Creato da bluewillow il 31/03/2006

L'angolo di Jane

Tutto su Jane Austen e sui libri che mi piacciono!

L'ANGOLO DI JANE

Benvenuti nel mio blog!

Questo spazio è dedicato a recensioni di libri e film, ai miei racconti,  a riflessioni personali di varia natura e soprattutto a Jane Austen, una delle mie scrittrici preferite.

Sono una stella del firmamento
che osserva il mondo, disprezza il mondo
e si consuma nella propria luce.
Sono il mare che di notte si infuria,
il mare che si lamenta, pesante di vittime
che ad antichi peccati, nuovi ne accumula.
Sono bandito dal vostro mondo
cresciuto nell'orgoglio e dall'orgoglio tradito,
sono il re senza terra.
Sono la passione muta
in casa senza camino, in guerra senza spada
e ammalato sono della propria forza.

(Hermann Hesse)

 


 

 

JANE AUSTEN -RITRATTO

immagine
 

SLIME BOX

Slime adottati dal blog grafico amico Stravaganza

(clicca sul nome degli slime per leggerne la descrizione)

 

Pink Slime


 

Ink Slime

 


 

IL MIO ANIMALETTO BLOG-DOMESTICO

 

 

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 


 immagine


immagine

 

 

immagine

 

 

« Le tre stimmate di Palme...

The Wolf of Wall Street – film – recensione – Speciale Oscar 2014 n°1

Post n°1115 pubblicato il 20 Gennaio 2014 da bluewillow
 

Attenzione: questa recensione contiene un linguaggio esplicito (e il film moooolto di più)

Se questo film dovesse avere un titolo alternativo che ne descrivesse più dettagliatamente la natura, credo che quello più adatto sarebbe “The Fucking Wolf of Wall Street” visto che guardato in lingua originale la cosa che si nota maggiormente è proprio la ricorrenza della parola “fuck” in tutte le declinazioni (e per chi non sapesse l'inglese,beh, non è esattamente una bella parola).
Quinta collaborazione fra il regista Martin Scorsese e (il mio adorato) Leonardo DiCaprio, sembra che questa volta il film potrebbe valere una statuetta all'Oscar per entrambi.
Il film racconta ascesa e caduta del broker Jordan Belfort, diventato ricchissimo spacciando azioni fasulle a danarosi fessacchiotti, con una vita personale travolta in un vortice di sesso, droga, tradimenti ed illegalità. Sesso e droga sono in effetti le colonne portanti del film, quindi non stupitevi troppo se nelle quasi tre ore di questa pellicola è possibile vedere più signore dedite ad un antico mestiere di quante non ne appaiano in tutte le Cronache del Ghiaccio e del fuoco di George R.R. Martin (e credetemi, questo sì che è un record).
Mentre Scorsese ha già avuto l'onore di un riconoscimento dell'Academy nel 2007 per “The Departed”, Leonardo di Caprio è invece già stato nominato diverse volte senza mai ottenere l'ambito riconoscimento e sebbene io ritenga che questa non sia certo la sua migliore performance anche se sempre ottima (avrebbe potuto vincere un Oscar per quasi ogni film in cui ha recitato), credo che sia davvero giunto il momento che qualcuno dia un taglio a questa perenne attesa!
Diamine cosa deve fare un uomo per meritarsi un Oscar?
In questo film DiCaprio nello specifico ha:

  • sniffato cocaina dal sedere di una squillo
  • camminato completamente nudo in mezzo ai resti di un'orgia
  • recitato varie scene che potevano essere tratte tranquillamente da un film porno
  • e...dulcis in fundo....(certamente un omaggio alle famose 50 sfumature ...) si è perfino fatto infilare una candela accesa proprio lì dove non batte mai il sole!

Insomma, fermatelo. Dategli quest'Oscar e facciamola finita, perché ho davvero paura di cosa potrebbe fare in futuro in caso diventi sul serio disperato.
Ma per farla breve, mi è piaciuto questo film?
Voglio dire, a parte le orge, la droga e poi...fatemi pensare... che altro c'era? Ah, sì, altra droga e altre orge. Beh, ecco, non molto. Sì, il lato B di Leonardo DiCaprio non è male (anche se devo dire che il lume di candela non aggiunge in questo caso davvero niente di romantico), ma in buona sostanza quello che non ho amato di questo film è la sua morale.
Non è affatto una critica ad un modo spregiudicato di vivere, è piuttosto la sua celebrazione.
Certo, Scorsese ci mostra Belfort al fondo della sua rovina fisica e finanziaria, quando ad esempio, in preda agli incontrollati effetti di una droga, rotola (letteralmente rotola giù dalle scale) via dal Country Club e striscia fino alla sua macchina nel vano tentativo di fermare il suo altrettanto drogato socio dal rivelare al telefono tutti i suoi imbrogli, in una scena veramente ben riuscita: ma il punto è che una scena divertente, fa ridere. Non ci viene mai da compatire Belfort. E' un personaggio nero, negativo e a suo modo vincente: si rialza dopo la caduta e alla fine del film cerca di convincere una attenta platea a mettere in pratica gli stessi trucchi che lo hanno prima aiutato e poi tradito, quando chiede ad un novello aspirante venditore di mostrare le sue capacità e gli dice “Vendimi questa penna!”.
E' la realtà dite? Sì, ok, lo è, ma è anche una verità in fondo già detta. E' interessante vedere un marpione che marpioneggia? Uhm, no. Decisamente non lo è per tre ore di seguito, quelle che dura il film, in cui molti eventi e situazioni sembrano ripetersi e che alla lunga diventano noiosi. Forse un film più breve e con meno ridondanze sarebbe stato più riuscito.
Nel complesso:buona recitazione (dategli quell'Oscar, dategli quell'Oscar, dategli quell'Oscar!), ma sceneggiatura che avrebbe potuto essere migliorata.

Commenti al Post:
Utente non iscritto alla Community di Libero
dalloway il 21/01/14 alle 13:48 via WEB
Bentornata!! :))
 
 
bluewillow
bluewillow il 21/01/14 alle 19:15 via WEB
grazie :)))!
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
Margherita il 22/01/14 alle 12:54 via WEB
Ciao, quanto tempo! Bentornata!!! margherita
 
 
bluewillow
bluewillow il 22/01/14 alle 13:37 via WEB
grazie :))), il tempo passa troppo in fretta :)
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
Margherita il 22/01/14 alle 12:57 via WEB
(prima ti ho solo salutata, ora ho letto la recensione) Ah ah, non so se andrò a vedere il film, ma la tua recensione mi ha fatto ridere di gusto :-)
 
 
bluewillow
bluewillow il 22/01/14 alle 13:37 via WEB
ne sono felice :)))
 
VentoDiPoesia
VentoDiPoesia il 22/01/14 alle 13:37 via WEB
Io ho visto alcuni film con Leonardo di Caprio, ma per me non merita l'Oscar. Sarà che non impazzisco io per lui come attore. Ha fatto delle belle performance, non dico di no. Però non da Oscar. Opinione personale ;)
 
 
bluewillow
bluewillow il 22/01/14 alle 13:38 via WEB
Nonostante mi piaccia molto Leonardo DiCaprio, penso che in effetti questa non sia la sua parte migliore, ma io l'Oscar glielo darei in generale alla carriera :))
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
Irene Marziali il 03/06/14 alle 13:39 via WEB
Ciao, sempre complimenti per il tuo blog. Finalmente sono tornata nel mondo dei blogger. A presto spero!
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 

AREA PERSONALE

 

BANNER

I miei banner

immagine
immagine
immagine

immagine

(Realizzati per me in esclusiva dal blog grafico Stravaganza)

 

ROMPERE IL VETRO IN CASO DI EMERGENZA

 

BANNER LINK

 


 

 

 

 

I MIEI PROGETTI PER IL FUTURO

 

DISCLAIMER

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.

____________________


Metto questo disclaimer molto alla moda su quasi tutti i blog, già mi sento più importante solo per averlo messo! Comunque la mia personale opinione al di là della legge è che non sono una testata giornalistica perchè :
-non vedo il becco di un euro, ma in compenso a scriverlo sto andando alla neuro
-nessuno mi regala i libri
-nessuno mi regala i biglietti del cinema
-nessuno mi paga per scrivere e per dire quello che penso...
- e nemmeno quello che non penso!
- perchè se il "Giornale del Grande Fratello" èuna testata giornalistica, va a finire che io sarei la CNN! (questa l'ho quasi copiata da un altro blogger!).
Se volete leggere altre definizioni simili e più divertenti (magari vi torna comodo) potete trovarle QUI

____________________

 

 


Si fa il più assoluto divieto di utilizzare o citare il materiale contenuto in questo blog su siti di natura pornografica, illecita o immorale, pena denuncia alla polizia postale.

 

Relativamente al contenuto dell'intero blog, vale il seguente copyright:
TUTTI I DIRITTI RISERVATI.

Le citazioni da libri, all'interno delle recensioni dei libri stessi o in altri post, appartengono ai relativi autori.

 
Citazioni nei Blog Amici: 228
 

LE TRADUZIONI DI BLUEWILLOW - FREE TEXT

La maschera della morte rossa - Edgar Allan Poe

L'ingratitude (L'ingratitudine) - Charlotte Brontë 

Disclaimer
Non sono una traduttrice professionista, quindi le mie traduzioni potrebbero contenere errori. Vi raccomando di adottare riguardo a questi testi le stesse precauzioni di una installazione di Windows e cioè: non basate il software di aerei sulle mie traduzioni, non impegnate il vostro patrimonio in scommesse sul fatto che siano esatte, non usatele per delle tesi di laurea e soprattutto non spacciatele per vostre! Declino ogni responsabilità riguardo (e fate i vostri compiti onestamente, diamine!)

Anche se si tratta di traduzioni su di esse valgono gli stessi diritti di qualsiasi altra opera di ingegno. Naturalmente potete leggerle, stamparle, regalarle ai vostri amici e anche farci delle barchette di carta, ma non potete in nessun caso ricavarne un profitto o ometterne i crediti.