L'ARALDO MILLENIALE

M.C.R.L STUDENTI DELLA BIBBIA

 

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Dicembre 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31    
 
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 2
 

 

IL MARCHIO DELLA BESTIA

Post n°259 pubblicato il 10 Agosto 2021 da sergiopaolo.65

IL MARCHIO DELLA BESTIA 


Guai a voi, o terra, o mare! Perché il diavolo è sceso verso di voi con gran furore, sapendo di aver poco tempo" (Rivelazione 12:12).


Il marchio della bestia e il nuovo ordine mondiale,per qualsiasi persona può rapidamente realizzare che, anche senza essere dei studiosi della Bibbia, occorre prendere atto di tutto ciò. Comunque, per uno studente della Bibbia ,tutte queste cose hanno un significato particolare, poiché riguardano le profezie. Siccome siamo nell'ultimo viaggio di questo governo umano per fare posto al governo mondiale di Dio e la redenzione e la liberazione di tutta la creazione di Dio , terrestre celeste e sotterranea(Romani 8:19)  ,si  chiede  solamente ai  credenti e non  di considerare questi fatti in maniera razionale, e di osservarli.(Rivelazione  12:13)Certamente, c'è un gruppo di potere che vuole assumere il controllo del mondo,Si ubbidisce pensando che tutto abbia una fine ,ma ubbidendo ai governandi corrotti della terra ,si diventa sempre più schiavi . E' sempre stato nei sogni dei governi antichi e moderni  di manipolare ed influenzare il destino dell'uomo. In ogni caso, la vera battaglia è spirituale e il risultato è già stato determinato, che possa piacere o no.(Efesini 6:12)
Per alcuni, questa profezia è un richiamo all'attenzione, per altri, una chiamata all'azione, per altri ancora, una chiamata al disprezzo e all'inosservanza. Ma Dio non sarà disprezzato, e nemmeno ignorato. Nella Sua benevolenza, Egli ha avvertito l'umanità di ciò che sta per avvenire, così coloro che vogliono saranno pronti nel momento della tempesta, mentre coloro che non vogliono  saranno inghiottiti. (Rivelazione 3:10)
Nel libro della rivelazione  si parla del Marchio della Bestia per ben 7 volte (Rivelazione 13:16-18)
Faceva sì che tutti, piccoli e grandi, ricchi e poveri, liberi e schiavi ricevessero un marchio sulla mano destra e sulla fronte; e che nessuno potesse comprare o vendere senza avere tale marchio, cioè il nome della bestia o il numero del suo nome. Qui sta la sapienza. Chi ha intelligenza calcoli il numero della bestia: essa rappresenta un nome d'uomo. E tal cifra è seicentosessantasei.(Rivelazione 14:9-11)Poi, un terzo angelo li seguì gridando a gran voce: «Chiunque adora la bestia e la sua statua e ne riceve il marchio sulla fronte o sulla mano, berrà il vino dell'ira di Dio che è versato puro nella coppa della sua ira e sarà torturato con fuoco e zolfo Il fumo del loro tormento salirà per i secoli dei secoli, e non avranno riposo né giorno né notte quanti adorano la bestia e la sua statua e chiunque riceve il marchio del suo nome».(Rivelazione 16:2)
Partì il primo e versò la sua coppa sopra la terra; e scoppiò una piaga dolorosa e maligna sugli uomini che recavano il marchio della bestia e si prostravano davanti alla sua statua.(Rivelazione 19:20)
Ma la bestia fu catturata e con essa il falso profeta che alla sua presenza aveva operato quei portenti con i quali aveva sedotto quanti avevan ricevuto il marchio della bestia e ne avevano adorato la statua. Ambedue furono gettati nello stagno di fuoco, ardente di zolfo.(Rivelazione 20:4)
Poi vidi alcuni troni e a quelli che vi si sedettero fu dato il potere di giudicare. Vidi anche le anime dei decapitati a causa della testimonianza di Gesù e della Parola di Dio, e quanti non avevano adorato la bestia e la sua statua e non ne avevano ricevuto il marchio sulla fronte e sulla mano. Essi ripresero vita e regnarono con Cristo per mille anni(Rivelazione 13:16-18)
Vi è da segnalare anche che, il Marchio della Bestia, oltre ad essere uno strumento o un segno rilevatore, è un segno di riconoscimento morale, cioè dimostra e conferma, l'individuo che lo possiede, l'appartenenza alla persona o al sistema ideologico, politico, religioso e commerciale dell'Anticristo, un personaggio, questi, carismatico e capace di manipolare e sedurre le menti di milioni di semplici persone, di religiosi, di uomini di cultura e di capi di governo.
Forse potrà essere azzardato affermare di aver identificato, al 100%, lo strumento e metodo di riconoscimento di coloro che si schiereranno apertamente a favore dell'avversario di Cristo, ma una cosa evidente, che possiamo oggi costatare, è il proliferare di varie ideologie che favoriscono e propongono un governo unico mondiale, o per lo meno europeo, che sono approvate e sostenute dai maggiori esponenti religiosi, politici e culturali. Se è così, si renderà necessario, per il funzionamento di un tale governo mondiale, oltre che di sostegni ideologici e psicologici, di strumenti tecnologici, come nel nostro caso, di chips, satelliti e cose del genere.
Dal 1° gennaio 2005, in Italia è obbligatorio, inserire negli animali che debbono essere registrati, un microchip per il loro riconoscimento. L'inserimento dovrà essere sotto cutanea.
Ovviamente questo servirà come test e collaudo per poterlo inserire nelle persone. Sarà un test tecnico, sanitario e psicologico, ma sarà anche una preparazione mentale per questo metodo infallibile di riconoscimento.
Un'altra novità è la certa e immediata immissione (in Italia) della Carta Nazionale dei Servizi, una Smart Card personale dove vengono inseriti tutti i dati personali del portatore: Codice Fiscale, dati del gruppo sanguigno, dati anagrafici, dati dei redditi, dati ISEE, numeri di conti bancari e dati vari, cioè tutto quello che serve per il riconoscimento di una persona. In primo tempo NON sarà obbligatoria, ma la funzione della carta stessa sarà buona pubblicità per essere, in breve tempo, usata dalla maggior parte delle persone. Questa carta, è gia in uso in diversi stati della Comunità Europea.
Possiamo immaginare che il passaggio dalle Smart Card al Bio Chip sarà facile e senza contrasti, vedendo anche i chiari vantaggi di quest'ultimo nei confronti delle Card: non si potrà rubare, manomettere, contraffare, danneggiare, copiare, ect..

Quando Gesù ha rivelato queste cose all'Apostolo Giovanni, secondo le conoscenze tecnologiche di quel tempo, era impensabile che si potesse fabbricare uno strumento o un oggetto in grado di controllare e identificare un vasto numero di persone di tutto il mondo.
Nel recente passato si è pensato a qualcosa di esteriore e visibile a tutti, applicato alle persone come un segno di riconoscimento e basta.
Oggi con le attuali tecnologie a disposizioni dell'uomo, è possibile (come vedremo di seguito), applicare nel corpo umano, uno strumento in grado di identificare, tramite un codice (un numero), la persona che lo possiede, e svolgere delle determinate funzioni, a secondo della programmazione e dello scopo prefissato, come per esempio operazioni finanziarie e commerciali, con interscambio di dati e informazioni della persona, in un sistema politico-economico locale e mondiale controllato.
Con la comparsa del Codice a Barre, alcuni avevano intravisto, in esso, il Marchio della Bestia.
Il Codice a Barre è un segno grafico formato da varie linee verticali di diversa larghezza separati da spazi, che viene tutt'ora stampato in quasi tutti i prodotti commercializzati, e vi sono codificati tutti i dati che servono per il riconoscimento del prodotto stesso.
Ma, come è giusto immaginare, esso è poco pratico e poco affidabile per un controllo capillare a livello mondiale, e tanto meno non potrebbe garantire un efficace controllo sulle capacità di compravendita dell'individuo.
Siamo consapevoli che ormai col GREEN PASS ci troviamo in un sistema cui viene facile poter controllare le persone, sia come contribuenti, che come utenti e consumatori; la Legge sulla Privacy è una medaglia a due facce: da un lato dovrebbe garantire l'anonimato, e dall'altro lato da il diritto sui dati altrui. Può essere che il principale proposito di questa legge non è quello di tutelare i dati personali, ma di poter avere un mezzo per poter meglio controllare le persone.
Per molti governi, ritenuti sino a poco tempo fa i baluardi del cristianesimo, oggi, non sembra strano legiferare applicando concetti e argomentazioni amorali e anticristiani, il divorzio, l'aborto, l'eutanasia, le unioni omosessuali, ecc la fecondazione assistita ed altro. Alle multinazionali, poi, non sembra neanche strano applicare i risultati di scoperte scientifiche e tecnologiche per i propri scopi egoistici e speculativi, o manipolare i dati scientifici, a proprio tornaconto.
L'avversario di Cristo, in questo caso particolare, si manifesterà con l'approssimarsi del tempo della Seconda Venuta di Cristo in terra, è preparerà la maggior parte degli uomini di ogni ceto sociale, culturale, politico e religioso ad un antagonismo principalmente morale e ideologico, contro il sano cristianesimo, prima, e contro Cristo, alla fine; troverà terreno fertile, per piantare e fare crescere i suoi propositi "umanistici", in un ambiente in cui la moralità e l'etica cristiana è stata messa da parte, anzi verrà vista come un ostacolo per la realizzazione di essi.
Per questo, l'avversario di Dio ha avuto due mila anni di tempo di preparazione, come ci dice l'Apostolo Giovanni: "...lo spirito dell'Anticristo è già all'opera." (1° Giovanni 2:18).
Vi è da segnalare anche che, il Marchio della Bestia, oltre ad essere uno strumento o un segno rilevatore, è un segno di riconoscimento morale, cioè dimostra e conferma, l'individuo che lo possiede, l'appartenenza alla persona o al sistema ideologico, politico, religioso e commerciale dell'Anticristo, un personaggio, questi, carismatico e capace di manipolare e sedurre le menti di milioni di semplici persone, di religiosi, di uomini di cultura e di capi di governo.
Come seguaci di Gesù Cristo, non dobbiamo mai dimenticarci che il diavolo cerca costantemente di distruggerci. Perciò, dice Paolo apostolo, è necessario conoscere tutto il possibile intorno alle strategie e Noai piani del nemico: "Affinché non siamo raggirati da Satana; infatti non ignoriamo le sue macchinazioni" (2 Corinzi 2:11).
Il succitato passaggio dall'Apocalisse ci dice che Satana ha dichiarato guerra ai santi di Dio. Si allude inoltre al fatto che il diavolo ha una scadenza entro cui completare il suo lavoro: "Sapendo di aver poco tempo" (Apocalisse 12:12).
Mentre alcuni Cristiani, in quest'ultima ora, si sono addormentati di un sonno che li ha portati ad accettare ,vaccini su vaccini ,Green pass , proprio come aveva predetto Gesù, il diavolo è ferocemente al lavoro, sta facendo i preparativi per la guerra. Egli è pienamente consapevole del poco tempo a sua disposizione per portare a termine i suoi malvagi scopi, e quindi non si concede mai un attimo di riposo. Trama giorno e notte, continua ad escogitare modi per tormentare e per distruggere la Chiesa di Gesù Cristo!Centinaia di anni fa Satana già sapeva bene di non avere molto tempo. Questa sua consapevolezza si può far risalire al concilio che ebbe che ebbe luogo nei cieli. Questo prodigio fu una guerra inaudita, scatenata quando Satana si mise in cuore di distruggere il Figlio di Dio:Una tempo gli spostamenti del diavolo non erano limitati alla terra. Giobbe racconta: "Un giorno i figli di Dio vennero a presentarsi davanti al Signore, e Satana venne anch'egli in mezzo a loro" (Giobbe 1:6). Il diavolo deve essere andato davanti al trono di Dio molto di frequente in qualità di accusatore dei credenti,non era ,e non è onnipresente ,gira in continuazione senza sosta (Giobbe 1:7;2:2;1Pietro 5:8;Luca 22:31,32)Pietro ci ammonisce: "Siate sobri, vegliate; il vostro avversario, il diavolo, va attorno come un leone ruggente cercando chi possa divorare" (1 Pietro 5:8).Ciò significa che il diavolo non si aggira da qualche parte nel cosmo impartendo ordini alle sue schiere demoniache. C'è scritto che Satana fu gettato giù sulla terra, quando Cristo lo sconfisse sulla croce.(Rivelazione 12:9,12;Luca 10:18).
Quando la Scrittura dice che il diavolo sa di avere poco tempo (versetto 12), non si riferisce al tempo che Satana ha a disposizione prima del ritorno di Cristo, ma piuttosto alle continue scadenze, a tutta quella serie di brevi momenti che il diavolo ha per poter portare a termine il suo lavoro. Si tratta di brevi periodi durante i quali egli fa guerra ai santi di Dio!

Giacomo ci dice: "Resistete al diavolo, ed egli fuggirà da voi" (Giacomo 4:7). Così, come puoi resistere al nemico? Solo attraverso la fede! Semplicemente, va' a Gesù, confidando che egli ti libererà dagli artigli di Satana. "Resistetegli stando fermi nella fede" (1 Pietro 5:9).
I giorni a venire  saranno duri per ognuno di noi . Ma il glorioso, rischiarante sole della giustizia brillerà per sempre per ognuno di noi , portando nelle sue ali la guarigione e la liberazione dei figli di Dio (Malachia 4:2;!Romani 8:22-23)
Prof Paolo Palmieri 

 
 
 

IL MARCHIO DELLA BESTIA

Post n°258 pubblicato il 10 Agosto 2021 da sergiopaolo.65

IL MARCHIO DELLA BESTIA 


Guai a voi, o terra, o mare! Perché il diavolo è sceso verso di voi con gran furore, sapendo di aver poco tempo" (Rivelazione 12:12).


Il marchio della bestia e il nuovo ordine mondiale,per qualsiasi persona può rapidamente realizzare che, anche senza essere dei studiosi della Bibbia, occorre prendere atto di tutto ciò. Comunque, per uno studente della Bibbia ,tutte queste cose hanno un significato particolare, poiché riguardano le profezie. Siccome siamo nell'ultimo viaggio di questo governo umano per fare posto al governo mondiale di Dio e la redenzione e la liberazione di tutta la creazione di Dio , terrestre celeste e sotterranea(Romani 8:19)  ,si  chiede  solamente ai  credenti e non  di considerare questi fatti in maniera razionale, e di osservarli.(Rivelazione  12:13)Certamente, c'è un gruppo di potere che vuole assumere il controllo del mondo,Si ubbidisce pensando che tutto abbia una fine ,ma ubbidendo ai governandi corrotti della terra ,si diventa sempre più schiavi . E' sempre stato nei sogni dei governi antichi e moderni  di manipolare ed influenzare il destino dell'uomo. In ogni caso, la vera battaglia è spirituale e il risultato è già stato determinato, che possa piacere o no.(Efesini 6:12)
Per alcuni, questa profezia è un richiamo all'attenzione, per altri, una chiamata all'azione, per altri ancora, una chiamata al disprezzo e all'inosservanza. Ma Dio non sarà disprezzato, e nemmeno ignorato. Nella Sua benevolenza, Egli ha avvertito l'umanità di ciò che sta per avvenire, così coloro che vogliono saranno pronti nel momento della tempesta, mentre coloro che non vogliono  saranno inghiottiti. (Rivelazione 3:10)
Nel libro della rivelazione  si parla del Marchio della Bestia per ben 7 volte (Rivelazione 13:16-18)
Faceva sì che tutti, piccoli e grandi, ricchi e poveri, liberi e schiavi ricevessero un marchio sulla mano destra e sulla fronte; e che nessuno potesse comprare o vendere senza avere tale marchio, cioè il nome della bestia o il numero del suo nome. Qui sta la sapienza. Chi ha intelligenza calcoli il numero della bestia: essa rappresenta un nome d'uomo. E tal cifra è seicentosessantasei.(Rivelazione 14:9-11)Poi, un terzo angelo li seguì gridando a gran voce: «Chiunque adora la bestia e la sua statua e ne riceve il marchio sulla fronte o sulla mano, berrà il vino dell'ira di Dio che è versato puro nella coppa della sua ira e sarà torturato con fuoco e zolfo Il fumo del loro tormento salirà per i secoli dei secoli, e non avranno riposo né giorno né notte quanti adorano la bestia e la sua statua e chiunque riceve il marchio del suo nome».(Rivelazione 16:2)
Partì il primo e versò la sua coppa sopra la terra; e scoppiò una piaga dolorosa e maligna sugli uomini che recavano il marchio della bestia e si prostravano davanti alla sua statua.(Rivelazione 19:20)
Ma la bestia fu catturata e con essa il falso profeta che alla sua presenza aveva operato quei portenti con i quali aveva sedotto quanti avevan ricevuto il marchio della bestia e ne avevano adorato la statua. Ambedue furono gettati nello stagno di fuoco, ardente di zolfo.(Rivelazione 20:4)
Poi vidi alcuni troni e a quelli che vi si sedettero fu dato il potere di giudicare. Vidi anche le anime dei decapitati a causa della testimonianza di Gesù e della Parola di Dio, e quanti non avevano adorato la bestia e la sua statua e non ne avevano ricevuto il marchio sulla fronte e sulla mano. Essi ripresero vita e regnarono con Cristo per mille anni(Rivelazione 13:16-18)
Vi è da segnalare anche che, il Marchio della Bestia, oltre ad essere uno strumento o un segno rilevatore, è un segno di riconoscimento morale, cioè dimostra e conferma, l'individuo che lo possiede, l'appartenenza alla persona o al sistema ideologico, politico, religioso e commerciale dell'Anticristo, un personaggio, questi, carismatico e capace di manipolare e sedurre le menti di milioni di semplici persone, di religiosi, di uomini di cultura e di capi di governo.
Forse potrà essere azzardato affermare di aver identificato, al 100%, lo strumento e metodo di riconoscimento di coloro che si schiereranno apertamente a favore dell'avversario di Cristo, ma una cosa evidente, che possiamo oggi costatare, è il proliferare di varie ideologie che favoriscono e propongono un governo unico mondiale, o per lo meno europeo, che sono approvate e sostenute dai maggiori esponenti religiosi, politici e culturali. Se è così, si renderà necessario, per il funzionamento di un tale governo mondiale, oltre che di sostegni ideologici e psicologici, di strumenti tecnologici, come nel nostro caso, di chips, satelliti e cose del genere.
Dal 1° gennaio 2005, in Italia è obbligatorio, inserire negli animali che debbono essere registrati, un microchip per il loro riconoscimento. L'inserimento dovrà essere sotto cutanea.
Ovviamente questo servirà come test e collaudo per poterlo inserire nelle persone. Sarà un test tecnico, sanitario e psicologico, ma sarà anche una preparazione mentale per questo metodo infallibile di riconoscimento.
Un'altra novità è la certa e immediata immissione (in Italia) della Carta Nazionale dei Servizi, una Smart Card personale dove vengono inseriti tutti i dati personali del portatore: Codice Fiscale, dati del gruppo sanguigno, dati anagrafici, dati dei redditi, dati ISEE, numeri di conti bancari e dati vari, cioè tutto quello che serve per il riconoscimento di una persona. In primo tempo NON sarà obbligatoria, ma la funzione della carta stessa sarà buona pubblicità per essere, in breve tempo, usata dalla maggior parte delle persone. Questa carta, è gia in uso in diversi stati della Comunità Europea.
Possiamo immaginare che il passaggio dalle Smart Card al Bio Chip sarà facile e senza contrasti, vedendo anche i chiari vantaggi di quest'ultimo nei confronti delle Card: non si potrà rubare, manomettere, contraffare, danneggiare, copiare, ect..

Quando Gesù ha rivelato queste cose all'Apostolo Giovanni, secondo le conoscenze tecnologiche di quel tempo, era impensabile che si potesse fabbricare uno strumento o un oggetto in grado di controllare e identificare un vasto numero di persone di tutto il mondo.
Nel recente passato si è pensato a qualcosa di esteriore e visibile a tutti, applicato alle persone come un segno di riconoscimento e basta.
Oggi con le attuali tecnologie a disposizioni dell'uomo, è possibile (come vedremo di seguito), applicare nel corpo umano, uno strumento in grado di identificare, tramite un codice (un numero), la persona che lo possiede, e svolgere delle determinate funzioni, a secondo della programmazione e dello scopo prefissato, come per esempio operazioni finanziarie e commerciali, con interscambio di dati e informazioni della persona, in un sistema politico-economico locale e mondiale controllato.
Con la comparsa del Codice a Barre, alcuni avevano intravisto, in esso, il Marchio della Bestia.
Il Codice a Barre è un segno grafico formato da varie linee verticali di diversa larghezza separati da spazi, che viene tutt'ora stampato in quasi tutti i prodotti commercializzati, e vi sono codificati tutti i dati che servono per il riconoscimento del prodotto stesso.
Ma, come è giusto immaginare, esso è poco pratico e poco affidabile per un controllo capillare a livello mondiale, e tanto meno non potrebbe garantire un efficace controllo sulle capacità di compravendita dell'individuo.
Siamo consapevoli che ormai col GREEN PASS ci troviamo in un sistema cui viene facile poter controllare le persone, sia come contribuenti, che come utenti e consumatori; la Legge sulla Privacy è una medaglia a due facce: da un lato dovrebbe garantire l'anonimato, e dall'altro lato da il diritto sui dati altrui. Può essere che il principale proposito di questa legge non è quello di tutelare i dati personali, ma di poter avere un mezzo per poter meglio controllare le persone.
Per molti governi, ritenuti sino a poco tempo fa i baluardi del cristianesimo, oggi, non sembra strano legiferare applicando concetti e argomentazioni amorali e anticristiani, il divorzio, l'aborto, l'eutanasia, le unioni omosessuali, ecc la fecondazione assistita ed altro. Alle multinazionali, poi, non sembra neanche strano applicare i risultati di scoperte scientifiche e tecnologiche per i propri scopi egoistici e speculativi, o manipolare i dati scientifici, a proprio tornaconto.
L'avversario di Cristo, in questo caso particolare, si manifesterà con l'approssimarsi del tempo della Seconda Venuta di Cristo in terra, è preparerà la maggior parte degli uomini di ogni ceto sociale, culturale, politico e religioso ad un antagonismo principalmente morale e ideologico, contro il sano cristianesimo, prima, e contro Cristo, alla fine; troverà terreno fertile, per piantare e fare crescere i suoi propositi "umanistici", in un ambiente in cui la moralità e l'etica cristiana è stata messa da parte, anzi verrà vista come un ostacolo per la realizzazione di essi.
Per questo, l'avversario di Dio ha avuto due mila anni di tempo di preparazione, come ci dice l'Apostolo Giovanni: "...lo spirito dell'Anticristo è già all'opera." (1° Giovanni 2:18).
Vi è da segnalare anche che, il Marchio della Bestia, oltre ad essere uno strumento o un segno rilevatore, è un segno di riconoscimento morale, cioè dimostra e conferma, l'individuo che lo possiede, l'appartenenza alla persona o al sistema ideologico, politico, religioso e commerciale dell'Anticristo, un personaggio, questi, carismatico e capace di manipolare e sedurre le menti di milioni di semplici persone, di religiosi, di uomini di cultura e di capi di governo.
Come seguaci di Gesù Cristo, non dobbiamo mai dimenticarci che il diavolo cerca costantemente di distruggerci. Perciò, dice Paolo apostolo, è necessario conoscere tutto il possibile intorno alle strategie e Noai piani del nemico: "Affinché non siamo raggirati da Satana; infatti non ignoriamo le sue macchinazioni" (2 Corinzi 2:11).
Il succitato passaggio dall'Apocalisse ci dice che Satana ha dichiarato guerra ai santi di Dio. Si allude inoltre al fatto che il diavolo ha una scadenza entro cui completare il suo lavoro: "Sapendo di aver poco tempo" (Apocalisse 12:12).
Mentre alcuni Cristiani, in quest'ultima ora, si sono addormentati di un sonno che li ha portati ad accettare ,vaccini su vaccini ,Green pass , proprio come aveva predetto Gesù, il diavolo è ferocemente al lavoro, sta facendo i preparativi per la guerra. Egli è pienamente consapevole del poco tempo a sua disposizione per portare a termine i suoi malvagi scopi, e quindi non si concede mai un attimo di riposo. Trama giorno e notte, continua ad escogitare modi per tormentare e per distruggere la Chiesa di Gesù Cristo!Centinaia di anni fa Satana già sapeva bene di non avere molto tempo. Questa sua consapevolezza si può far risalire al concilio che ebbe che ebbe luogo nei cieli. Questo prodigio fu una guerra inaudita, scatenata quando Satana si mise in cuore di distruggere il Figlio di Dio:Una tempo gli spostamenti del diavolo non erano limitati alla terra. Giobbe racconta: "Un giorno i figli di Dio vennero a presentarsi davanti al Signore, e Satana venne anch'egli in mezzo a loro" (Giobbe 1:6). Il diavolo deve essere andato davanti al trono di Dio molto di frequente in qualità di accusatore dei credenti,non era ,e non è onnipresente ,gira in continuazione senza sosta (Giobbe 1:7;2:2;1Pietro 5:8;Luca 22:31,32)Pietro ci ammonisce: "Siate sobri, vegliate; il vostro avversario, il diavolo, va attorno come un leone ruggente cercando chi possa divorare" (1 Pietro 5:8).Ciò significa che il diavolo non si aggira da qualche parte nel cosmo impartendo ordini alle sue schiere demoniache. C'è scritto che Satana fu gettato giù sulla terra, quando Cristo lo sconfisse sulla croce.(Rivelazione 12:9,12;Luca 10:18).
Quando la Scrittura dice che il diavolo sa di avere poco tempo (versetto 12), non si riferisce al tempo che Satana ha a disposizione prima del ritorno di Cristo, ma piuttosto alle continue scadenze, a tutta quella serie di brevi momenti che il diavolo ha per poter portare a termine il suo lavoro. Si tratta di brevi periodi durante i quali egli fa guerra ai santi di Dio!

