CONTROSCENA

Il teatro visto da Enrico Fiore

 

AREA PERSONALE

 

TAG

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Dicembre 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31      
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 3
 

 

« Se la finestra è lo sche...Tre tifosi del Napoli in... »

Romeo e Giulietta muoiono in flashback

Post n°685 pubblicato il 16 Marzo 2013 da arieleO
 

Costumi di fogge che vanno dal secondo dopoguerra all'oggi, inflessioni dialettali varie, coretti da stadio, un gigantesco radioregistratore, il messaggero che arriva in bicicletta, il «trenino» degli invitati alla festa dei Capuleti, l'implodere di una violenza sterile... E su tutto, dall'inizio alla fine, il commento di una fisarmonica e lo sciabolare del seguipersona: ovvero l'abbassamento del tono fino al popolaresco più andante e la sottolineatura della spettacolarità fino agli esiti più eclatanti.
   In breve, l'allestimento di «Romeo e Giulietta» diretto da Valerio Binasco (è in scena al Mercadante) ha il gran merito d'inverare perfettamente l'acuto e insuperato giudizio che del celebre testo diede Gabriele Baldini: «... forse non c'è un sol dramma, tra quelli nati alla poesia nella giovinezza di Shakespeare, così disperatamente e tutto di testa, in cui gli effetti siano molto più calcolati di quanto le passioni non siano sofferte».
   Infatti, è sin troppo agevole cogliere in «Romeo e Giulietta» i mille «travestimenti» dettati dalle reminiscenze petrarchesche e senechiane, così come - per converso - è facile accorgersi dei riferimenti al realismo del Bandello. Tanto che, in proposito, lo stesso Baldini poté tranquillamente parlare di «un ibrido stilistico». Ma Binasco non si limita, come dicevo, a ribadire e ad illustrare tutto questo.
   L'autentico colpo d'ala della sua regia arriva quando - allo scopo di cancellare l'aura melodrammatica che avvolge il finale del Bardo - se ne inventa uno nuovo, e assolutamente persuasivo oltre che sottile: Padre Lorenzo viene arrestato e costretto a raccontare, davanti al principe di Verona e alle famiglie dei due sventurati giovani, come Romeo e Giulietta si sono uccisi, mentre gli stessi Romeo e Giulietta, che giacevano in terra morti, si alzano e rivivono in flashback l'epilogo della loro storia. Senza contare la dichiarata comicità dei reiterati tentativi compiuti da Giulietta prima di riuscire a trafiggersi col pugnale.
   S'intende, poi, che all'eccellente risultato raggiunto dallo spettacolo concorre in misura determinante la prova degl'interpreti: a cominciare da quella di Deniz Ozdogan, una Giulietta semplicemente incantevole, tra le migliori che abbia mai visto e in grado da sola di rendere l'assunto registico circa il suo essere, insieme con Romeo, una vera e propria vittima sacrificale. A posto, in un simile quadro di gioventù perduta, anche - per l'appunto - il Romeo di Francesco Montanari. E fra gli altri, son da citare almeno Filippo Dini (Padre Lorenzo) e Milvia Marigliano (la balia).

                                                  Enrico Fiore

(«Il Mattino», 16 marzo 2013)

 
 
 
Vai alla Home Page del blog
 
 

INFO


Un blog di: arieleO
Data di creazione: 16/02/2008
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ULTIME VISITE AL BLOG

defranceschi.chrisasc.ferraraasdiwalgiugnolifabrizioherzwehrcomp.robyelena.licausiokgirlgiuseppina.farinaparenteartesonia.riccomedeur2010MrFantastic70puelkerollie0
 

ULTIMI COMMENTI

solo tu beppe puoi interpretare questi personaggi...
Inviato da: roberto
il 11/12/2013 alle 16:45
 
Cara Floriana, anche per me è stato un piacere incontrarLa....
Inviato da: arieleO
il 12/11/2013 alle 09:39
 
Caro Maestro Fiore, condivido ( per quello che vale) la...
Inviato da: floriana
il 11/11/2013 alle 19:40
 
Cara Francesca, innanzitutto la ringrazio per...
Inviato da: Federico Vacalebre
il 16/10/2013 alle 17:14
 
Gentile Francesca, credo che nessuno possa risponderLe...
Inviato da: arieleO
il 16/10/2013 alle 17:10
 
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom