Community
 
confusa82s
   
 
Creato da confusa82s il 08/06/2008

Semplicemente io!

pensieri e parole...

 

"amiche" con nessuna lettera maiscola..

Post n°44 pubblicato il 01 Maggio 2013 da confusa82s
 

Odio le persone che si reputano amiche, ma pensano solo a se stesse.. odio quando esistono solo loro con i loro problemi, con le loro delusioni, i loro progetti, le loro ambizioni e tu sei lì solo per consolarle, ascoltarle, tirarle su di morale, farle divertire e far sì che credano in loro stesse.. odio queste situazioni univoche..

Tu hai sempre fatto così.. prima eravamo vere amiche, almeno io così credevo.. di quelle con la A maiuscola, ma forse già allora mi sbagliavo. Uscivi con me perchè era comodo così, perchè eri sola, perchè le altre tue amiche erano fidanzate e non era così facile uscire con loro. Ci siamo conosciute all'università, al primo anno. La prima volta che mi hai invitato ad una cena a casa tua insieme ad altre colleghe, non eravamo ancora così strette, ma in fondo ero l'unica motorizzata e serviva dare un passaggio alle altre a fine serata.. ma in quel momento non ci avrei mai pensato che mi avevi invitato per quello, spero ancora, non solo per quello..

Poco per volta abbiamo iniziato ad uscire insieme.. eravamo quasi sempre solo noi due. A me la situazione andava bene, perchè già iniziavo a provare quel sentimento che poi ha fatto iniziare in me i dubbi sulla mia sessualità. Ero sempre lì ad ascoltarti, a farti sorridere, ad asciugarti le lacrime. Hai fatto in modo che finissimo nello stesso gruppo per i tirocini.. certo, avevo la macchina e serviva girare tutta catania a tutte le ore del giorno.. Non mi hai mai chiesto se mi piacesse qualcuno, se ero presa da qualcuno.. c'eri solo tu e tutti i tuoi fugaci innamoramenti. Poi hai iniziato a stancarti di me, mi dicevi che uscendo solo noi due, non avremmo mai trovato nessuno.. avevi ragione, e infatti ti ho spinta ad uscire con altre persone, ma tu niente.. "non mi trovo con nessuno" dicevi.

Poi hai conosciuto qualcuno su internet, sei partita e sei andata da lui.. e lì ho iniziato a capire quello che provavo. Ero cmq felice per te, perchè sembrava che avessi travato qualcuno che ti rendeva felice.. e invece hai preso in giro anche lui.. avevi solo bisogno di distrarti, di andar via da qui per un pò. Da quel momento ho iniziato a staccarmi un pò e lasciarti un pò di spazio per poter conoscere qualcuno. Io ho iniziato a pensare un pò a me, a capire cosa mi stesse succedendo, cosa fossero tutte quelle sensazioni che provavo.. e alla fine ho capito di essere lesbica.. sono stati mesi bui per me, ma sono passati.. tra mille impegni non ci siamo nemmeno viste molto.

Poi è arrivata la tua laurea, e così dopo, ho deciso di dirti di me, evitando però di dirti che eri stata tu a far scattare tutto.. e tu sei stata un muro.. "non ci credo" mi hai risposto.. "sarà un momento".. "saranno le tue solite seghe mentali..".. "passerà"..

Proprio le parole che si spera di sentirsi dire quando confessi qualcosa di importante a qualcuna che reputi amica.. è vero, sono molto riflessiva, anche troppo a volte.. ma proprio perchè alla fine ho deciso di dirtelo, è una cosa di cui sono sicura e di cui ora mi sento in grado di parlare.. tu invece sei sparita, non rispondevi più alle mie email, ai miei messaggi.. ho cercato in tutti i modi di spiegarti cosa mi stava succedendo, volevo renderti partecipe, ma tu niente.. così ci siamo allontanate un bel pò.. ogni tanto qualche riavvicinamento, ma appena si affrontava l'argomento, tu sparivi e facevi finta di non "sentire" quello che avevo da dirti.. Io ho iniziato a conoscere altre persone e alla fine mi sono messa con una ragazza.. l'ho portata alla mia laurea e tu ti sei presentata a lei inviperita, come se dovessi odiarla per principio.. per colpa tua ho litigato con lei diverse volte, perchè ancora credevo nella nostra amicizia, mentre tu non credevi più in me..

Quando i miei scoprirono tutto di me, ho passato dei giorni infernali e tu non c'eri.. presa da te, come sempre.. avevo anche rotto con quella ragazza e quando finalmente una sera siamo uscite con altre persone e ti dissi che avevo avuto casini con i miei ed ero dovuta andare anche da uno psicologo per farli un pò calmare, tu che hai fatto? Ti sei messa a ridere.. ridevi della situazione..

Non so quante volte mi sono sentita una pezza per colpa tua.. sei riuscita sempre a farmi del male, sempre.. e continui a farlo.. quando ti ho presentato un'altra persona per me importante, ti ho chiesto cosa ne pensavi.. perchè si parla con le amiche dei nuovi amori.. i veri amici si dicono tutto.. e invece tu mi hai risposto "non ho niente da dire.."  Io ti presento la mia ragazza e tu mi dici che non hai niente da dire? Sarebbe stato meglio che mi avessi detto che non ti piaceva, che non la trovavi adatta a me, ma quelle parole sono state ancora peggio per me.. abbiamo continuato a litigare parecchie volte.. ma per fortuna io non ero nemmeno qui a ct e poi la cosa è sfumata così..

Da quasi 3 anni ormai vivo a ct e tu non sei mai venuta a trovarmi.. solo una volta.. e solo perchè eri in macchina con me e ti ho portato io.. mezz'oretta precisa.. e invece sei stata sempre tu ad accusarmi di non essere mai venuta a trovarti a casa.. quando io, casa tua, la conosco quasi a memoria..

ti sei fidanzata qualche anno fa e sei sparita nel nulla.. ogni tanto ti ho invitata per una semplice passeggiata, ma tu eri sempre impegnata e quando ero io a volte a non poterci essere, mi accusavi di essere una stronza perchè non c'ero mai.. in questi 3 anni mi hai chiamato solo quando litigavi col tuo ragazzo e ti sentivi sola. facevi persino programmi per i giorni e le settimane seguenti. Io come una cretina, ci credevo.. poi ti rimettevi con lui e sparivi di nuovo per mesi..

Ultimamante ti ho cercato più spesso, ma tu non ci sei mai stata.. una volta il lavoro, un'altra eri stanca, un'altra non potevi.. e non ti è mai passato per la testa, che magari avevo bisogno di te.. E' passato inosservato anche il mio compleanno.. il mio trentesimo compleanno.. non volevo chiamate o regali, mi sarebbe bastato anche un solo sms, ma non ho ricevuto nemmeno quello per giorni.. poi alla fine mi chiami per invitarmi ad una mangiata senza nemmeno scusarti per la dimenticanza ed hai pure il coraggio di incazzarti perchè ti rispondo di no all'invito.. ti faccio presente quello che è successo e tu mi dici "non me ne sono dimenticata, non ho avuto tempo, ma ti avevo preso anche una cosina.." Non hai avuto tempo per scrivere un sms... donna veramente impegnata, ma io sono una stupida e ti ho creduto..

Ora, da un paio di mesi circa, mi cerchi spesso.. il motivo? ti sei lasciata definitivamente con il tuo ragazzo e ora sei sola.. mi hai pregato di esserci al tuo compleanno ed io ero lì, come sempre, nonostante tutto.. mi hai fatto credere che le cose sarebbero cambiate, ma non è stato così. Prima mi invitavi e poi sparivi nel nulla.. perchè? ti sei trovata un trombamico con cui passi i pomeriggi liberi e lo hai preferito alle nostre uscite..

già.. un orgasmo è da preferire ad una passeggiata in via etnea con una vecchia amica, senza dubbio.. peccato che poi appena lui se ne sarà andato dal tuo letto, ti sentirai ancora più sola..

Ora sono settimane che fai così.. mi cerchi e poi quando si organizza, sparisci.. ho cercato anche di parlarti di una persona che mi piace, ma tu come al solito hai evitato l'argomento.. si.. siamo amiche fin quando si parla di te, del tuo ex, del tuo lavoro, ma quando cerco di parlarti di me, tu cambi volto.. eviti l'argomento.. come se non te ne fregasse un cazzo di me.. la mia omosessualità fa parte di me, non puoi considerarmi amica solo a metà, solo se evito di parlare di me, perchè questa non è vera amicizia..

Ti voglio bene e te ne vorrò sempre, ma non ce la faccio più ad essere trattata in questo modo.. non esisti solo tu.. c'è tutto un mondo intorno a te e tu non sei al centro di quel mondo.. io ho bisogno anche di parlare e di essere ascoltata, ho bisogno di parlare delle mie cotte, delle mie delusioni.. anche io ho un lavoro di cui parlare, non esiste solo il tuo, anche se forse il mio lo consideri meno importante.. io sono io perchè sono lesbica e non posso essere diversamente.. sono così e basta.. ci ho messo tanto ad accettarmi e non voglio di nuovo mettere tutto in discussione perchè a te non vado bene così..

Divertiti con il tuo trombamico, sii felice, questo te lo auguro di cuore.. ma esci fuori dalla mia vita.... una volta per tutte...

 
 
 

..illusioni e delusioni...

Post n°43 pubblicato il 26 Marzo 2013 da confusa82s
 

La incontro un giorno per caso a lavoro.. una delle tante che passano dove sto io. Si scambiano due parole, giusto per delle informazioni. I primi giorni passano tranquilli, prese ognuno dai nostri compiti, ci si scambia un semplice saluto. Poi un bel giorno me la ritrovo nel mio gruppo di lavoro, ci si presenta, si fanno due chiacchere e noto che è una persona alla mano, simpatica. I giorni passano e lei resta nel nostro gruppo. Si parla di tutto, si scherza, si ride. E' simpatica, ironica, intelligente, gentile e disponibile. Ci troviamo bene insieme, come se ci conoscessimo da una vita. Si inizia a fare tutto insieme, pausa caffè, consulti, lavori di vario tipo e mi rendo conto che abbiamo davvero tante cose in comune. Dopo qualche settimana così, mi ritrovo a pensarla, ad averla sempre davanti agli occhi. Inizio a preoccuparmi perchè non so per certo "da che parte sta" e non voglio incasinarmi la vita. Mi aggiunge su fb. La curiosità mi fa spulciare il suo profilo in cerca di qualche segnale e vedo che non c'è nessun segno di fidanzati. Mi faccio prendere dall'entusiasmo senza volerlo. La mente e la fantasia iniziano a vagare e non riesco più a controllarle. Tutto questo succede nel fine settimana, così decido di lanciarle qualche segnale e farle capire che sono lesbica. Ieri la aspetto tutto il giorno, ma lei non viene, ha preso un giorno di ferie. L'ansia sale e pure il batticuore. Oggi finalmente la vedo. Faccio un pò la disinvolta mentre il cuore batte all'impazzata. La saluto e ho già il sorriso da ebete stampato in faccia. Solite chiacchere, battute e risa. Ad un certo punto si incupisce, guarda spesso il cellulare e quando andiamo a prendere il caffè finalmente si sbottona. Ha litigato col fidanzato. Batosta pazzesca. Mi ritiro nel mio cantuccio cercando di essere indifferente e mostrare lo stesso il sorriso. Il discorso continua e scopro che sono felicemente fidanzati da 10 anni e, da come ne parla, lei sembra ancora innamorata come il primo giorno. Fine del sogno. Alla fine della giornata di lavoro ci salutiamo. Il mio sorriso si è trasformato in un'espressione che mostra un misto tra delusione ed impotenza. 10 anni di fidanzamento, nessuna competizione, nemmeno a pensarlo. L'unica cosa che mi viene da pensare è che lui è l'uomo più fortunato al mondo.

Ora son qui a scrivere queste righe almeno per sfogarmi. A volte è così dura. Mi sforzo di conoscere persone "dal vivo", senza utilizzare chat, fb, forum o siti vari, come fanno tutte le persone normali, perchè conoscersi come io ho conosciuto questa ragazza, non è mai come conoscersi su fb o in chat, ma mi rendo conto che per noi è impossibile incontrare persone interessanti senza rischiare di finire nell'ennesima ragazza etero eternamente fidanzata. Non è la prima volta che mi capita e sicuramente non sarà l'ultima e mi viene  in mente che forse davvero non c'è altro mezzo per noi, per fare nuove conoscenze, che internet.. e mi chiedo come facevano prima le persone.. quando non esistevano nemmeno i cellulari...

