Creato da regina_crimilde il 25/10/2005

C'era una volta...

le fiabe sono solo dei ricordi d'infanzia o non sono piuttosto un codice da interpretare? Andiamo alla ricerca dei valori, dei miti, della storia profonda dell'umanità e dell'io che trasmettono.

 

 

« L'ibridoLo sposo mostruoso »

Ibridi, natura e saggezza

Post n°139 pubblicato il 05 Ottobre 2007 da regina_crimilde

Gli ibridi col mondo vegaetale sono un numero minimo rispetto agli ibridi animali, nella mitologia e nel genere fiabesco.

Più spesso sono trasformazioni salvifiche, mutazioni che gli déi accordano per salvarli ad alcuni mortali in pericolo.
Così Dafne si tramuta in alloro per sfuggire alle mire sessuali di Apollo.


Si può pensare che la mutazione vegetale sia meno ricorrente perché sembra portare ad un essere inanimato, raramente portatore di significati ulteriori, una trasformazione definitiva, nella quale l'anima umana resta imprigionata invece di recuperare valori nascosti all'umanità come avviene nel caso dell'ibrido animale.

Una eccezione è quella del personaggio di Barbalbero nell'epopea del Signore degli Anelli di Tolkien, definito l'essere più antico della Terra Mezzo, il pastore di alberi. Barbalbero (o Fangorn) e portatore di valori di saggezza, allontamento dalla approssimazione e superficialità della vita che vede scorrere intorno a lui, consapevole di un modo di vivere il tempo diverso. Lento.
Ma anche triste, perché appartenente inesorabilmente ad un mondo che non c'è più, ad una razza, gli Ent, cui è stata negata la possibilità di amore e di continuità, con l'allontanamento delle Entesse, la loro metà femminile.

“sembrava vi fosse dietro le pupille un enorme pozzo, pieno di secoli di ricordi e di lunghe, lente, costanti meditazioni; ma in superficie sfavillava il presente, come sole scintillante sulle foglie esterne di un immenso albero, o sulle creste delle onde di un profondo lago”.

J.R.R.TOLKIEN

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
http://blog.libero.it/ceraunavolta/trackback.php?msg=3370149

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
puntoCoccinella
puntoCoccinella il 09/10/07 alle 21:39 via WEB
bene bene...pazientemente aspetto...tra tutti questi ibridi spunteranno le sirene....baci baci ^_____^
 
 
regina_crimilde
regina_crimilde il 21/10/07 alle 16:09 via WEB
arriveranno anche le sirene... dopo...:)
 
bluewillow
bluewillow il 11/10/07 alle 23:44 via WEB
La metà femminile è parecchio assente in tutto il libro "Il signore degli anelli" secondo me, infatti la gran parte dei personaggi sono di sesso maschile e stringono rapporti profondi solo con altri uomini. Questo temo sia uno dei più grandi difetti del suo libro, che comunque apprezzo molto. Buona serata, articolo come sempre molto interessante :)
 
 
regina_crimilde
regina_crimilde il 21/10/07 alle 16:12 via WEB
non cercavo nel Signore degli Anelli storie d'amore, nemmeno quando lo lessi la prima volta tanti anni fa. come non le cerco nell'Iliade o nell'Odissea. di figure femminili, in una saga sulla lotta fra il bene e il male, ce ne sono molte, invece: Galadriel e Eowyn, per esempio. e Arwen è una perfetta storia d'amore e sacrificio delle proprie pregorative (Arwen era un elfo e perciò immortale che rinuncia a questo per sposare un uomo, Aragorn).
 
magdalene57
magdalene57 il 14/10/07 alle 10:25 via WEB
non ho letto tolkien, e nemmeno, vedendo il film, avevo fatto caso a questo particolare. m'era sembrato di aver visto qualche fanciulla qua e la, e ciò m'era bastato.. mi piaccino molto le rappresentazioni di mutazioni. sei mai stata al castello di fontanellato? la camera di diana e atteone. una bellissima favola mirabilmente rappresentata in uno stanza che pare uno scrigno ... un abbraccio
 
 
regina_crimilde
regina_crimilde il 21/10/07 alle 16:13 via WEB
no: devo andarci. ho visto solo fotografie. ma grazie dell'idea, mi dai sempre segnalazioni interessanti.
 
carpediem56maestral0
carpediem56maestral0 il 16/10/07 alle 18:45 via WEB
Brrrr....rimanere prigioniera, intrappolata dentro un essere inanimato....un ruscello, una pianta...Brrrr....;-))))
 
 
regina_crimilde
regina_crimilde il 21/10/07 alle 16:13 via WEB
sembrerebbe che Dafne lo avesse desiderato, proprio per non essere raggiunta e posseduta da Apollo. de gustibus....:)
 
icy.n.deep
icy.n.deep il 21/11/07 alle 10:14 via WEB
Pensandoci un po', non credo che l'ibrido sia in fondo portatore di saggezza più di quanto non lo sia un essere umano. Più che altro perché nel giudicare queste figure siamo vittime della nostra stessa parzialità e pregiudizio, l'ibrido è il diverso, e come tale si imprime nella memoria. E dunque, nei racconti (così come accadrebbe nella realtà), per i collegamenti tra le diverse genti necessariamente ci si avvale dei rappresentanti "migliori" o semplicemente più adatti. E da qui a notare in questi individui peculiari (anche tra le loro stesse genti) il passo è breve. L'ibrido in se e per se non porta più saggezza di altri esseri, semplicemente conosce la vita in modo differente da noi (sia esso ibrido animale o vegetale, o anche inanimato), in funzione di quelli che riconosciamo a lui come limiti. La saggezza scaturisce (quand'anche non sua propria) dal confronto che sorge tra noi e loro. Ma c'è anche un limite. L'orizzonte dell'immedesimazione, che non permette (come nel caso degli ibridi vegetali) il capire di più quanto sta al di la.
Mi sento molto barbalbero :)
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 

PER SOGNARE UN PO'

 

AREA PERSONALE

 

FACEBOOK

 
 

TAG

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Ottobre 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          
 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

mencar58vigele_83an.giudices.vellabianchettinoludomibeag69meltramMariangela_2494mfelix68menisco69mariapia.maraziabimbagattileonardo_gioiapereira4tania.tassi
 

ALTRI BLOG

Citazioni nei Blog Amici: 30
 
E' uscito l'ultimo numero di SIRMARILLON, rivista bimestrale di cultura, filosofia e costume on line, editore Francesca Pacini
Il dossier di questo numero è dedicato a "Fiabe di ieri e di oggi".
C'è anche un articolo di Regina Crimilde sulla figura della madre:
UNA MADRE DA FAVOLA