ThroughTheBarricades

Diario di bordo del mio viaggio sul pianeta Terra.

 

LA REGINA DELLE FATE

Tu sei la parte migliore
della mia vita

 

DICONO DI ME...

- Sarai una mamma perfetta (Silvia)
- La Tata è la Tata (Ambra)
- Sei una risorsa difficile da gestire
(il mio capo)
- Una cosa su di te??? Come faccio a sintentizzare in una parola? Ah sì ecco!!!! Sei una NINFOMANE!!! :O) (Linda)


immagine

 

COSÌ È SE VI PARE

Io non riesco a respirare,
Non riesco a respirare se mi guardi in quel modo.
Smettila di guardarmi così,
Smettila.

immagine

 

LA TEMPESTA

Non dire mai che il mio cuore ti è stato infedele,
Sebbene la lontananza sembrasse attenuare la mia fiamma
Potrei forse allontanarmi da me stesso? No, come non potrei
Abbandonare la mia anima che è chiusa nel tuo petto:
Quella è la casa del mio amore. Se ho vagato,
Come ogni viaggiatore alla fine torno a casa,
Giusto in tempo, dal tempo non cambiato,
Porto l'acqua nella fedeltà per lavare le sozzure del viaggio.

Non credere - benchè nella mia natura regni
La fragilità che assedia ogni tipo di sangue -
Che io possa, stupidamente, insozzare quell'acqua,
Che io lasci per un nulla la tua ricchezza di bontà:
Perchè nulla è per me l'intero universo
Tranne te, mia rosa: nell'universo sei il mio tutto.

W. Shakespeare - sonetto 109

 

AREA PERSONALE

 

TAG

 

ULTIMO LIBRO LETTO:

 

 

Per Bella Swan essere innamorata di un vampiro è allo stesso tempo un sogno a occhi aperti e il peggiore degli incubi, un intreccio di sensazioni che si alternano e le lacerano l'anima. La passione per Edward Cullen la spinge verso un destino soprannaturale, mentre il profondo legame con Jacob Black la riporta invece indietro, nel mondo terreno. Bella ha alle spalle un anno difficile, pieno di perdite, di conflitti, di tentazioni contraddittorie. Ora è al bivio decisivo: entrare nello sconosciuto mondo degli immortali, o continuare a condurre un'esistenza umana. Dalla sua scelta, dipenderà l'esito del conflitto tra il clan dei vampiri e quello dei licantropi. Eppure, ora che Bella ha preso la sua decisione, nell'aria si avverte un clima innaturale e teso. Sta per scatenarsi una sorprendente catena di eventi che cambieranno per sempre la vita di tutti coloro che la circondano. Ma quando il tempo a sua disposizione sembrerà essere esaurito, e la strada da prendere già stabilita, Bella - dolce e timida in Twilight, sensuale e inquieta in New Moon e Eclipse - andrà incontro a un futuro dal quale non potrà più tornare indietro. Breaking Dawn, il capitolo conclusivo della Saga di Twilight, svela finalmente segreti e misteri di questa incantevole epopea romantica che ha entusiasmato milioni di lettori in tutto il mondo: Edward accetterà di donare a Bella l'immortalità trasformandola in un vampiro? E lei sceglierà l'amore eterno, abbandonando la possibilità di una vita normale?

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Marzo 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        
 
 

FACEBOOK

 
 

NON POSSONO MANCARE..

 

Anni 80

Post n°1187 pubblicato il 17 Settembre 2015 da alundrina

Mi sono imbattuta per caso in una delle rubriche presenti su Libero dal titolo <70 mi da tanto 80 nostalgia>. 
Che tuffo nel passato!!!
Mi ricordo BIM BUM BAM quando Paolo Bonolis sudava ma non come adesso ed era anche simpatico e non veniva pagato miliardi per programmi osceni. Ricordo che pensavo che l'avrei voluto sposare uno come lui. Mi ricordo di UAN, il pupazzo rosa e mi sono sempre chiesta perchè io non avevo un pupazzo parlante in casa, eh?
Mi ricordo l'appuntamento fisso con Candy Candy, Evelyn e la magia di un sogno d'amore, Creamy e le sue gonnelline che ho sempre invidiato: le volevo anche io, e volevo avere i capelli verdi come i suoi.
Mi ricordo l'ATARI, regalo di Natale di mio padre a noi tre figli e le lotte per giocare a PACMAN e a MONKEY. Chissà quanto l'aveva pagato e non ci ho mai pensato, che per farci felici, non aveva badato a spese.
Mi ricordo la CASA DI BARBIE sogno di ogni ragazzina degli anni '80, quella con l'ascensore con la cordicella, mai avuta quella là, e oggi se la trovassi in giro la comprerei solo per togliermi la soddisfazione di tirarla, quella benedetta cordicella.
Mi ricordo le angosce il Sabato, quando Silvia, la mia amica delle medie mi diceva di andare in centro e c'erano i PANINARI E LE SFITINZIE, sempre pronti a sfottere e a farti vergognare di come eri.
Mi ricordo il primo hamburger della mia vita, un sabato pomeriggio da BURGHY in pieno Corso Vittorio Emanuele. Un sapore che non c'è più; sparito quando Burghy è andata via.
Mi ricordo i GETTONI per telefonare, le file alle cabine telefoniche per avvisare mamma che avrei fatto tardi. Non c'erano ancora i cellulari ai tempi e sono cresciuta ugualmente.
Mi ricordo Vamos a la playa, Girls just wanna have fun, Giuny Russo, gli stereo a doppia cassa tenuti sulla spalla con la musica a tutto volume, e nessuno ha mai pensato che fossimo dei pazzi noi ragazzini.
Mi ricordo quel grido, ripetuto tre volte, CAMPIONI DEL MONDO, CAMPIONI DEL MONDO, CAMPIONI DEL MONDO, con me attaccata alla tele a guardare sti qua che correvano e mamma vicino alla finestra a cucirci le bandiere col tricolore. Mi ricordo quel signore con i capelli bianchi che alzò le braccia al cielo dicendo "non ci riprendono più". Caro Pertini, quanto mi manchi.
Mi ricordo  i diari delle bambole Hobbies, così semplicemente perfetti che non ci volevo scrivere sopra per non rovinarli.
Mi ricordo Michael J. Fox e i suoi viaggi nel futuro con la colonna sonora più bella che io ricordi Huey Lewis and the News e the power of love.
Mi ricordo di quando tornavo da scuola con mio fratello e i suoi compari; innamorata persa di Maurizio, compagno di mio fratello che non mi si cagava di pezza ma io già ci vedevo sposati e con tanti bambini; e quando poi arrivavamo a casa si citofonava e mamma apriva il portone, che si sapeva che si arrivava a quell'ora e nessuno si lamentava se avevamo gli zaini troppo pesanti. Se si dovevano portare 20 kg di libri si portavano e basta. Nessuno ha mai protestato per questo e non soffro di problemi alla schiena.
Mi ricordo che per merenda c'erano le Girella, che si sa che la morale è sempre quella, le macine del Mulino Bianco erano una novità e i galletti ricoperti con la glassa di zucchero esistevano ancora, prima che venissero rintanati in chissà quale magazzino, per sparire nel nulla causandomi crisi mistiche.
Mi ricordo il gelato Twister e il Calippo, innocente ancora lo mangiavo beata, non capendo lo sguardo di ragazzini più grandi di me che mi guardavano in modo strano.
Mi ricordo del MAGO G tutto d'azzurro vestito e della sua raccolta punti che non finiva mai.
Mi ricordo BO E LUKE DUKE di HAZZARD e la mia prima cotta televisiva, naturalmente per Bo, il biondo.
Mi ricordo che se mamma mi diceva NO era NO, senza se e senza ma, non c'erano sorrisini per farmi stare calma e compromessi. Non mi sono mai permessa di rompere i coglioni oltremodo al supermercato per farmi comprare qualcosa altrimenti una sberla non me la toglieva nessuno. E non per questo ho mai chiamato il telefono azzurro per maltrattamenti. Se la sberla me la meritavo, me la meritavo. Punto e basta.
Eppure sono cresciuta lo stesso e MIRACOLO, sono stata classificata come persona normale ai vari test psicologici e attitudinali.
Mi ricordo che non c'erano colf, baby sitter, badanti, accompagnatori in casa mia ed eravamo tre figli, eh. Come diamine avrà fatto mia madre a farci crescere tutti e tre senza andare da uno psicologo?
Mi ricordo che a scuola, se uno di noi rompeva le scatole, veniva sbattuto fuori dalla classe e ciò non causava proteste ed indignazioni da parte dei genitori.
Mi ricordo le mie gonnelline scozzesi a pieghe e le calzamaglie rigorosamente bianche. Nessuno sapeva cosa fossero le Lelly Kelly e non sentivamo la necessità di saperlo.

 
 
 

Forse....

Post n°1186 pubblicato il 17 Ottobre 2013 da alundrina

Forse forse ce la faccio a tornare...

 
 
 

...Di nuovo l'alba

Post n°1185 pubblicato il 31 Agosto 2012 da alundrina

..."Il tempo passa. Anche quando sembra impossibile. Anche quando il rintocco di ogni secondo fa male come il sangue che pulsa nelle ferite. Passa in maniera disuguale tra strani scarti e bonacce prolungate, ma passa. Perfino per me."

 
 
 

Ciao...

Post n°1184 pubblicato il 30 Ottobre 2009 da alundrina
 

Questo è un addio, o forse solo un arrivederci. Prima o poi tornerò quella di prima e tornerà la voglia di fare tante cose, compresa magari quella di scrivere. Ora come ora, non ho nè la voglia, nè la forza di andare avanti. Direi che ne ho viste e passate veramente abbastanza.

Mi posso e mi devo concentrare solo su mia figlia.

Quel pò di forza e di coraggio che mi resta sono esclusivamente per lei. A tutti voi che in questi anni, in un modo o nell'altro mi siete stati accanto avete riso e sorriso con me vi dico GRAZIE. Se poi è vero che non può piovere per sempre allora tornerò, sorridendo, ovviamente. Per ora buona vita a tutti voi.

Barbara

 
 
 

Ancora cinque minuti

Post n°1183 pubblicato il 17 Agosto 2009 da alundrina
 

...Nessuno mi crede, davvero innocente,
ma non per questo io non vivo più.
piove mai io qualche cosa farò
per sentire ancora
tutto il calore che ancora non ho
e avere un po' di pace
che ora non ho
e luce nei miei occhi
che ora non ho
un direzione giusta
che ora non ho

 

Neffa - Lontano dal tuo sole

 
 
 

Prove tecniche di mamma

Post n°1182 pubblicato il 17 Agosto 2009 da alundrina
Foto di alundrina

 

 

 

 

(io e Silvia ci apprestiamo ad andare a fare un giro con la pargola)

 

Io: tata metti i freni al passeggino!

 

Silvia: perchè i passeggini hanno i freni????? (strabuzzamento di occhi)

 

Io: certo tata che ce li hanno... (espressione calma e serena)

 

Silvia: e a che cazzo servono i freni sui passeggini???????? (espressione di smarrimento totale)

 

Io: ........................... (silenzio totale)

 

 

Mezz'ora dopo Silvia ha scoperto che i freni dei passeggini sono molto utili in caso di rampe mobili nei centri commerciali.... :o)

 
 
 

Evviva i mancini!

Post n°1181 pubblicato il 13 Agosto 2009 da alundrina
 

Oggi è la giornata dei mancini! Tanti auguri a me e a tutti i mancini!!!

                                                            

 

GIORNATA DEI MANCINI, DA LEONARDO A OBAMA GENIO E PREGIUDIZI

 

ROMA - Sono severi con se stessi ma anche più ricchi, almeno per quanta riguarda i maschi. Vantano fra di loro nomi di assoluto prestigio in ogni campo: da Napoleone ad Obama, da Maradona a Marilyn Monroe. Fra di loro forse il più noto era un genio assoluto: Leonardo da Vinci. Ma forse per questo, pur essendo ben il 10% della popolazione mondiale, sono stati anche oggetto di curiosità e studio.

Negli ultimi anni sono molti gli studi effettuati per dare risposte a chi nasce mancino, a chi scrive o calcia un pallone con la sinistra. Il 13 agosto si festeggia la giornata del loro "orgoglio" contro il pregiudizio che li ha spesso accompagnati. Il consiglio è quello di celebrare i mancini in modo divertente invitando amici e parenti ad usare la mano sinistra per un giorno, facendo 'toccare con mano' le difficoltà di chi non usa la destra. Un team di scienziati dell'università di Oxford due anni fa ha identificato il primo gene che sembra aumentare le probabilità di nascere mancino. LRRTM1, questo il nome del gene che determinerebbe quali parti del cervello controllano determinate funzioni, come le emozioni ed il discorso, potrebbe anche rendere leggermente più probabile la possibilità di sviluppare malattie mentali come la schizofrenia.

L'essere mancini avrebbe dei riflessi anche sul carattere. A sostenerlo è uno studio pubblicato nel 2008 sulla rivista Personality and Individual Differences secondo cui la mano con cui scriviamo sembra influenzare anche i nostri comportamenti, o perlomeno le differenze mentali alla base del mancinismo potrebbero avere un peso anche sul nostro agire. I mancini sono più inibiti dei destrimani e quando devono fare una cosa tendono ad essere incerti, vacillare, forse perché troppo severi con loro stessi hanno paura di commettere errori e sono molto condizionati dalle critiche al loro operato. Secondo questa ricerca, quindi, i destrimani sarebbero più impulsivi, meno 'complessati' e meno proni all'ansia. Da uno studio pubblicato dall'Institute of Fiscal Studies emerge che i maschi mancini guadagnano di più. Su base oraria, i loro compensi in media sono fino al 4,5% - 5% superiori rispetto a quelli dei loro omologhi destri, il che si traduce in circa 1.610 euro in più all'anno ed in oltre 75.000 euro in più nell'arco di una vita. Lo studio ha messo a confronto gli stipendi di 18.000 uomini e donne di età compresa fra i 30 e i 40 anni, fra mancini e destri. Lo stesso dato però non vale per le donne mancine, che al contrario guadagnano generalmente fino al 4% in meno dei loro colleghi destri di entrambi i sessi. I motivi di questo scarto di guadagno a favore dei mancini maschi non sono chiari. Una spiegazione potrebbe risiedere nel corpo calloso, quella parte del cervello che mette in comunicazione i due emisferi.

 

FONTE: libero news (http://temporeale.libero.it/norep/viewNews.jsp?newsID=3104015&URL=/libero/fdg/347707.xml&XSL=/norep/xsl/fdg_news.xsl)

 

 
 
 

E' meglio di un manga giapponese!!!

Post n°1180 pubblicato il 11 Agosto 2009 da alundrina
 

 

La mia bimba alle prese con cuscinate, risate, isteria, addominali e.. domande oscene! tutta colpa della Zia!!!!!

 
 
 

Macchina del tempo?

Post n°1179 pubblicato il 26 Maggio 2009 da alundrina
 
Foto di alundrina

A volte credo di essere nata in un'epoca sbagliata. O di essere nata sul pianeta sbagliato. Fatto sta che mi sembra, ogni tanto (anzi molto spesso), di sentirmi fuori luogo, inadeguata. Come un vaso cinese del XII secolo della Dinastia Ming su un tavolo di legno in una catapecchia, per intenderci.
E quel senso di inadeguatezza... quel ritrovarmi a pensare che forse, per come sono, sia fisicamente che mentalmente, se fossi nata due o cinque secoli fa magari sarebbe andata meglio.
Grassa lo sono, c'è poco da fare e sinceramente non me ne frega un benemerito. Però ecco, se fossi nata nel Rinascimento quando le cicciottelle andavano "di moda" magari mi sarei risparmiata un bel pò di patemi e di delusioni, no?
Ho sempre creduto al Principe Azzurro, all'amor cortese etc etc etc. Anche qui sarei dovuta nascere un sette/otto secoli addietro, quando imperavano i cavalieri e le dame davano come pegno d'amore un fazzoletto.
Ora il più cavaliere di uomo incontrato è stato quello che m'ha pagato la pizza na volta a cena e le donnine "moderne" come "pegno" danno qualcos'altro.... Giusto pochi giorni fa si discuteva in ufficio di prima volta. Beh: occhi spalancati e sorrisini ironici (da parte di alcune colleghe) quando ho rivelato che la mia prima volta è stata a 19 anni inoltrati con il ragazzo di cui ero profondamente innamorata e che ero convinta avrei sposato.
Lui invece non è che la pensasse proprio come me, (ma questo l'ho scoperto otto mesi dopo), tant'è vero che dopo avermi "usata" per qualche mese si è messo con una tipa ovviamente magra, bionda e figa da far paura. Mica la cicciottella sfigata, imbranata e timida che ero (e sono) io. Lui si chiama Matteo. Lei Greta.
Segretamente ho odiato tutte quelle che si chiamano Greta per una buona dozzina di anni.
E lui era solo il primo di diversi elementi, di cui mi sono invaghita (per la maggior parte delle volte) e da cui sono stata, per la maggior parte delle volte nuovamente, usata per sfogare i proprio istinti. Che sarò anche in carne, diamine, ma se tanti ci sono stati con me vuol dire due cose: o erano tutti affamati, o proprio da buttare non sono.  Credo che potrei essere un buon caso clinico per qualche psichiatra. Darsi per trovare affetto? Darsi per dimostrare che valgo? Darsi per sentirsi amata? O darsi fingendo di non sapere che tanto pure quello prima o poi sparirà perchè "figurati se la presento ai miei amici una così che mi ridono tutti dietro".....    E poi dicono che dovrei amarmi di più!!! Che dovrei avere fiducia in me stessa e minchiate varie.
Vabbeh.. tanto ormai sono passati anni da ste storie. Ora sono mamma e il solo pensiero di avere un altro uomo accanto mi nausea. Mi fa venire il voltastomaco. Perchè sinceramente sono stanca. Di giochi, giochini e giochetti. Di parole vuote e senza senso. Di uomini che prima promettono mari e monti e poi si dileguano. Di uomini SENZA PALLE che non hanno il minimo RISPETTO per niente e nessuno, tanto meno per i propri figli. No no no no no no no no no no no no no no no no e mille altre volte NO. Sarà anche vero che gli uomini non sono tutti uguali ma cazzo... sono sedici anni che tutti quelli uguali li becco io. E cribbio!!!!!! Ora li lascio volentieri anche ad altre. Non ho mai avuto lo spirito della crocerossina. Che se li smazzino un pò le ventenni di oggi; scosciate, senza  cellulite, con un unico pensiero per la testa: fare la  velina.
Io intanto mi chiudo in cantina a costruire una macchina del tempo. Magari ce la faccio e torno nel mio HABITAT naturale.

 
 
 

Punto. E a capo.

Post n°1178 pubblicato il 25 Maggio 2009 da alundrina
 
Foto di alundrina

 

Si riparte da qui,

 confusi ma liberi

 

ti sto GRIDANDO cos'è
la prospettiva di ME.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

  

 

 

 

Lyrics - Laura Pausini

 
 
 

NO MERCY

Post n°1177 pubblicato il 29 Aprile 2009 da alundrina
 

E' di stamane la notizia dell'ultimo arresto nei confronti di 3 "persone" che avevano nei loro computer filmati pedopornografici con violenze terribili su bambini e bambine di età compresa tra 3 e 5 anni.
Non sarò per nulla clemente in questo post e me ne assumo tutta la responsabilità.

QUESTI ELEMENTI VANNO UCCISI MOLTO LENTAMENTE, DAVVERO MOLTO LENTAMENTE, DOPO AVERGLI FATTO SUBIRE OGNI TIPO DI SEVIZIA (come quelle che a loro piace vedere subite da bambini piccoli).

Se mai mi dovesse capitare, nel corso della mia vita, di trovarmi davanti ad un pedofilo,  credo che nemmeno Dio mi convincerà ad avere pietà di lui.

Molto lentamente, ripeto. Da ammazzare molto lentamente. Nessuna pietà. Loro non ne hanno. E' la legge del taglione è sempre stata la mia preferita, in casi come questi.

 
 
 

Post N° 1176

Post n°1176 pubblicato il 27 Aprile 2009 da alundrina
 
Foto di alundrina

Dicono che mi servirà,

Se non uccide fortica...

 

 

Perchè dovrei andare a cercare delle risposte o sentirmi meglio ascoltando una canzone? Perchè non mi prendo cura delle "cose" importanti per una volta tanto?
Ho fatto di tutto, dico davvero. Ho provato a non pensarci, ho impegnato ogni istante libero a fare altre cose, ho dedicato tutto il mio amore e il mio tempo a mia figlia, il bene più prezioso e importante di questa mia vita; ti ho odiato; ho parlato male; ho pianto, ho riso, ho sospirato, ho cantato; ho asciugato i miei occhi mille volte, e  mille volte ancora l'ho rifatto, perchè le lacrime continuavano a scendere. Ho fatto finta di niente. Che io in questo sono sempre stata un mago, dico davvero. A nascondere ogni mio sentimento. A nascondermi in bagno di notte e piangere in silenzio perchè mamma non deve sapere e mia figlia è di là in sala che dorme.
Ho annusato l'odore della pelle di mia figlia, per scoprire che è lo stesso tuo odore, alla fine. Nei suoi occhi rivedo i tuoi, e ogni volta che la guardo è una pugnalata al cuore.
Ti ricordo in ogni suo gesto, in ogni suo sorriso e in ogni sua arrabbiatura. Come potrebbe essere altrimenti? E' la tua fotocopia. E questo fa paura. Perchè vuol dire che non riuscirò mai a dimenticarti, non potrò mai buttarti nel cestino dell'oblio. Eppure è quello che sto cercando disperatamente di fare da tre mesi. Perchè nè io nè lei ci meritavamo tutto quello che ci hai fatto. Perchè lei ha diritto a crescere serena e felice. Perchè io sono stata quella che ti ha portato i documenti; e io sono quella che sta ancora aspettando una firma per mettere fine ufficialmente a questa PARODIA. Perchè io non posso permettermi di far stare male mia figlia; perchè io sono stanca di avere il cuore a pezzi; perchè io, forse, merito di meglio, anche se dubito che sia il mio destino.

Lei è la mia vita ormai.

Lo eri anche tu una volta, ma questa ormai è un'altra storia.

 

..."e comunque tardi o prima ti dirò che ero contentissima ma non te l'ho mai detto che chiedevo "Dio ancora, ancora, ancora"......

Lyrics By Tiziano Ferro

 
 
 

Riflessioni

Post n°1175 pubblicato il 17 Marzo 2009 da alundrina
 

 

 

Via, consumati,

corta candela! La vita è soltanto

un’ombra errante, un guitto che in scena

s’agita un’ora, pavoneggiandosi, e poi

tace per sempre: una storia narrata

da un idiota, colma di suoni e furia,

senza significato.”

