Perle ai Porci

Distributore semi-automatico di PENSIERI LIBERI - Blog FARABUTTO

 

Lilypie 1° comp Ticker

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 


 

 

ULTIMI COMMENTI

è una copia di facebook??? ciaoo ^__^
Inviato da: briccone2005
il 28/05/2010 alle 18:19
 
ma che vi fate pubblicità da soli?ve la cantate e suonate...
Inviato da: Che Idiota
il 13/01/2010 alle 19:32
 
il primo caso di cannibalismo, mi licenziano!!! :)
Inviato da: Claudio Vaccaro
il 10/11/2009 alle 10:22
 
L'Italia è in questa "infelice" condizione...
Inviato da: rosadeicostanti
il 01/11/2009 alle 19:22
 
Ciao, da qualche giorno ho creato un blog...
Inviato da: L\'O
il 17/09/2009 alle 13:25
 
 
 

SEEKAME.COM

 

AH L'ITALIANO...


 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Luglio 2016 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 11
 

 

Pensieri liberi su post.it

Post n°207 pubblicato il 10 Novembre 2009 da BladeRunner0

post.itMio caro lettore, Libero ha aperto questo nuovo servizio, che mi permette di pubblicare più semplicemente le cose più interessanti che trovo in rete, o per la strada, anche via mail e cellulare.

Ti invito quindi a seguirmi su perleaiporci.post.it.

Questo blog rimarrà aperto ancora per un po', perlomeno come memoria storica dei post precedenti; poi vedremo il da farsi. Arrivederci di là...

 
 
 

Eletto dal popolo, chi? (Bruno Tinti su "Il Fatto" di oggi)

Post n°206 pubblicato il 20 Ottobre 2009 da BladeRunner0

Bruno TintiRiporto alcuni passaggi dell'articolo di Bruno Tinti, con preghiera di divulgazione al mio unico lettore, in quanto secondo me questo dell'eletto dal popolo è uno dei punti deboli dell'impalcatura di menzogne berlusconiana

...Il Mattino dell’11 ottobre riporta alcune dichiarazioni di Berlusconi, esternate a Benevento nel corso di una delle sue “Feste della libertà”.
Qui il presidente del Consiglio ha detto: “Non credo che si possa consentire di rivolgere infamie, improperi, insulti e volgarità ad un premier eletto direttamente dal popolo, bisogna cambiare questa situazione ». Questa storia del premier eletto direttamente dal popolo Berlusconi e i suoi clientes la ripetono ossessivamente ovunque si trovino ad esternare; e dunque in molti luoghi (specie in TV) e molte volte. Così, come oramai avviene in Italia da molto tempo, i cittadini si sono convinti che sia vera, che il “p re m i e r ” è “eletto dal popolo”.
Trattasi di una palla.

L'attuale legge elettorale prevede infatti l'indicazione sulla scheda, in caso di coalizione di più partiti, del leader della medesima coalizione

...Capo della coalizione, dunque, e non “p re m i e r ”. Carica, quest’ultima, che neppure esiste nel nostro ordinamento costituzionale che prevede solo un presidente del Consiglio dei Ministri.

...Sicché, quando Berlusconi si investe della qualifica di premier, si arroga poteri che la Costituzione non gli riconosce e si inventa una carica istituzionale che non esiste.
Ma torniamo all’elezione diretta del popolo. Si è già visto che anche questa è una fantasia. Ma è anche una fantasia incostituzionale.
Dice l’art. 92 della Costituzione: “Il governo della Repubblica è composto del presidente del Consiglio e dei ministri, che costituiscono insieme il Consiglio dei ministri. Il presidente della Repubblica nomina il Presidente del Consiglio dei ministri e, su proposta di questo, i ministri.”
Dunque è il presidente della Repubblica che ha nominato Berlusconi, non il popolo.

