Creato da aspettandogiada il 09/10/2008

Baby a bordo

Vita da mamma e non solo

AREA PERSONALE

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

TAG

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Marzo 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31    
 
 

FACEBOOK

 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

nicolasfbcassetta2scarabeograsso1957deagatta80blaskina88boldini.simonanadia_73mauracriscoliWhaite_HazeDIAMANTE.ARCOBALENOrory85LorenzaCaliarimariomancino.msilvia.montronearcobalenorosa
 
Citazioni nei Blog Amici: 26
 

CHI PUŅ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore puņ pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

« Ultimo giorno di scuolaMa come ti vesti? »

Ho letto Quello che le mamme non dicono

Post n°113 pubblicato il 30 Giugno 2010 da aspettandogiada
 
Foto di aspettandogiada

Mi sono imbattuta, per caso e al quarto mese di gravidanza, nel Suo blog.

Era nata da pochi giorni sua figlia.

Ho adorato subito il suo modo di scrivere, la sua ironia, il suo voler mantenere a tutti i costi se stessa.

E soprattutto leggendo il suo blog mi preparavo al peggio.

Mi è andata decisamente meglio.

Quando ho saputo del suo libro non potevo non averlo.

L'ho divorato: finito in meno di 48 ore.

Mi aspettavo un libro ironico e solodivertente e invece non lo è.

E' un libro soprattutto commovente.

Un libro d'amore ma diverso rispetto a quelli che si è abituati a leggere.

Mai banale.

Mai scontato.

E' l'amore che ogni giorno un figlio riesce ad insinuare e far crescere nel cuore della propria madre.

E' un libro in cui qualsiasi neomamma si riconosce.

Quando ho letto "Non ricordiamo mai il periodo della vita in cui siamo più amati in assoluto" ho pianto.

Ho pianto come piangevo 17 mesi fa.

Guardavo la mia bimba con il cuore che mi scoppiava d'amore e scoppiavo in lacrime pensando che Lei non l'avrebbe mai ricordato.

 

Leggendo ti rendi conto di quanto sei stata fortunata...perchè sì, io sono una di quelle che c'ha avuto culo a ritrovarsi con una bambina così brava e realmente buona.

 

Continui la lettura e a tratti ti  viene da pensare che probabilmente leggendo questo libro nessuno farà più figli.

 

Arrivi alla fine ed eccolo là.

Quel suo pensiero che è anche il tuo e di tutte quelle che al momento "i figli proprio no":

"Prima di diventarlo le compatisci anche un po', le mamme.

Non capisci davvero cosa ci sia di bello nel sacrificare gli spazi aperti della propria vita ad un bambino che chiede, e chiede, e chiede.

Poi succede che un giorno conosci tua figlia".

Succede che incontri lo sguardo di tuo figlio, di quel piccolo esserino che ha abitato dentro te ed ora ha preso casa nel tuo cuore.

Ha invaso i tuoi spazi prendendo posto tra le tue cose.

Non voglio svelare altro.

Leggetelo.

 

 

 
 
 
Vai alla Home Page del blog