Temet Nosce

Pensieri di un sognatore di verità

 

AREA PERSONALE

 

TAG

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Giugno 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30        
 
 

FACEBOOK

 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

Doc.Serenapezze88jr.gladiofraland2007nicolaquartaluigicetraroscilla53domenico.pascuzziAntodemacantinabambinutogiulia.giannithe_mantamansbaffi.andreagfgiuliano46Flavia_Martino
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

Ultimi Commenti

AlexanderIceSky
AlexanderIceSky il 09/06/10 alle 14:28 via WEB
C., ogni tuo commento sincero è gradito con un sorriso sotto occhi che leggono e riflettono l'immaginare sull'immagine riflessa. Nel tuo finale leggo te, molti frammenti del tuo passato, alcuni nuovi e in molti frammenti una nuova prospettiva, un'angolatura leggermente diversa da quelle che ero solito leggere nelle tue parole. Così, mi affascino del tuo fascino con domande silenti. Ma il mio finale era lì, in quell'immenso tonfo secco. Perché in esso è racchiusa l'infinità dell'ultimo istante e della vita intera di quell'uomo e dopo di esso il suo proprio mondo cessa di esistere come tale. Niente più pensieri, niente più sensazioni, niente più gioia o dolore, niente più desideri. Niente più respiro. La vita, certo, quella continua, è eterna, in continuo divenire, ma il suo mondo nella forma in cui era esistito attraverso di lui come uomo non è più. Forse morire è come svegliarsi da un sogno che non ricordiamo e sentire solo nell'inconscio le sensazioni di tutto ciò che nel sogno abbiamo vissuto, comprendere solo nell'anima tutta l'esperienza di quel vivere, in una forma che non ci appartiene più, in una forma che adesso è solo la pace del vero silenzio. Un saluto e un abbraccio.
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
C. il 09/06/10 alle 13:54 via WEB
E nel momento in cui il suo cranio si frantumò contro la roccia, tutto divenne chiaro, perchè oramai non aveva più alcuna importanza. E se qualcuno, per caso, fosse passato di lì, avrebbe potuto vedere, nel sangue che scorreva morbido e lento sui candidi sassi, le scene della vita di quell'uomo oramai non più. Perchè, in fondo, non solo quello che sta dietro gli occhi è vita. Essa scorre dentro e attraverso noi, anche dopo l'ultimo gesto. Continuiamo ad essere. È tutta qui, l'utopia della domanda. p.s. spero che perdonerai la mia irruenza, scusa se mi sono permessa di scrivere un finale. Ho solo avuto la sensazione che mancasse ancora qualcosa, forse l'attimo in cui le palpebre sbattono per l'ultima volta, si aprono, gli occhi vedono, si chiudono, i sensi respirano, si aprono. Per sempre. Sul finale taciuto che, prepotente, non ho potuto tenere dietro i denti.
 
AlexanderIceSky
AlexanderIceSky il 07/05/10 alle 01:43 via WEB
E' perfettamente pertinente, credo tu abbia colto in pieno il senso e la sensazione del mio pensiero. :)
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
C. il 06/05/10 alle 15:55 via WEB
Come un sognatore che al mattino si sveglia e non si ricorda di aver sognato. In questo modo egli dimentica la sua stessa essenza, l´elemento che lo distingue, la caratteristica che lo identifica. Eppure la sua inconsapevolezza non lo rende meno se stesso. (Ok, forse non é pertinente con il tuo pensiero, ma é l´immagine che le tue parole hanno suggerito alla mia fantasia).
 
AlexanderIceSky
AlexanderIceSky il 18/04/10 alle 04:04 via WEB
Con questo Haiku desidero ringraziare tutti coloro che mi sono stati vicini, donando forza ai miei sogni con un frammento di loro stessi. Grazie, sinceramente. -------- With this Haiku I'd like to thank all those who have been close to me, giving strength to my dreams with a fragment of themselves. Thank you, sincerely.
 
AlexanderIceSky
AlexanderIceSky il 17/04/10 alle 02:11 via WEB
Non sempre un cammino si sceglie con la ragione e la razionalità. Inoltre, non dico che non si debba vivere responsabilmente, tutt'altro, anche io mi trovo a fare scelte per il mio futuro, ma cerco di non pensare al futuro più del necessario, cammino con tranquillità, cercando di sentire il momento presente. Se hai fatto attenzione avrai notato che ho scritto 'chi vive SEMPRE proiettato nel momento successivo'. Io capisco che in questo periodo tu sia forzatamente proiettata nel futuro e che legga le mie parole anche rispetto a questo, ma credo che il tuo punto di vista sia orientato ad un concetto leggermente diverso da quello che volevo esprimere. In fondo, le scelte che stai facendo per il futuro, sono scelte presenti, di cui ogni emozione è viva adesso.
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
C. il 15/04/10 alle 19:26 via WEB
E io mi chiedo, come può l'uomo scegliere un cammino se non sa dove porta quella strada? A volte è inevitabile vivere il momento successivo. Non necessariamente con fretta.
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
Filippo il 15/04/10 alle 17:14 via WEB
Di questo ne sono anche io fermamente convinto....
 
AlexanderIceSky
AlexanderIceSky il 14/04/10 alle 14:53 via WEB
Gentile visitatrice, ti ringrazio per il tuo gradito commento.
 
cucciola_mora
cucciola_mora il 13/04/10 alle 16:54 via WEB
è verissimo quello che dici... un sorriso...vale
 
Successivi »
 
 
 

INFO


Un blog di: AlexanderIceSky
Data di creazione: 16/07/2006
 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: AlexanderIceSky
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 40
Prov: FI
 

SINDONE

immagine
 
Citazioni nei Blog Amici: 5