Creato da ComitatoL il 14/11/2007
L'Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro. La sovranità appartiene al popolo, che la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione.

GIOCO LETTERARIO DI WRITER

cliccando IPOCRISIA puoi leggere il racconto pubblicato da alpha_437

cliccando IL BRANCO puoi leggere il racconto pubblicato da Kappa_A

che partecipano al gioco letterario INCIPIT (clicca per iscrizioni, elenco partecipanti e racconti)

 

stop alla pedofilia

 
         
             PENSIERO LIBERO
                   HERE 
 

PREMIATI!!!!

Il premio è stato conferito
al blog Comitato Libero
dall'amica
ChimicaMD 
E il premio brillante conferito da mater.a
cordialmente ringraziamo
 

Area personale

 

FACEBOOK

 
 
Contatore per sito tracker
 

Anche se tutti... NOI NO!!!

 
 

contro la pedofilia in rete

 
 

È BENE CHE TU SAPPIA........PEDOFILO

bestia immonda ke hai fatto della mia vita un inferno sono qui e t'aspetto non mi sentirai arrivare sentirai solo il brivido della paura e un sudore freddo rigarti il viso io come un animale fiutero l'aria x sentire l'odore del tuo terrore sentirai gli artigli dilaniarti le carni e in quel momento la tua vita scorrerà come un film e ci sarò anke io.....
 

Ultime visite al Blog

carloconti.pudominiuspedfutura.lendinaraAmelia44inrivaalmartentation71_1971deepmagentaninograg1casalauracilentocinieri.cinierir.anna65marilena65mocetty499197salv.digaetanoNaufragadime
 

Ultimi commenti

Citazioni nei Blog Amici: 23
 

Tag

 

Contatta l'autore

Nickname: ComitatoL
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 46
Prov: RM
 

Chi può scrivere sul blog

Solo i membri di questo Blog possono pubblicare messaggi e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
 

Archivio messaggi

 
 << Luglio 2019 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        
 
 

 

« Messaggio #43                 MISTER ... »

Post N° 44

Post n°44 pubblicato il 15 Gennaio 2008 da ComitatoL

INFORMAZIONE LIBERA






 



Nel
1981 al Parlamento Italiano viene approvata una legge per finanziare quotidiani
di partito, perché non sono in grado di
gestirsi da soli. Nel 1987 questa legge viene cambiata, se due Deputati decidono che un giornale fa
parte di un movimento politico, immediatamente il suddetto giornale viene
finanziato pubblicamente. Nel 2001 la legge viene di nuovo aggiornata, i
giornali sono finanziati se fanno parte di una Cooperativa. Grazie a questa formula e grazie ai due
deputati Pera e Boardi, Il Foglio, viene finanziato dallo Stato, quindi da noi,
per 3 milioni e più di Euro, per citare un caso.



Noi
cittadini italiani finanziamo i giornali per un importo di circa, 667 milioni di euro all’anno, non
contando i giornali esteri.



Queste
sono le principali testate giornalistiche (Cooperative) e i loro stanziamenti:



-
Il Foglio, 3,5 milioni di euro

- Libero 5 milioni e 371.000 euro



-
La Repubblica 1 milione 351.000 Euro



-
Il Manifesto 4 milioni 441.000 Euro

- Il Borghese,2.500.000 euro

- Il Riformista, 2.179.000 euro

- l’Opinione, 2 milioni di euro.

- Linea, 2.500.000 euro.

- Roma, 2.582.000 euro.

- l’Indipendente, circa 2 milioni e mezzo di euro.

- Il Denaro, 2.380.000 euro.

- Il giornale d’Italia, 2,5 milioni di euro.

- La Padania 4 milioni di euro.

- L’Unità 6,4 milioni di euro.

- La Gazzetta politica, 516.000 euro.

- Europa, 3 milioni di euro.

- Il Secolo d’Italia, 3 milioni di euro.

- Liberazione, 3,7 milioni di euro.

- Notizie verdi, circa 2 milioni e mezzo di euro.

- Il Campanile (organo dell’Udeur), 1.153.000 euro.

- La Discussione, (giornale della Democrazia cristiana), 2,5 milioni di euro.

- Avvenire (giornale cattolico), 6 milioni di euro.

- Conquiste del Lavoro, il giornale della Cisl, 3,3 milioni di euro.

- Italia Oggi, 5 milioni di euro.

- L’Espresso ha ricevuto 12 milioni di euro.

- Rcs e Corriere della Sera 25 milioni di euro.

- Il sole 24 Ore 18 milioni di euro.

- Al gruppo Mondadori di Silvio Berlusconi sono invece andati 30 milioni di
euro di contributi.



 



E’
stato appurato che in Italia la percentuale di persone che leggono i quotidiani
sia in caduta libera, che grazie ad internet, il nuovo e più rapido mezzo di
informazione, i quotidiani non vengono letti, anzi vengono accusati di non dare informazione libera, proprio perché ogni
testata giornalistica fa parte di uno schieramento politico, perché continuiamo
a finanziare tutto questo? Perché siamo costretti a ricevere informazioni che
non riportano la realtà dei fatti, dettati da ideologie di Partito? Perché
molte volte alcuni avvenimenti non vengono volutamente riportati? Ed infine,
perché dobbiamo pagare tutti questi soldi per ricevere una informazione
sbagliata? Basta con i finanziamenti ai quotidiani, basta con l’informazione di
Partito. Se dobbiamo pagare che sia per una libera informazione.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/ComitatoLibero/trackback.php?msg=3921373

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
 
Nessun Trackback
 
Commenti al Post:
antoniolaretino
antoniolaretino il 16/01/08 alle 20:06 via WEB
Vero Bea, ma non è solo il politico o la partitocrazia il male del nostro paese, venire a sapere dalla televisione di essere agli arresti domiciliari non è un dettaglio da poco, purtroppo il vero MALE di questa nostra società è il sistema giudiziario... nel tuo blog fai riferimento a dei magistrati che non dovrebbero essere degli eroi ma normali "servitori dello stato"... il loro lavoro, meglio dire lo spirito che animava ed anima il loro lavoro non dovrebbe essere preso come esempio ma una cosa scontata! Vedo troppi legami tra la situazione attuale e l'assasinio di Falcone e Borsellino.
(Rispondi)
 
bea_75
bea_75 il 17/01/08 alle 06:54 via WEB
Era la grande paura di Borsellino, l'attacco ai magistrati, ci sono riusciti. se si apprende dalla televisione è colpa dei media non dei magistrati. ritengo che se una persona è indagata, come in questo caso mastella, con prove schiaccianti, non si deve mai pensare che la magistratura non faccia bene il suo lavoro (come diceva il guardiasigilli ieri) ma lo sta facendo in modo ottimo. se ci fai caso siamo in un paese che quando una persona viene incolpata dalla magistratura, invece di rispondere in aula, si difende tramite tv e giornali, attaccando a sua volta. questo per sviare dal problema principale. e noi li a tenere banco su una questione che non dovrebbe esserci. Hanno prove inconfutabili della corruzione di Mastella? bene processo e subito in galera.
(Rispondi)
 
 
antoniolaretino
antoniolaretino il 17/01/08 alle 08:51 via WEB
Ciao Bea e buona giornata, le parole che ha detto il guardasigilli in aula ieri sono gravissime, ancora più grave che Prodi, nonostante ciò abbia voluto non accettare le sue dimissioni avvallando di fatto il concetto che nei confronti di Mastella, da parte della magistratura, ci sia un piano criminale mirato ad eliminarlo politicamente.
(Rispondi)
 
 
 
bea_75
bea_75 il 17/01/08 alle 09:02 via WEB
Buongiorno Antonio. Su questo ti do pienamente ragione. Prodi ieri non ha fatto altro che avallare la mia tesi, che sia un incompetente, più volte mi chiedo quando questa sinistra dirà e farà qualcosa di sinistra. Attaccando la magistratura ieri non ha fatto altro che comportarsi come il mio caro amico berlusconi, che lui critica tanto. ma si sa alla fine della giornata questi vanno a cena fuori insieme e noi ce la prendiamo.... sono troppo educata per scriverlo. Solo Di Pietro e Storace hanno detto cose giuste, il resto solo solidarietà per una persona indegna.
(Rispondi)
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.