Quid novi?

Letteratura, musica e quello che mi interessa

 

AREA PERSONALE

 

OPERE IN CORSO DI PUBBLICAZIONE

Cliccando sui titoli, si aprirà una finestra contenente il link ai post nei quali l'opera è stata riportata.
________

I miei box

Piccola biblioteca romanesca (I miei libri in dialetto romanesco)
________

Cento sonetti in vernacolo romanesco (di Augusto Marini)

Centoventi sonetti in dialetto romanesco (di Luigi Ferretti)

De claris mulieribus (di Giovanni Boccaccio)

Il Novellino (di Anonimo)

Il Trecentonovelle (di Franco Sacchetti)

I trovatori (Dalla Prefazione di "Poesie italiane inedite di Dugento Autori" dall'origine della lingua infino al Secolo Decimosettimo raccolte e illustrate da Francesco Trucchi socio di varie Accademie, Volume 1, Prato, Per Ranieri Guasti, 1847)

Miòdine (di Carlo Alberto Zanazzo)

Palloncini (di Francesco Possenti)

Poesie romanesche (di Antonio Camilli)

Poesie varie (di Cesare Pascarella, Nino Ilari, Leonardo da Vinci, Raffaello Sanzio)

Romani antichi e Burattini moderni, sonetti romaneschi (di Giggi Pizzirani)

Storia nostra (di Cesare Pascarella)

 

OPERE COMPLETE: PROSA

Cliccando sui titoli, si aprirà una finestra contenente il link ai post nei quali l'opera è stata riportata.

I primi bolognesi che scrissero versi italiani: memorie storico-letterarie e saggi poetici (di Salvatore Muzzi)

Il Galateo (di Giovanni Della Casa)

Osservazioni sulla tortura e singolarmente sugli effetti che produsse all'occasione delle unzioni malefiche alle quali si attribuì la pestilenza che devastò Milano l'anno 1630 - Prima edizione 1804 (di Pietro Verri)

Picchiabbò (di Trilussa)

Storia della Colonna Infame (di Alessandro Manzoni)

Vita Nova (di Dante Alighieri)

 

OPERE COMPLETE: POEMI

Il Dittamondo (di Fazio degli Uberti)
Il Dittamondo, Libro Primo

Il Dittamondo, Libro Secondo
Il Dittamondo, Libro Terzo
Il Dittamondo, Libro Quarto
Il Dittamondo, Libro Quinto
Il Dittamondo, Libro Sesto

Il Malmantile racquistato (di Lorenzo Lippi alias Perlone Zipoli)

Il Meo Patacca (di Giuseppe Berneri)

L'arca de Noè (di Antonio Muñoz)

La Scoperta de l'America (di Cesare Pascarella)

La secchia rapita (di Alessandro Tassoni)

Villa Gloria (di Cesare Pascarella)

XIV Leggende della Campagna romana (di Augusto Sindici)

 

OPERE COMPLETE: POESIA

Cliccando sui titoli, si aprirà una finestra contenente il link ai post nei quali l'opera è stata riportata.

Bacco in Toscana (di Francesco Redi)

Cinquanta madrigali inediti del Signor Torquato Tasso alla Granduchessa Bianca Cappello nei Medici (di Torquato Tasso)

La Bella Mano (di Giusto de' Conti)

Poetesse italiane, indici (varie autrici)

Rime di Celio Magno, indice 1 (di Celio Magno)
Rime di Celio Magno, indice 2 (di Celio Magno)

Rime di Cino Rinuccini (di Cino Rinuccini)

Rime di Francesco Berni (di Francesco Berni)

Rime di Giovanni della Casa (di Giovanni della Casa)

Rime di Mariotto Davanzati (di Mariotto Davanzati)

Rime filosofiche e sacre del Signor Giovambatista Ricchieri Patrizio Genovese, fra gli Arcadi Eubeno Buprastio, Genova, Bernardo Tarigo, 1753 (di Giovambattista Ricchieri)

Rime inedite del Cinquecento (di vari autori)
Rime inedite del Cinquecento Indice 2 (di vari autori)

 

POETI ROMANESCHI

C’era una vorta... er brigantaggio (di Vincenzo Galli)

Er Libbro de li sogni (di Giuseppe De Angelis)

Er ratto de le sabbine (di Raffaelle Merolli)

Er maestro de noto (di Cesare Pascarella)

Foji staccati dar vocabbolario di Guido Vieni (di Giuseppe Martellotti)

La duttrinella. Cento sonetti in vernacolo romanesco. Roma, Tipografia Barbèra, 1877 (di Luigi Ferretti)

Li fanatichi p'er gioco der pallone (di Brega - alias Nino Ilari?)

Li promessi sposi. Sestine romanesche (di Ugo Còppari)

Nove Poesie (di Trilussa)

Piazze de Roma indice 1 (di Natale Polci)
Piazze de Roma indice 2 (di Natale Polci)

Puncicature ... Sonetti romaneschi (di Mario Ferri)

Quaranta sonetti romaneschi (di Trilussa)

Quo Vadis (di Nino Ilari)

Sonetti Romaneschi (di Benedetto Micheli)

 

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Maggio 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        
 
 

Messaggi di Maggio 2017

Gennaro

Post n°3925 pubblicato il 31 Maggio 2017 da valerio.sampieri
 

Gennaro

Quanno torna gennaro: capodanno,
feste, auguri, regali a sprofusione ...
pare ch'ognuno vò scordà l'affanni
che se porta incollati sur groppone.

Se spera, ne' li mesi che veranno,
ch'er vento cambi e porti cose bòne
e chi cià la battecca der commanno
ce sappia fà; ma è tutta 'n'illusione.

Coruzzioni impunite, pappatoria,
er popolo contento e cojonato,
disonestà ... sempre la stessa storia.

Più tempo passa e più te fanno fesso,
finché arivi a dicembre, sconcertato,
e cominci a sperà nell'anno appresso.

Francesco Possenti
Rugantino n. 12870 del 4 gennaio 2011

 
 
 

L'acquarenario

Post n°3924 pubblicato il 31 Maggio 2017 da valerio.sampieri
 

L'acquarenario

Er mare granne chiama,
er Tevere cammina,
la vita nostra grama
appresso se strascina.
E canta la corente
mijara de racconti
e l'acqua arilucente
impasta li colori
coll'oro di tramonti,
l'ocra, li rossi e toni
d'ambra, li gialli ori
de pietre e de mattoni,
li palazzi de Roma.

Come fusse un pennello,
er platano s'inchina
per intigne la chioma
ner fiume che cammina
e così l'acquerello
assume 'sto colore
der bionno pajerino
che te resta ner core ...
A riva cor passino,
co' la magra e la piena,
er Tevere sciorino
e je levo la rena.
Conservo li tesori
come 'na cosa rara
der colore de Roma
e venno l'acqua chiara ...
«Chi vole l'acqua chiara?
L'acqua chiara de Roma:
chi vò l'acqua de Romaaaa?»

Mauro Marè
Rugantino n. 12874 del 1 febbraio 2011

 
 
 

Che ber garofolo

Che ber garofolo

Si er pittore pe' fà l'autoritratto
addopra li colori, cor pennello,
io, che faccio er poeta, m'aranchello
cor pennino ... sippuro è poco adatto.

Vojo descrive un po' come so' fatto:
inquanto ar côre, a l'anima, ar cervello,
si nun è tutto d'oro, è vero orpello ...
ché, si nun canto in versi, allora schiatto!



So' più brutto che bello, ma simpatico;
la spiffero com'è, sinceramente.
Me piace er pane e puro er companatico ...

So' come sa vedemme que' la gente
che me guarda co' l'occhio democratico;
de tutta l'antra, nun me frega gnente!

Cencio Galli (Vincenzo Galli)
Rugantino n. 12874 del 1 febbraio 2011

 
 
 

Tra compari

Post n°3922 pubblicato il 31 Maggio 2017 da valerio.sampieri
 

Tra compari

- Ho incontrato tu' moje, ier matina ...
- Hai incontrato mi' moje? - Sì, Nannina.
- T'ha parlato de me? - Pe' più de ‘n'ora:
pensanno a quer che ha detto, rido ancora!
- Mo esaggeri! Ma che t'ha riccontato?



- Che t'imbriachi, che sei smemorato,
che li quatrini te li bevi tutti ...
e er vino te fa tanti scherzi brutti.
Pe' ride, basta dì, caro Giggetto,
sémo cascati tutti e due dar letto!

Bixio Ribecchi
Rugantino n. 12846 del 20 luglio 2010

 
 
 

Anticaje

Post n°3921 pubblicato il 30 Maggio 2017 da valerio.sampieri
 

Anticaje

Incominciò accosì un lumetto antico,
parlanno co' l''amico candejere
drento da un rigattiere:
- Io nun lo so er perché
er negozziante de 'sta bottegola
a 'gni criente leva la parola
quanno chiede 'na tommola pe' me.
Forze sarò 'na cosa de valore:
inciso a mano, so' dorato a fôco;
però cambianno lôco e locatore
potrei rifamme 'n'antra vita mia
in quarche casa de' la borghesia.

Invece eccheme qua:
e me dispiace de dové invecchià. -
Rispose er candejere: - Che te frega?
'Gni giorno che te passa, acquisti er preggio!
Chissà se nun vai peggio
lassanno 'sta bottega?
A differenza a l'ômo che s'invecchia
e se riduce a gnente,
più sei vecchio e più vali de varzente.
Devi sapé che er monno s'arispecchia
su l'anticaje sempre assai importanti,
perché chi è inteliggente adesso stima
l'artefici de prima:
l'arte der sapé fà e de li sprennori
e no quella d'adesso
de certi guastatori der progresso!

Romeo Collalti
Rugantino n. 12875 del 8 febbraio 2011

 
 
 

Er ladrone

Post n°3920 pubblicato il 30 Maggio 2017 da valerio.sampieri
 

Er ladrone

Frega li bottegari, l'artiggiani,
li scribbi, li dottori, li sordati;
spoja li ricchi, spoja li prelati,
aranfa a li pretori e all'ortolani.

Spoja li monasteri de li frati
e sfila er portafojo a li pagani;
rubba l'argenteria de li surtani,
scippa li fasciatori a li neonati.

E doppo avé fregato mezzo monno
sbaja 'na mossa e, fra li tanti guai,
viè crocifisso accosto all'Omo bionno.

Ma, occhiato Cristo, dice co un soriso:
- Ricordete de me, quanno sarai ... -
Du' parole, e se frega er Paradiso!

Giorgio Roberti
Rugantino n. 12844 del 6 luglio 2010

 
 
 

Odore de fieno

Odore de fieno

La guazza de' la notte se riposa
sopra le fronne e l'erba profumata:
l'arba sbadija e appronta la parata
ne' la campagna tutta vaporosa.

Er tempo chiede er sole: e ne' l'afosa
giornata che s'appresta a la vallata
li farciatori sotto a' l'arberata
so' pronti ar via pe' l'ora faticosa.



'N odor de fieno e de menta romana
esala ne' respiro a mano a mano
e come incenso va lungo la piana

pe' spannese a' l'artare più feconno:
la madre tera ch'er genere umano
ancora nun capisce inzino a fonno!

Romeo Collalti
Rugantino n. 12847 del 27 luglio 2010

 
 
 

A punta de giorno

Post n°3918 pubblicato il 29 Maggio 2017 da valerio.sampieri
 

A punta de giorno

Di' un po': de maggio, te sei mai affacciato
verso le quattro e mezza de matina
a 'na finestra che dà sopra ar tetto,
quanno ogni passeretto
se fa toletta co' 'na sgrullatina
e zompetta qua e là, e fa capoccella
come pe' salutà l'urtima stella?

Nun l'hai veduta mai 'sta meravìa
de cappe, lucernari e tettarelli
tinti d'azzuro e de malinconia?
E nun l'hai intese mai quante canzoni,
co' li beccucci tanto carinelli,
sanno intonà 'sti passeri birboni?

Si li vedessi! Manco spunta er sole
ch'è già un viavai dar tetto ar campanile
e da questo a le gronde e soffittole
co' quarche sosta intorno ar funtanile
smosso dar giro de le «ventarole».



È come un corre pe' le vie celeste
de pupi spensierati; è 'na fatica
de passerotte ner vedé le teste
spennacchiate da tutti li «crocchioni»
che chiedeno 'na crosta o 'na mollica,
a becco uperto su li cornicioni.

Ma nun appena ch'ogni finestrella
s'opre a la brezza de la matinata,
senti un fru-fru: so' loro
che se vanno a buttà come in parata
cor passero più ardito in sentinella.

In che punto? Su quarche finestrino,
su 'na grondara o quarche tettarello,
pronti a bevesse un sorso de turchino
o dà er bongiorno a un sogno d'oro e bello
sognato da un grugnetto screpantello,
forse ancora anninnato sur cuscino.

Matinate de maggio che ristoreno
lo spirito ammalato
cor fatte beve un monno d'incantesimo
tutto d'un fiato.

Romolo Lombardi
Rugantino n. 12838 del 25 maggio 2010

 
 
 

Er ghiacciarolo

Post n°3917 pubblicato il 29 Maggio 2017 da valerio.sampieri
 

Er ghiacciarolo

Passa lungo er mercato dopp'er tocco,
va pe li banchi e chiede: - Chi vò er ghiaccio? -
S'appunta li commanni su un brojaccio,
poi se ne va pe fotte lo scirocco.

Un'ora doppo, torna locco-locco,
co la mandritta avvorta in d'uno straccio,
e, cor trapeso a spalla, in cima ar braccio,
sbologna er «freddo» in cammio der bajocco.

'Na colonna de ghiaccio ar pesciarolo,
una ar norcino, mezza a l'abbacchiaro
e una colonn'e un quarto ar frittarolo.

Cusì j'attappa a tutti la magagna ...
Ché intanto ognun già sa ch'er bujaccaro
dimani viè a spiccià la martufagna.

Luciano Luciani
Rugantino n. 12848 del 3 agosto 2010

 
 
 

L'indennità

Post n°3916 pubblicato il 28 Maggio 2017 da valerio.sampieri
 

L'indennità

Adesso, ar Parlamento Nazzionale,
ogni rappresentante der Paese
sai quanto pija? Mille lire ar mese:
dodici mila all'anno ... Nun c'è male!

Chi je le dà? Nojantri: è naturale!
Ne la paga, però, ce so' comprese
l'opinioni politiche e le spese
pe' sostené la fede e l'ideale.

Quelli che ne potrebbero fa' senza,
perché so' ricchi e cianno robba ar sole,
li spenneranno pe' beneficenza.

Er mio, defatti, pare che li dia
ar Pro-Istituto de le donne sole
ch'hanno bisogno d'una compagnia ...

Trilussa
1913. Da: Ommini e bestie - Elezzioni, 1923
Trilussa, Tutte le poesie, Mondadori, 1954, pag. 373

 
 
 
 
 

INFO


Un blog di: valerio.sampieri
Data di creazione: 26/04/2008
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ULTIME VISITE AL BLOG

Vince198valerio.sampierinina.monamourmolto.personaleNORMAGIUMELLIsemola1987darie.mathieuNuvola_volaPICCOLAVIOLETTA6daunfiorespazioserramenti02the.pink.shadezatarra13gryllo73
 
 

ULTIMI POST DEL BLOG NUMQUAM DEFICERE ANIMO

Caricamento...
 

ULTIMI POST DEL BLOG HEART IN A CAGE

Caricamento...
 

ULTIMI POST DEL BLOG IGNORANTE CONSAPEVOLE

Caricamento...
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom