Community
 
imperfetta
   
 

MOMENTI

I pensieri sono spiriti in movimento come le onde del mare...

Creato da imperfetta il 14/06/2008

Area personale

 

FACEBOOK

 
 

 

CONDIVID-ENDO

 

PALERMO

 

INCONTRO APE PALERMO
Il gruppo di Palermo dell'APE onlus ha organizzato un incontro di sostegno

Sabato 10 ottobre ore 10.30 presso la sede di ARCIDONNA - via Alessio Di Giovanni 14, con la presenza delle Dott.ssa Granatelli - Dott.ssa Sgadari psicologhe del Centro Aspen di Palermo
http://www.centroaspen.it/,

All'incontro, aperto a tutti e gratuito, possono partecipare tutti coloro che sono coinvolti direttamente o indirettamente con la malattia.

Nel nostro blog
http://blog.libero.it/endopalermo/, trovate tutte le informazioni e i contatti.
E' gradita conferma.

Partecipate numerose!
Saluti
Le endocummari
 

NONNA RACHELE

 

ENDO-INTERVISTA

 

TG R Emilia Romagna

Intervista rilasciata da Veronica e Marisa il 2 aprile 2008

 
Citazioni nei Blog Amici: 6
 

 

I miei amici animali

  

 

 

« VERONICA SCRIVE....

CONVEGNO NAZIONALE ENDOMETRIOSI REGGIO EMILIA 13 MARZO 2010

Post n°55 pubblicato il 05 Marzo 2010 da imperfetta

VI° SETTIMANA EUROPEA DELLA CONSAPEVOLEZZA DELL’ENDOMETRIOSI

 “I CENTRI SPECIALIZZATI PER L'ENDOMETRIOSI: SITUAZIONE PRESENTE E PROSPETTIVE FUTURE. Gli specialisti a confronto”

 

E’ la settimana europea della consapevolezza dell’endometriosi a suggerire il Convegno che l’Associazione Progetto Endometriosi Onlus, in collaborazione con F.I.O.G. (Federazione Italiana Ostetrici e Ginecologi) e Primavera Donna, propone per il prossimo 13 marzo e che si svolgerà a Reggio Emilia (sede dell’A.P.E. onlus) presso l'Hotel Astoria-Mercure.

I relatori di questa giornata saranno i dirigenti medici dei piu’ grandi centri specializzati in endometriosi d’Italia. Ogni relatore potrà esporre ai colleghi e al pubblico presente (che sarà per lo più composto da donne affette da endometriosi) l’esperienza e le best practices adottate nella propria struttura e, soprattutto, per delineare il profilo futuro dell'ambulatorio a cui fa capo.

Il confronto servirà per comprendere se siamo “sulla strada giusta”, se è possibile individuare un unico protocollo per gli ambulatori dedicati all'endometriosi e se l'A.P.E. Onlus, in qualità di associazione di volontariato senza scopo di lucro attiva da 5 anni sul territorio nazionale, può dare supporto agli specialisti tanto quanto ne ha dato finora alle pazienti.

La giornata sarà aperta dalla Presidente dell’A.P.E. Onlus MARISA DI MIZIO, che spiegherà ai presenti il percorso che ha portato l’A.P. E Onlus a volere fortemente questo Convegno, questa possibilità di confronto tra le donne affette da endometriosi e i loro preziosi “alleati” che sono i medici specializzati su questa patologia.

Il moderatore del Convegno sarà il Prof. La Sala Giovanni Battista, Direttore Struttura complessa ostetricia e ginecologia Ospedale S. Maria Nuova di Reggio Emilia.

Gli specialisti chiamati a testimoniare la propria esperienza in qualità di referenti di centri pubblici dedicati al dolore pelvico ed endometriosi, saranno: Prof. Giorgino (FIOG) – Dr. Crovini (Fidenza) – Dr. Seracchioli (Bologna) – Dr. Ghirardini (Sassuolo) – Dr. Volpi / Dr Micalef (Torino) – Prof. Petraglia (Siena) – Prof.ssa Coccia (Firenze) – Prof. Moscarini / Prof.ssa Caserta (Roma) – Dr. Malzoni (Avellino) – Prof. Litta (Padova) – Dr. Minelli (Negrar –VR) – Dr. Maiorana (Palermo) – Prof. Melis (Cagliari) – Prof. Remorgida (Genova) – Dr. De Cicco (Roma) – Dr. Marziali (Roma) – Dr.ssa Ardenti (Reggio E.)

 

Il convegno si svolgerà il giorno sabato 13 marzo 2010 dalle ore 9.00 alle ore 17.00 presso l'Hotel Astoria di Reggio Emilia. http://www.mercurehotelastoria.com/ita/index.asp

L’iscrizione al convegno è OBBLIGATORIA ed è necessario inviare una mail ad apeonlus@email.it
oppure telefonare al numero 320.7874167 ENTRO E NON OLTRE IL 10 MARZO.

 

Cos’è l’endometriosi?

L'endometriosi è una malattia cronica e complessa, originata dalla presenza anomala del tessuto che riveste la parete interna dell’utero, endometrio, in altri organi quali ovaie, tube, peritoneo, vagina, intestino, provocando sanguinamenti interni, infiammazioni croniche e tessuto cicatriziale, aderenze ed infertilità. Ogni mese, sotto gli effetti degli ormoni del ciclo mestruale, il tessuto endometriale impiantato in sede anomala va incontro a sanguinamento, nello stesso modo in cui si verifica a carico dell'endometrio normalmente presente in utero. Tale sanguinamento comporta un'irritazione dei tessuti circostanti, la quale dà luogo a formazione di tessuto cicatriziale e aderenze.

Una diagnosi tempestiva è fondamentale affinché l’endometriosi non possa provocare danni importanti a carico di organi vitali (ad esempio reni, intestino, vescica).

Dolori durante il ciclo, dolore ai rapporti sessuali, dolori lombari cronici ed inspiegati, stitichezza alternata a diarrea, sciatalgia presente durante la fase mestruale, stanchezza cronica potrebbero essere tutti sintomi legati a questa patologia.

Chi siamo?

L’Associazione Progetto Endometriosi A.P.E. Onlus, nasce nell’ottobre del 2005 quando un gruppo di donne affette da endometriosi e con storie di volontariato attivo in altre realtà, hanno valutato che l’impegno sociale e la malattia che le vedeva “protagoniste”, dovevano sfociare in qualcosa che rappresentasse le tantissime altre donne nella stessa condizione. Perché le donne affette da endometriosi in Italia sono 3 milioni, 1 donna su 8 in età fertile! 14 milioni in Europa, 150 milioni di donne nel mondo!

Progetti e finalità della nostra associazione

In primo luogo diffondere informazioni e conoscenza sulla malattia, perché l’endometriosi è una patologia molto diffusa, ma poco conosciuta, anche tra gli stessi specialisti in ginecologia che sovente sottovalutano le sue implicazioni. Informare in questo caso è prevenire, perché per una malattia di cui al momento non si conoscono le cause e per la quale non c’è una cura risolutiva, l’unico modo di prevenire le possibili complicanze, è intervenire in tempo.

I gruppi di sostegno A.P.E. Onlus sono presenti a Reggio Emilia, Ferrara, Verona, Venezia, Pescara, Palermo ,Carrara ed a Lugano.

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
http://blog.libero.it/notteinfinita/trackback.php?msg=8515640

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
 
Nessun Trackback
 
 
 

Archivio messaggi

 
 << Aprile 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30        
 
 

INFORM-ENDO

 

 

 

Ci sono domande che spesso ci poniamo, alle quali non sappiamo dare risposta. Una fra tante è questa:



A volte alcuni dottori escludono la laparoscopia proponendo una laparotomia per avere la situazione sotto controllo. La laparoscopia ha davvero dei limiti tecnici o può essere sostituita alla laparotomia?



Risponde il dott. Stefano Landi:

"Dagli anni 90 è ormai accertato che l'intervento per endometriosi sia meglio effettuarlo in laproscopia. I primi studi della fine degli anni 80 e primi anni 90 non avevano evidenziato nessun beneficio in termini di fertilità o controllo del dolore e l'unico argomento a favore della laparoscopia era il miglior risultato estetico e la più rapida ripresa. Argomenti questi, comunque non trascurabili dato che solitamente una donna con endometriosi andrà incontro a più di un intervento nel corso della sua vita.
Con il migliorameno della tecnica, negli anni seguenti è apparsa chiara la netta superiorità della laparoscopia, tanto che è considerata tecnica di prima scelta nelle linee guida. I vantaggi sono dovuti al fatto che poichè l'immagine è ingrandita e gli strumenti sono di diemensioni inferiori a quelli usati nella laparotomia, l'escissione compelta di tutta l'endometriosi (che è lo scopo della nostra chirurgia) riesce ad essere fatta con più
precisione e completezza. Il problema della laparoscopia, non sta nel fatto, come qualcuno dice che è impossibile operare l'intestino o la vescica (assolutamente non vero)
quanto nel fatto che richiede un chirurgo altamente specializzato.  Le persone infatti che hanno avuto un training sufficiente per operare l'endometriosi sono infatti poche. Ricordo fra l'altro che gli interventi per endometriosi sono forse i più complessi che può affrontare un ginecologo o un chirurgo".

Altre info sul sito del Dott. Landi www.stefanolandi.it
 



 

PRIMO PREMIO

Ricevuto da Marisa

 

 

Ultime visite al Blog

marinik64amemeilpacilli.s3901SonoSorrisoanlos31010powergixRo_Utomerlindavidemonias4gra1961bleid83beautifulmind75Zedkycalapai.mariaunamamma1
 

Ultimi commenti

Grazzie!
Inviato da: Peluche
il 06/08/2013 alle 09:27
 
Missione compiuta!!
Inviato da: librodade
il 24/10/2009 alle 22:36
 
VOI..... NON....STATE..... BENE!!!! :-)
Inviato da: Lussina01
il 01/10/2009 alle 23:40
 
Si ma voglio anche la grechina che c'è sull'hp!!!...
Inviato da: imperfetta
il 15/09/2009 alle 10:04
 
Eh eh ... Ale ... sabato porta il tuo bel...
Inviato da: verosassi
il 14/09/2009 alle 20:31