Creato da bluewillow il 31/03/2006

L'angolo di Jane

Tutto su Jane Austen e sui libri che mi piacciono!

L'ANGOLO DI JANE

Benvenuti nel mio blog!

Questo spazio è dedicato a recensioni di libri e film, ai miei racconti,  a riflessioni personali di varia natura e soprattutto a Jane Austen, una delle mie scrittrici preferite.

Sono una stella del firmamento
che osserva il mondo, disprezza il mondo
e si consuma nella propria luce.
Sono il mare che di notte si infuria,
il mare che si lamenta, pesante di vittime
che ad antichi peccati, nuovi ne accumula.
Sono bandito dal vostro mondo
cresciuto nell'orgoglio e dall'orgoglio tradito,
sono il re senza terra.
Sono la passione muta
in casa senza camino, in guerra senza spada
e ammalato sono della propria forza.

(Hermann Hesse)

 


 

 

JANE AUSTEN -RITRATTO

immagine
 

SLIME BOX

Slime adottati dal blog grafico amico Stravaganza

(clicca sul nome degli slime per leggerne la descrizione)

 

Pink Slime


 

Ink Slime

 


 

IL MIO ANIMALETTO BLOG-DOMESTICO

 

 

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 


 immagine


immagine

 

 

immagine

 

 

« Il principiante. Raccont...L'uomo che corruppe Had... »

L'amore bugiardo - Gillian Flynn

Post n°945 pubblicato il 21 Dicembre 2012 da bluewillow
 

Titolo: L'amore bugiardo Titolo originale: Gone Girl Autrice: Gillian Flynn Traduzione: Francesco Graziosi per i capitoli di Nick, Isabella Zani per i capitoli di Amy Casa editrice: Rizzoli pag: 450 formato: ebook costo: 8,99 €

“Non so se a questo punto siamo ancora umani, o almeno non so se la maggior parte di noi, cresciuta con la tv e i film e ora con Internet, lo sia. Se veniamo traditi, sappiamo cosa dire; quando muore una persona che ci è cara, se vogliamo fare i fighi o i saputoni o i deficienti, sappiamo cosa dire. Leggiamo tutti dallo stesso copione, con le pagine piene di orecchie.
In quest'epoca è molto difficile essere una persona, una persona reale e autentica anziché un fascio di tratti caratteriali selezionati da un generatore infinito di personaggi.
E se tutti stiamo interpretando un ruolo, allora l'anima gemella non può esistere perché le nostre anime non sono vere”.

Quanta verità e quanta menzogna si mescolano in un rapporto fra marito e moglie?
In “L'amore bugiardo” Gillian Flynn porta agli estremi la profonda differenza fra l'immagine che ogni persona crea di sé per piacere agli altri, il “personaggio” che ognuno interpreta, e la parte nascosta, oscura che invece si cela nel profondo, come una belva messa in gabbia, in attesa di trovare una via di fuga.
Sullo sfondo c'è l'America della crisi economica, capace di piegare tanto le grandi città come New York che piccole città di provincia, come Carthage, nel Missouri, con giornali che chiudono a causa dell'emergere di internet, fabbriche che falliscono per la globalizzazione e in cui i centri commerciali abbandonati sono gigantesche isole nel deserto di un consumismo decadente.
In una serie di capitoli a voci alternate, Nick Dunne ed Amy Elliott raccontano versioni differenti del loro matrimonio, del loro incontro e di quello che potrebbe essere un omicidio, quello della stessa Amy.
Colpiti, come tutti, dalla recessione, Nick ed Amy hanno dovuto abbandonare i rispettivi lavori a New York, per finire nella sperduta citta di Carthage, in Missouri, una decisione dettata dai problemi della famiglia di Nick, ma anche da pressanti difficoltà economiche.
Un bel giorno, però, Amy scompare. La porta aperta, in casa tracce di colluttazione e una serie di indizi che puntano tutti in una direzione: Nick.
Amy e Nick sono sempre sembrati una coppia perfetta, dall'esterno, ma un capitolo dopo l'altro scopriamo le molte finzioni, le terribili bugie, i tradimenti, i trucchetti che hanno contraddistinto la loro relazione.
All'improvviso inizia per il Nick il rituale mediatico della caccia al colpevole: una stampa scatenata, una opinione pubblica furente  e un uomo che sembra avere la faccia, il carattere e il distacco emotivo di un colpevole. Nick sembra aver smesso di amare Amy da un bel pezzo, tutte le sue parole trasudano, più che il dolore che ci si attenderebbe dalla scomparsa di una moglie, il risentimento per essere stato messo alle strette in una situazione difficile. Ma chi ha detto che ci sono comportamenti e sentimenti standard validi per tutti?

In una prima parte del libro, alle confessioni di Nick si succedono capitoli tratti da un diario di Amy, in un crescendo di indizi che indicano come colpevole di un efferato delitto il marito.
Ma le cose non sono sempre come sembrano. Certo, Nick è un vero “stronzo” (perdonate il termine, lo usa la stessa scrittrice), ma siamo sicuri che “Amy” sia davvero la donna perfetta, amorevole che emerge dalle pagine del suo diario?
“L'amore bugiardo” riserva non poche sorprese al lettore, in una storia nera che più nera non si può,  in cui non ci sono buoni di sorta, un thriller in cui non scorre quasi goccia di sangue, ma dove volano parole di un odio bruciante e di un disprezzo corrosivo, nella metamorfosi più paurosa nella quale può trasformarsi un matrimonio: aver sposato uno sconosciuto, forse un pazzo pericoloso. Ma chi dei due lo è? Sarà il lettore a doverlo scoprire, fra una rivelazione ad effetto ed un'altra.
La risposta, alla fine, sarà forse più ambigua di quanto vi sareste aspettati.
Questo è un libro dal linguaggio estremamente “forte”, non solo perché i personaggi danno sfogo al loro risentimento usando termini a volte volgari, ma proprio per il contenuto pieno di corrosivo odio dei loro pensieri, che mostrano quanto marito e moglie in realtà disprezzino il comune modo di sentire riguardo all'istituto del matrimonio e della famiglia.
A Nick ed Amy la parte di buon marito e buona moglie va davvero stretta: sono per usare l'espressione usata dalla stessa Flynn, una “famiglia atomica”, sempre sul punto di scoppiare con effetti disastrosi. Eppure, qualcosa li unisce: l'amore, l'interesse o le rispettive perversioni, che sono pur sempre una alternativa al desolante tedio di una vita banale?
Il libro vi terrà incollati alle pagine, inseguendo Nick ed Amy nel loro tentativo di creare trappole o di sfuggirvi, e facendovi prendere atto del fatto che nessuno dei due rientra nell'identikit tipo della brava persona media.
Un libro, nerissimo e disturbante, che cattura il lettore attraverso la partita a scacchi fra Nick ed Amy, che appare quasi una fuga dalla noia di una vita troppo scontata.

Note: il libro, per un esperimento della casa editrice Rizzoli, è presente al momento solo in e-book, ma verrà pubblicato in cartaceo e diffuso nelle librerie nel Gennaio 2013.

Commenti al Post:
booksfactory_Roberta
booksfactory_Roberta il 23/03/13 alle 08:22 via WEB
Ho appena finito di leggere questo romanzo e anch'io pensavo di usare la stessa citazione che hai usato tu! Certo che per˛ la copertina italiana Ŕ davvero brutta, e anche fuorviante!
 
 
bluewillow
bluewillow il 23/03/13 alle 10:02 via WEB
Non sono una appassionata di thriller, ma questo Ŕ fatto piuttosto bene, prova ne Ŕ il fatto che ho anche trovato qualcosa da citare :)
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 

AREA PERSONALE

 

BANNER

I miei banner

immagine
immagine
immagine

immagine

(Realizzati per me in esclusiva dal blog grafico Stravaganza)

 

ROMPERE IL VETRO IN CASO DI EMERGENZA

 

BANNER LINK

 


 

 

 

 

I MIEI PROGETTI PER IL FUTURO

 

DISCLAIMER

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.

____________________


Metto questo disclaimer molto alla moda su quasi tutti i blog, già mi sento più importante solo per averlo messo! Comunque la mia personale opinione al di là della legge è che non sono una testata giornalistica perchè :
-non vedo il becco di un euro, ma in compenso a scriverlo sto andando alla neuro
-nessuno mi regala i libri
-nessuno mi regala i biglietti del cinema
-nessuno mi paga per scrivere e per dire quello che penso...
- e nemmeno quello che non penso!
- perchè se il "Giornale del Grande Fratello" èuna testata giornalistica, va a finire che io sarei la CNN! (questa l'ho quasi copiata da un altro blogger!).
Se volete leggere altre definizioni simili e più divertenti (magari vi torna comodo) potete trovarle QUI

____________________

 

 


Si fa il più assoluto divieto di utilizzare o citare il materiale contenuto in questo blog su siti di natura pornografica, illecita o immorale, pena denuncia alla polizia postale.

 

Relativamente al contenuto dell'intero blog, vale il seguente copyright:
TUTTI I DIRITTI RISERVATI.

Le citazioni da libri, all'interno delle recensioni dei libri stessi o in altri post, appartengono ai relativi autori.

 
Citazioni nei Blog Amici: 228
 

LE TRADUZIONI DI BLUEWILLOW - FREE TEXT

La maschera della morte rossa - Edgar Allan Poe

L'ingratitude (L'ingratitudine) - Charlotte Brontë 

Disclaimer
Non sono una traduttrice professionista, quindi le mie traduzioni potrebbero contenere errori. Vi raccomando di adottare riguardo a questi testi le stesse precauzioni di una installazione di Windows e cioè: non basate il software di aerei sulle mie traduzioni, non impegnate il vostro patrimonio in scommesse sul fatto che siano esatte, non usatele per delle tesi di laurea e soprattutto non spacciatele per vostre! Declino ogni responsabilità riguardo (e fate i vostri compiti onestamente, diamine!)

Anche se si tratta di traduzioni su di esse valgono gli stessi diritti di qualsiasi altra opera di ingegno. Naturalmente potete leggerle, stamparle, regalarle ai vostri amici e anche farci delle barchette di carta, ma non potete in nessun caso ricavarne un profitto o ometterne i crediti.