Creato da iamnobody2011 il 04/06/2011

Nessuno RossoBlù

Tutto sulla Pieralisi Volley Jesi

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: iamnobody2011
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
EtÓ: 30
Prov: AN
 

CHI SONO?

Sono un semplice tifoso della Pieralisi Volley, la squadra di pallavolo femminile di Jesi, la mia città; quella che una volta era chiamata Monte Schiavo e giocava in serie A1. Altri tempi ma la passione per questi colori e per queste ragazze è rimasta la stessa. In questo scalcinato blog cerco di raccontare la mia passione per le "prilline" (così venivano chiamate ai tempi dell'A1) e le loro imprese. Perché il nome "Nessuno Rossoblù"? Perché una volta qualcuno disse che nessuno seguiva la Pieralisi. Buona lettura! Nessuno

 

LA PIERALISI JESI 2023/24

1.Sofia Belen QUINTEROS S '05 <- da Volley Modena (B1)

2. Glenda GIRINI L '06

3. Benedetta CECCONI L '96

8. Agnese PEPA P '06

9. Erica PAOLUCCI S '00

10. Ilenia PERETTI P '97 

11. Alessia CASTELLUCCI S '96 <- da Trevi (B1)

12. Valeria MARCELLI C '03 <- da Pomezia (B1)

13. Caterina MIECCHI S '01 <- da Abano Terme (B2)

15. Alessia POMILI C '00 <- da Offanengo (A2)

16. TALITA MILLETTI C '02

17. Sofia MORETTO O '95 <- da Imola (B1)

Allenatore: Luciano SABBATINI

Vice Allenatori: Elisabetta BONCI e Tommaso VALERI

 

I MIEI LINK PREFERITI

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Febbraio 2024 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29      
 
 

TAG

 

AREA PERSONALE

 

Messaggi di Febbraio 2024

Ciao taccuino

Post n°3146 pubblicato il 29 Febbraio 2024 da iamnobody2011
 

Non poteva scegliere una partita migliore per concludere la sua carriera, una vittoria soffertissima e bellissima contro il Volleyrò. Lui mi ha accompagnato in tante gare, in casa ed in trasferta, mi ha aiutato a comprendere meglio il gioco della Pieralisi ed ha sopportato la mia tensione, però alla fine, anche per lui è giunto il momento di andare in pensione. Di chi si tratta? Del mio bloc notes, sul quale ho sempre segnato i punti per avere una sorta di tabellino "in diretta"; dopo quasi quattro anni di onorato servizio, il mio fido compagno di viaggio ha terminato le sue pagine e contro Montespertoli ne comincerò un nuovo. Mi sarebbe piaciuto far debuttare il nuovo taccuino a Cesena (per come sono andate le cose, sarebbe stato un grandissimo esordio) ma ero in Puglia e così ho rimandato tutto di una settimana. Questo qui non è il primo blocchetto che finisco, prima ce n'era stato un altro. Perché tengo i punti? Non è che non mi fido di Tommy e del tabellino ufficiale della società, però c'è stato un tempo in cui la Pieralisi non aveva più l'addetto alle statistiche - quello chiamato scoutman - così per capire meglio la partita e poter assegnare il mio Mvp, ho iniziato a segnare. Prima i punti, poi le battute vincenti e sbagliate, di seguito i muri fino agli errori delle avversarie. Qualcuno mi ha detto che dovrei appuntare anche gli errori in attacco delle rossoblù per avere un quadro più completo ma a quel punto non mi basterebbe un blocchetto...ci vorrebbe un quaderno!

ciao taccuinoIl mio tabellino "artigianale" solitamente non coincide mai con quello ufficiale realizzato da Tommaso Valeri, scoutman rossoblù. Di solito sono i muri a creare delle differenze, perché io magari vedo una giocatrice mentre lui battezza l'altra. Per il momento nessuno si è mai venuto a lamentare. Prima di buttare il bloc notes nel cestino ho voluto sfogliarlo, per fare un tuffo nei ricordi, perché al di là dei punti messi a segno dalle singole giocatrici, dietro ogni partita c'è sempre una storia, come la prima appuntata sul blocchetto, la trasferta di Faenza, nel febbraio del 2020. Se il taccuino ha chiuso la sua carriera con una bellissima vittoria, la prima pagina raccontò una sconfitta per 3 a 1, in una gara domenicale contro una diretta concorrente per la promozione diretta. Il tabellino di quella partita recita così: Gasparroni 6 (1 battuta sbagliata), Angelini 4 (3 battute vincenti ed una sbagliata), Foresi 0 (2 battute sbagliate), Paolucci 16 (due battute sbagliate e cinque muri), Pomili 8 (una battuta vincente, due sbagliate e cinque muri), Marcelloni 7 (un ace, una battuta sbagliate ed un muro), Giombini 12 (tre ace, tre battute sbagliate ed un muro), Miecchi 9 (due battute sbagliate), Belvederesi 0. Di quella partita ricordo i miei battibecchi con alcuni tifosi locali che criticavano sempre il palleggio di Giorgia Angelini, una delle mie pupille. La prima volta ero stato zitto, la seconda pure ma alla terza ero esploso: "Già, perché voi avete visto giocare Leo Lo Bianco e Maja Ognjenovic!" gli avevo detto. Inutile dire che loro neppure sapevano chi fossero le due giocatrici da me citate...

A parte questo piccolo particolare, è bello vedere che quattro giocatrici in campo in quella domenica pomeriggio, indossano ancora la maglia rossoblù. Paolucci e Cecconi non si sono mai mosse da Jesi mentre Pomili e Miecchi hanno girato un po', fino a tornare qui. Come ogni bloc notes che si rispetti, qualche pagina è volata via ed anche l'inchiostro è un po' sbiadito. Da quella partita, datata 9 febbraio 2020 si passa addirittura all'ottobre dello stesso anno. In mezzo il vuoto ma stavolta l'usura non c'entra: l'emergenza Coronavirus aveva fermato non solo il campionato di B2 ma tutto il mondo, così niente più pallavolo e niente più appunti. Sono tornato a scrivere qualcosa per una amichevole con la Clementina 2020 alla "Carbonari", mentre per la prima gara ufficiale ho dovuto aspettare il 30 gennaio 2021, un incredibile Pieralisi-3M Perugia vinto in rimonta dopo essere stati sotto per 0-2. 20 punti di Laura Canuti, 18 di Paolucci, 17 di Giombini e 16 di Pomili. Sfogliando ancora ho trovato il tabellino della gara di andata del play-out con Chieti, quella giocata senza Paolucci e con Pirro in campo per onor di firma; giro pagina e trovo il match di ritorno, quello vinto 4-0 dalle prilline con una super Pirro. C'è ancora la sconfitta di Campagnola, quella che ha sancito la salvezza della scorsa stagione. Adesso però, non è più il momento di guardare al passato ma al presente, che si chiama Montespertoli. FORZA JESI!!! NRB. 

 
 
 

L'avversario di turno: Montesport Montespertoli

Post n°3145 pubblicato il 29 Febbraio 2024 da iamnobody2011
 

CHI SONO. Il Montesport è una polisportiva fondata nel 2003 da un gruppo di appassionati, genitori e dirigenti sportivi, per dotare la comunità locale di un polo unico, per la realizzazione e l'organizzazione di attività motorie, sportive, sociali e culturali. La polisportiva, apolitica e senza fini di lucro, attuamente comprende ben 21 discipline, come pallavolo, pallacanestro, calcetto, danza, ginnastica artistica ed anche il tennis in carrozzina. Lo scorso anno ha vinto il suo girone di B2, vincendo venticinque partite, perdendone una sola. 

NELL'ULTIMO TURNO. 2a giornata di ritorno. Capannori (LU), sabato 17 febbraio 2024. IMG NOTTOLINI CAPANNORI - MONTESPORT MONTESPERTOLI 1-3 (19-25, 25-19, 26-28, 19-25). Capannori: Diagne 16, Cusma 26, Sgherza 11, Fatone 5, Nenni, Venturi L, Zarattini S. 3, Catani 7, Grucka. N.e.: Lunardi, Meoni, Secciani, Pelloso, Zarattini I. L. All. Bigicchi. Montespertoli: Casini 11, Mazzini 9, Lazzeri 11, Mezzedimi 24, Castellani L, Para 3, Giubbolini 14, Mazzinghi 1, Maioli, Bigliazzi. N.e.: Eifelli L. All. Barboni. Arbitri: Bosio e Barabani. 

montesport montespertoli 2023/24COSI' ALL'ANDATA. 4a giornata di andata. Montespertoli (FI), sabato 28 ottobre 2023. MONTESPORT MONTESPERTOLI - PIERALISI JESI 3-2 (25-23, 25-23, 24-26, 19-25, 15-11). Montespertoli: Casini 22, Bigliazzi, Castellani L, Maioli, Mazzini 12, Lazzeri 13, Para 1, Giubbolini 14, Mezzedimi 18. N.e.: Eifelli L, Mazzinghi, Magnolini. All. Becucci. PIERALISI JESI: Peretti 8, Castellucci 4, Paolucci 14, Pomili 7, Miletti, 6 Moretto 24, Cecconi L, Pepa 1, Miecchi 15, Quinteros. N.e.: Pellegrini, Ferrini, Girini L, Marcelli. All. Sabbatini. Arbitri: Spitaletta e Fantoni. 