 

 

 

 

 

W. Shakespeare

 
 
 

Right Now

Post n°1174 pubblicato il 17 Febbraio 2009 da alundrina
 


 

 

 

It's been so long (long long)
That i haven’t seen your face
Im trying to be strong (strong strong)
But the strength i have is washing away
It wont be long (Long long) before i get you by my side
and just hold you, tease you, squeeze you till whats been on my mind

 

I wanna make up right now nana
I wanna make up right now nana
Wish we never broke up right now nana
We need to link up right now nana
I wanna make up right now nana
I wanna make up right now nana
Wish we never broke up right now nana
We need to link up right now nana

 

Girl i know, the stakes were made between us two
And we show our ass that night, even said somethings werent true
Watch you go, and haven’t seen my girl since then
Why cant it be the way is was
Because you were my homie, lover, friend

 

I wanna make up right now nana
I wanna make up right now nana
Wish we never broke up right now nana
We need to link up right now nana
I wanna make up right now nana
I wanna make up right now nana
Wish we never broke up right now nana
We need to link up right now nana

 

I cant lie, (i miss you much)
Watching everyday that goes by (i miss you much)
Till i get you back im gonna cry (yes i miss you much)
You are the apple of my eye (girl i miss you much)

 

I cant lie, (i miss you much)
Watching everyday that goes by (i miss you much)
Till i get you back im gonna cry (yes i miss you much)
You are the apple of my eye (girl i miss you much)

 

I wanna make up right now nana
I wanna make up right now nana
Wish we never broke up right now nana
We need to link up right now nana
I wanna make up right now nana
I wanna make up right now nana
Wish we never broke up right now nana
We need to link up right now nana

 

I want you to fly with me
Miss how you lie with me
Wish you would die with me
One that would grind with me

 

I want you to fly with me
Miss how you lie with me
Wish you would die with me
One that would grind with me

 

I wanna make up right now nana
I wanna make up right now nana
Wish we never broke up right now nana
We need to link up right now nana
I wanna make up right now nana
I wanna make up right now nana
Wish we never broke up right now nana
We need to link up right now nana

 

Akon - Right Now

 

 

 

 

 

 

 
 
 

....Per lavare le sozzure del viaggio (w. Shakespeare)

Post n°1173 pubblicato il 03 Febbraio 2009 da alundrina
 

 

 Lavo le mani, lavo, lavo, lavo... devo togliermi di dosso
tutto questo sporco... perchè così non può andare avanti...
A tutto c'è un limite, dicono, a tutto.... Ma dov'è il limite?
Quando si supera il limite?

 
 
 

Post N° 1172

Post n°1172 pubblicato il 16 Gennaio 2009 da alundrina

'Till everything burns
While everyone screams
Burning their lies
Burning my dreams
All of this hate
And all of this pain
I'll burn it all down
As my anger reigns
'Till everything burns

(Anastacia feat. Ben Moody - Everything burns)

 
 
 

Post N° 1171

Post n°1171 pubblicato il 09 Gennaio 2009 da alundrina

Con estremo ritardo..... BUON ANNO A TUTTI VOI.

 
 
 

Post N° 1170

Post n°1170 pubblicato il 24 Dicembre 2008 da alundrina

 
 
 

Post N° 1169

Post n°1169 pubblicato il 24 Dicembre 2008 da alundrina
Foto di alundrina

Buon Natale di cuore a tutti.

Io spero sempre e mi auguro che porti Gioia a tutti noi...

 
 
 

Post N° 1168

Post n°1168 pubblicato il 07 Dicembre 2008 da alundrina

Stento a riconoscermi in questa foto... Eppure son passati "solo" quattro anni....  Mio Dio, mi sento così strana.... sembrano passati mille anni da quel week end... Mi vien da piangere..

 
 
 
Successivi »
 
 
 

INFO


Un blog di: alundrina
Data di creazione: 11/12/2003
 

BUSTA A SORPRESA!

immagine

 

 

LA DODICESIMA NOTTE

"Here comes the rain again
Fallin' from the stars,
Drenched in my pain again
Becomin' who we are"

 

AMO

- Il sole - Il mare - La mia mamma - I miei gatti - La pioggia - Ridere - Fotografare - I pixies -    - Il sorriso di mia figlia -
 - Scrivere - Il rosa - Hello Kitty - I Subsonica - Alessandro Baricco - Shakespeare - Daniele Groff - L'odore di vaniglia - Hugh Grant -
- Le coccole -  Il Piccolo Principe -

 

UNO, NESSUNO E CENTOMILA

Castelli di Rabbia (A. Baricco) - Oceano Mare (A. Baricco) - Novecento (A. Baricco) - Ivanohe (Walter Scott) - Romeo e Giulietta (W. Shakespeare) - Come vi piace (W. Shakespeare) - La moglie dell'uomo che viaggiava nel tempo (A. Niffenger) - Le nebbie di Avalon (M.Z. Bradley) - Diario del seduttore (S. Kierkegaard) - Sei personaggi in cerca d'autore (L. Pirandello) - Il canzoniere (F. Petrarca) - Rose Madder (S. King) -
 

I MIEI FILM

- Blade Runner - Sogno di una notte di mezz'estate - Il Signore degli Anelli - Accadde in Paradiso -  Sliding doors - Notting Hill - Harry Potter - La bestia nel cuore - Radiofreccia - Alla ricerca di Nemo - Braveheart - La storia fantastica -

immagine

 

RACCONTO D'INVERNO

Me ne vo 'rrando nella notte scura
Mentre nel cor alberga la paura;
Ecco tristezza giunger veloce
Meco cammina muta e feroce.

Volgo lo sguardo a destra e manca
Più non la trovo e son tanto stanca.
"Lontano sarai goccia di cielo?"
Sospiro infelice mentre l'anelo.

Troppo veloce il tempo è passato,
Dal mese in cui il cor fu beato.
Sette passarono, ben mi ricordo
Dal di' in cui coll'affanno mi lordo.

Eran i giorni dopo l'estate
Caldi di voci e belle risate,
L'eco di loro sento tornare
Seco mi recano grande penare.

I suoi begl'occhi presto ho perduto,
Il dolce suo canto ora è già muto;
Fato avverso, crudele e infame
Tutto mi hai tolto, nulla rimane.

Mesta proseguo nel mio cammino
Quanto vorrei averlo vicino;
Fu troppo presto  Gioia negata
A chi or la disìa, ormai rassegnata.

(18/10/2003)

immagine

 

ULTIME VISITE AL BLOG

cassetta2venere_privata.xpaolo.971Coulomb2003alundrinagreatkingrat0nottealta78acronlusdifatto19lalodatobias_shuffleel86enrico505deteriora_sequoramorino11
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo i membri di questo Blog possono pubblicare messaggi e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 10
 

ULTIMI COMMENTI

La lettura di questo commento è riservata agli utenti...
Inviato da: cassetta2
il 25/02/2021 alle 19:31
 
Beh.... io ero Spandauiana fino al midollo!!!!! :)))
Inviato da: alundrina
il 19/02/2016 alle 14:37
 
E gli Spandau Ballet?
Inviato da: Coulomb2003
il 15/01/2016 alle 17:17
 
Per ora Auguri!! :-)
Inviato da: Coulomb2003
il 14/05/2014 alle 14:59
 
magari!
Inviato da: Coulomb2003
il 14/04/2014 alle 17:38
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

DIARIO DEL SEDUTTORE

Interrogo la tristezza e scopro
che non ha il dono della parola;
eppure, se potesse,
sono convinto che pronuncerebbe
una parola più dolce della gioia.


Kahlil Gibran

immagine

 

SOGNO DI UNA NOTTE DI MEZZ'ESTATE

Davanti a noi la strada, e dietro lo spavento;
La nostra casa sarà sotto le nuvole e nel vento,
Fino al giorno in cui, con la stanchezza in volto,
Il viaggio sarà finito, ed il compito svolto.

J.R.R. Tolkien

immagine