 
 
 

Momenti..

Post n°42 pubblicato il 09 Ottobre 2012 da confusa82s
 

Avete presente quando durante la vostra vita, vi succede qualcosa di talmente particolare, toccante, intenso, qualcosa che in quel momento vi emoziona così tanto, che sentite il bisogno di fermare quel momento per sempre per poterlo ricordare e cercare di riviverlo quando ne sentite il bisogno? A me non succedeva da un pò. E invece qualche settimana fa,  inaspettatamente, mentre ero a lavoro, mi è successo. Seguivamo da qualche giorno una bambina abbastanza grave e quel giorno doveva scendere in sala operatoria. Era un'operazione semplice, di routine,  nulla di particolare, ma ovviamente la mamma e la bambina erano preoccupate. Quando l'hanno preparata per scendere in sala, c'era la stanza piena di medici ed infermieri che cercavano di scherzare per rendere meno pesante l'atmosfera. La bambina sorrideva a quelle battute e anche la mamma. Ad un certo punto s'è girata verso di lei e le ha chiesto "Tu non mi lasci, vero?" voleva che l'accompagnasse fino all'ingresso della sala. L'ha guardata in un modo che mi ha travolto completamente. Mi son sentita le lacrime salire agli occhi e mi son dovuta girare verso la finestra per evitare che gli altri se ne accorgessero. Non so nemmeno io come sono riuscita a trattenerle, ma dopo un pò mi sono calmata. Non mi era mai successa una cosa così a lavoro. So che sono situazioni particolari, dove emozionarsi è normale, o sarebbe meglio dire, "umano", ma credevo di essere un pò più forte.

Oggi quella stessa bambina è finalmente stata dimessa. E' uscita dall'ospedale sorridendo, con un sorriso che non le avevo mai visto durante tutta la degenza, ed è stato un piacere vederla così.  Mi son fermata un pò a parlare con lei ed era finalmente serena. 

E' in momenti come questi che sono felice per il lavoro che ho scelto di fare, perchè non c'è niente di più appagante di un sorriso sincero alla fine del tuo lavoro. Non è necessario salvare delle vite per sentirsi utili, ma basta molto poco, e non è nemmeno necessaria una laurea in medicina, basta semplicemente rendere felici gli altri e questo rende felici e appaga anche noi, provare per credere!

Quel "quasi pianto" in ospedale, mi ha spinto a tirar fuori dal dimenticatoio il mio vecchio diario. Avevo bisogno di scrivere quelle sensazioni, quelle emozioni. Erano ben 7 anni che non scrivevo nulla ed è stato molto strano riprenderlo in mano dopo tutto questo tempo e soprattutto con tutto quello che è successo nella mia vita nel frattempo. Di getto, come ero solita fare anche prima, ho scritto parecchie pagine ed è stato intenso. Alla fine sono andata a rileggere qualche data, qualche pagina, e rileggere la mia vita è stato fantastico.. ho riso, mi sono emozionata, divertita e c'è scappata anche qualche lacrima, stavolta non trattenuta. Ho riletto eventi che non ricordavo nemmeno più, emozioni che non credevo più di riprovare e che invece rileggendo, erano ancora tutte lì. Dubbi, rabbia, confusione, amore, rancore, tristezza, paura.. tutto quello che sono stata, era ancora lì.

Ora il mio diario è di nuovo lì, sul comodino, pronto per essere usato quando ne sentirò il bisogno, felice di sapere che un giorno, rileggendolo, tutto questo sarà ancora lì ad emozionarmi!

Buona vita a tutti!


 
 
 

Rieccomi!!!

Post n°41 pubblicato il 05 Luglio 2012 da confusa82s
 

Ciao a tutti quelli che passeranno di qui!

E' da un bel pò che non scrivo sul blog, non so nemmeno io bene perchè.. forse per mancanza di tempo, forse perchè non ci sono novità interessanti nella mia vita, forse perchè non sono stata mai veramente ispirata.. non saprei.. ma oggi non so perchè, mi andava di scrivere e di farvi sapere che, nonostante tutto, sono ancora viva!

La mia vita procede abbastanza regolarmente e dovrei aggiungere, forse un pò "troppo regolarmente" per i miei gusti, è diventata quasi noiosa! E' da un pò di tempo che non mi capita qualcosa di particolarmente eccitante, e non parlo di nuovi amori o flirt, ma proprio di esperienze di vita! Sarà vero che il lavoro fisso porta alla monotonia?? Non saprei, so solo che di questi tempi il lavoro bisogna tenerselo ben stretto!

Personalmente tra un anno e mezzo, finirò questo lavoro-studio e già adesso non so dopo che farò.. come sempre mille dubbi, mille progetti in testa, ma niente di certo! Non so se continuare a vivere a catania, se partire e trovare qualcosa fuori, magari all'estero, in spagna o inghilterra, perchè no.. non so se tornare nella mia città natale e iniziare a lavorare lì, o ancora se fermarmi a questa specializzazione o proseguire verso qualcosa che mi piace molto di più di quello che sto facendo ora. Non lo so davvero.. confusione totale! Una delle mie caratteristiche principali, purtroppo!

In questo annetto di assenza, non mi è successo nulla di particolare, purtroppo! Ho conosciuto nuove persone, alcune davvero molto simpatiche, con cui si sta costruendo poco alla volta, un'amicizia, altre un pò da evitare, ma va bene così.. son sempre esperienze, no? Mi ero anche presa una mezza cotta per una ragazza, ma lei era interessata ad un'altra persona e così, con settimane di "distacco consapevole", me la son fatta passare, per evitare di subire quello che mi è già capitato in passato. E devo dire che ha funzionato! Ora va bene, con lei siamo amiche e credo non abbia mai sospettato di nulla.. meglio così!

Per il resto, in questi ultimi mesi, sono molto più occupata di prima per un secondo lavoro con turni massacranti e non riesco quasi nemmeno più ad uscire! Torno a casa distrutta e per recuperare ho bisogno di un pò di tempo... così passano le giornate senza "viverle" pienamente! Odio questo periodo.. devo cercare di riprendere in mano la mia vita, i miei interessi, le mie passioni.. devo ricominciare a fare quello che amo e quello che davvero mi piace.. devo cercare di uscire da questa fase di stallo in cui sono caduta da un pò senza accorgermene!

Avete consigli da darmi?? Io ho già in mente alcune cosette....

1 - Per prima cosa, devo riprendere con lo sport! Un'attività che amo, ma che ho dovuto trascurare per la mancanza di tempo! Volley in particolar modo! Ho fatto anche altro, ma la volley è sempre stato il mio primo amore! Qualche ragazza di Catania sa consigliarmi una palestra dove fanno volley per riprendere, senza impegni di campionati o altro, a fare un pò di attività fisica?? In caso contrario c'è sempre il CUS.. e lì di solito faccio fitboxe. Vedremo come si metteranno le cose!

2 - Cercare di conciliare i numerosi impegni lavorativi per cercare di uscire un pò più spesso! Se non si esce in estate, quando si dovrebbe uscire?? Anche delle semplici passeggiate pomeridiane o serali, giusto per vedere un pò di gente, andrebbero bene!

3 - Contattare persone con cui non mi sento da un pò, e con cui ho condiviso delle belle esperienze! A volte fa piacere ricevere telefonate, sms o email, da persone che non si sentono da una vita! Migliora l'umore, nostro e loro! 

4 - uhm... al momento non mi viene in mente altro....ah, no!!! Quasi dimenticavo! Stavo pensando ad un viaggio in solitaria... per quando finirò questo lavoro il prossimo anno.. qualcuno di voi l'ha fatto? Ragazze intendo! Avete mete da consigliarmi? Mi piacerebbe farlo all'estero, in posti dove ancora non sono stata, ma forse in Italia la cosa è più fattibile!Cmq sono aperta a nuove idee!

Suggerimenti??? Di ogni tipo, anche i più bizzarri!

Fatevi sentire!!! e buona giornata a tutti!!!

 
 
 

Mi chiedo se mi accetteranno mai..

Post n°40 pubblicato il 02 Aprile 2011 da confusa82s
 

Mi chiedo spesso se i miei genitori mi accetteranno mai per quel che sono.. se riusciranno mai a superare quella sensazione che gli offusca il cuore.. Sanno di me da più di un anno ormai, ma non sempre questo aiuta.. Discorsi mai affrontati, parole mai dette, sguardi delusi, rassegnati, momenti di tensione.. tutto questo non aiuta.. e più cerco di dirmi.. "prima o poi capiranno..prima o poi se ne faranno una ragione.." in realtà mi rendo conto che forse questo non succederà mai..

Ieri ero in cucina con mia mamma.. quando torno dai miei, preferisco quasi sempre stare a casa, per farle sentire che ci sono, che sono sempre io.. e come una delle altre volte, guardavamo la tv distrattamente, mentre chiaccheravamo.. Davano l'ultima puntata di Gray's Anatomy.. e non avevo considerato quello che poteva succedere.. in quel telefilm c'è una coppia lesbica.. ma io non lo vedevo da così tanto tempo, che non lo ricordavo quasi più..

durante alcune scene, ho sentito che iniziava un'indifferenza tra noi.. il silenzio aumentava e si sentiva solo la tv.. ad un tratto una delle protagoniste, tira fuori il termine "lesbica" ed è lì che succede tutto.. Mia mamma d'un tratto si alza, apre la porta ed esce.. senza dire una parola.. senza commentare.. con indifferenza totale.. aspetto un pò, per vedere che succede.. ma so già che non tornerà in cucina per star con me.. so già che vuole star da sola..

Aspetto qualche minuto, mi alzo e vado in soggiorno.. e la trovo lì, seduta sul divano a guardare un altro programma da sola.. le chiedo che fine avesse fatto.. come mai era scappata di là.. e lei con un'indifferenza totale, mi risponde.. "così".. le auguro la buona notte e vado in camera mia..

Litighiamo spesso oramai.. lei cerca di controllarmi, di vedere cosa faccio, con chi sto, chi frequento quando sono a casa mia a catania e io divento sempre più intollerante a questo suo controllo.. rifiuta tutto.. ogni scusa è buona per litigare, anche la più banale.. non perde occasione per farmi capire che è delusa da me.. che mi vorrebbe diversa.. che sarebbe stato meglio non sapere.. ma lei cmq sapeva.. i genitori certe cose le sentono.. ma spesso non vogliono avere la conferma di quel che percepiscono perchè potrebbe far male..

So che non è una situazione facile per loro da affrontare.. ma se solo capissero che ora sono felice, che è questa la mia vita, che ora "vivo" mentre prima facevo solo finta di vivere.. se capissero che ora sono davvero me stessa, senza maschere, senza finzioni, solo me stessa.. forse anche loro sarebbero più sereni.. e più felici per me.. ma si sa, a volte le aspirazioni dei genitori, non hanno nulla a che fare con quelle dei figli...

Spero solo che col passare del tempo.. riacquistino almeno un pò di fiducia in me.. anche solo un pò di quella che avevano prima.. perchè non ce la faccio più a vedermi guardare con quegli occhi pieni di delusione...

 
 
 
Successivi »
 

ULTIMI COMMENTI

hai proprio ragione.. "i primi ad accusarsi per capire...
Inviato da: confusa82s
il 10/07/2011 alle 22:21
 
La verita' l'hai scritta alla fine del tuo post e...
Inviato da: tizianacovero
il 26/05/2011 alle 14:47
 
^__^
Inviato da: confusa82s
il 20/03/2011 alle 00:12
 
:)))
Inviato da: CristallinaOK
il 13/03/2011 alle 23:22
 
Settembre e' il mese della Vergine, che incarna come...
Inviato da: luxio73
il 27/10/2010 alle 19:12
 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

sergioemmeunonadia.esteaurora.saltiE_C_Aconfusa82sines_candido87OvunqueSei1982coccoildrillobelladigiorno_mmoschettiere62belladinotte16davide.zuccarochiccav600involoSuDteTopoCanguro
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Settembre 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30          
 
 

FACEBOOK

 
 

AREA PERSONALE