...E quello che alla fine è davvero preoccupante non è che Berlusconi invece ne sia del tutto inconsapevole. E’ che egli sembra davvero credere che l’investitura popolare (se ci fosse) renderebbe lecito che il governo di un grande Paese possa essere legittimamente affidato a persona più volte sottoposta a processo penale per falso in bilancio, frode fiscale, corruzione di giudici e testimoni, ritenuto colpevole ma non condannato per prescrizione (e per via di leggi fatte apposta da lui stesso per raggiungere questo risultato).

 
 
 

Chi entra in certi giri non ne esce più

Post n°205 pubblicato il 16 Ottobre 2009 da BladeRunner0

Riporto anche oggi un botta e risposta fra i commenti all'ultimo post nel blog di Grillo, che mi permetto di censurare nelle parti di cui non condivido il linguaggio. Condivido però sia il senso della prima invocazione, che il commento di chi risponde. Sono anch'io convinto che SB sia prigioniero da anni di tutti coloro che lo ricattano e non abbia  la possibilità di uscire dal giro, anche e soprattutto ormai per via della sua demenza senile.

Una volta per tutte!!!

-------------di un Silvio !!! levati ---------- tu ed il Grande Fratello che pensi sia questa nazione. Io ho solo voglia di tornare a sognare e di occuparmi di me, della mia famiglia, dei miei amici e del residuo senso di patria che mi rimane, quindi fai un favore, i tuoi problemi personali e/o di giustizia e/o sessuali, lavateli a casa tua !!!

Corructor De Corruttibilis Commentatore certificato 16.10.09 11:14| 
 |
Rispondi al commento
Chiudi discussione

 

Non lo può fare è stato messo lì dalla criminalità e dai disonesti imbecilli come lui....e si sa chi entra nel giro poi non ne può più uscire...

Giuseppe G. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 16.10.09 11:23
 
 
 

La coperta corta dei posti di lavoro

Post n°204 pubblicato il 13 Ottobre 2009 da BladeRunner0

Questo articolo di Repubblica di Carlo Clericetti contiene dei concetti che mi sembrano del tutto ovvii, ovvero che l'auspicato aumento dell'età pensionabile(*) sia strettamente collegato all'andamento del numero di posti di lavoro disponibili.

Riporto di seguito qualche passaggio che mi pare significativo:

"bisogna osservare che il problema della stabilizzazione della spesa è stato risolto con drastici tagli alle prestazioni future. Questo vale in parte per i lavoratori dipendenti, ma soprattutto per molte categorie di autonomi e in particolare per coloro che, dal "pacchetto Treu" in poi, hanno avuto contratti che prevedono una contribuzione ridotta e subiscono per giunta varie discontinuità del rapporto di lavoro. Per costoro la futura pensione rischia di rimanere al di sotto del 30% dell'ultima retribuzione, il che significa una cifra con cui non si raggiunge la quarta settimana del mese e neppure la terza."

"Non basta, allora, dire che è necessario aumentare l'età pensionabile (tra l'altro proprio mentre, a causa della crisi, stanno di nuovo dilagando in molti settori i prepensionamenti, spesso con l'aiuto della finanza pubblica: è di ieri una proposta del Pdl sui prepensionamenti nella scuola). Bisogna anche dire come si pensa di far aumentare il numero complessivo di posti di lavoro. Il governatore Draghi ha fatto un accenno in proposito nel suo discorso: "Tale aumento potrà contribuire, se accompagnato da azioni che consentano di rendere più flessibili orari e salari dei lavoratori più anziani, a elevare il tasso di attività e a sostenere la crescita potenziale dell'economia". In altre parole, gli anziani potrebbero restare al lavoro con stipendi e orari ridotti; il che implica - sempre a parità di posti di lavoro equivalenti - che i giovani troverebbero occupazioni con stipendi e orari ridotti. In pratica una riedizione del vecchio slogan "lavorare meno, lavorare tutti", ma con l'aggiunta di un non trascurabile "ma pagati meno".

Le retribuzioni in Italia sono già a livelli tra i più bassi nel confronto con i paesi Ocse (anche quelle lorde, per prevenire una consueta obiezione). Bisognerebbe capire come si fa a garantire che questi nuovi posti siano remunerati a livelli accettabili per una dignitosa sopravvivenza prima e dopo la pensione. Altrimenti, forse si ri risolverà un problema (quello della spesa previdenziale), ma se ne aggraveranno altri non meno importanti."

 

(*) che tra l'altro mi pare sia già stata aumentata fortemente negli ultimi anni, ad esempio mio padre è andato in pensione nel 1990 a 57 anni, mentre io se tutto va bene ci potrò andare come minimo nel 2025, a 63, e con una pensione più bassa dato il passaggio da sistema retributivo a sistema contributivo

 
 
 

Il Vangelo di oggi

Post n°203 pubblicato il 13 Ottobre 2009 da BladeRunner0

Dal Vangelo secondo Luca

In quel tempo, mentre Gesù stava parlando, un fariseo lo invitò a pranzo. Egli andò e si mise a tavola. Il fariseo vide e si meravigliò che non avesse fatto le abluzioni prima del pranzo.
Allora il Signore gli disse: «Voi farisei pulite l'esterno del bicchiere e del piatto, ma il vostro interno è pieno di avidità e di cattiveria. Stolti! Colui che ha fatto l'esterno non ha forse fatto anche l'interno? Date piuttosto in elemosina quello che c'è dentro, ed ecco, per voi tutto sarà puro».

 
 
 

La democrazia in America

Post n°202 pubblicato il 12 Ottobre 2009 da BladeRunner0

de tocqueville"Rubo" al blog di Piero Ricca (si lo so che seguo troppo spesso dei blog sediziosi...) questo brano di Alexis de Tocqueville, tratto da La democrazia in America (1840).

Può tuttavia accadere che un gusto eccessivo per i beni materiali porti gli uomini a mettersi nelle mani del primo padrone che si presenti loro. In effetti, nella vita di ogni popolo democratico, vi è un passaggio assai pericoloso. Quando il gusto per il benessere materiale si sviluppa più rapidamente della civilità e dell’abitudine alla libertà, arriva un momento in cui gli uomini si lasciano trascinare e quasi perdono la testa alla vista dei beni che stanno per conquistare. Preoccupati solo di fare fortuna, non riescono a cogliere lo stretto legame che unisce il benessere di ciascuno alla prosperità di tutti. In casi del genere, non sarà neanche necessario strappare loro i diritti di cui godono: saranno loro stessi a privarsene volentieri … Se un individuo abile e ambizioso riesce a impadronirsi del potere in un simile momento critico, troverà la porta aperta a qualsivoglia sopruso. Basterà che si preoccupi per un po’ di curare gli interessi materiali e nessuno lo chiamerà a rispondere del resto. Che garantisca l’ordine anzitutto! Una nazione che chieda al suo governo il solo mantenimento dell’ordine è già schiava in fondo al suo cuore, schiava del suo benessere e da un momento all’altro può presentarsi l’uomo destinato ad asservirla. Quando la gran massa dei cittadini vuole occuparsi solo dei propri affari privati i più piccoli partiti possono impadronirsi del potere. Non è raro allora vedere sulla vasta scena del mondo delle moltitudini rappresentate da pochi uomini che parlano in nome di una folla assente o disattenta, che agiscono in mezzo all’universale immobilità disponendo a capriccio di ogni cosa: cambiando leggi e tiranneggiando a loro piacimento sui costumi; tanto che non si può fare a meno di rimanere stupefatti nel vedere in che mani indegne e deboli possa cadere un grande popolo.

 
 
 

«Gesù Cristo è la seconda persona più perseguitata di tutti i tempi»

Post n°201 pubblicato il 12 Ottobre 2009 da BladeRunner0

benigniRoberto Benigni, un grande comico, anzi, come lui stesso afferma «Io sono il più grande comico degli ultimi 150 anni»

 
 
 

Andrò in TV!

Post n°200 pubblicato il 09 Ottobre 2009 da BladeRunner0

rispetto prego!
Scritto da baol il 2009-10-09 00:48:14


 
bisogna portare rispetto al presidente del consiglio perché è l'unica carica istituzionale eletta dal popolo!!! 
"Ci sono due processi-farsa, assurdi. Farò esporre al ridicolo i miei accusatori e farò vedere a loro e agli italiani di che pasta sono fatto", dice il presidente del Consiglio. Che lancia la sua strategia mediatica: "Andrò in tv a spiegare le miei ragioni, voglio vedere se mi condanneranno" 
Andrò in tv?!!

Andrò in tv 2
Scritto da alfa10 il 2009-10-09 09:41:02


a spiegare agli "italiani" (quelli che s'informano solo con i tg di Min Zo Lin, Vespa e Fido Fede) che i processi ai quali mi legano i giudici comunisti e ai quali mi hanno riconsegnato i giudici comunisti della Consulta, non redarguiti per tempo da quel comunista che abita al Colle, eletto dai voti comunisti, come e perché questi processi, dove vengo riconosciuto corresponsabile in corruzione per la Mondadori e corruttore di avvocati inglesi che mentono per me, m’impediscano di esercitare il mio diritto insidacabile del fare, io unico eletto dal Popolo, unto del Signore e miglior presidente del consiglio degli ultimi 2500 anni di Repubblica Italiana… 
Andrò in tv a spiegare le mie ragioni come ci sono andato per spiegare il legame con Noemi (e non perché mi sia appartato per mezz'ora a parlare con il padre, che si chiama come il gruppo di fuoco del clan dei Casalesi).  
Andrò in tv a spiegare le mie ragioni sul perché quell'ingrata velina di Veronica, mia seconda moglie e prima amante quand’ancora ero sposato con Carla, dice che io non sto bene e che dovrei essere aiutato perché frequento le minorenni.  
Andrò in tv a spiegare come mai una delle mie società ricevette nel 1978 un aumento di capitale pari a 50 miliardi dell'epoca da un giorno all'altro, una cifra che corrispondeva a quella che il Vaticano volle stanziare per la liberazione di quel comunista di Aldo Moro, rapito e ucciso dalle BR dirette da Mario Moretti, quell’ex fascista che aveva studiato come me dai Salesiani e lavorava alla Siemens grazie alla raccomandazione di Anna Fallarino, marchesa Casati Stampa, la matrigna della ragazzina alla quale quel sant’uomo di Cesare Previti, il miglior ministro della Difesa degli ultimi 3000 anni, ha fregato la mia attuale residenza di Arcore sfilandogliela per solo 500 milioni dell’epoca...  
Andrò in tv a spiegare come mai la banca di quel sant'uomo di mio padre riciclava i soldi di Calvi e Sindona e poi li passava agli imprenditori edili per costruire New Town come Milano 2....  
Andrò a spiegare come mai quel sant'uomo bibliofilo di Marcello andò a prendere quell’eroico stalliere in Sicilia, nota per essere la patria degli eroici stallieri italiani, altro che Brianza mia! E spiegherò come mai, se non facevo ciò che mi si diceva di fare, l’eroico stalliere mi metteva le bombe per ricordarmelo, ma così senza malizia, quasi per affetto...  
Andrò in tv a spiegare come mai il signor Lo Verde (alias Bernardo Provenzano) voleva che gli mettessi a disposizione una delle mie tv, cosa volesse ricordarmi con quella richiesta...  
Andrò in tv, si.  
Andrò in tv.  
 
(giusto per la completezza dell'informazione, ndr) 
 
Mario Uccella

Commenti al post "Verso il gran finale. Le leggi e il golpe" del blog www.nandodallachiesa.it

 
 
 

E io, da che parte sto?

Post n°199 pubblicato il 09 Ottobre 2009 da BladeRunner0

da che parte stai?La perla di stamane proviene dai commenti all'ultimo post del blog di Beppe Grillo:

Il tempo è maturo per capire come stanno realmente le cose in questo disgraziato paese. La politica, quella che conosciamo da un secolo, non esiste più. Oggi è chiaro, abbiamo 2 italie. Da una parte gli onesti e dall'altra i disonesti. Non è più una questione ideologica o di filosofia. Ci sono un mare di esempi e tutti i giorni se ne aggiungono degli altri sempre più giganteschi e impossibili da immaginare fino a qualche tempo fa. Il popolo è fatto da gente semplice, nel bene e nel male ne è complice. La prova del nove? Messina, fra abusi edilizi, depredazione sistematica del territorio, istituzioni conniventi con la mafia e la delinquenza economica, dal vigile urbano al prefetto e oltre passando dal sindaco. I cittadini, per puro interesse personale, VOGLIONO i loro rappresentanti ciechi, anzi i più disonesti. Alla fine si piange il morto ed è quello che ci voleva per capire una volta di più. Lo scudo fiscale per i delinquenti senza entrare nel merito. La sinistra si dibatte in mille distinguo per non schierarsi chiaramente, perchè anch'essa ha l'armadio pieno di scheletri. Ecco dunque la nuova situazione politica. I delinquenti dentro e fuori dalle istituzioni e la gente onesta che nonostante tutto cerca e spera di vivere dignitosamente in questa italia.

La scelta è solamente una, di qua o di la. Il resto è solo chiacchiera.

Anton Tchutcerthaler (maia bassa) Commentatore certificato 09.10.09 09:42|

 
 
 

La notizia del giorno

Post n°198 pubblicato il 08 Ottobre 2009 da BladeRunner0

Mafia: da pentito Giuffre' accuse a Dell'Utri e Forza Italia

07 Ottobre 2009 17:16 CRONACHE

ROMA - Durante l'odierna udienza del processo contro il Prefetto Mario Mori e il colonnello dei Carabinieri Mario Obinu, accusati di favoreggiamento per il mancato arresto di Bernando Provenzano nel 1995, il pentito Nino Giuffre' ha mosso pesanti accuse nei confronti di Marcello Dell'Utri e del movimento politico Forza Italia. Secondo il collaboratore di giustizia, dopo l'arresto di Vito Ciancimino "Democrazia Cristiana e Partito socialista si avviarono al tramonto e in Cosa nostra nacque un nuovo discorso politico. Un nuovo soggetto politico andava appoggiato: era Forza Italia" ha detto Giuffre'. Sempre secondo il pentito, inoltre, tra i punti di riferimento politici di Cosa nostra, dopo il naufragio dei partiti storici, c'era Marcello Dell'Utri. (RCD)

 
 
 
Successivi »
 
 
 

INFO


Un blog di: BladeRunner0
Data di creazione: 22/05/2006
 

ULTIME VISITE AL BLOG

rinaldo63castello_niceciliegina1970_boElveralumil_0don.francobLisa20141un_amica_per_tebellicapellidgl3M66monnalisamorganaelIrrequietaDistrice63tdk1968laura.soldera
 

AREA PERSONALE

 

FACEBOOK

 
 
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 

Byoblu.Com - Il Videoblog di Claudio messora

 
Italian Blogs for Darfur
 
 

PERLE AI PORCI IN PDF E CELLULARE

Qui la versione PDF del blog
xFruits
Clicca qui sotto per la versione mobile del blog
xFruits
 

PILLOLE IN PDF

Cliccando su questo bottone potrai scaricare e leggere una selezione delle ultime notizie da Repubblica.it, e approfondimenti sulla tecnologia tratti dai migliori blog italiani. Aggiornato in tempo reale:

xFruits
 

ULTIME VISITE

 

LICENZA

I contenuti di questo blog rappresentano i miei pareri personali su quanto di volta in volta trattato, e non rappresentano in alcun modo le posizioni del mio datore di lavoro del momento.

Creative Commons License
I contenuti di questo blog sono pubblicati sotto una Licenza Creative Commons.
In breve qualora voleste riusare i contenuti siete tenuti a citare la fonte, non usarli per scopi commerciali e ripubblicarli con lo stesso tipo di licenza.


immagine

immagine