Community
 
le3grazie.p...
   
 
 
Creato da le3grazie.prego il 23/09/2005
Grazia, Graziella e Grazie al *****

Area personale

 
 

Archivio messaggi

 
 
 << Aprile 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30        
 
 

Cerca in questo Blog

 
  Trova
 

Qualche link...

 

FACEBOOK

 
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 4
 

Ultime visite al Blog

 
Ginxfili.90mimmo.1948emoziona.memarchetti.rossellagmdsldcshiranui_amaterasuzioluca2emilio_1954fratantismilenikmcKeska92ciccio1984braidaluvia2GasNBC
 

Chi può scrivere sul blog

 
Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 
 

 

 

ultime notizie

Post n°74 pubblicato il 04 Marzo 2007 da le3grazie.prego

HARY NO LIMITSimmagine

dopo Mr. Sector...compare sulle scene HARY, della Roma d'oggi, regina delle Soap.

neanche i cambi alti la fermano

frase del giorno "ma tu l'hai vista l'eclissi?"

non scendendo nei particolari possiamo affermare che Manuela, alias Hary, è stata avvistata mentre agitava i capelli dalle ciocche fluenti a tempo di "zumpazumpametal" ovvero hardmetal no limits nascosta tra i ruderi romani dell'appia antica. la fioca luce rossa dell'eclissi ha contribuito al fattaccio. ovvero, il cambio alto non avrebbe creato problemi di mobilità...ma non si erano fatti i conti con il freno a mano impiccioso. ahimè l'oggetto in questione ha lasciato un segno, anzi due!

l'hombre caliente che ha animato la noche latina di Manuelaaaaa, es un tremiendo balerino de salsa...olè
el balerino con poco pelos sulla caveza (non era pelato,semplicemente coi capelli corti) e mucho dotato...de carisma, es l'ultima vittima della regina delle Soap, sotto l'influsso dell'eclissi lunare. (eeehhh se damo la colpa all'eclissi!)

immagine

non sono ancora stati trovati i resti del cadavere.(vedi regola n.3) ma tracce di capelli arruffati sono state avvistate sull'appia. la scientifica brancola nel buio.

per tutti i particolari piu scabrosi rivolgersi a: Graziella e ZiaBerta (ovvero la new entri delle 3 grazie, la grazie.prego educata)


Aggiornamenti:
Approfittando della nostra proverbiale bontà, la cara GRAZIA, detta HHHary, si è liberata dal terrario, ha sputato il topo che stava ingoiando sano ed è fuggita nelle braccia dell'incantatore di serpi.
Del loro incontro, a distanza di tre giorni, possiamo dire che la scientifica ha rinvenuto diverse quantità di pelle di boa scorticata, pare da compulsivo e accaldato sfregamento, una boccia di velenoska alla fragola, una scatola di preservativi al plutonio, sedici metri di ragnatele, un ragno spaventato e confuso nascosto nel bagagliaio dell'HHHAry's car e un liquido riconosciuto come bava di serpente, ma non ne siamo poi così convinti.
Gli investigatori stanno ancora cercando di capire se il povero incantatore sia ancora vivo, data la frenesia e l'avvelenamento con cui pare si siano svolti i fatti e data anche la regola 3 del codice Hary.
Attendiamo la salma o una telefonata, qualora fosse vivo...

Grazie.Prego

 

 
 
 

LE 10 REGOLE D'ORO DI HARY

Post n°73 pubblicato il 08 Dicembre 2006 da le3grazie.prego
Foto di le3grazie.prego

  1. NON SI ACCETTANO COMPLIMENTI E DICHIARAZIONI VARIE, DA PERSONE CHE HANNO UN TASSO ALCOOLICO SUPERIORE AI LIMITI CONSENTITI DA ARY (per ulteriori informazioni leggere circolareAry_2006).
  2. NON SI ACCETTANO SPUNTATURE, SALSICCE O PROVOLONI IN CAMBIO DI PRESTAZIONI SESSUALI E DINTORNI.
  3. DOPO CENE COSTOSE ED AFRODISIACHE NON SI ACCETTANO RIFIUTI PER PRESTAZIONI SESSUALI OCCASIONALI E NON: "Quando ce vò ce vò.....poi magari dopo lo ammazzo" (Ary, 2006).
  4. NON SI EFFETTUANO VISITE HARD A DOMICILIO CON: FEBBRE EQUINA, CAVIGLIE ROTTE E CICLO.
  5. VIETATO PORTARSI AD APPUNTAMENTI AL BUIO AMICI DI SESSUALITA' POCO DEFINITA.
  6. VIETATO STROPICCIARE, MALTRATTARE E/O ABBANDONARE SULL'AUTOSTRADA I CAPELLI DI ARY DOPO LA PRESTAZIONE.
  7. VIETATO COSPARGERE IL CORPO DI ARY CON CIBI CALORICI E MIELE: "Non è mica una croccante!"
  8. PRESENTARE ALMENO 10 GIORNI PRIMA DELL'INCONTRO, TRAMITE CARTA BOLLATA ED AUTOGRAFATA, EVENTUALE RICHIESTA PER STREAP e/o DANZA DEL VENTRE PERSONALIZZATA AL BUIO.
  9. PER SERATA ROMANTICA E DOPO CENA ESOTICO NEL TIR PRIVATO DI ARY, PRENOTARE ALMENO UN ANNO PRIMA CAUSA CODE KILOMETRICHE.
  10. PER ANNIVERSARI ED OCCASIONI SPECIALI E' RICHIESTA LA PRESENZA DI: BAYLES  CON UN CUBETTO DI GHIACCIO, PESCHE ED ARAGOSTE.

GRAZIELLA E GRAZIOSO

 
 
 

Grazia came back

Post n°72 pubblicato il 30 Settembre 2006 da le3grazie.prego

ovvero incontri ravvicinati del terzo tipo per Graziella

Grazia è tornata dal weekend in toscana intriso di appuntamentini appuntamentucci... non risolvendo una beneamata cippa!
eh si perchè di tutto quello che doveva fare..è riuscita a portare avanti giusto un paio di cosette... e non quelle importanti...
cercando di dimenticare di aver bevuto vinsanto del 99 e aver storto il naso nell'azienda vinicola, si butta alle spalle quel weekend andato a male e pensa al prossimo, ovvero quello passato.
si perchè c'era una cosa nell'aria, in programma, da fare gia da tempo, ovvero quando Graziella fu "stranamente" interrogata dalla prof di biologia (ovvero la Zaghini, l'ultimo esemplare di uomo scimmia ancora vivente, almeno lo era all'epoca).

Graziella: ma i pinguini, come fanno a essere uccelli? mica volano! 
Prof.: Graziella, ma cosa dici? perchè lo struzzo cosa è? scusa Graziella, sei un po confusa... il coccodrillo sai dirmi a quale specie animale appartiene?
Graziella: certo, è un anfibio, sta in acqua e sulla terra no? 
Prof.: e la foca?
Graziella : è un pesce mi pare ovvio...

immaginesgomento generale

dopo questo mini escursus storico sulla vita scolastica di Graziella...io che le ero accanto (eravamo compagne di banco non fraintendete!), conoscendola, sapevo che sarebbe stato impossibile farle entrare in testa le differenze tra le specie... però ammetto che se sa che balene, delfini e orche appartengono ai mammiferi cetacei e non ai pesci è merito mio..immagine

tutto avrei potuto immaginare tranne che a distanza di piu di un paio d'anni... io e lei saremmo andate allo zoo, o bioparco chiamatelo come volete... insomma quell'immenso recinto dove ci sono minirecinti con svariate bestiole tristi.

tutto questo perchè al telefono, in una nostra conversazione... ci tornò in mente quella scena con la Prof. UomoScimmia... e venne condita da altre piccole perle momentanee di Graziella...

Graziella: ma i pinguini ci sono?
Grazia : dovrebbero esserci, stanno con la foca
Graziella: uuuhh la foca! e l'elefante?ci sta l'elefante? è blu come si vede in televisione?
Grazia: immagine sei senza speranza...l'elefante non è blu è grigio!
Graziella: ma come? guarda che è blu, è come l'ippopotamo!

Grazia: ma quello è l'ippopotamo dei pannolini!!!! non esiste nella realtà!

vista l'ultima perla di saggezza...

Grazia: ok il prossimo sabato ce ne andiamo allo zoo
Graziella: sii cosi almeno facciamo qualcosa di diverso, e almeno vediamo gli inculati
Grazia: ungulati Grazie', ungulati... ricordami di chiedere lo sconto per ... no vabbe meglio starmi zitta

l'aveva presa bene a quanto pare...
di certo non sapeva, non poteva immaginare che fosse cosi grande da stremarla non appena finiti di vedere camosci e affini...

quand'ero piccola, all'interno vendevano cartocci di noccioline da dare agli animali, ora che però è vietato dar loro del cibo, hanno piazzato un'omino che ha l'età del bioparco davanti a una scalcagnata macchinetta dei pop corn prima dell'ingresso vero e proprio del bioparco.
con i pop corn Graziella sta buona, è una sorta di droga, di calmante, non so... datele i pop corn e non la sentirete fiatare, nessun lamento, nessun "uff"... solo lei e i pop corn

nemmeno oltrepassa l'ingresso che gia le si arriccia il naso

Graziella: eh ma che puzza
Grazia: so animali, non è che profumano di saponetta... immagine

i pop corn le fanno superare indenne il recinto della mostruosa giraffa con prole al seguito, con quel collo lungo da spaventare chiunque... (solo lei), le fanno superare ogni genere di scimmia in mostra allo zoo con un "sembra mia nonna", le fanno superare i mici cresciuti con un "mi fanno schifo i gatti, pure se so grossi" sino a giungere alla coppia di ippopotami... immagine

Graziella: uuuhh pippo pippo! mamma mia na pulizia dentale no?

alla vista di Carlo e Mimi (la coppia di ippopotami napoletani) si emoziona... ma i pop corn stavano giungendo alla fine... giusto il tempo di riuscire a vedere la coppia di elefanti indiani e sentirla dire "beh sono blu? un blu un po scuro" e vederla poi stramazzare al suolo dopo aver annusato l'eau d'elefant immagine... i pop corn erano finiti, e a noi mancava ancora mezzo zoo... ci rendiamo conto che saremmo dovute entrare al rettilario all'orario prestabilito, si quello passato ormai da 3 ore buone... facciamo una corsa (si fa per dire), attraversiamo cammelli, zebre e di nuovo licaoni...

ci staccano il biglietto senza dir nulla, fugira scampata, prendiamo posto nel finto aereo per il filmato introduttivo...
ci viene spiegato che il rettilario del bioparco ha svariate specie animali, piante e oggettistica illegale ricavata dal commercio di essi, e confiscata dalle forze dell'ordine a chi tentava di portare tutto cio in italia illegalmente...

finito il filmato, l'inserviente apre la porta e ci si spalanca un mondo all'aperto, che io gia conoscevo ma Graziella no... alla vista del prato, del percorso immerso nella natura, punta i piedi

Graziella: ma che ce stanno i serpenti???
Grazia: si ma non qui
Graziella: ma che so matti? io non vengo, c'ho paura! ma che se lasciano liberi? ao è pericoloso!

l'inserviente comincia a ridere

Grazia: non stanno qui! stanno nelle teche, piu avanti!
Graziella: no no c'ho paura ce stanno i serpenti liberi!

l'inserviente non mi è d'aiuto facendo cenno di si con la testa mentre si sganasciava dalle risate.. immagine
cosi decido per le maniere forti, la prendo per mano e la tiro, fino a farle capire che il primo spazio era adibito agli uccellini e le testuggini, inutile dire che la vista di una tartaruga che mangia insalata ha fatto si che Graziella ne rivedesse la nonna anche li
"pure questa sembra mia nonna"

attraversata poi la simil giungla ricreata per vedere Mario, l'alligatore romano... si entra nello spazio al chiuso, dove, protetti dal vetro si possono ammirare non so quanti rettili e anfibi...

mai fatto il rettilario con una velocità cosi elevata... e mai visto nessuno soffermarsi alle teche con le borse e i bracciali di pitone anziche a vedere il pitone vero e proprio

Graziella: uh non sapevo che ci si facessero pure i bracciali, bella sta borsa"  immagine

dopo ciò concludo che meno resta li dentro, meno rischia la sua pelle...

ma il rettilario l'ha distrutta, fisicamente e mentalmente... a tal punto che..

Graziella: ma quanto ci manca?
Grazia: mancano gli oranghi, i lupi e gli orsi
Graziella: io non je la faccio, facciamo cosi...io seguo il cartello con scritto uscita, te guardati i lupi, tanto co sto passo mi raggiungi prima che esco...

immaginela costringo a vedere la scimmia dal pelo fulvo... e anche li "sembra mia nonna" però si interisce a guardarlo mangiare con l'occhio triste di fronte al vetro...
arriviamo alla gabbia del lupo perchè percorso obbligatorio sulla strada dell'uscita, il tempo di fare qualche scatto che lei è gia sparita... segue il cartello uscita come se fosse la sua missione...immagine

saltiamo gli orsi, la distruzione e la disperazione sul volto di Graziella sono stati ampiamente convincenti... arriviamo alla macchina, mi distraggo un attimo, lei si allontana per prendere qualcosa di fresco da bere visto il caldo... e mi ritorna sgranocchiante...

l'unica cosa che è riuscita a dirmi nel viaggio di ritorno mentre sgranocchiava allegramente una nocciolina croccante

"non voglio sentir parlare di bestie per almeno un mese e mezzo"

immagine

PS: i pinguini non c'erano, Graziella è rimasta delusa...ora ha voglia di partire...dovrò portarla al polo sud mi sa...immagine

Grazia

 
 
 

GRAZIA detta anche "Manuelaaa"

Post n°71 pubblicato il 15 Settembre 2006 da le3grazie.prego
Foto di le3grazie.prego

La regina delle chat Argentine, la spezzacuori di tutta Italia...è partita per una Missione Segreta: "AR torno domenica".  La nostra Grecia Colmenares dell'EUR stasera si recherà nel posto xxxxxx per incontrare una fitta rete di spasimanti - nonchè maniaci serial killer accuratamente selezionati tra una vasta cerchia di tipacci-che verranno convocati ognuno seguendo una rigida scaletta.

Perchè tutto le si può dire tranne che non fa le cose precise:

Ore 20.00 cena con MisterX (che sembra per ora essere latitante)

Ore 22.00 chiacchierata con MisterLuky

Ore 24.00 ancora chiacchierata con MisterLuky

Ore 01.00 MisterLucy è stato eliminato GAME OVER

Ore 10.30 colazione con Mister CorneFlackes

Ore 12.00 pranzo con Mister ti pago io l'albergo

Ore 14.15 Pausa soap SOTTOCASA

Ore 16.00 shopping per Graziella

Ore 18.00 Mister Idro

Ore 20.00 Mister Capitone fritto

.....

Manuelaaaa sei sempre la solita ingorda!!!! Mai che pensassi ai tuoi amici. Grazie al***** un bel Capitone fritto se lo faceva volentieri. Comunque se sei stanca chiedi il CAMBIO!!!

 
 
 

msg.n°69 bis

Post n°70 pubblicato il 10 Settembre 2006 da le3grazie.prego
Foto di le3grazie.prego

ovvero come spiegare a Graziella perchè la posizione 69 si chiama cosi

tutto accade per un mio errore, leggerle un post di un blog che mi aveva fatto ridere...e che lei non aveva capito cosa ci fosse da ridere...

(per ovvi motivi di comodità mi limiterò a trascrivere il dialogo tra me, Grazia, e Graziella colorandoli diversamente cosi da facilitarne la lettura)

"Grazie', 69, la posizione..."

"perchè ci sono 69 posizioni?"

"noo la posizione si chiama 69"

"ah è un numero a caso...ma me stai a pija in giro?"

"ah grazie'..figurati i numeri...li vedi?"

"uff! si lo so come sono il 6 e il 9"

"immaginali, mettili orizzontali"

"ah il segno zodiacale"

"nooooo ma che segno! uff, immagina che i due numeri sono due persone, al posto del cerchietto ci metti la testa di ognuna dei due"

"e che se fanno coi piedi, la 69 si fa coi piedi?"

"sesso orare reciproco! come lo voi chiama'?"

"aaaah comodo!... ma quello è piu un panino...anzi no... fa piu tipo...che ne so...tipo  lego"

[...] resto basita

"scusa e il 33?"

"quello se proprio si dovrebbero figurare le posizioni coi numeri, potrebbe essere il cucchiaio..."

"tu stai a cucchiaio nel 33? il cucchiaio non ci sta nel 33! forse...puo' stare nel 2..."

"grazie' il cucchiaio la posizione non la posata!!"

"uuuhh madonna e che te inventi col cucchiaio da solo? magari co coltello e forchetta"

"grazie'...entrambi di lato, lei di schiena, lui dietro di lei"

"ah...eh...ma non se fa niente col cucchiaio...come fai di culo?"

[....] sempre piu basita

"ma te le stai a inventa' te!! me stai a prende in girooo! scusa eh uno di spalle l'altro pure...come fanno?"

"scusa ma da dietro no? la pecorina come la fai?"

"ah questa è facile lui depila lei...si ma...il cucchiaio in tutto questo a che serve?"

"eh grazie'...non è che devi usa' la posata nel mentre"

"aaah!!ahahah ma come se fa a chiama' cucchiaio...io avrei capito la cannuccia..."

"la cannuccia??????"

"uno si mette a forma di cannuccia...e l'altro fa il bicchiere, capito no?"

"veramente non ho capito"

"ma esiste secondo te?"

"no esiste lo smorzacandela, che potrebbe forse assomigliargli"

"oddio e mo che è? questa è cultura, do l'hai trovata? pensavo de sta avanti io co Grazie al *** ,a te me batti, Grazie al ****non conosce il cucchiaio"

"uuhh Grazie' lui sdraiato e lei sopra seduta"

"scusa non bastava dire lei sta sopra?"

"no perchè se lei sta sopra sdraiata è un'altra posizione...un po come il missionario"

"il missionario so i preti....ma come fai a sape' tutte ste cose? ma abbiamo fatto educazione sessuale al liceo?io me sa che non c'ero..ma sui porno ste cose ce stanno?io non me ricordo di averle viste"

"mo te frego, te lo trovo io il numero...88?"

"so due asociali, so due numeri uguali"

"ma pure il 69 so uguali!"

"ci rinuncio, ti richiamo tra 10 minuti"

(giusto il tempo per trascrivere tutto sul blog)

 
 
 

ANNUNCIAZIONE ANNUNCIAZIONE

Post n°69 pubblicato il 10 Settembre 2006 da le3grazie.prego

ABBIAMO FINALMENTE TROVATO IL NOSTRO PRINCIPE AZZURRO

GRAZIE AL***** FATTI DA PARTE PERCHE' NOW TOCCA A NOI!!!

Sotto-sottotitolo

LA RIVINCITA DELLE GRAZIE

cerco_grassonaxsesso  


 



Tre cose che mi piacciono:
  • donne
  • grasse
  • grasso
  • Tre cose che odio:
  • magre
  • magre
  • magre
  • Mi descrivo:

    ciao a tutte le donne in sovrappeso, sono un ragazzo alto 1.75 e peso 65 kg , ho un bel fisico tonico e mi piacciono moltissimo le donne in sovrappeso, mi piacerebbe conoscerne qualcuna in chat

     
     
     

    LA FIERA DEI TIPACCI

    Post n°67 pubblicato il 17 Maggio 2006 da le3grazie.prego
    Foto di le3grazie.prego

    Di persone strane al mondo ce ne sono, e forse in proporzione a quelle sane di mente, sono anche troppe! malgrado sia risaputo che le 3 Grazie non facciano parte della minoranza intelligente (A quanto dice Grazia), ci sono ancora loschi individui che riescono a batterle per:

    1) stranezza (Graziella rischia la corona)

    2) cattivo gusto (è dura superare Grazie al***** soprattutto nella scelta delle camicie a fiori)

    3) cafoneria (impossibile superare il clacson isterico di Grazia)

    Eppure ecco la nostra personal classifica dei Tipacci dei Tipaccii:

    Amica tirchia, super tirchia che oltre a risparmiare sulla benzina, potrebbe morire pur di non darti un passaggio in macchina, risparmia anche su:

    a) Compleanni: l'unico compleanno che ha festeggiato è stato quello dei 18 anni, dividendo però le spese con un altro neo laureato.

    b) Macchina: è sempre rotta o non reperibile

    c) spesa: prima di pesare i cipollotti asporta le radici per risparmiare ben 10 centesimi

    d) il natale: sparisce e ricicla il regalo per il tuo compleanno

    e) il natale quando non sparisce: ti regala una scatola rossa...vuota

    Secondo amico super tirchio e non solo:

    a) per risparmiare la benzina va alle feste in autobus e scrocca il passaggio al ritorno

    b) come sale in macchina (le poche volte in cui è obbligato a prenderla), chiama i genitori per avvertirli della sua imminente partenza. Come parcheggia e scende, li richiama nuovamente.

    c) mentre cammina ogni 3 metri si cotrolla le suole delle scarpe nella speranza di non aver acciaccato nessuna cacca

    d) odia il nome "Alessandro" a tal punto da rischiare un infarto ogni volta che viene nominato a causa di un mancato pagamento di codesto ragazzo per l'amodica cifra di 15 euro

    Terzo amico super tirchio "Alessandro"

    a) non restituisce i soldi dei regali pur essendo a sua detta stra milionario

    b) quando esce con la macchina arriva solo fin dove i 5 euro di benzina gli e lo permettono e torna a casa

    c) ti invita periodicamente nella sua lussuosissima casa di milano e poi il giorno prima della tua partenza sparisce e spegne tutti i cellulari

    Quarta amica super tirchia e soprattutto vincitrice della nostra classifica:

    Si distingue per la sua incredibile audacia nella scelta dei pensierini da portare ad una cena: c'è chi regala mazzi di fiori, chi pastarelle (molto apprezzate soprattutto da Graziella), chi vasi, chi quadri, chi candele....le persone più strane un'ananas.....ma mai un MINESTRONE!

    La vincitrice della classifica dei tipacci è MISS MINESTRONE!!!

    congratulazioni Sig.ra Paola

    (Grazia aggiungi le foto che non sono capace?) Grazie

     
     
     

    Graziella...videochiamami!

    Post n°66 pubblicato il 15 Maggio 2006 da le3grazie.prego
    Foto di le3grazie.prego

    giusto il tempo di raccontare un mini aneddoto...

    ero fuori con amici quando mi squilla il telefono, rispondo e metto in vivavoce perchè mi faceva male l'orecchio...a quanto pare strillava, o sarò stata colpa dell'microfono del cellulare...

    insomma in 5 minuti ha dato spettacolo, il delirio telefonico quando...

    Graziella: "Grazia, i vigiliivigiliivigiliivigiliivigilidevoattaccare..."tu tu tu tu tu

    dopo circa un minuto risquilla il telefono

    Grazia:"che è successo?"
    Graziella: "mi hanno fermato i vigili, non puoi capire, li ho fregati!"
    Grazia:" come sarebbe li ha fregati?"
    Graziella:"si si!mi hanno fermato, mi hanno detto se ero al telefono (quando i vigili ti chiedono se sei al telefono?di solito ti fermano e ti fanno la multa, al massimo te lo chiedono dopo!)e io gli ho risposto che....
    ...mi stavo grattando l'orecchio!"

    sgomento generale, ovviamente la telefonata era in vivavoce davanti all'uscita di un mac donalds...

    giorni dopo mi sono fatta spiegare con piu calma come avesse fatto...

    e con tanto di gesti e ottima mimica (grazie' hai un futuro come illusionista) mi ha gentilmente mostrato l'atto del VigileVie'QuaCheTeFregoIo!

    se sei al telefono, fai scivolare non proprio delicatamente il tuo cellulare dall'orecchio alla spalla cosi che essa funga da scivolo per far si che il telefono stesso si adagi non proprio delicatamente a terra, o al tappetino dell'auto...rimani in posizione mano vicino orecchio e spiegare con disinvoltura al vigile di turno che si è stati colti da un prurito disarmante al padiglione auricolare...pregate iddio che nell'urto a terra il telefono si spenga cosi da non rischiare chiamate dai bassifondi mentre la guardia vi guarda un po perplessa e un po incredula...

    io continuo a rimanere allibita!

    Grazia

     
     
     

    signorina faccio numero?

    Post n°65 pubblicato il 16 Aprile 2006 da le3grazie.prego
    Foto di le3grazie.prego

    stanca, distrutta da una giornata intera senza respiro...senza potermi fermare un secondo per respirare..mi ritrovo pregustando il ritorno a casa dove potermi levare le scarpe e buttarmi a peso morto sul letto per non staccarmici piu...

    semaforo rosso, e te pareva...tanto è 13, lo so,il 13 è stato il giorno fatidico per Graziella, senza andare a ricordare che cosa lega il 13 a lei...ho notato che deve avermi passato un po di questa calamità naturale...
    il 13 come portajella, come giornata nefasta, se cosi se po' di'...

    insomma, dopo una giornataccia lavorativa pessima, dopo la discussione a senso unico di un capo viscido che pensa di sapere solo lui, lui che è onniscente e che si eleva a berlusconi de noantri...lui maiale e idiota come tanti "imprenditori" di pseudo successo...lui che ha contribuito a rovinarmi quella giornata...dopo un pomeriggio fatto di corse, di traffico, di lotta per un parcheggio e di gesti non tanto legali da qualche tempo da un finestrino dell'auto...mi ritrovo ferma ad attendere il verde a un semaforo che non passa mai...

    ed ecco il nuovo acquisto.
    si perchè questo semaforo sembra tanto nascosto e poco "frequentato" dalle automobili di passaggio...ma non è cosi a giudicare dalla lotta per chi se lo aggiudica...e ogni giovedi c'è un personaggio diverso..ma pochi lo notano, tanti tendono a fermarsi due metri prima dall'auto davanti per accostarcisi non appena compare il mendicante di turno...una tattica usata da tanti ormai.
    beh semaforo rosso, è 13, sono stanca, è 13, e mi dimentico della tattica...è sempre 13...e spunta il nuovo Semafororosso Ioneapprofitto.

    Semafororosso Ioneapprofitto : "prego signorina, guarda ,occhi a me io faccio numero solo per te"
    Grazia : "no guarda, ti ringrazio"
    S.I. : "no no tu guardare...oooop"

    ed ecco che si lancia una palla sgonfia e consumata per aria e con un colpo da maestro la placca tra collo e spalla...un portento...

    ok, ci sono i lavavetri, quelli che ti lavano il lunotto posteriore e quelli che ti lavano i finestrini laterali senza accorgersi che i rigagnoli di acqua nera lasciano alla tua auto una sembianza zebrata...poi ci sono i lavaluci, di cui ancora non ho capito l'utilità se non l'appoggiarsi sul cofano lasciando le due  manate proprio li davanti come se ti avesse fermato una guardia e ti avesse perquisito appoggiandoti sul cofano della tua auto...niente fraintendimenti please! poi mi è capitato di vedere di sfuggita (ero a un semaforo concorrente) un giocoliere...e l'idea di trovarmelo davanti mi ha fatto rabbrividire (se casca un birillo?si ammacca l'omino o l'auto?e le conseguenze?)
    ma questa mi mancava...mi ha intenerito, io donna camionist inside, io che della sensibilità mi ci fodero le suole delle scarpe...mi sono intenerita e gli ho dato lo spiccioletto, era 13.

    S.I. : "grazie bella signorina - ah il potere dei soldi! - vuoi altro numero? solo per te!" (come se gli altri non guardano!)
    Grazia : "no guarda ti ringrazio (no te prego fallo ad un altro)"
    S.I. : "solo per te solo per te...guarda!" è proprio vero che tutti capiscono solo quello che vogliono capire, e gli uominisemaforo ne hanno fatto una ragione di vita e una filosofia ("dimmi quello che ti pare io ti pulisco il vetro")
    Grazia ricordati che è 13...

    la strada è piccola, ha un doppio senso di marcia ma solo con la corsia preferenziale per gli autobus (che ancora non so come fanno a passarci) lui lancia la palla, fa un numero alla ronaldinho de noantri lanciandola verso l'altro senso di marcia (non lo si vede dalla striscia gialla sbiadita ma dall'asfalto praticamente intonso, non consumato, anche se ha la stessa epoca della corsia dove mi trovo io) scatta il verde, lui si volta e con lo sguardo controlla se stessi assistendo al numero quando...(è sempre 13 e non solo per me)

    PAM!


    con tutto quello che poteva succedere viene preso in pieno dallo specchietto di due guardie che si sbrigano a scendere, lui si alza con le mani in alto dicendo :"no fatto niente, tutto ok" ricordandomi la scena di pieraccioni nel Ciclone quando distrugge il motorino. le guardie guardano, osservano la scena, uno raccatta il pallone e lo sposta sul marciapiede, l'altro controlla se aveva ricevuto danni sullo specchietto, rientrano in auto e se ne vanno con un cenno non molto guardiesco verso non so chi...
    ed io che mi sono dovuta muovere al semaforo verde vedendo sparire il signor Semafororosso Ioneapprofitto dal mio specchietto retrovisore...

    mi sono sentita una cacca...ma era 13...era d'obbligo sentircisi in una giornata simile!

    Grazia

     
     
     

    ABBIAMO VINTOOOO

    Post n°64 pubblicato il 12 Aprile 2006 da le3grazie.prego
    Foto di le3grazie.prego

    NONNA LAMA E IL VOTO

    fuori dal seggio elettorale

    GRAZIELLA: nonna questo è un fax simile della scheda elettorale, ti faccio vedere chi devi votare

    NONNA LAMA: so vecchia ma non so rimbambita una falce e martello la so riconoscere

    in meno di 2 minuti ha già votato e inserito il foglietto nell'urna

    GRAZIELLA: Tutto a posto? avanti andiamo

    NONNA LAMA: No avanti andiamo....AVANTI POPOLO ALLA RISCOSSA..

    SILENZIO FUORI!

    NONNA LAMA: AVANTI POPOLO ALLA RISCOSSA BANDIERA ROSSA, EVVIVA IL COMUNISMO E LA LIBERTA'

    GRAZIELLA: risvegli?

    NONNA LAMA: SI ALLA MATTINA MI SO SVEGLIATO O BELLA CIAO, BELLA CIAO, BELLA CIAO

    NONNA LAMA: a te ti piace il nuovo papa?

    GRAZIELLA: NO, a te?

    NONNA LAMA: NO

    GRAZIELLA: perchè?

    NONNA LAMA: è troppo bello

     
     
     

    FIGURACCE MADE IN GRAZIE AL ***** (2° PARTE)

    Post n°63 pubblicato il 05 Aprile 2006 da le3grazie.prego
    Foto di le3grazie.prego

    Ormai è risaputo che il nostro Grazie al.... nonchè Eliz Habet di Centocelle, ha un brutto rapporto con le tecnologie e soprattutto con i telefoni!

    Come ogni giorno della sua vita l'esile e raffinato ragazzo, dedica la sua oretta alla sua passione prediletta

    Lavoro a maglia?

    Decupage?

    balletti sulle punte? (a volte)

    nooooo

    niente di tutto questo!|

    Lui da bravo lord, quale è, colleziona "Magnoliche" (come dice Graziella) del costo di 2000/3000 euro e monete romane altrettanto costose!

    Ebbene si, il ragazzo per portare avanti l'attività è costretto a sacrificarsi e spesso prostituirsi... che bravo ragazzo così impegnato con il sociale!

    Comunque qualche giorno fu chiamato da un collezionista sconosciuto che aveva trovato il suo annuncio sul giornale

    Fissarono l'appuntamento alle 7.30 del mattino alla metro Battistini

    Uscendo come al solito in ritardo causa trucco e parrucco, Grazie al***** non fece in tempo a lasciare un bigliettino a casa per i genitori nel caso...

    GRAZIE AL *****: Ma questo tipaccio chi lo conosce, e poi quale sano di mente ti da appuntamento alle 7.30 del mattino? solo un maniaco che te vuole accoltellà! Mò lo frego io

    così il coscienzoso e grazioso fanciullo, cercò di reperire le sue più fidate amiche che naturalmente dormivano entrambe!

    Così optò per un sms...

    SMS: stò ad aspetta un tipaccio, non l'ho mai visto, ma c'ha la voce da maniaco. Se me dovesse succede qualcosa questo è il suo nome e cognome e questo è il telefono. Prova a chiamarmi tra un oretta se non ti rispondo chiama la polizia che o sò morto o poco ci manca!

    scorre i nomi sulla rubrica alla ricerca o di Graziella o di Gessica ....

    inviato

    ma non a Graziella

    nè a Gessica

    al signore tanto distinto con cui aveva preso appuntamento e che sarebbe arrivato di li a poco!

    Le persone normali a quel punto che fanno?

    a) scappi

    b) inventi una scusa e gli dici che era uno scherzo malgrado manchi quella confidenza per farlo

    cosa fece Grazie al *****?

    Finta di niente!

    Con il suo solito savoirfare risposte alle mille e mille chiamate di persone preoccupate...

    GRAZIE AL *****: si sto bene mamma, no non lo conosco

    GRAZIE AL *****: no Gessica non la devi chiamare la polizia

    e tutto davanti a quel sant'uomo che tutto aveva in mente tranne di finire in prigione per una moneta!

     

     
     
     

    FIGURACCE MADE IN GRAZIE AL *****

    Post n°62 pubblicato il 15 Marzo 2006 da le3grazie.prego
    Foto di le3grazie.prego

    Il telefono squilla e Grazie al***** impegnato, con i pattini e le paiettes a riprodurre l'ultima coreografia della sosia Madonna, risponde un pò distratta e pensierosa

    GRAZIE AL *****:  OUI HALLO?

    TELECOM: salve buongiorno, stiamo conducendo un sondaggio, possiamo farle qualche domanda?

    GRAZIE AL *****:  OUI

    TELECOM: stiamo verificando quali tipologie di contratto vi sono nella sua zona

    GRAZIE AL *****:  e io che ne sò! mica li conosco tutti quelli del mio quartiere!

    ..silenzio...

    ..risata..

    TELECOM: noo, noi vorremmo sapere il suo!

    GRAZIE AL *****:  Ahhh, me scusino tanto, sò un pò sbadata in questo periodo, sarà il ciclo!

     
     
     

    GRAZIELLA E LE OLIMPIADI

    Post n°61 pubblicato il 15 Marzo 2006 da le3grazie.prego
    Foto di le3grazie.prego

    (GLI UOMINI IMPOSSIBILI ULTIMO EPISODIO)

    Sotto sottotitolo: "La guerra è guerra"

    Dopo anni di trepidante e straziante attesa ed una spesa di sole 600 euro per due biglietti, la Sue Hellen delle soap Argentine, nonchè Graziella cicciabomb dell'Eur è riuscita a coronare il suo sogno!

    Ha trovato un cassonetto che se la incollasse?

    No

    Ha finalmente sfogato i suoi ormoni impazziti?

    No

    E' di nuovo fall in love per uno dei suoi uomini impossibili, che mai ricambieranno neanche uno sguardo, e che si suiciderebbero alla sola idea di passare un  pomeriggio in sua compagnia?

    Siiiiiiiiiiiiiii

    Ebbene mission impossible number: 5°

    Obiettivo della missione: Evgeni Plushenko medaglia d'oro alle Olimpiadi 2006 di pattinaggio sul ghiaccio

    (sconosciuto alla maggioranza degli italiani, ma idolatrato da ben 7 anni dal Gibbone on ice Graziella).

    Pattinatore di grande bravura ed altrettanto carisma, famoso per il suo carattere scontroso ed antipatico....ovvero il classico dio in terra made "mi consenta" un nasone russo antipatico e mezzo frocio.

    Preparativi iniziati da più di un anno, (più o meno come i tempi di allestimento delle olimpiadi a Torino), sfumati in poche ore a causa di una terribile e nauseante influenza che ha colpito la maniaca per ecccellenza del pattinaggio il giorno prima della partenza.

    Impavida davanti al pericolo "mi vomito l'anima", Graziella e moglie del Pezzetta al seguito, il 14 Febbraio partirono per Torino!

    Naturalmente come in tutte le cose che La riguardano, inevitabilmente erano prevedibili gli imprevisti, anche quando questi erano  stati accuratamente studiati in anticipo:

    • medicinali per qualsiasi emergenza
    • bottigliette d'acqua neanche dovessero andare in Africa
    • una decina di pile per la macchinetta fotografica
    • block notes per eventuali autografi e penne accuratamente scelte
    • abbigliamento per qualsiasi situazione (anche regale)
    • striscioni e bandiera russa

    7 ore di viaggio infinito Roma-Torino, con scompartimento inter city con tutti i posti a sedere occupati (= niente spazio per stendere le gambe), un odore nauseante di formaggio dalle otto di mattina, e l'immancabile gruppetto di oche scatenate a pochi metri, che non fecero  altro per tutto il viaggio che strillare e cantare canzoni dei Duran Duran.

     "Sbarco" (stile titanic) a Torino e ricerca dell'unico albergo che la moglie del pezzetta aveva trovato 1 anno prima ancora libero a prezzi accessibili.

    La povera moribonda di Graziella, ormai sfinita dalla puzza di formaggio e dalle avventure sessuali extraconiugali di simon la Bon (prontamente menzionate in ordine cronologico dallo scompartimento accanto), si trovò di fronte ad un ennesimo imprevisto:

    La moglie del Pezzetta era più tirchia e taccagna di quanto potesse immaginare!

    Non esisteva nessun albergo, nessuna suite....ma solo una stanza affittata da una famiglia (carinissima) nel loro appartamento.

    Il problema sorse non solo perchè la principessa delle favellas doveva adattarsi a 2 m x 1m da dividere con la spilorcia della madre, ma perchè la casa era infestata da gatti al cui pelo il Gibbone influenzato è estremamente allergico (benchè tra animali ci si immagina sempre una certa  solidarietà)!

    Così ricapitolando:

    1. nausea
    2. febbre
    3. allergia
    4. mal di schiena (per le 7 ore seduta)

    Così il tempo di darsi una lavata veloce e pronta per il grande evento: Short Maschile da seguire dalla 5 fila (280 euro il biglietto!)

    Arrivate al Palavela Graziella e la madre decisero di concedersi, dopo tanta fatica, la prima foto delle olimpiadi... due sacchi di patate sorridenti con alle spalle la scritta originalissima: Torino 2006

    Batterie scariche!

    Perfetto previsto il problema....cambio delle batterie....seconde batterie scariche...terza prova idem...

    GRAZIELLA: AHHHHHHHHHH

    MOGLIE SPILORCIA DEL PEZZETTA: strano le ho prese dalla scatola che tiene il pezzetta in terrazzo!

    GRAZIELLA: quale scatola?

    MOGLIE SPILORCIA DEL PEZZETTA: quella con scritto batterie non ricaricabili

    GRAZIELLA: e quindi scariche...da buttare!

    MOGLIE SPILORCIA DEL PEZZETTA: perchè?

    GRAZIELLA: AHHHHHHHHHH

    a 10 minuti dall'inizio della competizione Graziella e la rimbambita spilorcia cominciarono a cercare di corsa un negozio che vendesse pile!!!!

    1. nausea
    2. febbre
    3. allergia
    4. mal di schiena (per le 7 ore seduta)
    5. pile scariche

    Pile trovate in estremis....così Graziella si precipitò alla ricerca del suo posto ancora ansimante......

    quando ebbe l'ennesima brutta sorpresa: 280 euro di biglietto 5 fila...

     ed era distante anni luce dalla pista e per di più era capitata in mezzo ad una comitiva di americani ciccioni ed ubriaconi, che per tutto il tempo della competizione, non fecero altro che mangiare, bere birra ed urlare: yheeee!

    1. nausea
    2. febbre
    3. allergia
    4. mal di schiena (per le 7 ore seduta)
    5. posto schifoso
    6. americani yheee

    Pochi minuti e Graziella si riusci comunque a consolare alla vista del suo beniamino (a testa bassa naturalmente, salutare i fan che strillavano come pazzi sarebbe stato troppo), e nausea-febbre-allergia...sparirono magicamente (forza dell'amore o degli ormoni?)!

    due minuti di esibizione due calci (per sbaglio ...forse) alle nane americane... e tutto passò!

    A metà competizione poi degli incauti pattinatori, ebbero la folle idea di passare ingenuamente davanti a Graziella senza minimamente ipotizzare che sarebbe scattata l'operazione  placcaggio!

    GRAZIELLA: Can i have an autograph and photo? Please? another Please?

    SUPER FICONE FRANCESE: After the competishion

    GRAZIELLA (faccia da culo): no after, now, adesso, mò! After where i see you another time! Now now, mò mò

    Così trotterellando e saltellando se ne tornò  al suo posto, tutta soddisfatta per la missione andata a buon esito! A quel punto mancava solo lui Evgeni detto anche Plush o Plushy dalla stella della Senna appesantita, nonchè Graziella on ice!

    Il secondo giorno sarebbe stato quello decisivo, il programma concordato con la coach Grazia from Roma era semplice ed efficace:

    1. provare ad entrare al Palavela senza biglietto per assistere alle prove
    2. perlustrare la zona ed individuare da dove entrano i pattinatori
    3. appostarsi fuori della Casa Russia nella speranza di incontrare Plush
    4. pregare tutti i santi che la cacarella finisse il prima possibile!

    Nessuno dei punti sopra indicati furono portati a termine dalla moribonda: nessun volontario aveva informazioni su Plus e soprattutto nessuno fu così gentile da farla entrare e soprattutto alla nausea si sostituirono cacarelle a più riprese (ne sa qualcosa il bagno del Mc Donald e soprattutto quelle poveracce che dopo di lei entrarono nella camera a gas).

    Terzo ed ultimo giorno: libero maschile e consegna delle medaglie!

    Malanni miracolosamente scomparsi, agguerrita come non mai la Hulligan del palaghiaccio si organizzò di tutto punto!

    1. Bandiera con scritta rivolta al suo primo amore, ormai ritirato dalle competizioni da ben 4 anni: Alexei Yagudin you are still the best (l'unica mongoloide che fa un cartellone per una persona che non c'è e che quindi neanche potrà leggerlo )
    2. pile nuove
    3. mitico block notes e penna

    Posto assegnato in seconda fila ancora peggio di quello in quinta, perennemente circondata da americani e canadesi!

    Una congiura per la poveretta

    ma visto che è il giorno della rivolta degli schiavi....il gibbone in calore e soprattutto made in russia prese coraggio ed approfittando di una distrazione della security...si scelse il posto dei suoi sogni:

    vicino alla pista e soprattutto in mezzo ad un gruppo di russi super elettrizzati e super biondi e belli!!!

    e come conclusione del suo piano diabolico, per esser maggiormente coinvolta nel tifo di squadra si finse russa, paraculas russa.

    Lei che se parla 2 parole di inglese è anche troppo, per tutta la sera riuscì ad interloquire con i suoi compatrioti russi a suon di: da da, da da ...Brasiliah Brasiliah o Vrasiliah Vrasiliah

    Medaglia d'oro russa, cori e strilli foto e filmati, chiacchierate con chiunque compreso il cameramen di eurosport nella speranza di essere inquadrata,

    così sembrava conclusa la serata dell'agente segreto Graziella in missione infiltrata russa....

    quando poi...

    presa forse dalla disperazione o dall'ormone impazzito....

    l'ex agente kgb, russa per vocazione, riuscì con un colpo di genio o culo, ad aggirare la sorveglianza, costruire un pass finto (con il suo block notes), fingersi (non si sa come), una delle cameramen giapponesi, ed arrivare fino a fuori i camerini...

    e dopo ben 30 minuti nascosta dietro un cespuglio ed altre 2 ore a chiacchierare con dei simpaticissimi ragazzi volontari, incredibile ma vero, la pazza scatenata in pericolo di arresto, riuscì ad incontrare il suo uomo impossibile: Evgeni Plushenko!!!!

    Famoso per non rilasciare autografi e soprattutto foto, per essere scontroso ed antipatico...

    ma quella sera

    vuoi perchè aveva appena vinto

    o per la paura di far infuriare quella iena in sovrappeso

    alla domanda

    GRAZIELLA: can i have an autograph...

    rispose....

    PLUSH: uhm (facendo si con la testa)

    e con la delicatezza che lo contraddistingue le strappò la penna ed il blocco di mano..

    e poi...non contenta...la solita ingorda

    GRAZIELLA: can i have also a photo?

    PLUSH: uhm

    ed abbozzò un sorriso

    ma la sfiga non poteva fare finta di niente e dimenticarsi della sua prediletta

    così

    alla macchinetta non partì il flash, le pile decisero di scaricarsi in quell'istante el'unica foto che fece venne completamente buia...

     e per di più Graziella non udì mai la voce del suo mito che emise solo due striminziti: uhm

    ma malgrado tutto....missione compiuta

    Graziella non fu più la stessa, da quel giorno non smise più di dire: Da Da!!

    purtroppo subito dopo quell'incontro anche Plush ebbe qualche ripercussione (troppa gentilezza tutta insieme non fa per lui), infatti non appena riuscì a scappare dalle grinfie della sex cicciabomb made in italy ebbe un bruttissimo incidente con la macchina.....

    per fortuna niente di rotto!

    E soprattutto non ci sono prove che sia stato lo shock procurato dalla vista del Gibbone in calore a procurargli l'incidente....

    morale della storia: LA GUERRA E' GUERRA!!!

     e soprattutto in guerra ogni trincea è buona!

    GRAZIELLA


     
     
     

    Graziella, la donna risotto

    Post n°60 pubblicato il 29 Gennaio 2006 da le3grazie.prego
    Foto di le3grazie.prego

    ovvero, Graziella e gli uomini impossibili parte quarta

    il capitolo Graziella e i grandi lavoratori necessita un post a se...
    un po perchè è un capitolo particolare, un po perchè stavolta c'ero pure io ad assistere in prima persona...un po perchè...si vedrà piu avanti

    come inizia la storia?
    tutto ha inizio un giorno d'estate...calda, molto calda...e io avrei dovuto affrontare un colloquio di lavoro a sabaudia.
    ovviamente porto con me, si certo il curriculum, ma prima del curriculum con me porto Graziella...fidata assistente, manager, avvocato e tutto cio che serve in qualsiasi situazione (tranne cambiare una gomma bucata).

    la mia fidata 106 era si una macchina da guerra, ma per affrontare l'estate calda e afosa non era attrezzatissima...
    sedili rivestiti di finto velluto e aria condizionata manuale, in pratica tiravi giu il finestrino e se ti diceva bene ti arrivava il vento in faccia...il problema è che sulla pontina intorno a mezzoggiorno, per quanta aria ti possa arrivare in faccia, sempre l'effetto sauna col phon puntato addosso hai...

    quindi...sistemate, tutte carucce tutte pettinate entriamo in macchina e ne usciamo dopo un viaggio estenuante tra traffico arsura e asfalto come se fossimo state in un forno crematorio...
    per trovare il ristorante dove avrei dovuto incontrare i "grandi capi" ci siamo fatte, sempre sotto il sole cocente delle 13, tutto il lungomare sabaudino tra bikini costumini e parcheggiatori...e un traffico che non finiva piu!e noi ovviamente women in black!
    giungiamo a destinazione, ci guardiamo attorno, studiamo il posto (decisamente un bel posto...davanti al mare, ben strutturato...) e chiediamo informazioni.
    davanti a me un tizio con camiciola hawaiiana e sigaro che si presenta come "lello" il direttore...e mi avverte che "il proprietario" sarebbe arrivato di li a momenti...
    inutile dire che quei momenti diventano piu lunghi del previsto...io attendo cercando di evitare il sole (si sa che sono allergica ai raggi...li rifletto e divento rossa) e Graziella impassibile apre il suo libro...dove va va ha sempre con se qualcosa da studiare...puntualmente lo apre, fa finta di sottolineare qualcosa e si distrae...rimanendo sempre col libro aperto, deve pur salvare le apparenze no?!

    mentre scende dalla macchina si ricorda di dovermi raccontare assolutamente di un sogno che secondo lei era premonitore...si era sognata che mi avrebbe accompagnato in un ristorante tutto rosso e arancione,e mentre aspettava che io parlassi col proprietario davanti a lei passava Ridge di beautiful...e poco dopo uscivo contenta perchè ero stata presa...

    comunque, qualche tempo dopo (sinceramente non ricordo quanto) compare uno spettacolo della natura che lascia Graziella completamente distratta dal suo libro, a bocca aperta, occhi sbarrati e incredula...ha davanti a se l'uomo della sua vita (solo che lui ancora non lo sa)
    mercedes slk, camiciola bianca, abbronzato, denti bianchi e dritti, naso (il naso io non lo ricordo) occhiali da sole...insomma bello giovane e ricco, l'uomo da sposare secondo Graziella...
    e chi era questo?colui che doveva farmi il colloquio! il figlio del capo, in pratica Lorenzo, o Lollo per gli amici.

    la scena è questa: Lollo da una parte del tavolo e io e Graziella dall'altra. lui con i suoi occhiali da sole in dosso e Graziella col suo libro a braccetto e il suo sguardo scrutatore...
    mentre cercavo di capire quali sarebbero stati i miei compiti in cucina (cosa strana a un colloquio sono io a far domande e non lui), in cosa consisteva il lavoro, gli orari, la pecunia e tutto il resto...vedo "lollo" che si gira verso Graziella e mi chiede: "e lei?"
    Graziella cambia immediatamente colore...improvvisamente si ritrova abbronzata come se fosse stata un mese intero sotto al sole d'agosto...

    GraziellaColorPeperoneArrostito : "no no io qui non centro niente, io accompagno solo!"
    LolloBelloRiccoEcoiDentiPerfetti : " e perchè mi guardi male?"
    GraziellaColorPeperoneArrostito : "io non ti guardo male!" (non poteva certo dirgli che cercava un difetto...voleva sperare che avesse gli occhi storti)
    LolloBelloRiccoEcoiDentiPerfetti :" e il libro? "
    GraziellaColorPeperoneArrostito :" psicologia, devo studiare per un esame "
    LolloBelloRiccoEcoiDentiPerfetti :"aaaahhh adesso capisco - mentre si leva gli occhiali (e non aveva certo gli occhi storti!) - perchè avevi quello sguardo...sei una psicologa!"
    GraziellaColorPeperoneArrostito mentre comincia ad avere un colore piu simile a una melanzana : "che sguardo? " ovviamente non poteva dirgli che stava ammirando la splendida dentatura perfettissima e bianchissima del ragazzo come fa di solito cioè con uno sguardo strano, di studio, quasi con un'espressione schifata... convinta che lui guardasse da un'altra parte (tradita dagli occhiali da sole)...dovette divagare....per fortuna ci penso' lui ad aiutarla...si a passare dalla padella alla brace!

    LolloBelloRiccoEcoiDentiPerfetti : "ecco perchè mi ricordi la mia ex!"
    GraziellaColorPeperoneArrostito : "oddio! PORELLA!Bruttina eh"
    LolloBelloRiccoEcoiDentiPerfetti : " anche lei studiava psicologia come te, e aveva sempre quella strana espressione quando mi guardava...ti posso fare una domanda? sei piu yunghiana o freudiana?"

    ecco li che le crolla il mito, ma certo non poteva mica essere troppo perfetto no?una pecca doveva pur avercela! tirar fuori una domanda banale è meglio di un dente storto...ed ecco che il neurone di Graziella si risolleva di morale e scatta la risposta
    GraziellaColNeuroneRisollevato : "decisamente Jung, perchè freud è un po troppo.... sessùaaale (da leggere come lo pronuncia la marchesini mentre interpreta la sessuologa)"
    LolloBelloRiccoEcoiDentiPerfetti : "ah, peccato"
    ed ecco li che Graziella firmò la sua condanna a morte...io ormai credevo che non mi avrebbero piu preso a lavorare...e invece...avrei potuto cominciare anche subito (ma mi mancava l'attrezzatura) ci mettiamo d'accordo sul giorno in cui avrei cominciato, sulle modalità e al momento dei saluti, la signorina Graziella oltre alla testa completamente tra le nuvole dimentica il libro sul tavolo, cosi da fare un rientro sulle scene modello passerella
    GraziellaVamp : "uuh! ho dimenticato la borZa"
    ora non ricordo se in quel momento è riuscita anche ad inciampare...ero satura di figuracce per poter notare anche quello! ricordo solo che Lollo mi disse "strana la tua amica...è sempre cosi?" e io risposi gentilmente : "no anche peggio"

    comunque mi hanno preso, e cosi la sera di ferragosto mi sono ritrovata a dover lavorare a sabaudia...pensammo cosi...mooolto vagamente, di organizzare qualcosa li...un po di amiche, loro avrebbero cenato li, e quando staccavo saremmo andate in spiaggia per passare la serata ferragostiana insieme.

    la cena passa liscia senza particolari colpi di scena...quando poi mi aggiungo al tavolo dopo aver staccato...ed ecco che passa lui

    LolloFigoBelloeRicco:"allora la cena è andata bene?"
    dopo svariati commenti positivi si passa alle presentazioni...
    LolloAbbronzatoEBelloComeIlSole : "lei gia la conosco, è la psicologa, sempre della stessa idea?sempre per Jung?" riferito a Graziella che prontamente risponde :"no, si cambia, si migliora, ci si rinnova...sono passata freud ! (ao la guera è guera)" poi il caso vuole che gli si presenta Francesca, altra psicologa...alchè lui si chiede se a quel tavolo fossero tutte strizzacervelli (tavolo di sole donne).
    "no Mariaelena no, lei è cuoca..."
    le ultime paroline famose, Lorenzo sente la parola cuoca e si alzano le antennine profescional...fioccano proposte di lavoro, richieste di numeri di cellulare, nome cognome e tutto il ben di dio...
    ed ecco che una voce fuori dal coro spicca dal quel tavolo

    "io so fare i risotti!me li ha insegnati Grazia"

    con questo Graziella chiuse definitivamente la vicenda "uomini belli e ricchi" anche se provò a riaprire la questione buttandosi nelle danze appena sentì WMCA riecheggiare dal karaoke nel giardino del ristorante...ma purtroppo non ci fu niente da fare...Lollo era impegnato tra due donnicciole con un 1metro e mezzo di gambe...senza tacchi...ahimè per Graziella non ci fu speranza...si consolò con qualche ballo di gruppo e le canzoncine dei cartoni animati in spiaggia sotto un cielo stellato...

    Grazia

     
     
     

    GRAZIELLA E GLI UOMINI IMPOSSIBILI (3°PARTE)

    Post n°59 pubblicato il 23 Gennaio 2006 da le3grazie.prego
    Foto di le3grazie.prego

    Le avventure (naturalmente non corrisposte) dello scaldabagno ambulante, nonchè cariola e barca a vela (Graziella), proseguono con altre due categorie di uomini impossibili: I pr/buttafuori ed i grandi lavoratori.

    CAPITOLO PRIMO: PR/BUTTAFUORI

    Tutto iniziò con il suo periodo "disco", quando la siluette appesantita scoprì che oltre alla musica house e "tuz tuz" (che lei odiava), esistevano anche i Revivel, i Village People e tutta la categoria di mummie riesumate quali:  Cristina D'Avena, Carrà e Ufo Robot!

    Così alla ricerca di locali carini e nel tentativo di conciliare i gusti di Grazia (già proiettata verso rock-strilli ed urli), trovò (quasi per caso), il famigerato "Rock castle" che una sera a settimana offriva la possibilità di ascoltare le musichette tanto amate da Graziella.

    Fattostà che la poveretta appena entrata, rimase folgorata dal buttafuori super macho e super figo del locale.

    Pelato, sguardo super cattivo, tatuaggio dietro al collo e nessuna possibilità per la cariola!

    Per circa 2 anni le inseparabili amiche si recarono nell'amato locale, e per ben due anni il Gibbone in calore  emise versi, simulò svenimenti e si cimentò nelle solite cadute, nella speranza di attirare l'attenzione del suo principe non proprio azzurro del momento,

    fino a quando....

    giorno epocale...

    non arrivò il momento della resa dei conti!

    litigio e conseguenti insulti tra il fichissimo e bellissimo Mr buttafuori ed un amico di Graziella!

    Quale migliore occasione per tentare un approccio?

    ebbene

    GRAZIELLA (con sorriso a 34 denti, come se la situazione già critica non le riguardasse): che cosa sta succedendo?

    MR BUTTAFUORI: tu stai zitta!

    momenti di gloria....campane ed uccellini...dopo due anni di appostamenti e pedinamenti...finalmente il ficone le aveva rivolto la parola!

    Naturalmente Graziella fece come richiestole, rimase zitta.

    In realtà non provò proprio più a parlarci, forse perchè di li a poco Mr Buttafuori fu licenziato per aver dato una bella capocciata ad un insolito sospetto, e Graziella non seppe più dove rintracciarlo.

    Il problema è che dopo l'episodio del "tu stai zitta" mr buttafuori apparve agli occhi di Graziella ancora più figo!

    Al Mr Buttafuori super macho e super fico, seguì il Pr del Dune super chic e magnific!

    Bellissimo con occhi verdi e capelli castani, sempre elegantissimo ed in black come piace alla desperados e soprattutto molto educato!

    Tanto educato che le uniche parole che ha rivolto a Graziella sono state

    PR SUPER FICO: Permesso mi scusi

    Che persona per bene, simpaticissima e sensibilissima come del resto la sua fidanzata.

     
     
     

    THE CAMIONIST BIRTHDAY!

    Post n°58 pubblicato il 17 Gennaio 2006 da le3grazie.prego
    Foto di le3grazie.prego

    ANNUNCIAZIONE ANNUNCIAZIONE...

    OGGI 17 GENNAIO 2006 LA NOSTRA CARISSIMA CAMIONISTA E TEPPISTA NELL'ANIMA...

    LA PROTETTRICE DI TUTTI I SENZA TETTO CHATTAROLI IN TRASFERTA

    L'ALTER EGO DI ADRIANA (QUELLA DELLLE PAPERELLE)...

    BOCCOLOSE E PETTINOSE IN PENSIONE ED  ESERCITO DELLA SALUTE IMPEGNATA IN CENE E CENETTE...

    LEI, L'INIMITABILE AMANTE DEL TAROCCO E DEL BAROCCO

    LA REGINA DEGLI INDEMONIATI

    L'ORMAI VECCHIO SCARPONE

    GRAZIA  "SEMPRE CARA MI Fù", THE CAMIONIST, COMPIE BEN 25 ANNOS

    COSì TRENINO ORGANIZZATO, PARTY NEGOZIATO, CI PREPARIAMO CON IL GELATO ALLA SPLENDIDA SERATA !

    IL REGALO E' STATO FATTO, NON E' UN GUANTO E ME NE VANTO!

    I TUOI FEDELISSIMI E SECCHISSIMI AMICI/CHE

    GRAZIELLA E GRAZIE AL*****

     
     
     

    GRAZIELLA E GLI UOMINI IMPOSSIBILI (2° PARTE)

    Post n°57 pubblicato il 11 Gennaio 2006 da le3grazie.prego
    Foto di le3grazie.prego

    Il pellegrinaggio di Graziella verso l'altro sesso proseguì con non pochi problemi..

    Dopo la fase ballerini, si aprì quella "sportivi"..

    Considerando che lo sport preferito di Graziella è mangiare e dormire....il suo approccio a sport veri non fu dei più semplici!

    Costretta da pareti ed amiche  a fare un pò di attività fisica si iscrisse insieme alla sua inseparabile metà (Grazia) nella palestra del quartiere...

    Comprata tuta, scarpe e tutto il necessario le due future ginnaste si presentarono al loro primo incontro con la fatica!

    Accompagnate dai rispettivi agenti CIA (le loro madri "fiuta merendine") capirono ben presto che i bei tempi delle partite pomeridiane a 3 sette erano finiti

    AGENTE CIA n°1: le ragazze devono dimagrire e quindi faticare

    AGENTE CIA n°2: si c'è bisogno di un programma personalizzato

    E da lì a poco le due persero ogni speranza di fare amicizia con anima viva nella palestra....

    Palestra super accessoriata con sauna, sala attrezzi, sala biciclette, sale aerobica, ficoni in tuta, ficone con il body nel sedere e ......due imbranate che correvano in circolo e facevano saltelli a destra e sinistra (il programma personalizzato richiesto dagli agenti CIA)

    La ribellione scattò dalla seconda  settimana quando Graziella, durante i suoi saltelli acrobatici verso il distributore di dolciumi light, notò un ficone di 1.90 bello e snello che saltellava anche lui ma a tempo di musica ed in modo più aggraziato.

    Richiamò così  l'attenzione dell'altra succube, intenta a finire il prima possibile la sequenza di addominali, ed  entrarono con fare talpesco nellla sala del ficone: LUIGI

    Graziella si appassionò, più che ai salti ed agli steps, al ficone che dopo circa 30 minuti di fatiche ineguagliabili (per lui non certo per il gibbone che faceva solo finta), creava tra il sedere e l'osso sacro uno splendida macchia di sudore a forma di cuore.

    Purtroppo malgrado l'impegno della siluette non ci fu speranza per il suo amore ginnico. Il ragazzo era già impegnato con un paio di ficone (sposate) con il body nel sedere...

    L'istruttore l'anno dopo cambiò ed al posto di Luigi venne una Regina depilata anche lui con body nel sedere e soprattutto anche lui impegnato con un paio di ficoni....

    Sempre in quegli anni ginnici si appassionò anche ad un altro sport, molto più piacevole e rilassante...lo SCI!

    In settimana bianca con Grazia e famiglia conobbe il ficone dei ficoni, il maestro di sci dalla tuta rossa, il fondo schiena indimenticabile così come il suo nome: IGOR

    Come disse Graziella: "La guerra e guerra!" e malgrado fosse stra fidanzato e stra convinto che Graziella non fosse il suo tipo (sfido ad esserlo per qualcuno!), fu perseguitato giorno e notte dall'assatanata + combriccola (Grazia).

    Dopo  2 anni nello stesso posto, innumerevoli tentativi, Graziella dovette gettare la spunga e dichiarare sconfitta!!!!

    ..........

     
     
     

    GRAZIELLA E GLI UOMINI IMPOSSIBILI

    Post n°56 pubblicato il 10 Gennaio 2006 da le3grazie.prego
    Foto di le3grazie.prego

    La dolce e sensibilissima Graziella, nonchè scaldabagno arruginito per vocazione e Gibbone per professione, ha sempre selezionato accuratamente i suoi amati,    spesso/sempre vittime inconsapevoli  di fantasie ad occhi aperti e pedinamenti neanche fossero delinquenti.

    E' da sottolineare come le scelte della ginnica e soprattutto esile fanciulla ricadessero sempre su persone per lei raggiungibili ed abordabili...."ma de che!"... quella Sue Hellen dei poveri è anche "di bocca buona"!

    Mica si sceglie il fornaio con un occhio solo, sotto casa, o il fioraio senza braccio.... c'ha pure le pretese! No quello è basso, quello è grasso.....

    Mica scema la ragazza (ragazza per modo di dire),  quand'era più piccola (di età non di peso), invece di pensare al compagnuccio di classe, già fantasticava vite da favola con attori  "della porta accanto": Brad Pitt, Tom Cruise, Kevin Costner ed Eduardo Palomo (che conosce solo lei)...

    Crescendo poi (nella sua fase semi acculturata), cominciò a dilettarsi con il teatro e soprattutto il balletto!

    Nacque così l'amore per Mikhail Baryshnikov che solo di recente è riuscita ad incontrare di persona (lui sul palco e lei in platea), insieme alle sue immancabili figuracce..

    Unica esibizione a Roma e soprattutto  ultima di Baryshnikov prima del ritiro dalle scene.

    L'addio alla danza del mito per eccellenza della danza classica, Graziella non poteva perderselo.....

    biglietti solo ad invito = Graziella senza biglietto.

    L'inarrestabile furia elefantesca, con la faccia come.... riuscì comunque (con pianti e suppliche), a sedersi in platea nell'unico posto disponibile accanto ad una "regina" made in Village People con tanto di parrucca viola rossetto e unghie smaltate con i brillantini!

    Lo spettacolo fu purtroppo deludente per Graziella  che si aspettava, dall'ormai anzianotto ballerino, ancora piruette ed evoluzioni.

    REGINA CON GLI STRASS: Did you like the performance? (ed altre cose incomprensibili)

    GRAZIELLA: no

    REGINA CON GLI STRASS: WHY?

    GRAZIELLA (in inglese maccheronico): I didn't like the coreography, i prefers the classic i don't like the modern style

    Così la strana figura dalle sembianze umane si alzò e se ne andò stizzita...

    Poco dopo venne presentato e quindi fatto salire sul palco, l'illustre e (a quanto apre) famosissimo ed apprezzatissimo coreografo: LA REGINA DEGLI STRASS!

    Concluso ogni sogno di gloria, come al solito quella bocca di "ciavatta"  ha detto no quando doveva dire "si" e l'ha rovinata! 

    Ogni tentativo di recuperare sarebbe stato vano, così come sfumata l'unica possibilità di raggiungere il camerino del suo personal mito....

    I suoi amori impossibili proseguirono nel ramo della danza...

    La sventurata si appassionò questa volta al TIP TAP, o meglio ai TAP DOGS, un gruppo di circa 7 o 8 super figoni rigorosamente australiani ed americani, con fisici palestrati, in t-shirt e jeans.

    Il Gibbone in calore, folgorata da un paio di questi super belloni, costrinse la sua immancabile compagnia di sventure Grazia de Camionist a seguirla nella mission impossible: "1 su 7 ci starà?"

    Così preparati i "pensierini" (pacchetti con baci perugina...che vergogna a pensarci), block notes per autografi e soprattutto dediche, macchina fotografica e parrucchiere.....

    Due splendori neanche dovessero andare ad un matrimonio....

    Riuscirono a trovare posto, rigorosamente in prima fila, per l'ultimo spettacolo ....

    soddisfatte e particolarmente compiaciute del panorama dalle poltronissime, strillarono e salutarono (+ Gaziella sicuramente), quei poveretti affaticati ed intenti nel pestare i piedi per circa 2 ore di spettacolo.

    Finita la performance e recuperato quel pizzico di dignità per uscire dal Teatro, le due si diressero furtivamente nei camerini!

    Rimasero circa 30 minuti in attesa  con tanto di rose e cioccolatini...

    Graziella nel frattempo istruì alla perfezione Grazia che come i migliori segugi era pronta a rintracciare e  placcare il ficone prediletto....

    Fattostà che presa dalla foga di avere tutti gli autografi Graziella si fece sfuggire proprio quello del più bello: BEN (che inteliggentemente si defilò aggirando l'ostacolo fan impazzita)

    GRAZIELLA: Grazia dov'è BEN?

    GRAZIA: è passato mentre eri intenta a  fare lo spelling del tuo nome e dettavi la tua dedica...

    GRAZIELLA: Ben Ben Bennnnnnnnnnn

    di corsa verso la porta dalla quale stava uscendo in quel momento Il FICONE CON LE CLIPS

    corri....corri....quando poi....caleotto fu il sanpietrino....

    L'imbranata inciampa e finisce completamente  "spiaccicata" sulla porta chiusa....

    per il tonfo fragoroso, il poveretto impaurito tornò in dietro a vedere cosa fosse successo...

    Graziella completamente sdraiata per terra, dolorante per la botta, e disperata per aver perso l'occasione, si rianimò in batter d'occhio alla vista del  suo personal principe azzurro venutole in soccorso

    GRAZIELLA con il cioccolatino in mano: IT's for you

    BEN: thanks bye

    Non contenta costrinse Grazia ad andare la settimana successiva nuovamente a teatro per una lezione di tip tap direttamente impartita dai ficoni!

    Ben non c'era, forse ancora doveva riprendersi dalla paura di Graziella che, non soddisfatta della figuraccia della porta, decise di inseguirli con la  macchina (del padre di Grazia), cercando di attirare la loro attenzione (e dei vigili), mettendo mezzo busto fuori del finestrino e salutando e strillando a più non posso..

    Poi, sempre in tema di "ballerini" particolarmente ficoni, Graziella diresse la sua  fashion attenzione su DOUGLAS = Spogliarellista di colore dei centocelle dream man....

    Rimasta folgorata dopo l'esibizione di capodanno 2000, cominciò a seguirlo per tutta la discoteca con vani risultati che la costrinsero a cambiare nuovamente aspirazioni....

     

     

     
     
     

    MICHELE MICHELE!

    Post n°52 pubblicato il 06 Gennaio 2006 da le3grazie.prego
    Foto di le3grazie.prego

    ovvero, capodanno in terronia

    personaggi:

    • la trobetta vamp - Graziella
    • l'uomo molto donna - Grazie al *****
    • the camionist - Grazia
    • il gigante pensaci tu - Andrea
    • la donna dalle parole parole - Francesca

    chi scrive è Grazia sopravvissuta a una notte di capodanno inesistente ma che ancora si porta dietro le risate dei giorni a seguire.

    il giorno di capodanno fu fatale per colui che decise di avventurarsi nella capitale della Terronia, cosi fatale che il suo ritorno fu posticipato di un giorno.
    in pratica tra la fretta e gli scazzi Andrea scende giu per festeggiare il capodanno a casa di amici non prendendo il biglietto del ritorno per Brescia, cosi convinto che avrebbe trovato il posto su qualsiasi treno il primo giorno di gennaio...la sorpresa non fu cosi tanto sorpresa..visto che il sito di trenitalia era andato nel pallone con il tutto esaurito.

    No Problem!l'uomo dai capelli lunghi e dalla statura da vikingo sarebbe rimasto a casa mia per il tempo occorrente a trovare un posto su un treno...da notare che nel periodo del suo soggiorno a roma ha sempre piovuto...non sono solo io che porto mal tempo!
    la "fortuna" è stata dalla sua perchè invece della poltrona letto gli è capitata una stanza tutta per se.
    la fortuna tra virgolette, perchè a parte il fatto che avanzassero un po di centrimetri dal bordo del letto quando dormiva, ha dovuto convivere a stretto contatto con la donna nana ( Grazia's mother) e padre camionist (indovina di chi è il padre) , il fratello rompicose, la moltitudine di bestiole in avanzo..e soprattutto gli è toccato dormire osservato da un bel po di esseri inanimati che contornavano la stanza (mini pony). ma non solo questo...ha dovuto sobbarcarsi le parentesi aperte dei discorsi di mia madre (e mai chiuse), le svariate domande su pc (lei le fa a chiunque, perchè non ci capisce una mazza) e soprattutto la storia delle lenticchie con effetto peretta (si ma l'effetto me lo sono dovuto sobbarcare anche io...visto che sono stata ospitata nella camera dei miei)...se poi ci mettiamo anche l'incontro con Marja, la kolf polacca che piu che polacca sembra calabrese, la san franceso pelosa, colei che parla con gli animali e fuma come una ciminiera...insomma il suo soggiorno è stato...come dire..."movimentato"

    viste le premesse, e viste le lenticchie ancora sulla tavola...l'ospite deve per forza esser portato fuori dalla gabbia di matti...ma commette un errore..."chiedi alla tua amica Graziella se vuol venire con noi, cosi la conosco"

    ecco fatto!non bastava dar un volto a Grazia...voleva capire perchè se mi si chiede come sia Graziella io rispondo con un "è Graziella, non si puo descrivere"
    ...ora l'ha capito...

    le telefono, tralasciando le varie esperienze teoricosessuali sul suo capodanno, tralasciando i bigne con la crema inciampati nel suo percorso, riesco a convincerla ad uscire.

    nessuno avrebbe mai potuto immaginare che il gigante venuto da lontano avrebbe conosciuto di li a poco tutte e 3 le Grazie in tutto il loro splendore!
    Graziella col suo savoire faire (se cosi si scrive) riesce a convincere Grazie al **** a raggiungerci dopo cena, in quanto ci stavamo avvicinando alla sua zona, cosi da andare a bere qualcosa dopo...e chi immaginava che si sarebbe unita alla combriccola particolare anche Francesca, colei che se comincia a parlare al telefono non si ferma piu?

    siamo in due auto, io con andrea, e Grazie al ***** con Graziella nell'altra.
    li seguo mentre noto sul volto di andrea una smorfia sconcertante...stava osservando cosa stesse accadendo nell'auto davanti a noi.
    no niente scene di sesso spinto, niente acrobazie...ma le due Grazie completamente perse nella musica con trombette e cappellini stavano dando spettacolo nel traffico di roma!
    continuo a seguirli quando comincio a notare la strada che stavamo percorrendo...ed ecco li che comincia la mia sfilza di "no - no non ci voglio andare - no non è possibile..." sapevo quand'era la metà prima che mi venisse fatta notare...
    andrea non capiva, gli spiego che saremmo andati a finire in un locale "molto in" nell'ambiente di Grazie al **** e mi viene risposto "eh che sarà mai, io non ci sono mai stato"
    appunto, non credo ci tornerà.
    fuori pioveva, il volto di Graziella completamente soddisfatto della scelta, con il suo ghigno malefico ci fa cenno di entrare (lo odia anche lei quel posto!)
    e cosi, tra donne mascoline, uomini vestiti da donna, uomini che cercano il principe azzurro...entriamo noi, le 3 Grazie, il gigante buono e la donna parole parole. in 5 minuti credo che ci abbiano schedato, fatto le radiografie ed erano pronti a prenderci a calci viste le facce che avevamo...ma purtroppo non abbiamo trovato posto e siamo dovuti uscire...che peccato eh?
    (l'idea di dover passare li una serata mi fa ancora venire la pelle d'oca!)
    Grazie al **** ci assicura che in una traversa di quella via c'erano un po di localini tranquilli (1 e mezzo, il mezzo è una vineria)
    tra la vasta e ampia scelta dei locali optiamo per l'unico che c'era...
    vuoto, praticamente vuoto, ci accomodiamo...e non c'è il servizio al tavolo..e vabbe!
    tra un rossini venuto male fatto con lo sciroppo di fragole e il brut annacquato e una birra...escono fuori i discorsi...

    Graziella, mentre stava analizzando se nel suo cocktail (rigorosamente analcolico, stava smaltendo ancora la pseudo sbornia di capodanno) ci fosse solo l'ananas e un qualcosa di colore rosso che assomigliasse a una fragola, comincia con l'intervista: "Michele michele..vogliamo sapere a quando la notte di sesso sfrenato tra Grazia e il gigante buono"
    non so perchè ma con Graziella ultimamente i discorsi cascano sempre li...poi con la vicinanza di Grazie al ***** e i ricordi di capodanno..ha dato ampio sfogo alle sue uscite, la voglia di imparare non finisce mai (eeh da mo!)
    sta di fatto che tra ormoni impazziti, teorie sessuali su incastri e impicci vari,l'intervista procede...

    Graziella:"michele michele, vogliamo sapere che completino intimo indosserà questa sera il nostro gigante buono...allora gigante, ci dica ci dica, che cosa indosserà per questa notte de fuego nella capitale?"
    sempre Graziella:"ah-ah michele! questa sera farà proprio il mandrillo ... si presenterà in mutande!"
    ancora Graziella rivolta però a Grazia:"ah ah michele michele, e lei?signorina bocoulouse pettinouse, taaaanto caruuuccia, come risponderà a questa provocazione der mutanda de brescia?"
    ancora Graziella:"ma lei - riferito al gigante - con questa faccia cosi sbattuta, ci dica ci dica, lei ha fatto proprio il mandrillo questi giorni vero? michele michele, noi lo sappiamo che non ce lo vuole confessare, ma noi la verità la sappiamo!Ah-ah"
    ancora lei:"ci dica, vikingo...quanti giorni quanti giorni, michele michele lo vogliamo sapere...lo volete sapere anche voi in studio?"
    il gigante:"veramente sono 3 giorni che non dormo"
    Graziella per l'ennesima volta:" AH AH! MICHELE! tre giorni Michele! .. ACCH!..." e fu cosi che il cocktail di Graziella, anzichè finire nella sua gola finisce addosso a tutti, compreso il tavolo...colpa l'emozione, non ha retto al colpo, senza pensare che i 3 giorni di mancato sonno non erano dovuti ai sexual bagordi!

    immancabile, non poteva mancare una delle sue cadute, visto che lo diceva anche l'oroscopo..

    e cosi, tra sottobichieri ridotti in coriandoli (ho quel vizio) appiccicume zuccheroso e i  "michele michele" made in Graziella, usciamo vagamente dal pub...sicuri di non metterci ovviamente piu piede!

    il commento del gigante: le 3 Grazie sono delle cartoline...

    non oso pensare chi vuol farci da francobollo :)

    Grazia

     
     
     

    LE ULTIME DI NONNA LAMA

    Post n°51 pubblicato il 06 Gennaio 2006 da le3grazie.prego
    Foto di le3grazie.prego

    GRAZIELLA: Nonna in che anno siamo?

    NONNA LAMA: 95

    GRAZIELLA: no di +, molto di più nel 95 avevo 13 anni

    NONNA LAMA: a allora 96

    GRAZIELLA: no 2000....

    NONNA LAMA: 2096

    GRAZIELLA: meno

    NONNA LAMA: 2006

    GRAZIELLA: Brava!

    Dopo circa 10 minuti...

    GRAZIELLA: Nonna in che anno siamo?

    NONNA LAMA: 1006

    GRAZIELLA: sempre peggio!

    NONNA LAMA: allora 1002

    GRAZIELLA: si e c'è anche Giotto

    NONNA LAMA: Chi è n'amico tuo?

    NONNA LAMA: Ve voglio un bene tremendo.....ve voglio un bene cieco.......ve voglio un bene "puzzolente"!

    GRAZIELLA: Grazie Nonna

    NONNA LAMA: Prego Nepote

     
     
     
    Successivi »