Creato da vienivia_conme il 27/03/2008

Every Seconds Counts

I'm late...to reality

 

 

.When.Goodbye.Means.Forever.

Post n°36 pubblicato il 18 Maggio 2009 da vienivia_conme

Io avevo un amico.

In realtà ce l’ho ancora.

E’ solo il titolo che gli ho affibbiato che non esiste più, sta scomparendo.

 

Migliore amico.

 

È che pensavo davvero che tu non fossi come tutti gli altri.
Che i miei sforzi, per starti vicino, non fossero stati inutili.

Pensavo che tu fossi lì per me.
Pensavo che questa amicizia avesse un senso.
Pensavo di essere importante, per te.

 

E invece no.

Ancora porte sbattute in faccia.

Tu che dopo tutti i discorsi su questo argomento ti sei allontanato proprio come tutti gli altri, per una ragazza.

Perché sei cambiato.

Forse per la prima volta ti sei davvero innamorato, e io sono così felice per te, lo sono sempre stata.

Ma.

Ma chiudermi fuori dalla tua vita, no.

Non io, non noi.

Noi non possiamo essere come tutti gli altri.

E invece mai una visita, mai una telefonata.
Noi che consumavamo ore al telefono.
Noi che passavamo le notti svegli a parlare.
Noi che eravamo presenti.
Ci eravamo sempre.

Inutili le speranze.

Tutte le persone sono uguali. Tutti alla fine, sono egoisti e mettono in secondo posto gli altri.

Tutti.

Stupida io a crederti diverso.
Per 8 lunghissimi anni di Amicizia.

E ti guardo cambiare, da lontano.
In silenzio...

 

 

 

E in tutto questo ci sei sempre tu.
Che appari e scompari a tuo piacimento.
Che sbirci nella mia vita per poi tornare a non guardarmi.

 

Devo davvero eliminarti.
Dal cuore però…

 

 
 
 

.This.Is.The.End. .You.Know.?.

Post n°35 pubblicato il 12 Febbraio 2009 da vienivia_conme

E così, questa è la fine.

 

Ho deciso di chiuderla, quella porta.

Ho deciso di non rimanere in sospeso.

Di non voler rimanere con il dubbio di come sarebbe potuta andare.

 

E ho saputo quello che avevo paura di sentire.

 

Che non c’era niente.

Che andava bene così.
Sentirsi e vedersi ogni tanto.

Che non doveva esserci niente più di quello che c’era.

 

E io lo sapevo, che mi avresti detto così.

Ma speravo nel lieto fine.

Questa storia strana meritava davvero il vissero tutti felici e contenti.

Speravo in te.

Avevo investito in te.

Credevo ti importasse qualcosa.

E invece no.

 

Stupida bambina ingenua.

Il lieto fine non esiste.

Mai.

Ero preparata, a questa fine.

L’attesa stava diventando assillante.

Vederti lì.

Non sentirti.

 

Insostenibile.

 

E per un po’ devo essermi anche sentita sollevata da questo finale.

Sentivo di poter ricominciare a respirare.

Come se avessi trattenuto il fiato per tutto questo tempo in attesa che tu venissi a salvarmi.

Ma non l’hai fatto.

 

Ti ho eliminato dalla mia vita.

Dal mio computer.

Dalla mia mente.

E dopo qualche giorno anche dal cellulare.

 

Ma tu non potevi permettere che finisse tutto così.

Che non stessi piangendo per te.

Che non ti cercassi facendo di tutto.

E sei riapparso.

Come da copione.

Con un suono del cellulare durante la notte.

Che sapevo che eri tu ma speravo tanto non lo fossi.

 

Perché non riesci proprio a lasciarmi andare.

Ma questa volta no.

Non ti ho risposto.

Ho lasciato passare la notte.

Non sarei riuscita a dirti di no in quel momento.

E quando il giorno dopo ti ho risposto.

Sei sparito.
Non più una parola.

Come a voler davvero sottolineare il fatto che il tuo è sempre il solito stupido gioco.

 

Che davvero la porta chiusa non riuscirai a tenerla mai.
Che ti piace troppo averla socchiusa.

Ti piace troppo sapere che comunque vada io non ti dirò mai di no.

Almeno, questo è quello che credi tu.

 
 
 

.Basta.?.

Post n°34 pubblicato il 29 Gennaio 2009 da vienivia_conme

Oggi eri connesso.
Ed è stato difficile, come avevo previsto.

È un mese.
Oggi è un mese da quando ti ho visto, l’ultima volta.
E da quando ti ho sentito, l’ultima volta.
Mi sono convinta in questo mese che fosse giusto così.
Aspettare un tuo passo, come sempre.
O lasciare tutto così, immobile.
Sfumarla invece che chiuderla definitivamente.

Il che è un po’ come lasciare la porta socchiusa.
Che puoi vederci dentro se ti avvicini.

E cambio idea ogni giorno, ogni minuto.
Dovrei scriverti per mettere almeno un punto fermo a questa storia?

‘Che io sono abituata alle tue sparizioni.
Ma non così lunghe.
E non dopo aver passato la serata con me.

Riesco a pensarti poco se non ti vedo connesso e non spero più nel suono del cellulare.
Ma nel saperti lì, questo silenzio fa davvero troppo rumore.

Dovrei dire basta.
Chiudere.
Cancellare.
Rimuovere.
Dalla mia mente.
Dalla mia memoria.
Dai miei ricordi.
Dalle mie pagine.
Dal mio cellulare.
Ma non ce la faccio.

Continuo ad aspettare un tuo gesto, un tuo qualcosa.
Un tuo spiegarmi che non ti interesso più, che è finita.

Renderebbe meno snervante l’attesa.

 "Nessuno dice mai "basta", così resta aperta la possibilità di averne ancora. Più tequila. Più amore. Più di tutto…"


Ed io voglio davvero lasciare aperta questa possibilità? 

 
 
 

.Solo.Attimi.

Post n°33 pubblicato il 30 Dicembre 2008 da vienivia_conme

Ci sono momenti in cui tutto si ferma.
Dove tutto è perfetto...

E oggi è uno di quei giorni.
Quando una splendida notizia ti rallegra tutta la giornata.
Quando non si può fare a meno di sorridere.
Quando non si sa cosa succederà domani ma non importa, l'importante è adesso.

Perchè tutti i miei sforzi, il mio impegno, la mia fatica hanno portato a qualcosa.
Qualcosa di meraviglioso.
Al risultato in cui tanto speravo.
Perchè c'è chi mi sostiene.
Perchè sentire la vostra voce orgogliosa dall'altro capo del mondo mi ha scaldato il cuore.
Perchè ci siete voi, ci siete sempre.
Perchè ci sei anche tu.
Perchè sei tornata quella di un tempo e ti sento di nuovo vicina.
Perchè io ti adoro e non avrei sorriso così di questi giorni senza di te.
Perchè solo io e te avremmo potuto capire un ragionamento così contorto.
Perchè non credevo che fossi una parte così fondamentale di me.
O non volevo crederlo.
Perchè pensavo si fosse rovinato tutto e invece siamo ancora qui.
Di nuovo qui.

E anche se l'amore non va esattamente come spererei che andasse.
E anche se noi non siamo ancora noi.
E anche se ieri sera non è stato proprio come l'avevo immaginato.
E anche se sei stato più lunatico del solito.

E anche se non so se e quando ti rivedrò.

Oggi sorrido.

Oggi voglio pensarla così.
Arriverà anche per noi Quel momento.

 
 
 

.Io.Tu.Noi.

Post n°32 pubblicato il 28 Dicembre 2008 da vienivia_conme

L'altra sera sei venuto da me.
Ed è stato bello.
Più di quanto potessi immaginare.

E anche tu sei stato bene
Me l'hai detto.
Prima di sparire.

Perchè la storia si ripete.
E io ora vorrei tanto delle certezze.
Io che amo sfuggire vorrei tanto farmi prendere.
.Da.Te.
Vorrei che quel dannato telefono squillasse.
Che prendessi davvero la macchina e venissi da me.

Perchè ho voglia di te.
Delle tue mani che adoro.
Delle tue labbra morbide che si incastrano perfettamente sulle mie.
Delle tue braccia che mi stringono.

'Che oggi c'è la neve.
E sarebbe bellissimo guardarla scendere da sotto il piumone.
.Insieme.A.Te.

Ma non succederà.
Perchè se smettessimo di inseguirci finirebbe tutto.
E non so se lo sopporterei.
A questo punto.

"Tienimi, ti prego, tienimi. Vieni quando ti pare, una volta al mese, una volta all'anno, ma tienimi.."
Non sono ancora pronta a lasciarci andare.
Non ora.
Non dopo l'altra sera.

Vieni da me e dimmi che non è finita qui.
Che sono io.
Che sei tu.
.Che.Siamo.Noi.

 
 
 
Successivi »
 

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Ottobre 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 8
 

ULTIME VISITE AL BLOG

fataestrega1terry0811valentinazanzonicoharmony7778mantovan.scavigatto.ci.covaNeroAusteroSilenziosamenteIonontimuovere7IAmNowheresalmo1Irtenevvienivia_conmegame71MVirusTrojan
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom