Creato da infinitylive il 30/09/2007

Infinity

misteri passati riaffiorano dall'altare dei ricordi....

AREA PERSONALE

 

Perdendoci in noi scorderemo i pensieri mai scordati...

saremo solamente noi,totalmente noi.

Sazieremo i bisogni...

annasperemo i sogni..

Questo separarci assurdo del destino..

è una contrettazione che ci spinge a volerci ancora di più....

Farei di te...pensiero...

da stringere tra le mani....

sublimando le voglie ,i pensieri,gli istinti....

l'isterismo di quando ti penso annebbia altri confini..

ora giungo a te..

vedo solo te....mi arrendo al nostro amore.

Sd

 

ULTIME VISITE AL BLOG

soniaren77bagninosalinaroelisar_81gabbianochevolanientesonobs076cosca0volporso14pptmsfenormone0maandraxdeteriora_sequorDJ_Ponhzilotusd
 

FACEBOOK

 
 

TAG

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Ottobre 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 30
 

TENEREZZA...

Quanti baci persi sul tuo volto...
 

ULTIMI COMMENTI

Ciao , , <i klicca
Inviato da: anastasia_55
il 24/11/2012 alle 23:19
 
Quanta passione! Brava. Elia
Inviato da: vmven
il 07/03/2012 alle 23:41
 
Poesia edita nel libro Punica Granatum
Inviato da: infinitylive
il 25/09/2011 alle 22:12
 
come sempre ti ringrazio...anche i tuoi post sono...
Inviato da: crisalide6
il 13/04/2011 alle 10:18
 
Infiniti auguri di buon compleanno!
Inviato da: anton6100
il 26/03/2011 alle 08:10
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 
Citazioni nei Blog Amici: 30
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

Nulla io posseggo di poeta,eppure solo il dolce idillio di una rima scritta per gioco, mi allieta.SD

 

 

« Poesia sei Tu

Il Pianeta delle nuvole rosa

Post n°345 pubblicato il 28 Ottobre 2014 da infinitylive
 

IL PIANETA DELLE NUVOLE ROSA

 

La mia penna non punge, accarezza… Questo libro è percorso, pagina dopo pagina, dai disegni in grafite dell’artista Nicola De Luca, dai pensieri poetici di Sergio Camellini, dalla regia di Sonia Demurtas.

Sergio Camellini, fin da bambino si soffermò a rimirare i lavoratori dei campi e gli artigiani nelle botteghe: calzolai, fabbri, ceramisti, sarti, fornai, i cui forni emanavano l’inconfondibile profumo del pane, in un borgo di Sassuolo. In sintesi, mostrò interesse per tutti coloro i quali erano dotati di creatività. Da quelle giovanili esperienze diede ali alla fantasia e fondò sull’Appennino emiliano un Museo d’Arte Povera della Civiltà Contadina e dei Mestieri, sito in cui iniziò a vergare e graffiare, seppure in modo dilettantistico, le pagine intonse di un quaderno, custodito gelosamente nell’ultimo cassetto d’una vecchia scrivania, onde cogliere i variegati aspetti della società, in una sorta di “psicopoesia”, da psicologo clinico qual è. Ha pubblicato: La dozzina, Nel corpo un soffio dell’anima, Perle d’inchiostro: Rivoli di pensiero sulla carta, Poesia sei tu - SD Collezioni, Il pianeta delle nuvole rosa – che si avvale di bellissime tavole in grafite dell’artista Nicola De Luca- ed. SD Collezioni. Come coautore ha pubblicato: Giorni tempestosi, I poeti contemporanei (uno), I poeti contemporanei (due), Il Parnaso. Molte sue opere sono state inserite in diverse Antologie poetiche, tra le quali spicca “Il Profumo del Loto” SD Collezioni.

(Sonia Demurtas)

 

 
 
 
Vai alla Home Page del blog