Giacomo ci dice: "Resistete al diavolo, ed egli fuggirà da voi" (Giacomo 4:7). Così, come puoi resistere al nemico? Solo attraverso la fede! Semplicemente, va' a Gesù, confidando che egli ti libererà dagli artigli di Satana. "Resistetegli stando fermi nella fede" (1 Pietro 5:9).
I giorni a venire  saranno duri per ognuno di noi . Ma il glorioso, rischiarante sole della giustizia brillerà per sempre per ognuno di noi , portando nelle sue ali la guarigione e la liberazione dei figli di Dio (Malachia 4:2;!Romani 8:22-23)
Prof Paolo Palmieri 

 
 
 

IL SALMO DI NABUCODONOSOR

Post n°257 pubblicato il 19 Luglio 2021 da sergiopaolo.65

IL SALMO DI NABUCODONOSOR

Daniele  IV è un capitolo straordinario,in esso si racconta la conversione del grande caldeo Nabucodonosor,il re che ha assediato e preso Gerusalemme nel 586a.C.Il capitolo assume la forma di una<< testimonianza personale>>,il grande re racconta,lui stesso,il suo incontro con il Dio d'Israele.Il racconto è così insolito,che la maggior parte degli studiosi ha messo i dubbio la storicità del capitolo.Gia' nell'ottocento era nata l'ipotesi che Daniele IV,insieme a tutto il libro di Daniele,era prodotto di un pseuedoepigrafico che scriveva all'epoca dell'ellenismo, sotto il regno di Antioco Epifane (1)Passando all'analisi della forma del racconto ciò che colpisce subito in Daniele IV è che si tratta di un esempio raro di racconto in<< prima persona>>, Nabucodonosor stesso racconta gli avvenimenti.Ma non tutto il racconto è in <<prima persona>>,nel v.16[19]e soprattutto nel v 25[28] (X)il racconto diventa in <<terza persona>>,per poi ritornare al racconto in <<prima persona>>(vv.31-34[34-37].Quindi il racconto di Daniele cap IV è un racconto complesso, cominciando dalla <<voce del narratore>>. Anche questo aspetto del racconto è stato motivo di ipotesi sulla redazione del libro, cioè la complessità della <<voce narrativa>>sarebbe il prodotto di redazioni successive di una prima versione del racconto.Ma la spiegazione più semplice è che si tratta di una strategia narrativa.L'uso del racconto in<<prima persona>>,con cui comincia e finisce il racconto,ha il valore di fare della narrazione una<<Testimonianza personale>>.In questo modo il racconto guadagna in forza retorica.Una cosa è che il narratore ci dica che Nabucodonosor ha incontrato il Dio d'Israele,un altra è sentire lo stesso Nabucodonosor raccontare la sua esperienza mentre loda il Dio d'Israele.Il re appare così come una specie di <<proselito>>del Dio d'Israele.D'altra parte ,il passaggio del racconto  alla<<terza persona>>nel v.16[19] è l'indicazione di cambio di strategia narrativa.Infatti ,nel v.16[19] comincia <<l'interpretazione >>di Daniele del sogno.Col passaggio alla<<terza persona>>egli cerca di conferire autorità alla sua interpretazione.E' in gioco l'obiettività e la verità del racconto.Il narratore prende in mano il racconto per sottolineare il <<giudizio>>di Nabucodonosor ,così non rimane nessun dubbio sull'origine divina del sogno,e soprattutto sulla sua interpretazione. Questo è ancora più chiaro nei vv.25-30[28-33],che raccontano l'adempimento del sogno. Nabucodonosor è stato giudicato ed è andato a vivere con le bestie del campo, mangiando erba come i buoi (cfr V29[32]Diversi commentatori hanno osservato bene che,questa parte del racconto non la poteva certo raccontare un re che avesse  perso la ragione.(2)
Quindi, anche in questo caso,il narratore prende in mano il racconto per dare credibilità e autorità all'adempimento del sogno .Il racconto acquista,in questo modo,un'<<aria storica>>(3)In breve ,la composizione narrativa di Daniele IV mostra un <<gioco di narratori>>: coesistono un <<narratore interno>>e un altro <<esterno>>.Quello che è in gioco qui è:chi controlla la narrazione? Evidentemente l'apparizione del tipico narratore biblico,in <<terza persona>>,limita il narratore in <<prima persona>>e mostra che il narratore in <<terza persona>>è colui che controlla la narrazione.E lui che ha concesso uno spazio alla voce di Nabucodonosor,per guadagnare in forza retorica,,ma non ha rinunciato al controllo del racconto. Quindi ,il narratore in <<terza persona>>è colui che controlla il racconto e usa la <<voce di Nabucodonosor>>per convenienza e per i suoi scopi. L'analisi (breve) della <<voce narrativa>>nel racconto di Daniele IV mostra, ancora una volta,<<l'arte della narrativa biblica>>. Il racconto mostra una composizione curata,vi è stata una riflessione artistica sul come guadagnare forza retorica in vista del messaggio del capitolo, conservando allo stesso tempo un certa obiettività e autorità.Il racconto di Daniele IV,il capitolo si serve di un <<ritornello>>per sottolineare il suo messaggio fondamentale.Il ritornello appare per la prima volta nel v.14[17]: Secondo il decreto dei Vigilanti e questa decisione e secondo la parola dei Santi e questa sentenza, affinché sappiano i viventi che l'Altissimo domina sul regno degli uomini.Egli lo dona a chi vuole ,e l'infimo degli uomini può innalzare su di essi .(4)Si tratta della versione più completa del ritornello. Successivamente esso viene citato con variazioni e in una versione più breve (cfr vv.22[25],23[26],29[32].Quello che accadrà successivamente Nabucodonosor,il suo divenire una specie di animale,viene presentato come un <<decreto dei Vigilanti>>. Questa affermazione ha colpito ,da sempre,i commentatori,ossia che il decreto nel sogno fosse un<< decreto dei Vigilanti>>La versione teologicamente <<più corretta>>sarebbe la versione di Daniele.Ma allora , perchè parlare nel sogno di un<<decreto dei Vigilanti?.Tra l'altro, Daniele IV è l'unico testo in tutta la Bibbia in cui in cui si usa il termine <<Vigilanti per descrivere gli angeli (v.v.10[13],14[17] e v.20[23]e questo accade soprattutto nel sogno di Nabucodonosor (v  10[13] e v.14[17](Nel periodo successivo a Daniela,i<< Vigilanti>>sono diventati delle figure popolari vedasi in particolare il <<Libro dei Vigilanti>> nel libro 1 di Enoch).Ma Dio ,la Bibbia, scende al livello di Nabucodonosor,vuole comunicare con lui nel suo contesto storico e culturale.Qui c'è senza dubbio l'accento a una  << Teologia  della missione>>.D'altra parte ,il contesto dell'espressione<<decreto dei Vigilanti>>lo inserisce saldamente in ambito biblico.. Questo decreto è anche ,secondo la frase parallela nello stesso v.14[17],una <<parola dei santi>>.<<Santo/santi>>,cioè gli esseri che provengono dalla sfera divina,gli esseri che circondano Dio .Poi il <<decreto >>non parla dei Vigilanti,ma dell'Altissimo<<che domina sul Regno degli uomini>>(v 14[17],con l'interpretazione di Daniele,siamo rassiicurati che il decreto è un<<decreto altro esempio dell'uso della prospettiva del racconto è la descrizione dell'atteggiamento di Daniele nell'interpretazione del sogno .Daniele simpatizza con Nabuconodosor . Già all'inizio dell'interpretazione,Daniele rimane muto per un momento e augura che il sogno si avvera per i nemici del re (cfr .v.16[19].In maniera generale,Daniele addolcisce l'impatto del sogno  omettendo i dettagli dell'<<giudizio>>dell'albero (si confronti il v.20[23] con i v.v 10-13[13-16]. Daniele personalizza il <<decreto dei Vigilanti>>:non è più rivolto a <<tutti i viventi>>v.14[17],ma in modo specifico Nabucodonosor,<<.... finché tu riconosca che l'Altissimo domina sul regno degli uomini ...(v.22[25].Il discorso di Daniele culmina con un appello urgente al re per evitare il giudizio (v.24[27].Due <<dossologie>>inquadrano tutto il racconto,una all'inizio (3:31-33[4,1-3]) e un altra alla fine (4:31-34[34-37]),mentre il racconto del sogno e il suo adempimento (4:1-30 [3:33])si trova al centro della struttura.(5).La prima dossologia (3:31-33[4:1-3]presenta, fin da subito,il grande re pagano mentre loda il Dio d'Israele,un avvenimento completamente insolito che sveglia la nostra curiosità.L'impatto retorico è raddoppiato dall'uso in un≤<<racconto in prima persona>>, Nabuconodonor stesso parla della sua esperienza straordinaria in un<<'epistola>> rivolta <<a tutto il suo regno,anzi ,un' epistola rivolta a tutti i popoli ,nazione e lingue,che abitano in tutta la terra>>(3:31[4:1]). Quindi questa <<dossologia>>non è la lode di un personaggio qualsiasi,ma quella del re più potente del mondo in quell'epoca.Successivamente ,il resto del capitolo racconta come Nabuconodonor sia arrivato a una tale esperienza. La <<dossologia>>finale (VV.31-34[34-37])vuole rafforzare l'impressione della <<conversione>>del grande re Nabuconodonor.Questa dossologia è concepita con il culmine del racconto.Con essa ritorna il racconto in <<prima persona>>(dopo i vv.16-30[19:33]in <<terza persona>>).Inoltre ,la dossologia è completamente rivolta a Dio ,e mostra un tale entusiasmo per il Dio d'Israele,da riavvicinarla ai Salmi di lode ,presenti nel libro dei Salmi  ,si accumulano gli aggettivi per Dio e si moltiplicano i verbi di lode ;Cfr v 31 [34];e i vv.34[37])(6)In realtà ,la fine del capitolo propone una <<doppia dossologia>>costruita anch' essa nella forma di una <<struttura concentrica>>,con il breve racconto della restaurazione d Nabuconodonor al centro (v.33[36]),e con le due dossologie agli estremi (VV.31-32[34-35])e v. 34[37]).Non c'è dubbio,il narratore ha  voluto complicarsi la vita ,si potevano raccontare gli avvenimenti in modo più semplice...Ma bisogna arrendersi all'evidenza :il narratore non voleva solo raccontare,voleva , contemporaneamente, sottolineare la portata degli avvenimenti accaduti a Nabuconodonor.Quindi la struttura narrativa e tematica del racconto e la seguente:
DOSSOLOGIA INIZIALE(3:31-33)-in <<prima persona>>
Sogno di Nabucodonosor (4:1-15- in<< prima persona>>
Interpretazione di Daniele (4:16-24- in <<terza persona>>
Adempimento del sogno (4:25-30)- in <<terza persona>>
DOPPIA DOSSOLOGIA FINALE (4:31-34- in <<prima persona>>
La  struttura <<concentrica>>Di Daniele IV segue da vicino la struttura di un <<Salmo di ringraziamento:Primo si loda Dio per la liberazione,in seguito si racconta l'esperienza della liberazione,infine si riprende la lode dell'inizio :ad esempio Cfr Salmo 30 diviso in :vv 1-5 (lode)/vv .6-10(racconto della liberazione )/ vv.11-12(lode).Un altro esempio è il <<Salmo di Giona >>(Giona cap 2),un tipico salmo di ringraziamento:v.3 (lode)/vv.4-8(racconto di liberazione/ VV.9-10(lode).Perciò un titolo appropriato per Daniele IV Potrebbe essere senza dubbio:Il<<SALMO DI NABUCODONOSOR>>Gli avvenimenti che sono accaduti a Nabucodonosor hanno lo scopo di fare  a tutti<<i viventi >> del mondo che :<<.... l'Altissimo domina sul regno degli uomini>>e che egli lo dà a chi vuole,e vi innalza il più misero degli uomini (v.14[17]).In realtà,il tema della <<sovranità divina>>viene introdotto nell racconto all'inizio ,dalla dossologia iniziale <<Mi è parso bene di fare conoscere i segni e i prodigi che il Dio Altissimo ha fatto per me ....Il suo regno è un regno eterno e il suo dominio dura di generazione in generazione>>(3:32-33[4:2-3]). Quindi il tema della<< sovranità divina>>percorre tutto il capitolo come un filo d'oro,dalla dossologia iniziale, passando dal <<ritornello>>e culminando nella doppia dossologia finale (4:31-34[34-37])(cfr in particolare v.v 31-31[34-35]).Il tema non è soltanto<<la sovranità divina>>,ma anche la relazione tra il potere umano e quello divino ,come dice esplicitamente il <<ritornello>>:<<l'Altissimo domina sul regno degli uomini>>(v. 14[17]). Nabuconodosor,chiude la sua testimonianza ricordando,in modo implicito,la sua esperienza:Il Dio d'Israele è un Dio vero , perché egli è capace di <<umiliare coloro che camminano nella superbia (v.34)>>. Nabuconodosor,il grande re pagano,ha incontrato il Dio d'Israele in modo personale e ha trovato così la pace dell'anima.
(X)VERSETTI INTERNO [. ] segue versione originale ebraico che si sposta di tre vv. Per facilitare lettura ho dato fuori dalle parentesi numerazione dei vv nelle versioni italiane in parentesi quadrata [.  ]
(1);(I Segreti di Daniele Ediz ADV Firenze pp' 511-523).La TOB Bibbia da studio è  più prudente, anche perché questo capitolo rappresenta un bel problema per la tesi della redazione del libro all'epoca di Antioco Epifane (Note in calce a piè di pagina cap IV per il .v 25[28])
(2);(W.S.Towner Commento a Daniele,cap IV;Serie Strumenti Claudiana Torino 2007). 
(3);(Doukhan Le Soupir della terre Pag 92 Edition La vie eternel Paris) 
(4);(Traduzione della Bibbia Concordata(Bacon), La quale traduce quasi letteralmente il testo Aramaico) 
(5);(I Commentatori notano in generale<<L'inclusione che inquadra il capitolo :GOLDINGAY,Daniel ,po' 84,85, NEWSOM ,Daniel Pag 132,e soprattutto HENZE Daniel cap 4 Pag 485).
(6);(Doukhand  :Le Soupir della terre pag 82)
Paolo Palmieri 

 
 
 

IL MESSAGGIO DELL' AMORE DI DIO

Post n°256 pubblicato il 14 Aprile 2021 da sergiopaolo.65

IL MESSAGGIO DELL'AMORE DI DIO

Dio ha tanto amato il mondo, che ha dato il suo unigenito Figlio, affinché chiunque crede in lui non perisca, ma abbia vita eterna. Infatti Dio non ha mandato suo Figlio nel mondo per giudicare il mondo, ma perché il mondo sia salvato per mezzo di lui. (Giovanni 3:16,17 VR).


Se per qualche sventura tutta la Sacra Bibbia andasse perduta o distrutta tranne questi due versetti (o solo il v.16),il messaggio di salvezza sarebbe ugualmente conosciuto,predicato e creduto,la buona notizia continuerebbe a risuonare in tutta la terra abitata suscitando,l'apertura dei cuori e delle gli orecchie alla  conversione.In questi due versetti di solo 48 parole c'è tutto ciò che è neccessario e sufficiente di sapere su Dio ,sull'uomo e sul loro rapporto.Nella massima  concisione viene trasmesso il massimo amore di Dio .E' la quintessenza della fede cristiana, raccolta in estrema concentrazione.Non stupisce che sia una delle parole bibliche più conosciute ,citate ed amate ,una di quelle parole che è bene conoscere a memoria,così da poterle ripetere ogni giorno , tanto grande e immediata è la forza salvifica che ne scaturisce. Consiglierei,come ho fatto io ,già da moltissimi anni  nella mia bibbia personale di non mettere il mio  nome sulla prima pagina  ,ma  di  sostituito al v.16 la parola<<chiunque>>con il proprio nome <<PAOLO PALMIERI>>perché io sono propietà del SIGNORE GESÙ che mi ha acquistato col  proprio sangue (Atti degli Apostoli 20: 28: Versione  Nuovissima ).In questi versetti ogni parola conta , e la sua ricchezza si dischiude, progressivamente,alla meditazione della fede .Ogni parola va quindi <<pesata>>,accolta nei luoghi profondi della nostra coscienza e meditata a lungo:ciascuna è come uno scrigno che contiene un tesoro di inestimabile valore .
1)DIO <<HA TANTO AMATO.....CHE HA DATO >>.
Il dono del Figlio unigenito è il punto di arrivo e il traguardo estremo di una lunga storia d'amore . L'accento cade ovviamente sul <<TANTO.... CHÉ>>. Perché<<TANTO>>?
A) Perché qui Dio non è più solo colui che dà delle cose ,e colui che dà se stesso.Dio appare nella sua più alta espressione Proprio nel dono di sé.Si può dare molto amando poco ,ma non si può dare se stessi amando poco .Amare per Dio significa dare ma  soprattutto darsi . Perciò il suo amore è<<TANTO>>(cfr Giovanni 15:13).
B)In secondo luogo lo è perché il Figlio non è solo mandato ma proprio dato. Un dono è definitivo, irrevocabile. Il Figlio non è di passaggio, apparizione fugace che oggi viene e domani se ne và,una metafora  che attraversa il cielo e svanisce nella notte:il Figlio è <<DATO>>, consegnato all'umanità,figura che non passa ,presenza che non diventa assenza,aurora  che non tramonta.Con questo dono ,Dio mette le radici nella dura terra dell'uomo.Da notare  sono anche le due forme verbali al passato (<<HA AMATO...HA DATO>>): servono a sottolineare il carattere storico della Rivelazione di Dio; l'espressione suprema del suo amore è un evento storico molto preciso:la venuta e l'opera di Gesù.Parlare dell'amore di Dio è possibile non già evocando l'armonia del creato o le gioie della vita ma riferendosi molto concretamente a Gesù<<DATO>>da Dio al mondo.
2) DIO HA TANTO AMATO <<IL MONDO>>, 
cioè l'umanità,che qui è chiamata<<MONDO>>per qualificarla come umanità ribelle,ostile, incredula.Dio ha tanto amato l'umanità che da sempre lo nega ,lo contesta,lo evita.Che Dio ami tanto il mondo da dare il suo unigenito Figliuolo per salvarlo , è un annuncio  inaudito e,ancora una volta, scandaloso: Israele aspettava di essere salvato mentre <<il mondo>>sarebbe stato condannato.Cosi oggi molti cristiani mettono in parallelo la loro salvezza e la condanna del <<mondo>>Ma il v.17li contraddice apertamente : Gesù non è il Salvatore per gli uni e il giudice per gli altri ma è il Salvatore per tutti Atti 4:12)
3)Dio ha dato <<IL SUO UNIGENITO FIGLIUOLO>>
Se Dio è nostro Padre (Giovanni 20:17)siamo tutti suoi figli,ma Gesù Solo è l'unigenito Figliuolo(Giovanni 1:18).Cosi viene in luce il rapporto unico tra Gesù e Dio ,Dio dà, Gesù si dona(Luca 22:42);Occorre aprire gli occhi sulla pienezza e radicalità di questo dono .Ora la piccola parola <<DIO>>,che gli uni benedicono e altri bestemmiano , comincia a diventare più luminosa chemisteriosa:<<DIO>>significa amore incondizionato che il Figlio per l'uomo .
4)<<AFFINCHÉ CHIUNQUE CREDE IN LUI NON PERISCA MA ABBIA VITA ETERNA >>
Ora entra in scena l'uomo,finora tutto è stato opera di Dio .Ora la salvezza è compiuta,il dono è avvenuto.Si tratta solo di riceverlo .Chi lo riceverà?<<CHIUNQUE...>>!Splendita parola ! Bisognerebbe scriverla a caratteri cubitali sulla facciata di ogni CONGREGAZIONE CRISTIANA , perchè nessuno è escluso, solo chi rifiuta si esclude  (Giovanni 1:12). Questo <<CHIUNQUE>>sei tu,sono io .CHIUNQUE<< CREDE IN LUI >>
<<...NON PERISCA MA ABBIA VITA ETERNA>>:qui appare il traguardo finale ,<<LA VITA ETERNA>>, ciò la vita stessa di Dio .<<ETERNA >>non è solo una indicazione di durata ma di qualità:la vita mortale diventa eterna cambiando contenuti e quindi qualità,vita nella libertà come figli di Dio . Sulla soglia di questa ultima ora (1Giovanni 2:18) in cui il mondo chiede la vita e semina la morte ovunque ,giunge il messaggio inaudito di un amore eterno che si offre senza riserve e senza condizioni e che reca con sé il dono supremo :LA VITA ETERNA IN DONO ( Geremia 31:3;Rivelazione 22:17).
Paolo Palmieri 

 
 
 

PANORAMICA DEGLI STUDENTI BIBLICI 1PARTE

Post n°255 pubblicato il 08 Febbraio 2021 da sergiopaolo.65

(X)PANORAMICA DEGLI STUDENTI BIBLICI PRESENTI IN ITALIA

(1 Parte)

1) STUDENTI BIBLICI AURORA (Dawn Bible Students). Questi sono i veri russelliti, seguono di sana pianta tutti gli insegnamenti di Russell, tranne le profezie inadempiente naturalmente: 
Ebbero un grande sviluppo in Italia nel dopoguerra verso gli anni 50, allora contavano parecchie congregazioni o "classi" in Italia, adesso invece è rimasto solo un esiguo gruppo nell'agrigentino composto da 7 persone ed alcuni altri singoli individui sono sparsi per l'Italia. Il responsabile per l'Italia dell'Associazione Studenti Biblici Aurora è LUCIANO CACIOPPO(AGRIGENTO) 
A Firenze c'è un altro gruppo di STUDENTI BIBLICI, un tempo capeggiati dall'ormai defunto Sergio Gabrielli, un ex TdG che ha deciso di tornare agli insegnamenti di Russell, portandosi con se ben 30 fratelli. Sergio Gabrielli ha scritto diversi libri, la suo opera più importante è la traduzione in lingua italiana del settimo volume degli "Studi sulle Scritture" scritto da Russell: "IL MISTERO DI DIO E COMPIUTO". Inoltre ha scritto anche altri libri, alcuni critici verso la Chiesa Cattolica, altri di natura esegetica, commentari sull'Apocalisse, su Ezechiele o sul Cantico dei Cantici. Gabrielli è morto nel 2007, ma i suoi studi esegetici sono stati di recente ripresi da una sua stretta collaboratrice, Margherita Leporatti, una ex TdG molto attiva, la quale ha in parte pubblicato alcuni studi di Gabrielli (da lei riveduti).e in stretta collaborazione con gli STUDENTI BIBLICI di AGRIGENTO di LUCIANO CACIOPPO,il gruppo a Firenze e molto ridotto,la presenza gira intorno a 10 membri, questo gruppo e in comunione fraterna anche se vi sono alcune differenze ,con gli Studenti biblici Aurora..
2) CHIESA CRISTIANA MILLENARISTA. Questo è un altro gruppo di STUDENTI BIBLICI che si sono del tutto  discostati dagli insegnamenti di Russell. Ad esempio non credono nella "parusia", cioè la presenza di Cristo dal 1914, credono come gli STUDENTI DELLA BIBBIA in una  SECONDA VENUTA Di CRISTO VISIBILE. e lo stesso la data del 1914 non ha nessun significato come per gli STUDENTI DELLA BIBBIA;Nel dopoguerra si diffusero  a PESCARA con una presenza stimata di oltre 50 associati ,  ad opera di MARIO CELENZA fu fondata la sede nazionale a viale G.D'Annunzio , tutt'ora esistente ma spostata via TAVO 248 , numerosi erano anche a  Messina , attualmente sono del tutto  scomparsi dal messinese,  infatti la loro prima grande assemblea la fecero proprio a in questa città la quale vide circa 50 PENTECOSTALI accettare il messaggio del regno, lo stesso vide la presenza e lo sviluppo massiccio ad opera di  alcuni fuoriusciti di ex testimoni di Geova nella cittadina di SCAFATI(SA)ad opera di SANSONE ,dove vi fu un periodo che la NUOVA CREAZIONE l'organo di informazione ed edificazione della  CHIESA CRISTIANA . MILLENARISTA veniva stampata a via Nazionale SCAFATI(SA);,la rivista attualmente è pubblicata a PESCARA con una tiratura TRIMESTRALE di circa 750 copie ,uscita un po'   più ridotta del origine, la quale vide la sua uscita  mensilmente,e poi successivamente passo a bimestrale ;attualmente la CHIESA CRISTIANA MILLENARISTA tramite il suo rappresentante FRANCESCO MODICA,e con PAOLO PALMIERI  rappresentante degli   STUDENTI DELLA BIBBIA IN ITALIA, ,i quali di poco differenza(guardando a quello che li unisce ,e no ha quello che li divide,   conservano  la presenza del messaggio del regno di Dio  nel  AGRO NOCERINO SARNESE(Così attualmente denominata la zona di SCAFATI e paesi limitrofi ).La CHIESA CRISTIANA MILLENARISTA  non sono più in collaborazione con il gruppo sopra menzionato (Studenti Biblici Aurora), ma hanno alcuni dissensi in ambito dottrinale,l'assemblea  del 2010 che fu fatta per cercare di unire i gruppi,con la partecipazione di alcuni sopravvissuti di STUDENTI BIBLICI di Firenze nella persona rappresentante di MARGHERITA LOPERATTI,e LUCIANO CACCIOPPI rappresentante di altri sopravissuti di STUDENTI BIBLICI Russellini di AGRIGENTO,con la partecipazione del fratello PANUCCI rappresentante degli studenti biblici degli stati uniti,ma l'incontro non andò a buon fine come già anni prima era successo,alla citata ASSEMBLEA vide anche la partecipazione l'assemblea e riportata anche nella NUOVA CREAZIONE  Sett/Dic 2010,e in AURORA Nov/Dic 2010,organo di informazione degli STUDENTI BIBLICI,di PAOLO PALMIERI.
Continua 

 
 
 
Successivi »
 
 
 

INFO


Un blog di: sergiopaolo.65
Data di creazione: 14/09/2014
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ULTIME VISITE AL BLOG

stiven123sandri75mic.arltEChakhtourasergiopaolo.65doncristian81cgabri.1994issralessandriaparolad_ordinepfb1967salvotoma64glacommarediga33G85Cg.anziani
 

ULTIMI COMMENTI

CHI PUŅ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore puņ pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom