CONTROSCENA

Il teatro visto da Enrico Fiore

 

AREA PERSONALE

 

TAG

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Giugno 2019 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 3
 

 

« "Canta o sparo", musicot...Don Chisciotte e il suo ... »

Con gli occhiali di Anna Maria Ortese

Post n°659 pubblicato il 17 Gennaio 2013 da arieleO
 

Lo sappiamo, Anna Maria Ortese denunciò e analizzò la miseria spirituale, politica, sociale e culturale dell'Italia di oggi con una chiarezza e una spietatezza sconosciute alla maggior parte dei suoi colleghi. E ricordiamo, in proposito, quanto scrisse in una delle prime pagine di «Corpo celeste», quasi a mo' di epigrafe: «Vedo la vita senza pensiero, privata di critica, correre via come un giorno unico, monotono: come una imbarcazione piegata su un fianco, e non guidata più da nessuno».
   Ebbene, è perché non vuole salire su quell'«imbarcazione» che Eugenia - la bambina «cecata» di «Un paio di occhiali», il racconto d'apertura de «Il mare non bagna Napoli» - viene presa da un vomito irrefrenabile quando finalmente inforca, appunto, gli occhiali che aveva tanto desiderato. E infatti, Zia Nunzia non le aveva detto: «Figlia mia, il mondo è meglio non vederlo che vederlo»?
   M'affretto ad aggiungere, ora, che di tutto questo «Un paio di occhiali» - la messinscena che avvia nel Ridotto del Mercadante il progetto dedicato, giusto, a «Il mare non bagna Napoli» - costituisce un riscontro addirittura esemplare. La regia di Luca De Fusco trasforma quello che alla partenza appariva quale un rischio tremendo in un'eccellente dimostrazione di come si possa far teatro, e ottimo teatro, con un testo non nato per il teatro e, soprattutto, carico di una letterarietà onnivora.
   Tanto si verifica a cominciare dall'immagine offerta dall'attrice protagonista: quella di una signora in tailleur seduta in poltrona, le unghie perfettamente laccate di rosso, che parla con i toni lenti del ricordo, come in una classica conversazione borghese in salotto. È, certo, uno straniamento inteso ad evitare le secche della retorica rispetto alla descrizione dello squallido ambiente in cui vive Eugenia; ma è anche, e specialmente, proprio una sottolineatura del distacco dal mondo.
   Non a caso, intorno a quella poltrona c'è il vuoto, popolato unicamente, e ancora non a caso, da un'alta specchiera collocata sulla sinistra: colei che racconta, dunque, ci fa sentire, in effetti, un colloquio con se stessa. E un'invenzione non meno acuta e pertinente della regia sta nella reiterata proiezione sul fondale degli occhi, solo degli occhi, della donna seduta in poltrona. È l'ulteriore insistenza sullo sguardo «sterile» di Eugenia, uno sguardo che si determina e si esaurisce in sé.
   Splendida e persino commovente risulta, infine, la prova di Gaia Aprea: senz'alcun dubbio - per misura e stile - una delle migliori della sua carriera, e tale da raccomandare vivamente una puntata al Mercadante.

                                                 Enrico Fiore

(«Il Mattino», 17 gennaio 2013)

                                                                

 
 
 
Vai alla Home Page del blog
 
 

INFO


Un blog di: arieleO
Data di creazione: 16/02/2008
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ULTIME VISITE AL BLOG

comp.robyelena.licausiokgirlasc.ferraragiuseppina.farinaparenteartesonia.riccomedeur2010MrFantastic70puelkerollie0napoli776studiolegalegrittirino.alfieripinolacine
 

ULTIMI COMMENTI

solo tu beppe puoi interpretare questi personaggi...
Inviato da: roberto
il 11/12/2013 alle 16:45
 
Cara Floriana, anche per me è stato un piacere incontrarLa....
Inviato da: arieleO
il 12/11/2013 alle 09:39
 
Caro Maestro Fiore, condivido ( per quello che vale) la...
Inviato da: floriana
il 11/11/2013 alle 19:40
 
Cara Francesca, innanzitutto la ringrazio per...
Inviato da: Federico Vacalebre
il 16/10/2013 alle 17:14
 
Gentile Francesca, credo che nessuno possa risponderLe...
Inviato da: arieleO
il 16/10/2013 alle 17:10
 
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom