Creato da goldkampa il 23/08/2007

IL MIO TEMPO

PENSIERI IN LIBERTA'

 

 

California o Ruhr...

Post n°1016 pubblicato il 12 Ottobre 2014 da goldkampa

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

In una delle recenti puntate della trasmissione di Santoro,il noto giornalista televisivo,si è assistito ad un interessante scambio di opinioni tra due persone che,
nel rispettivo campo,godono di riconosciuta autorevolezza.Per quanto mi riguarda,entrambe degne della massima considerazione,non fosse altro,per l'assoluta dedizione,che entrambe pongono nella difesa delle loro tesi e di coloro che rappresentano.Nel merito specifico dell'argomento,tendo ad avere una leggera benevolenza per le tesi del Daverio,anche se Landini mi pare ragionevole e curiosamente"paziente nell'argomentare le sue.La civiltà del dialogo mi pare palese.
Il dibattito non mi pare di poco conto,tratta di ciò che bene o male,ogni grande stato deve saper amministrare e programmare per poter poi far legittimo vanto della propria civiltà.
Un paese che elimina la storia dell'arte dal suo programma scolastico,mi pare destinato a desolanti prospettive,specie,se quel paese,può beneficiare di un immenso
tesoro quale l'Italia può esibire.L'insensibilità culturale ed artistica fa il paio con quella civica,chi di noi non si è mai indignato per lo stato di degrado dei
nostri beni,non intendo solo monumenti ed opere d'arte,ma anche le banali panchine,fontane,gabine del telefono ecc ecc...Con la stessa intensità con cui si ammiral'ordine la cura e l'intenso senso di civilitudine con cui si gode del bene comune,in tanti di quei paesi che sovente amiamo visitare.Basti pensare che da noi,
per avere un ministero dei beni culturali,si è dovuto attendere fino al 1974,introdotto dal Governo Moro.Il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo,
nacque dallo scorporo dal Ministero della pubblica istruzione e la sua denominazione originale era:Ministero per i beni culturali e ambientali.C'è di che pensare non
trovate?Nel migliore dei casi,innumerevoli opere d'arte di valore assoluto,generate da questo bislacco paese,ornavano e davano lustro ai maggiori musei del mondo,
di qua e di là dell'oceano,con buona pace dell'onor patrio....
Ultima considerazione:Siamo il paese dell'energia rinnovabile purchè a casa altrui,del lavoro per tutti a partire da noi,ma se possibile che sia pulito,prestigioso e
magari redditizio,quindi va bene l'ILVA ma possibilmente dove gli effetti nocivi possano essere quantificati con uno stipendio mensile,magari dislocata in un posto
dove le torri eoliche non possono essere installate per "vincoli paesaggistici"...
Avanti di questo passo,il ministero diverrà una branca di quello dell'industria?
Intanto Pompei crolla,Genova affoga,Milano espone (forse) e Firenze...sogna.Che sia il caso di cominciare a reagire!?
Capisco che per una banale domenica ottobrina possa sembrare un tema di poco conto,ma non lo è.Vi invito a dire la vostra.
Save Itay.

 
 
 

