Creato da decarlofili il 07/04/2008

DeCarlofili

Il ritrovo virtuale degli amici di Andrea De Carlo...

 

 

MOSTRA

Post n°260 pubblicato il 27 Aprile 2010 da evaxkr

Ciao a tutti, volevo, con un pochino di vanità, segnalarvi la mostra collettiva che farò con la mia Associazione Liberarte.

Passate se avete tempo.

Un abbraccio

Anche Anna farà una mostra a brevissimo...andate pure da lei...a seconda della zona in cui siete.

bacioni a tutti

p.s. sono negata! volevo allegare l'invito formato cartolina...e NON SONO CAPACEEEEE

 
 
 

solo un saluto

Post n°259 pubblicato il 20 Marzo 2010 da evaxkr

Ciao ragazzi, lascio un saluto così c'è un nuovo commento sooto il quale scrivere...non sono mai stata una brava scrittrice, e non ci tengo nemmeno a esserlo...semplicemente è più comodo ogni tanto un nuovo messaggio, per non far diventare troppo pesante la pagina.

Sono contenta che comunque tutti stiate bene, anzi, molto meglio di quando ci siamo lasciati, a parte infortuni varii. Ma anche quelli fanno bene, se si reagisce in modo adulto e costruttivo.

Per quello che mi riguarda, fortunatamente è un periodo  finalmente sereno e rilassato ( intendo psicologicamente...corro sempre comunque!), infatto sono grassa come un maialino:-)

Lavoro, mangio, esco, viaggio, DORMO!...il resto immaginatelo....;-)

Vi penso e vi abbraccio.

E.

 
 
 

Stellina

Post n°256 pubblicato il 18 Dicembre 2008 da Stellina967

Nel mio archivio c’è un file, si chiama “Stellina Decarlofili”.
Dentro ci sono alcune delle cose che ho scritto qui.
E’ tutto ciò che mi resta di questo posto. Non volevo che fosse così.
Da tempo auspicavo il passaggio ad un nuovo blog di respiro più ampio, che non ci chiudesse dentro un recinto. Non amo i recinti, visti da dentro e da fuori, come ho scritto anche nella mia scheda di Libero, ma un conto è chiudere una casa per aprirne una nuova, un altro è cancellare tutto.
Ho sorriso quando ho letto che Ale intendeva seppellire il suo nick insieme ai decarlofili, perché era la stessa cosa che avevo pensato di fare io; mettere a nanna Stellina ed iniziare una vita diversa.
Io, però, amo talmente tanto le parole che avrei voluto mantenere questo luogo così com’era, con i suoi momenti belli e le amarezze, le cose per cui vale la pena vivere, i litigi e gli scherzi, i post di amici persi per strada e i saluti di chi era soltanto passato una volta.
 Mi piaceva l’idea di poterci tornare, magari fra un po’, scegliere una pagina a caso come facevo ogni tanto e leggere, leggere soltanto, godere delle parole, perdermi nei ricordi di quel periodo e sorridere o commuovermi o arrabbiarmi, a seconda di ciò che il caso mi avrebbe fatto trovare.
Non dò giudizi su quel che è successo. Credo nel destino e quindi accetto, come un segno, di chiudere questa porta su un passato che mi è stato tanto caro e un po’ mi ha fatto soffrire.
La vita non è qui, anche se io non ho mai creduto fino in fondo a quella linea netta che per alcuni separa il reale dal virtuale.
Davanti ai monitor ci sono persone che sui tasti imprimono qualcosa di sé, ognuna con le sue intenzioni e un grado diverso di coinvolgimento. La maggior parte della gente che è passata di qui l’ho conosciuta e l’ho toccata, ne ho sentito la voce e ne ho guardato gli occhi, non sarei rimasta  tanto tempo se così non fosse stato.

Sono qui, ora, un'ultima volta, per salutare tutti quelli che mi vengono in mente, e dire arrivederci a qualcuno e addio a qualcun altro.

Ciao Ge, Carla, Ale, Ala, Simona, Elena, A, Luca, Kit, Renata, Roberta, Chiara G, Anna D, Maria Pia, Luì,  Claypool, Cynthia, Bando, Antonella, Marco, Laura, Enzo, Rossella, Davide, Vincenzo B, Alberto...

Ciao a tutti quelli che son venuti solo a leggere, o che, arrivando adesso si sentono smarriti vedendo che non c’è più niente. Vi lascio la mia mail, se volete capire scrivetemi, non ho paura di nessuno: pirex.m@libero.it

Ciao Andrea

Ciao Decarlofili.

Stellina

 
 
 

Ale da Celle

Post n°255 pubblicato il 15 Dicembre 2008 da decarlofili

Circa nove mesi fa leggevo per la prima volta un romanzo di Andrea De Carlo. Quel romanzo era "Due di due". Assolutamente allucinato da quella lettura mi mossi sulla rete alla ricerca di informazioni su quello scrittore di cui da sempre sentivo parlare, ma che solo allora scoprivo. Fu così che inciampai nel suo sito e nel suo forum. Allora io non sapevo nemmeno cosa fosse un forum e impiegai qualche minuto a capire, ed accettare, che quelle famose righe rosse arrivassero veramente dai polpastrelli dell'autore di "Di noi tre", che nel frattempo avevo iniziato.

Molte cose sono successe da allora. Il forum non esiste più e fra qualche ora non esisterà più neanche questo blog. Con loro se ne andrà una parte della mia vita. Una piccola parte, non voglio esagerare, ma pur sempre qualcosa che è stato importante. Fra queste e quelle altre righe sono nati rapporti umani che hanno riempito la mia esistenza, prima facendo da contraltare a quella reale, poi sovrapponendocisi: insieme abbiamo passato momenti bellissimi, in gruppo e, con alcuni, da soli. Non lo dimenticherò di certo.

Ma c'è un ma.

Con questo post finisce il mio viaggio come "Ale da Celle". Non so se troverò un domani altri alter ego, o se semplicemente riuscirò ad essere pienamente e realmente Alessandro Parodi. Questa esperienza (perchè negarlo?) mi ha lasciato molte gioe, ma anche alcuni dispiaceri. Le convivenze sono difficili, lo so, ma c'è dell'altro. Soprattutto il fatto che per molti la virtualità è un mezzo per camuffarsi e dire anche cose molto spiacevoli che di persona non avrebbe il coraggio di dire. Nascondersi dietro l'anonimato è una viltà se si vuole attaccare qualcuno. E purtroppo ho scoperto che la rete è piena di persone frustrate che si comportano in questo modo. Germano l'ha sempre saputo, ci ha scritto anche su un saggio, Andrea, e anche Chiara, l'hanno scoperto sulla loro pelle, dovendo subire il triste destino di chi finisce per essere insultato quando vuole soltanto avvicinarsi al prossimo.

Infine: credo non sia questa la sede per commentare le scelte di Andrea, siano esse, umane artistiche o editoriali. Ma io una cosa la devo dire: Ale da Celle, il nick, intendo, nasce decarlofilo e decarlofilo morirà. Perciò se ci sarà qualche nuova iniziativa, e prego Germano di comunicarmela via mail, continuerò a scrivere con il mio vero nome. Lo sentirei come un tradimento, traghettare Aledacelle verso lidi ostili o dimentichi di quel che è stato. O semplicemente non chiudere definivamente ciò che va chiuso.

Ringrazio tutti coloro che hanno reso questa esperienza appassionante.

Per l'ultima volta vostro

Ale da Celle

 
 
 

Il nuovo capitolo

Post n°254 pubblicato il 15 Dicembre 2008 da decarlofili
 
Tag: Novità

Ho ricevuto poco fa una telefonata dalla carissima Carla che mi segnalava i gravi "disordini" successi sul nostro blog in seguito alla chiusura (a quanto pare definitiva)  del forum di Andrea.  Ho letto di sfuggita diversi commenti e ho provato una rabbia che difficilmente potrei descrivere a parole. Chi accusa di ipocrisia, codardia ecc senza avere le palle(perdonate il francese) di firmarsi, è da considerarsi meno del letame e DEVE essere censurato per l'eternità. Così via tutti i post e i relativi commenti, via la possibilità di commento per gli anonimi (e anche per gli utenti registrati...solo i membri del blog potranno lasciare eventuali commenti...quindi prego Carla, Simo,Elena, Ale e tutti gli altri di loggarsi se vogliono scrivere sotto questo post).
Non solo: questo blog cesserà di esistere entro pochi giorni...giusto il tempo di raccoglierci tutti(la mia mail è: limite86@libero.it, scrivetemi per info) e di ricominciare una nuova avventura non come decarlofili ma come persone unite dalla passione per la letteratura e l'arte in genere. Andrea ha chiuso il suo forum e, le solite teste disabitate e frustrate, sono venute qui a vomitare contro di noi i la loro, non saprei come definirla, "demenza irreversibile e inossopportabile". Il capro espiatorio non è e non sarà di certo questo blog con i suoi frequentatori. Non v'è nemmeno necessità di spiegare determinate cose, di "giustifcarsi". I decarlofili non esistono più da oggi e, di conseguenza, i numerosi maniaci/repressi/rancorosi/invidiosi dovranno trovarsi altri capri espiatori contro i quali urlare il loro malessere interiore e le loro turbe psicologiche.
Come la fenice risorgeremo presto in una nuova "casa" che accorglierà e raccoglierà non solo i lettori dei libri di Andrea De Carlo ma, anche e soprattutto, gli amanti dell'arte. In questo nuovo luogo di ritrovo vigeranno regole di comunicazione diverse da quelle che vigevano in questo (in primis non saranno possibili commenti anonimi). Questo per evitare la "contaminazione" e l'intervento inutile e odioso di persone sgradevoli e immeritevoli di qualunque dimostrazione di democrazia. Informerò tutti gli ex Decarlofili appena il nuovo blog sarà pronto. Ne approfitto per chieder venia riguardo la mia assenza ma, credetemi, mi stanno capitando tante cose(fortunatamente per la maggioranza belle) che mi tengono lontano da questi "luoghi". A prestissimo.
Germano

 
 
 

LASCIATECI UNA SMORFIA


Girando per blog e capitando su quello delle mitiche Arabe Felici, mi sono imbattuto in questo nuovo "tool" che ho trovato molto simpatico. Se avete una cam, vi basterà cliccare su scatta foto e poi su "consenti". Successivamente ancora una volta su "scatta" et voilà, apparirete qui sul blog.



SOSPESO
 

IN QUANTI SIAMO?!

Su questo blog, adesso, sono collegati
visitor stats
Decarlofili
 

AREA PERSONALE

 

TAG

 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 3
 

ULTIME VISITE AL BLOG

gianor80maryrai0elviprimobazarviacon.meantonio.prescaWIDE_REDcamomillazmadonnaciccone79zontaclaudiacarladallapozzav.gennaxcarlo.mercuriLouisVuittonLouisleo_chenlym123
 

ULTIMI COMMENTI

 
 

STATISTICHE BLOG

 

PER CHIACCHIERE IL LIBERTA'

Se desideri fare due chiacchiere in libertà, "cazzeggiare" con gli amici del blog e fare nuove conoscenze in assoluta libertà, senza rispettare il topic dei post, allora non devi far altro che cliccare sul pussante che vedi qui sotto. Ti si aprirà una pagina. Clicca sul pulsante "live chat"(con una tazzina di caffè come simbolo), inserisci il nick name e comincia a chattare. Buon divertimento