Creato da pensiero.ambulante il 09/05/2006
Noi siamo quello che pensiamo (Buddha)

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Maggio 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31            
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 2
 

Ultime visite al Blog

angelo_fiorellaokkiazzurri0108pegaso_sAnnibale47letuedonnecampanatibetanasheajahto590isabeaudreamspoohforeverParis.at.nightfalco58dglSole.ad.Orientearimatec
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

« LE INCOMPIUTEMIRACOLI DELL'ESTATE »

MIRACOLI DELLA TERRA

Post n°26 pubblicato il 11 Giugno 2006 da pensiero.ambulante

Vieni alla foce agreste
a contar la selce,
a guardare l'umido letto
fatto per l'amor dei popolani,
fatto per chi non ha niente.
             Vieni, e dovrei chiamarti donna
per le tenere mammelle,
lungo il ruvido sentiero,
lungo il liscio rilievo
ad apprezzare la morte,
a sentirti niente!
              Vieni, chè la macchia
tace, quando la notte
cala il suo nero velo
lungo le sponde
 
dell'Adriatico.

*

O terra nostrana,
che l'ultima delle bellezze sembri,
cosa vuoi? Tu timproveri
l'uomo infame
che, solo, fra le tue braccia adombri.

O terra coricata
sul dolce seno delle messi bionde,
un grido, un frastuono
a piacere esala
l'immensa forre.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/DeviPensare/trackback.php?msg=1278220

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
 
Nessun Trackback
 
Commenti al Post:
Nessun Commento