RIVOLUZIONE D'OTTOBRE

Post n°1015 pubblicato il 05 Ottobre 2014 da goldkampa


Certo che Ottobre è un mese un tantino sovraesposto;Dal 1917 pare essere l'unico mese legittimato ad una rivoluzione politica.Come ben saprete,l'ultimo paladino trasversale di cotanto impegno è l'omino bianco,colui che con i modi garbati di chi è avezzoa non essere mai contraddetto,sta riuscendo là dove nemmeno pregiudicati,latitanti e la peggior prima repubblica erano riusciti.Sostengo la mia tesi,forte di alcune elementari considerazioni.Innanzi tutto,mai nessun elettore italiano l'ha voluto al governo.Detto ciò,che sarebbe più che sufficiente a definirne l'appea lpolitico,aggiungo che mai nessun elettore ha votato per questo tipo di governo,creato con la stessa tragica matrice di quello precedente e che ne ha ampiamente dimostrato le forti incongruenze.Diciamocelo,gli Italioti amano farsi del male,ma perseverare involontariamente è diabolico!Aggiungo che dopo mesi di proclami e chiacchere,se posso permettermi,di bassissimo profilo,cònstato quasi nessun risultato ottenuto.
...Ok ok gli 80 euri...Bèh a parte che non si è ben ancora capito da quali risorse siano stati attinti e in che modo,sembra sempre più evidente cosa servirà per mantenerli a regime...Parola magica?...Manovra...
Perchè una manovra,il bel paese,non se la nega mai,piuttosto che perseguitare Draconianamente l'evasione fiscale,accertare in modo incontoversibile reddito e patrimonio,così da permettere al fisco di avere una sua legittima ed equa funzione,per capirci non solo quella di massacrare in modo ignobile sempre e solo i soliti noti...
 Non credo di essere tanto lontano dalla verità,se affermo che da almeno 6 mesi,di questi argomenti non si parla più nemmeno per scherzo.Per finire,oltre che ai denari,al lavoro,alla evidente affinità a tutto ciò che è estrema destra e arrogante propaganda,il mediceo capo del governo,ha in sospeso alcune questioni politico amministrative:Una conduzione seria del semestre parlamentare Europeo,il mai ben chiarito rapporto con le controparti governative,il crollo di tesserati di quello che sarebbe il suo partito,la sparizione delle provincie,e ultimo ma non ultimo,stiamo ancora aspettando quella che tre mesi fa,doveva essere la nuova legge elettorale,già bella e finita...Mi pare che possa bastare per essere un tantino scettici...
Essendo tra coloro che hanno tratto profondo dispiacere dalla rivoluzione del 1917,visto il modo in cui è stata perpetrata e alle tragedie che ne seguirono,non ultima l'asse confidenzial dittatoriale Mosca-Arcore,pur apprezzando musicalmente l'inno sovietico,per non parlare dell'internazionale,che nell'intro trovo perfettamente indicata per una suoneria telefonica,auspico un pronto e definitivo fallimento per quella che si vorrebbe ora iniziare...
A Vs. gentile diletto allego le immagini di coloro che influenzarono e realizzarono la prima,

 

ma anche di quelli che potrebbero sciaguratamente proseguirne le orme,

sicchè un giorno potrete riconoscerne i colpevoli.Troppo facile ora profetizzare un disastro epocale.Non venite poi a dire:Io non c'ero...Sembrerà banale,ma fino ad ora l'unica rivoluzione affidabile che si conosca è quella terrestre;Non è un caso che sia abbinata per sconosciute,quanto opportune cause ad una necessaria rotazione...Dio probabilmente non è un ex comunista napoletano.

Ps...Dalla prossima volta non parlerò più per un pezzo di politica,pratica ribrezzante ed infettiva,non per una questione di anti politica,bensì per l'idiosincrasia per questa brutta disonesta arida e autoreferenziale politica.
...E grazie a chi,in un pomeriggio di questa settimana,oltre che condividere (anche solo in parte)queste opinioni,mi ha permesso di riassaporare bellissimi momenti.Anche le lunghe distanze si possono ridurre,chi con trecento parole,chi con trenta,serenamente e senza imbarazzi,ma si può.
Fortunatamente ho ancora tante cose da imparare e spero che alcune me le insegni tu...

 

 
 
 

E bannera stà minchia

Post n°1014 pubblicato il 03 Ottobre 2014 da goldkampa

Se qui sotto vedi un banner pubblicitario, è lì in quanto è stato selezionato per avvisarti di non comprare giammai il prodotto che pubblicizza, perché è una vera merda. E te lo ripeto: una vera merda.


Ps:Elio sei un grande!Scusa per la spudorata copiatura,purtroppo le note sono solo sette...

IL VERO POST E' QUELLO PRECEDENTE...

 
 
 

Banner

Post n°1013 pubblicato il 03 Ottobre 2014 da goldkampa

Caro Sig.Libero,

se oltre che esagerare nell'invadere i blog,parlo di quelli non "gold" "user""special""stica" ecc ecc...Insomma quelli "NORMALI" ,ti preoccupassi di rendere il servizio un pò migliore non sarebbe meglio?Mi pare che avresti parecchi settori su cui sbizzarrirti...Comunque se ritieni che sia più utile frantumarmi le palle con i tuoi banner,destinati alle poche anime che passano da qui,fai pure...

Ps:Qualsiasi cosa verrà pubblicizzata qui,non godrà del piacere del mio acquisto o interesse...

 
 
 

Art.18

Post n°1012 pubblicato il 23 Settembre 2014 da goldkampa

 

 

Leggo nel sempre stimolante blog dell'amica Marion,un post che parla di lavoro..
Non volendo rubare spazio e tempo,dò qui la mia opinione..

Mi sa tanto che sia arrivata la resa dei conti.
L'assunto che citavi,è esattamente ciò che tutti gli "giuslavoristi",nonchè i guru alla Marchionne,vorrebbero realizzato,perchè la totale mancanza di regole(deregulation intesa non come teoria economica,ma bensì organizzativa),pare la panacea di tutti i mali.
Leggo che Re Giorgio ha dato la sua benedizione...Ti pareva.
Mi viene alla mente di quando,tanto tempo fa,il buon Enrico Berlinguer cercava una evoluzione democratica,per quello che volente o no,era il partito di riferimento della classe operaia...
Avete presente l'operaio no?Quello che sovente paga le tasse,talvolta condivide la fede sindacale con il suo dirigente(ebbene si,anche i dirigenti,spesso e volentieri hanno un patronato sindacale,oltre che,of course politico)e che dal medesimo si fa anche licenziare,magari a causa della incapacità e della disonestà dello stesso,che causa danni all'azienda e non solo.
Forse in giro non se ne vedono più perchè non sono glamour,ma posso garantire che esistono ancora !
Li riconosci dal manager abbastanza facilmente:Quasi mai vanno al lavoro con l'auto aziendale ,prefericono acquistarne una a rate,anche perchè con un bel 1200 euri al mese fa più chic pagarla.
Uno timbra su tre turni,l'altro timbra...Se crede.
Uno guadagna in modo smisurato e immeritato al più delle volte,secondo i dettami del CNL;l'Altro si accontenta di ciò che giustamente la grazia divina e talvolta la stoltezza di un CDA gli concedono.
Il datore di lavoro(se e quando lo da),se ne frega;Lui la mattina apre i cancelli e già ci rimette,quindi lo fa per puro spirito olimpico.Alcuni piuttosto che guadagnare preferiscono fallire!!
Inoltre l'operaio al lavoro,generalmente fa quel cavolo che gli pare,mentre solo pochi manager possono farlo...Rarissimi i datori di lavoro che si concedono tale lusso.
Infatti quando Un titolare fa scelte sbagliate,non necessariamente truffaldine,chiude i battenti.
Il manager con profonda contrizione,generalmente scarica le colpe su altri e se ne va con una buonuscita milionaria perlopiù,tipo quello che seppellì l'Alitalia o le ferrovie dello stato ecc ecc eccc...
L'operaio,dannatamente snob,se ne va per mesi se non anni in vacanza.
Questo naturalmente solo in caso di"giusta causa"...
Ad oggi,"l'ingiusta causa" prevede tutele,tipo la riassunzione obbligatoria,se sancita da un giudice.
Che poi si sa,se un lavoratore viene licenziato a torto,spende (se li ha),tempo e denaro per il processo,vince la causa e poi torna a lavorare dov'era come se niente fosse...
Re Giorgio,dice che è roba da retrogradi,che è ora di finirla con tutti sti privilegi;
Lo diceva anche allora,quando ancora non sapeva di pensarlo,infatti,non per niente,nell'ultimo quinquennio ha realizzato l'apoteosi del compromesso storico.
Il guaio è che nella fretta ha dimenticato qualcosina:Per esempio che Enrico,teorizzava un ingresso al governo con la Dc.Di fatto la ex Dc è al goveno...Con qualcuno degli ex altri...
Quanto meno fisilogico che a qualcuno(parecchi)girino le scatole...

Che il sindacato maggiormente rappresentativo(di tutte le categorie,specie e corporazioni,non dimentichiamolo,)faceva e continua a fare il suo sporco lavoro.

Se così non fosse stato e non fosse,quel GALANTUOMOdi Luciano Lama,avrebbe preso il posto che fu di Berlinguer e Landini,sarebbe giustamente ricordato come persona seria e degna della massima  considerazione...

L'asse portante del compromesso era la "moralizzazione" della società,avete presente quella faccenda permeatadi rispettabilità,trasparenza,senso del dovere e rigore intellettuale?In pratica ciò che latita in ogni dove...Capirete che un posto di lavoro,magari a tempo indeterminato,non può essere  vincolato da leggi tutele e cazzate varie.Ci manca solo che diamo da lavorare ai giovani,che poi si montano la testa e tra cinquant'anni pretenderanno la pensione!
Mi sa che mio nonno aveva ragione:In pensione fino a trent'anni e poi tutti a lavorare!!...Se dura.
Insomma voglio dire:Non che i sindacati e i loro rappresentanti mi vadano propriamente a genio a todo modo,ma trovo puerile la reazione del Re e la stizza del suo pupillo.
Ma mica pensava sul serio di combinare un patatrac in quatto e quattr'otto!?Con tutta quella corte di buffoni esaltimbanchi che si ritrova...

Già la prima stagione se ne va e siamo ancorchè lontanucci ad aver centrato uno solo obbiettivo di quelli,tanti e troppi promessi,(anche gli 80 euri pare abbiano purtroppo vita corta),aspetto sempre una legge elettorale,

anche se si direbbe che in questo paese,una elezione non serva più,la maggiore azienda nazionale ha sede legale,direzione amministrativa e manageriale,per non parlare del grosso della produzione,ovunque fuorchè in Italy e non per niente è l'antesignana del disconoscimento della rappresentitività sindacale...

Mi pare che parlare di Job act (Dio strafulmini coloro che non parlano nella loro lingua) parta con le basidiscretamente poggianti sulla melma,che l'ottimismo a tutti i costi non sia così salubre e che magari Re Giorgio e la sua corte si ispirino a coloro che ogni mattina vanno al lavoro,magari con il timore di perderlo...
Fare del proprio meglio e stare zitti...


Mi scuso per la lunghezza del post e per le oscenità in esso contenuto.Re Giorgio e il suo pupillo sono
personaggi nati dal delirio della ragione e per nulla opera della mia fantasia.La più grande azienda Italiana
non ha nulla a che fare con Detroit,Londra e Amsterdam e G.Landini è una seppur simpatica canaglia.
Sono invenzioni fantastiche e per nulla rispondenti alla realtà:Gli operai,i lavoratori,le tutel,l'articolo
18 e quello indeterminativo,salario,buoneuscite o manager ancorchè di stato.
Nulla ha a che fare la politica con il lavoro,se dovesse andare applicata la riforma del suddetto,si riconosce fin da ora
che l'idea è stata del compagno Berlusconi,ma che serviva un Boy scout a metterla in atto.
I giovani non esistono e inoltre tendono a invecchiare,quindi inutile perdere tempo...
Berlinguer è il personaggio di una canzone di G.Gaber,lo sfortunato marito di O.Colli.
Giuslavoristi,l'inglese dove basterebbe l'italiano,fallimenti fittizzi,truffe erariali e accomodamenti esistono
davvero e si possono reperire ovunque,non così moralità è rettitudine.
Le rate e mio nonno sono coperte da copyright(il diritto d'autore)
Buone cose.

 

 

 

 
 
 
Successivi »
 

 

 

ULTIME VISITE AL BLOG

goldkampatarcentopostalegion740MARIONeDAMIELlubopoUniverso.Bloggermaffina288francpolitano43nonnagemma8arrivera1mpt2003MHLMLEdon.francobberniale2
 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: goldkampa
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 54
Prov: PR
 

ULTIMI COMMENTI

non conoscevo il sito grazie ;-) peccato che mi sia persa...
Inviato da: MARIONeDAMIEL
il 13/10/2014 alle 22:10
 
Passa passa...Eh se passa... :-)
Inviato da: goldkampa
il 12/10/2014 alle 15:13
 
finirà ottobre......per l'intanto è lungo a...
Inviato da: mpt2003
il 12/10/2014 alle 11:40
 
li hanno tolti hai visto? ;-)
Inviato da: MARIONeDAMIEL
il 08/10/2014 alle 23:46
 
Avvertire è facile!?... Ingrata :-)))
Inviato da: goldkampa
il 05/10/2014 alle 23:24
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 35
 

ARCHIVIO POST

  '07 '08 '09 '10 '11
gen/feb - x x x x
mar/apr - x x x x
mag/giu - x x x x
lug/ago x x x x x
set/ott x x x x -
nov/dic x x x x -