuto, Madre Natura aveva sentito il nostro grido e anche i fratelli Elfi erano ormai alle porte del villaggio. Joiyn corse a spalancare i portoni e dinnanzi a lei si aprì uno scenario fantastico. Esseri vestiti di luce, con spade e archi. Il suo cuore sobbalzò per la gioia, mentre noi rimanemmo a bocca aperta per questa magica alleanza. Il demone emise un ruggito, rabbioso come non mai disse: “Voi popolo del bosco, non potete nulla contro di me, vi annienterò uno ad uno e di voi non resterà neanche la polvere!” L’immenso drago sputò fuoco contro i suoi cavalieri neri, facendoli indietreggiare, mentre noi continuavamo a gridare al popolo di essere coraggiosi, che la speranza non era ancora morta e con questi nuovi aiuti ce la potevamo fare. Il popolo esultò, l’adrenalina iniziò a scorrere nelle loro vene e più esultavano e più il demone sembrava diventare debole. Certo che si, in quanto lui si nutriva della paura e del dolore e ora che i nuovi alleati si stavano scontrando vittoriosamente contro i cavalieri neri, il suo potere stava scemando a vista d’occhio. La mia spada divenne infuocata e a cavallo del mio Leone mi gettai contro a uno di questi maledetti, trafiggendolo con tutte le mie forze, tirando fuori tutto il coraggio che avevo dentro di me; sembrava che il mio coraggio fosse più potente della mia spada; si disintegrò davanti a me. Gli altri fecero altrettanto, fiduciosi e pieni di speranza, si scagliarono contro il nemico, mentre il popolo gridava forte contro il demone, facendolo indietreggiare. Avevamo trovato l’arma giusta: il coraggio! Le Driadi, con le loro possenti radici, avvinghiavano i cavalieri neri facendoli cadere a terra, dandoci il tempo di colpire velocemente, senza pietà! Maledetto demone, non possiamo colpirti, altrimenti ti impossesseresti di uno di noi. “Compagni avventurieri, fratelli elfi, creature del bosco, popolo tutto, circondiamo il demone e annientiamolo, uniamo le nostre armi, la terra su cui camminiamo è fertile, piena di magia e intrisa del sangue dei nostri caduti, le loro anime sono anch’esse al nostro fianco, quindi all’attacco!!!!!!!!”… Che sia una buona giornata. fla-Maja :)))
 
 
Druss5
Druss5 il 28/03/12 alle 14:09 via WEB
Ciao fla ^_^. Allora chiedo venia se alcune volte sono poco chiaro. Come ho cercato di descrivere, (se torni in dietro nei vecchi post ho messo un disegno), la piccola fortezza si trovava sulla parte più alta della cittadina. Il Demone è uscito dalle segrete partendo da quel punto, facendo avanzare le sue truppe verso tutto il perimetro, quindi verso la parte bassa. Nella loro marci i carrivi hanno dato fuoco a diverse case, e come leggerai le strutture (nel giretto che mi sono fatto) sono fatte di pietra, legno e paglia. Quindi dopo che il Demone con il suo esercito è giunto alla piazza, che si trova davanti il portone d'uscita, ha iniziato a parlare con Voi, e anche Voi a vostra volta avete parlato e Durwill ha incantato le vostre armi. Insomma si è speso del tempo, che si è protratto per una parte della notte. Quindi appena avete iniziato a combattere, l'esercito dei Cavalieri ha iniziato a arrettrare, e voi li avete respinti verso la torre crollata. Quindi, se il fuoco dalla torre scende e brucia le case, se tu risali troverai cenere, e la tua spada se diviene "fiammeggiante" guizzerà fiamme sulle ceneri. :) . Ho sono arrivate le truppe, e il ... Drego ... Ottimo, mi hai dato un'eccellente idea. Grazie. Un abbraccione Sandro/Xanders ^_^.
 
   
padmaja
padmaja il 28/03/12 alle 17:43 via WEB
:)))))) Grazieeeeeeeeee, sei stato esaustivo :))) e non vedo l'ora di leggere il prossimo racconto...quel demone deve essere annientatooooooooooo. Un abbraccio e buona serata. fla
 
Druss5
Druss5 il 28/03/12 alle 14:13 via WEB
Alisha mi ha contattato per Cell, e mi chiede di postare per lei qui la sua risposta. "Dato che da quel che ho capito il Demone non si può sconfiggere con nessuna delle nostre armi, magiche e non, dobbiamo accontantarci per adesso solo di farlo fuggire, distruggendogli l'esercito. Appena liberata la città e messi al sicuro i popolani, chiederemo alla Veggente Consiglio su cosa davvero può eliminare tali Demoni". Gio.
 
zeno1949
zeno1949 il 28/03/12 alle 15:33 via WEB
Caro Sandro, buon pomeriggio, tra una pennellata e l'altra trovo il tempo per un saluto..abbi pazienza, in un'altra pausa, leggerò quest'altro capitolo...un salutone con simpatia..Enzo
 
 
Druss5
Druss5 il 30/03/12 alle 15:11 via WEB
Ciao Mitico Enzo. Grazie per il passaggio, un salutone sincero Sandro ^_^
 
emozionami1960
emozionami1960 il 28/03/12 alle 18:08 via WEB
Buonasra Druss/Xanders/Sandro..hahaha..in questi giorni ho letto e riletto il tuo splendido racconto..ovviamente la mia risposta e la " C " mmmm....noto che manca il nostro sempre arrabbiatissimo e oscuro elfo...cmq i demoni difficilmente si sconfiggono con armi normali ..anche quelle magiche non hanno molto effetto su di loro poi questo si e nutrito per molto tempo di anime ..anime che lui stesso ha portato a se con la paura...nessuno da ascolto alla rossa guerriera..mmm... i demoni hanno un loro piccolo e prezioso lato debole...ed e il coraggio del nemico che ha di fronte a lui..ogni passo verso di lui..senza paura fa si che diventi sempre più debole....questa e la sola nostra forza...il popolo e stremato stanco..non sono abituati a lottare per ore... le armi magiche ...gli aiuti...si devono schierate con loro...per aiutarli e proteggerli nello stesso tempo....rileggo e ritorno ....con qualche idea in più...a dopo..Kueria
 
SEMPLICE.E.DOLCE
SEMPLICE.E.DOLCE il 28/03/12 alle 21:47 via WEB
..ciao sandro ...mi sa che mi sn persa qualcosa ma ti lascio il mio saluto ....buona serata ..................per te un sorriso ed una carezza al tuo cuore .....lucy
 
 
Druss5
Druss5 il 30/03/12 alle 15:12 via WEB
Grazie Lucy per il salutone, ricambio il tutto augurandoti buona Settimana. Sandro ^_^
 
emozionami1960
emozionami1960 il 30/03/12 alle 14:40 via WEB
“ se qualcuno riesce a sconfiggere il demone lui si impossesserà di lui “ quindi non ci sarà mai fine a tutto questo… un semplice uomo …non ha scampo … a parte che difficilmente un guerriero nato da poco riesca a sconfiggere un demone cosi potente, ma noi siamo protetti dalle nostre armature… abbiamo i “ lupi “ che ci proteggono…. Uniti contro di lui forse possiamo annientarlo…ma c’è una cosa che ho capito in tutto questo… la ragazzina… mmmm..il demone ha paura di lei…il suo coraggio.. unito alla sua anima nobile e un’arma micidiale …. Come mai la ragazzina e ancora in vita eppure poteva ucciderla quando voleva e come voleva … che sia solo lei la vera ARMA MORTALE per sconfiggerlo? forse tutti quanti abbiamo sottovalutato la poenza che ha questa ragazzina…. E ritorno …..LadyKueria
 
emozionami1960
emozionami1960 il 30/03/12 alle 14:42 via WEB
signur che commento pasdticciato...haaaa...la fretta....perdonami...spero che tu anbbia capito il mio pensiero....
 
giostella2
giostella2 il 30/03/12 alle 16:25 via WEB
chiedo perdono a tutti i protagonisti per non aver lasciato il mio commento qui visibile nel post, ho parlato telefonicamente con il grande scrittore ^_____^, lasciando a lui a voce la risposta ... In questi giorni la mia attenzione era rivolta ad altro, come il capo (questa volta Sandro sei tu il capo ah ah ah) ben sa ... Un abbraccio a tutti dalla piccola Gio.
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 
 
 

INFO


Un blog di: Druss5
Data di creazione: 20/10/2010
 

Questi i principali

personaggi con i quali

interagire nelle avventure

della Taverna...

Xanders Elfo Bardo

Breve Premessa

 

Sofia Moglie di Xanders

Abile nei lavori di cucito

e grande cuoca.

Scopri la storia di come

Xanders e Sofia si sono

conosciuti.

La vecchia Veggente;

A lei ponete qualsiasi domanda e sarete accontentati.

Per una moneta può prevedere gli

eventi, il suo motto è;

"A ogni domanda c'è una risposta..."

Che aspetto ho in questo mondo?

Che tipo di persona Sono?

 

Il Nano Durwill

Abile Fabbro, il suo martello

è capace di creare oggetti

magici. Vive sul retro della

Taverna.

 

L'avventuriero Connè Varò

Un brigante, in cerca di oggetti

rari per il mondo. Dotato di grande

intelletto, ma poco affidabile.

Dicono che la sua Spada abbia

grandi poteri.

 

Chi saranno

i 5 protagonisti

del II° Libro?

 

 

Quì sotto troverai

gli EROI del primo libro

"l'Ombra del Demone".

 

Arethwyn

Elfo Oscuro Guerriero.

Custode di uno dei Sette Lupi

d'Acciaio (essi divengono Armature)

Cavalca il DragoLeone

Cinismo

Ecco l'aspetto quando indossa

l'armatura;

Segni particolari:

Possiede una balestra

a ripetizione capace di perforare

le armature comuni, anche le

più spesse. Ha un pessimo carattere,

non ama le persone, ma solo

la sua Gemma.

 

(Nik giocatore; Arethwyn)

 

Kueria Donna Barbara Guerriera.

Custode di uno dei Sette Lupi

d'Acciaio (essi divengono Armature)

Cavalca un Orso Bianco da

Guerra.

L'aspetto quando indossa

l'armatura Magica.

Segni particolari;

Cacciatrice e Commerciante 

di pelli. Dotata di grande forza

e Carisma. Il suo popolo è

noto per la forza fisica e la

velocità nella corsa, proviene

dalle zone montuose nell'Est. 

 

(NikGiocatore;emozionami1960)

 

Alisha

Messaggera del popolo Antico

e il suo fido gatto nero.

Custode di uno dei Sette Lupi

d'Acciaio (essi divengono Armature)

Cavalca una chimera, capace di volare.

L'aspetto quando indossa l'armatura

magica.

Segni particolari;

Una persona disponibile e

amante del rischio, molto

affidabile e inteligente.

I Messaggeri degli antichi,

sono rispettati da tutti, perchè

in quanto tali recano la parole

del popolo più Leggendario del

mondo.

Tramite il tocco del proprio

gatto, può leggere i pensieri

altrui anche i più nascosti.

 

(Nik Giocatore; Giostella2)

 

Maja

Elfa con poteri Mistici.

 

Custode di uno dei Sette Lupi

d'Acciaio (essi divengono Armature)

Cavalca un Leone Bianco Bardato.

L'aspetto quando indossa l'armatura

magica.

Segni particolari:

Utilizza polvere di Fata, che trasporta

ùin sacchetti. Utilizza incanti semplici,

molto buoni se si tratta di curare o

trovare cibo. Il pugnale che porta

con se può diventare una spada.

 

Haumena la Fata del Ghiaccio.

Custode di uno dei Sette Lupi

d'Acciaio (essi divengono Armature)

In forma di Fata può cavalcare

il suo piccolo Drago Volante.

In forma umana può indossare

l'armatura magica.

Segni particolari;

Molto amichevole con tutti, ottima

amica e sincera alleata.

Il suo popolo è antichissimo,

vivono nelle terre Fredde

nel Nord, perchè se fatti

arrabbiare portano la temperatura

intorno a loro a livelli bassissimi.

Spesso una Fata del ghiaccio diventa

costode di una persona particolare.

 

(Nik Giocatore; donnavittoriana)

 

Jojyn

Gnoma Druida con il suo

grande felino di nome Bianca.

 

Custode di uno dei Sette Lupi

d'Acciaio (essi divengono Armature)

 

La sua tigre, che ricevuto in dono

una bardatura molto preziosa.

L'aspetto quando indossa l'armatura

magica.

Note bene;

(Questo personaggio lo guida

il pubblico da casa grazie ai

voti da inserire nei commenti)

 

 Come si gioca?

Questo è un gioco di ruolo;

Lo scrittore narra una storia dove ci

sono SEI protagonisti. Cinque

scrivono direttamente le loro risposte

allo Scrittore, la Druida di nome Jojyb

invece fà le sue scelte grazie ai voti

del pubblico da casa.

Chiunque può leggere la storia e

votare a fine post cliccando su

COMMENTI.

Grazie.

 

          LA STORIA E' INIZIATA

NUMERO GIOCATORI RAGGIUNTO

 

Un libro di fiabe per bambini,

al quale ho avuto l'Onore

di prendere parte.

Clicca Qui per maggiori informazioni.