IN CLASSIFICA. E' nona con 17 punti raccolti in quattordici partite; sei vittorie ed otto sconfitte. Lontano dalla palestra di Baccaiano, dove gioca le gare casalinghe, le fiorentine hanno raccolto otto punti in sette gare: due sconfitte al tie break a Firenze ed a Trevi, successi per 3-1 a Figline Valdarno e Capannori, che è anche l'ultima trasferta del Montesport di questa stagione. Non sono arrivati punti nei viaggi a Pomezia (3-0), Pontedera (3-1) e Castelfranco di Sotto (3-1). Durante la sosta di fine gennaio, la società ha esonerato il tecnico Becucci, sostituito da Luca Barboni, in passato allenatore a Fucecchio, che portò in cinque anni dalla serie D alla B1 vincendo tre campionati consecutivi. Con la nuova guida tecnica il Montesport ha raccolto quattro punti in due partite.

I PRECEDENTI. Sono tre. I primi due risalgono al campionato di B2 2017/18 ed in entrambi i casi a vincere furono le jesine. All'andata alla "Carbonari" il 21 ottobre 2017 finì 3 a 1 per le rossoblù; nella gara di ritorno, in Toscana, il 10 febbraio 2018 la Pieralisi si impose per 3 a 0 contro il Montesport, che in quel momento era primo in classifica a otto punti dalle jesine. L'ultimo incrocio è il match di andata, finito 3 a 2 per le fiorentine. 

EX DI TURNO. Nessuno. FORZA JESI!!! NRB. (foto Facebook Montesport Montespertoli A.S.D.).

 
 
 

Volleyr˛ e Clementina'20 restano in scia. Capannori continua a sperare

Post n°3144 pubblicato il 28 Febbraio 2024 da iamnobody2011
 

Clementina 2020-Fonte Nuova 3-0. Le ragazze di coach Paniconi tornano al successo dopo due sconfitte consecutive ma devono soffrire più del previsto contro la matricola Fonte Nuova, che costringe ai vantaggi le locali nel secondo e terzo set (26-24 e 29-27). "Sono molto dispiaciuto del risultato, perché anche oggi avremmo potuto fare punti utili per la classifica" è stato il commento del tecnico laziale, De Grogoriis. In classifica la Clementina 2020 rosicchia un punto in ottica play-off, ora distanti cinque lunghezze; la Ics Santa Lucia resta a tre punti dalla zona retrocessione. 

Trevi-Firenze 3-1. Facile vittoria per la Lucky Wind, che secondo set a parte, domina la Liberi & Forti 1914 reduce dal successo su Cesena. Una prova di forza importante per le trevane che, dopo lo scivolone di Roma della settimana scorsa, riescono a trovare nuovamente il ritmo partita. Grazie ai tre punti le umbre escono momentaneamente dalla zona retrocessione, salendo a quota 16 in decima posizione; Firenze vede oramai fuggire il trenino dei play-off ma deve guardarsi le spalle: è settima ma ha appena quattro lunghezze sulla zona pericolosa. 

nottolini capannori 2023/24Castelfranco di Sotto-Pomezia 3-0. Tutto facile per la capolista, che spazza via senza grandi problemi la Nimis Consulting, che all'andata aveva preso un punto alle pisane. "Siamo tutti molto felici, abbiamo tenuto un ritmo altissimo in tutti i fondamentali e le atlete sono state molto brave dal primo all'ultimo punto giocando con continuità. - ha detto coach Marco Bracci ai canali del club - Pomezia era un avversario impegnativo, averla vinta così nettamente è un gran merito delle nostre ragazze. Quando si gioca così, vuol dire che in settimana la partita è stata preparata mentalmente dalle atlete nel modo giusto". La Fgl-Zuma, grazie anche al tie break tra Cesena e Pieralisi, allunga il suo vantaggio sulla seconda: ora sono sei i punti di distacco. Pomezia con la sconfitta del PalaBagagli vede allontarsi la zona play-off, ora lontana ben dieci punti. "Non siamo riuscite ad avere la giusta reazione nei momenti difficili della sfida, dovevamo lottare di più come tra l'altro ha sempre fatto questo gruppo. - ha spiegato alla stampa locale, il libero Giulia Biagini - Castelfranco ha messo in campo un gioco veloce e senza sbavature e noi siamo andate subito in difficoltà".

Valdarninsieme-Capannori 0-3. La Nottolini vince lo scontro diretto tra disperate e può continuare a sperare in una salvezza, che resta comunque, molto difficile. Per le fiorentine invece, è ancora rinviato l'appuntamento con la prima vittoria casalinga. "Il risultato secco in favore delle lucchesi è piuttosto bugiardo. - scrivono sulla pagina del Valdarninsieme - Le ragazze di mister Lapi hanno dato tutto quello che potevano, arrivando spesso vicine alla vittoria nei parziali, sfumata sul più bello, forse per qualche errore di troppo risultato decisivo". Capannori (nella foto facebook.com/nottolinivolley) torna alla vittoria, che mancava addirittura dal 9 dicembre 2023 (successo al tie break alla palestra "Piaggia" contro Trevi). In classifica Cusma e compagne salgono a quota 11 ma la salvezza è lontana ancora cinque punti; solo la matematica non condanna alla retrocessione Valdarninsieme, ultima con quattro punti. 

Pontedera-Volleyrò Roma 2-3. Deve lottare cinque set ed oltre due ore ma alla fine il Volleyrò riesce a conquistare una vittoria importantissima, che tiene le ragazze di coach Cristofani al quarto posto ed a tre punti dal terzo posto. Le romane per piegare la resistenza di Pontedera si affidano ad una Vighetto straripante (32 punti). L'Ambra Cavallini è scesa in campo con un atteggiamento di grinta e prontezza, mettendo a dura prova la ricezione e difesa delle laziali. "La squadra ha giocato una grande gara, contro un avversario nettamente superiore dal punto di vista fisico. - ha detto il tecnico di Pontedera, Becucci - Il punto smuove la classifica e dà morale, abbiamo anche il rimpianto di non aver vinto almeno uno dei due set persi ai vantaggi, ma le nostre avversarie non hanno rubato niente. C'è tanto da lavorare, per riuscire nell'impresa di giocare sempre a questo livello, ma abbiamo iniziato il nostro percorso nel modo giusto". Il punto non basta alle pisane, che finiscono i zona retrocessione con 15 punti. FORZA JESI!!! NRB. 

 
 
 

Tra Puglia e Molise

Post n°3143 pubblicato il 27 Febbraio 2024 da iamnobody2011
 

Me lo sentivo. Me lo sentivo che domenica sarebbe stata una grande giornata per i colori rossoblù. Certo, dirlo ora, dopo che Paolucci & co hanno espugnato il parquet di Cesena (prime a farlo in questo campionato, e capaci di interrompere l'imbattibilità casalinga della Angelini, che durava dal 13 gennaio 2023), può sembrare la sparata di uno un po' arrogante e troppo pieno di sè. Ma io davvero ci credevo in questo successo e ci credevo così tanto che avevo fatto di tutto per arrivare a Cesena, nonostante fossi a quasi seicento chilometri di distanza dal Mini Palazzetto. Appena caduta la palla di Moretto, che aveva sancito la vittoria della Pieralisi sul Volleyrò, mentre tutti festeggiavano io avevo cominciato già a pensare a Cesena, perché ero consapevole non solo della difficoltà della gara ma anche e soprattutto, della mia difficoltà ad essere presente alla grande sfida. In tempi non sospetti, quando ancora il campionato era fermo per la sosta di fine girone di andata, mi ero iscritto ad una gita di due giorni in Puglia; in quel momento non potevo immaginare che domenica 25 febbraio le prilline si sarebbero giocate il secondo posto con Benazzi e compagnia bella. Non volevo disdire il viaggio ma volevo anche andare a Cesena, così ho cominciato a studiare un piano per soddisfare entrambi i miei desideri.

cesena - pieralisi 2023/24Sabato sarei partito in pullman per la Puglia ma domenica mattina, avrei preso il treno da Bari per raggiungere il Mini Palazzetto e vedermi la gara. Un piano perfetto ma c'era un piccolo nodo da sciogliere: il ritorno. Non c'era un treno che mi portasse da Cesena a Jesi dopo le 21. A quel punto, non avevo scelta: dovevo trovare qualcuno che fosse disposto a darmi un passaggio dopo la partita. Tra domenica e mercoledì non so quanti messaggi avrò mandato, dalle persone a me più vicine fino a quelle che non facevano una trasferta dalla notte di Monte San Giusto nel 2016, quando la Pieralisi vinse il campionato di serie C regionale. Ho chiesto aiuto anche a Tommy, il vice allenatore rossoblù, non tanto per salire sui pullmini della società, quanto per sapere se conosceva gente sicura di andare a vedere la partita. Tra chi non mi ha neppure risposto, chi era già impegnato in altre attività e chi ha gentilmente declinato l'invito, il mio sogno di andare a Cesena è miseramente tramontato. Mi sono così rassegnato a soffire a distanza, guardando la partita su YouTube, non in diretta ma in differita. Alle 17.30 quando Angelini-Pieralisi è iniziata io ero al confine tra la Puglia ed il Molise, nel pieno di viaggio di ritorno. Da quel momento non ho più aperto nessun social, né Facebook né YouTube nè Messenger, perché non volevo avere nessun aggiornamento; il mio obiettivo era chiaro: tornara a casa e mettermi davanti alla tv. 

E così ho fatto. Alle 22 il pullman era a Jesi, alle 22.30 io ero già in posizione. Per uno come me, abituato a vedersi le partite in diretta e soprattutto, in loco, guardarla in tv ed in totale solitudine, è una sofferenza doppia, perché non ho la possibilità di scaricare la tensione con il vicino di posto. Ero io da solo e la partita, che è stata come andare sulle montagne russe; sono passato dalla delusione per l'avvio di gara, all'esaltazione per la grande rimonta, il terzo set vinto senza soffrire troppo ed un quarto in totale controllo. Ero pronto a festeggiare il clamoroso 1-3 ed invece, ecco la rimonta della Angelini, gli otto match ball gettati al vento ed un tie break davvero inaspettato. Sul 14-12 sono sprofondato nella depressione più cupa e per un momento, ho ringraziato tutti quei no, che mi avevano impedito di arrivare a Cesena. "Se fossi stato lì, avrei spaccato tutto...". Poi è entrata in scena Erica Paolucci, che proprio non ci stava a perdere, così ecco il 14-13, poi il 14-14 ed anche il 15-15, fino alla correzione della Divina per il 15-17 finale, che mi ha fatto saltare dalla sedia e gridare come uno scemo, non curante dell'ora: era l'una e mezzo della notte ed i miei vicini probabilmente già dormivano. A quel punto, ho davvero rimpianto di non essere andato a Cesena. Io, che ci credevo davvero nella vittoria. Vedere il giorno dopo i video della festa del "settore ospiti" è stata una vera pugnalata al cuore. Mi è sembrata un po' una beffa; io che vado spesso in trasferta, che ero arrivato da solo fino a Capannori, nella trasferta più importante della stagione...non c'ero. Come si dice? Mai una gioia. FORZA JESI!!! NRB. 

 
 
 

Come Italia-Germania

Post n°3142 pubblicato il 26 Febbraio 2024 da iamnobody2011
 

Sarà che ho finito di vedere la partita che era notte fonda, sarà che sto leggendo un libro sul grande Gigi Riva, ma appena terminata Cesena-Pieralisi mi è venuta in mente la "Partita del Secolo", quel famoso Italia-Germania 4-3 del 1970. Ma cosa diavolo c'entrano "Rombo di Tuono", Gianni Rivera e compagnia bella con Erica Paolucci, la Divina Peretti e tutte le altre rossoblù? Magari nulla, magari è solamente un film che mi sono fatto io, però la gara del Mini Palazzetto di ieri pomeriggio è sembrata davvero ricalcare il copione di quella memorabile semifinale di Città del Messico. Con le jesine ovviamente, nella parte degli azzurri. Scherzi a parte, forse Angelini-Pieralisi non entrerà nella storia del volley femminile mondiale, però di sicuro è una partita che tutti i tifosi jesini ricorderanno, sia chi era presente lì sulle tribune, sia quelli come me, che l'hanno guardata in streaming su YouTube. Ed in questo caso i complimenti vanno fatti ad entrambe le squadre, che in due ore e mezzo di gioco non si sono mai risparmiate, offrendo emozioni, spettacolo e tanta incertezza, come era giusto aspettarsi dallo scontro diretto per il secondo posto solitario.

cesena - pieralisi 2023/24Ad esultare alla fine, sono state le prilline, che come accaduto contro il Volleyrò sette giorni fa, hanno dimostrato di essere una squadra dal grande cuore e da una immensa voglia di non arrendersi mai. Ancora una volta, più degli aspetti tecnici - che comunque, contano - è stata questa l'arma in più di Paolucci & co, implacabili per larghi tratti del match, almeno fino al finale di quarto set. Lì la partita ha assunto i contorni dell'impresa, o forse, sarebbe più giusto dire della tragedia, perché le jesine hanno sprecato ben otto palle per chiudere la contesa e prendersi i tre punti. Un po' la difesa di Cesena che non ha più fatto cadere nulla, un po' gli errori nella metà campo rossoblù, si è arrivati al tie break, in cui è successo di tutto. E' stato subito evidente che il vento era cambiato; Moretto e Castellucci che fino a quel momento erano state determinanti sono calate, dall'altra parte della rete invece, Benazzi e Pinali sembravano aver ritrovato fiducia. Sul 14-12 la striscia di sei vittorie consecutive sembrava davvero sul punto di interrompersi ed invece, ecco la protagonista che non ti aspetti: Erica Paolucci, che dopo un buon avvio di partita, sembrava essersi un po' spenta. "Paola" ha rimesso in piedi la Pieralisi annullando ben tre palle match, prima del tap-in di Peretti, che ha fatto eslodere di gioia il "settore ospiti", dando al questa ultima domenica di febbraio un qualcosa di memorabile, di epico.

Al di là dell'aspetto caratteriale, la Pieralisi ha spinto molto con il servizio, fondamentale che ha prodotto nove ace (Moretto addirittura cinque!) contro sette battute errate. Anche il muro si è fatto sentire, con undici punti, quasi tutti arrivati dalla premiata ditta Moretto-Pomili. Mi è piaciuta anche la difesa, che ha messo tanta energia. Ed ora? Lo avevo scritto venerdì e lo penso anche adesso: la partita di ieri è stata importante ma non decisiva ai fini della classifica. Forse, lo sarebbe stata un po' di più se fosse arrivata la vittoria per 3 a 1 ma questo tie break non cambia nulla. La Pieralisi è seconda da sola ma Cesena è lì, terza ad una sola lunghezza ed alla fine della stagione regolare mancano ancora nove partite. Delle inseguitrici ha guadagnato punti solo la Clementina 2020, che ha battuto al PalaMartarelli Fonte Nuova; anche il Volleyrò ha vinto al tie break a Pontedera, rimanendo a meno quattro. Se la vittoria del Mini Palazzetto (dove è giusto ribadirlo, non aveva ancora vinto nessuno) non ha portato grandi benefici per la classifica, credo che sarà importantissima per il morale e la fiducia del gruppo rossoblù. Vincere partite come quella di ieri e come quella con il Volleyrò, cioè due scontri diretti, mettendo in campo tanta intensità, agonismo e concentrazione, aumenterà sicuramente l'autostima di tutta la squadra, arrivata alla settima vittoria consecutiva. FORZA JESI!!! NRB. 

 
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

CHI PUĎ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore pu˛ pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
I messaggi sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 

IL CALENDARIO DELLE ROSSOBL┘

APRILE

Sabato 20 ore 18 a Jesi: PIERALISI JESI - Clementina 2020 (10a giornata rit.);

Sabato 27/domenica 28: Turno di Riposo (11a giornata rit.);

MAGGIO

Sabato 4 ore 18 a Jesi: PIERALISI JESI - Img Nottolini Capannori (12a giornata rit.); 

Sabato 11 ore 18 @ Firenze: Liberi & Forti 1914 Firenze - PIERALISI JESI (13a giornata rit.). 

 

NESSUNO ROSSOBL┘ ON FACEBOOK

Nessuno Rossoblù

 

 

 

 

Visita la mia pagina Facebook "Nessuno Rossoblu"!

 

ULTIME VISITE AL BLOG

iamnobody2011cassetta2sakukoivu11kalikaampiero540mauro.morandini.itAmanteScalzaShahriar98KsoloeliosilviodaneselegazshajiraVelista30cuorevagabondo_1962
 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 
 

© Italiaonline S.p.A. 2024Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963