Creato da unakmiamix il 01/11/2007
ai miei cuccioli
 

IL MIO MIGLIORE AMICO

IL MIO CANE è IL MIO MIGLIORE AMICO

***************************************

 

Area personale

 

Tag

 

Archivio messaggi

 
 << Novembre 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30            
 
 

Contatta l'autore

Nickname: unakmiamix
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 72
Prov: RM
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 12
 

Tag

 

IL MIO AMICO CANE

immagine

 

PER GLI AMICI

di cani e gatti

 

ORA

 
 

non essere bastardo

Non essere bastardo !

non abbandonare il tuo cane !

lui è amico tuo !

portalo con te!

 

servizio meteo

 
 

giusymartoglio

DAL BLOG GIUSYMARTOGLIO

********************

 

STELLA DELL'AMICIZIA

 

premio brillante weblog

da:

SERGIORGIOS//BLOG/PAROLE MAI SCRITTE

*********************************************************

E INOLTRE da:

RINALDONE//BLOG/AMESTESSO/

CI6TUXME//BLOG/GIOCOLANDO/

WANDAWR//BLOG/SERGIORGIO'S/

GIANNAGIA//BLOG/STAGIONIAMOCI/

SUORANGY//BLOG/PENSIAMOCI/

SONSERIOSO//BLOG/PAROLEMAISCRITTE2/

NANNI_NANO//BLOG/AMICIZIA/

 

PREMIO DIECI LIDE

PREMIO DIECI E LODE

Assegnato da newangel_s al blog

 GRAZIE FIDO

per l'originalità del suo blog e la sua sensibilità

***********************************************************************

Assegnato inoltre da:

NANNI_NANO

FILIPPONI.FILIPPO

SERGIORGIOS

RINALDONE

CI6TUXME

SONSERIOSO

WANDAWR

SUORANGY

GIANNAGIA

**********************************

 

BASTA ATROCITA'

BASTA ATROCITA'

         

 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Ultime visite al Blog

arch.giovannascottikumarossilariastivalatina121268baschieri.robertochicadgl3a.motta85francy.mishaivanothaibrioches88lizzydgl8elisa.steldecosalernofabbowielida.trapani
 

Chi può scrivere sul blog

Solo i membri di questo Blog possono pubblicare messaggi e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

il mio amico cane


L'età media di un cane è 15 anni. Dovrai occuparti di  lui sempre...quando ne avrai voglia e quando non vorrai; durante le vacanze; dovrai portarlo fuori col sole  e con la pioggia, se stai male, se hai altro da fare...dovrai occuparti di lui anche quando sarà vecchio e ammalato. Il tuo cane dovrà uscire almeno 3/4 volte al giorno, dovrai spazzolarlo, ti sporcherà la casa. Se non sopporti il pensiero di trovare i suoi peli sui tuoi abiti lascia perdere... Dovrai farlo vaccinare, preparargli i pasti 2 volte al giorno...amarlo e rispettare il suo carattere. Cosa ne otterrai in cambio? Solo tanto amore...

 

NO CACCIA

 
 
 

premio migliore amico

Premio migliore Amico

ricevuto da:

- SERGIORGIOS

- RINALDONE

- CI6TUXME

- SUORANGY

- WANDAWR

- GIANNAGIA

 

COPPA SUPER AMICIZIA

da:

- SERGIORGIOS

- RINALDONE

- CI6TUXME

- SUORANGY

- WANDAWR

- GIANNAGIA

 

premio

PREMIO BRILLANTE WEBLOG
 

 da
CI6TUXME


 

 

« TAM TAMper un amico di nome Doghy »

DEDIGATO A DOGHY

Post n°100 pubblicato il 09 Giugno 2010 da unakmiamix

A volte il cane può incorrere in incidenti che comportano traumi alla struttura ossea. Può trattarsi di semplici distorsioni (quando i legamenti articolari vengono stirati) o di vere e proprie fratture, l'osso è diviso di netto in due monconi.
La frattura è sempre un incidente doloroso, nel caso di un arto il cane zoppica vistosamente o addirittura è impossibilitato ad appoggiare l'arto a terra per il dolore. La prima cosa da fare è sollecitare l'intervento immediato del veterinario, cercando nel frattempo di calmare il cane e di non muoverlo. Se saremo noi a portare l'animale dal veterinario lo si può trasportare con la sua cuccia in cui il cane troverà la posizione più adatta per sentire meno dolore o avvolto in una coperta allo scopo di limitare i movimenti della parte dolorante.
Solo un esame radiologico può valutare la gravità della frattura a cui il veterinario agirà di conseguenza. Certe fratture vengono curate semplicemente mettendo l'animale a riposo,per altre è necessario una stecca o di bende gessate,altre ancora richiedono un intervento chirurgico e l'utilizzo di particolari materiali metallici che dopo la saldatura dell'osso saranno rimossi. La guarigione dipende oltre che dalla gravità della frattura anche dall'età dell'animale e può risolversi nell'arco di un paio di settimane o tardare fino ai tre mesi.
In caso di distorsione o frattura e che non sia possibile immediatamente l'intervento del veterinario occorre immobilizzare l'arto con una steccatura provvisoria, coscienti del fatto che la pratica è dolorosa per l'animale.
***************************************************

Una steccatura d'urgenza

In caso di distorsione o frattura e che non sia possibile l'assistenza del veterinario l'intervento immediato ha il solo scopo di limitarne i movimenti in attesa di giungere al pronto soccorso, occorre immobilizzare l'arto con una steccatura provvisoria.
Bisogna prima di tutto fasciare l'arto con una benda di garza o un fazzoletto pulito avvolgendo uno strato di cotone idrofilo attorno la fasciatura, o in mancanza, con della stoffa morbida, e fare una nuova fasciatura sopra il cotone o la stoffa. Applicare all'arto ferito delle stecche di fortuna, o pezzi di cartone, di legno leggero o anche giornali arrotolati, di lunghezza adeguata fissandole con del cerotto o legarle con la stoffa.
Se la lussazione o frattura è situata nella spalla o nell'arto superiore anziché una steccatura può bastare momentaneamente un rigido bendaggio dell'arto che deve risultare piegato e raccolto contro il torace.
Dopo queste operazioni recarsi immediatamente dal veterinario di fiducia.

*************************************************************

Ernia del disco

Spesso sentiamo parlare di ernia del disco come patologia umana connessa magari a sforzi eccessivi che coinvolgono la schiena. Vediamo che cosa è veramente questa ernia del disco e che analogie ci sono tra la patologia che coinvolge i nostri cani e quella che coinvolge noi esseri umani, in modo tale da poter affrontare questo argomento in modo corretto in termini di cure mediche e/o chirurgiche.
Circa il 2% della popolazione canina risulta affetto da questa patologia e le razze condrodistrofiche (Bassotti, Pechinesi, Barboncini, Lhasa Apso, Shih-tzu e relativi incroci) hanno mostrato una netta predisposizione.
I dischi intervertebrali sono dei cilindretti elastici formati da un nucleo polposo e da un anello fibroso ed hanno un ruolo basilare nel far si che la colonna si possa flettere.La colonna vertebrale, oltre ad essere il sostegno degli arti, accoglie e protegge il midollo spinale, vitale e delicata porzione del sistema nervoso centrale. Per ernia del disco si intende la fuoriuscita di materiale del nucleo attraverso l’anello fibroso.La localizzazione anatomica dei dischi intervertebrali fa si che questo evento abbia delle conseguenze drammatiche perché si verifica una compressione midollare.
Le conseguenze di una compressione midollare sono spesso molto gravi perché la cellula nervosa è molto delicata e soffre a volte fino alla morte al minimo insulto . Purtroppo la cellula nervosa, a differenza delle altre cellule, non si moltiplica e pertanto un danno al sistema nervoso è spesso un danno irreversibile.
Vediamo i principali sintomi e le cure dell’ernia del disco.
Esistono due tipi di ernia del disco: 1)acuta e 2)cronica. Le razze condrodistrofiche precedentemente citate vanno più frequentemente incontro alla prima mentre le razze non condrodistrofiche (ad es. Pastore Tedesco) alla seconda.
Nel primo caso l’acuzie del fenomeno fa si che ci sia una vera e propria esplosione di materiale del nucleo verso l’alto con una violenta compressione del midollo che causa dolore, paresi o paralisi.Gli organi paralizzati sono in connessione con il settore di midollo che viene compresso; possono essere coinvolti anche vescica e intestino.
Particolare attenzione va rivolta alla vescica che, in caso di ernia discale toraco-lombare, talvolta non riesce più a svuotarsi.
Quando il danno midollare è più lieve non c’è paralisi o paresi ma solo un forte dolore: un dolore improvviso al collo o alla schiena del cane non va sottovalutato, specie se accompagnato a debolezza degli arti e riluttanza a muoversi. Tale sintomatologia va giustamente considerata.
La terapia può essere medica cioè conservativa: il cane deve essere confinato in gabbia per 15-20 gg. e si ricorre all’uso di farmaci anti-infiammatori e analgesici.
La terapia chirurgica consiste nel mettere in atto delle tecniche di decompressione midollare e nel rimuovere la maggior parte possibile di materiale discale.

 

 
 
 
Vai alla Home Page del blog