Creato da jack.a.l il 04/02/2010
-
 

 

Censored

Post n°44 pubblicato il 15 Giugno 2010 da jack.a.l

"L'accesso alla pagina è bloccato ai sensi della policy del gruppo ... perchè appartenete alla categoria social networking"

questo è il messaggio che mi appare quando provo ad aprire libero dall'ufficio.

La sera specialmente in questo periodo estivo molto difficilmente sono in casa quindi ... attività del blog molto molto rallentata.

Mi dispiace non che abbiano tolto il blog,  mi piace scrivere e leggere gli altri blog ma soprattutto detesto ogni forma di proibizione ... quando qualcosa mi viene proibito mi diventa indispensabile ... sempre!

Devo cambiare lavoro ... devo smettere di fare il dipendente.

A presto (spero)

Jack

 
 
 

Il milanese

Post n°43 pubblicato il 09 Giugno 2010 da jack.a.l

Vivo a Milano da un bel po' di anni e mi ha sempre fatto troppo ridere la figura di quello che mi piace definire il milanese DOC.

Ce ne sono tantissimi!

Non intendo assolutamente offendere chi vive a Milano, sto assolutamente estremizzando ma poi ... sicuramente tutti i milanesi conosceranno personaggi di questo tipo.

Lo descrivo:

- quello che il sogno nel cassetto è la famigliola del mulino bianco ... peccato che a lui e alla sua famiglia le merendine gli hanno fatto superare i 100 kg ciascuno, il sorriso fisso sulle labbra l'hanno perso ben prima del matrimonio e la loro casa è al settimo piano di 13 di un palazzo residenziale di periferia anzichè in un campo di grano

- quello che non può rinunciare al SUV gigantesco e quindi ha comprato un Sassyong che è più economico e dovrà pagare le rate fino 2020

- quello che in inverno la domenica si va all'Ikea con tutta la famiglia e anche con la nonna ma rigorosamente alle 4 e mezza di pomeriggio quando la coda in tangenziale raggiunge il limite massimo di 4 km

- quello che non si può non andare al mare in liguria nei ponti di primavera e si deve fare la coda sulla GE-MI altrimenti come si può raccontare ai colleghi "ci ho impiegato 4 ore e mezza per tonare a Milano ieri sera!"

- quello che tra africani stupratori, sudamericani ubriachi, zingari che rapiscono i bambini e spacciatori rumeni è molto meglio stare in casa a vedere un film in blue ray sul nuovo televisore 50 pollici al plasma da pagare in 60 comode rate

- quelli che "i giovani d'oggi sono tutti ubriaconi e drogati dovrebbero proibire l'alcool nelle discoteche così si eviterebbero le stragi del sabato sera"

- quelli che "mio figlio è un campioncino di calcio in erba ... sono sicuro che sfonderà" poi il figlio è un'invasato di calcio che pensa solo al milan 24 ore al giorno senza riuscire ad'impegnarsi nessuna cosa appartenente al mondo reale

- quelli che quando propongono alla moglie di fare sesso dicono "facciamo le cosacce?" e questo non succede mai più di una volta al mese

- quelli che "mia figlia ha un intelligenza superiore alla media" poi se va male a scuola è colpa dei professori e la mandano dallo psicologo per risolvere le turbe adolescenziali

- quelli che i genitori erano originari di Crotone, lavoravano in fabbrica e venivano derisi ed emarginati dai lombardi e loro, che hanno studiato e lavorano in banca, hanno inventato la Lega Nord così possono prendersela anche loro con qualcuno e riscattare quello che hanno subito quando erano bambini

- quelli che la nonna calabrese diceva che i bambini grassoccelli sono in salute e la saggezza degli anziani non si discute. La figlia a 8 anni pesava 80 kg e adesso che a 16 anni ne pesa 130 e la moglie continua a ripetere "se solo riuscisse a perdere qualche chilo avrebbe un fisico da modella" mentre la sogna partecipare a qualche reality show o sposata con qualche ricco calciatore

- quelli che quando vanno al supermercato comprano solo prodotti italiani e sono attratti da tutti quelli che hanno il nome "... della nonna" o "... del contadino", ecc.

- quelli che non sopportano la suocera ma non possono dirlo per paura dell'ira della moglie e che comunque devono chiamarla "mamma"

- quelli che visto che lavorano in banca si sentono di ceto sociale elevato, il vicino che fa l'idraulico è da evitare e se guadagna il triplo e si fa due vacanze l'anno alle Maldive è solo perchè "è un evasore fiscale e chi sa quali giri loschi ha"

- quelli che da quando hanno visto che nel garage del vicino c'è tutta l'attrezzatura da sci hanno deciso che non potevano rinunciare ad andare a sciare, sono andati a decathlon, hanno comprato l'attrezzatura per tutta la famiglia (facendo un piccolo prestito al tasso del 14%) così adesso possono fare le code per tornare da Madesimo la domenica pomeriggio

- quelli che d'estate si deve andare in vacanza rigorosamente i 15 giorni centrali d'agosto in Sardegna, al forte o, negli anni di restrittezze economiche, a Milano Marittima. Non ci si può permettere di tornare a casa senza aver visto almeno un VIP.

- quelli che il matrimonio l'hanno festeggiato in un castello medioevale, con 175 invitati come da etichetta ereditata dagli usi e costumi meridionali e con tanto di fuochi d'artificio

- quelli che la vicina single ed ha più di 30 anni "è sicuramente una poco di buono ... pensa che ieri sera è tornata a casa alle 3 di notte!"

- quelli che la sera se fai una cena, alle 11,30 sbattono con il manico della scopa sul pavimento perchè fai troppo rumore ma il sabato mattina alle 8,45 svegliano tutto il condominio perchè iniziano ad usare il trapano ... ma la legge lo permette

- quelli che frustrati tutto l'anno dai cazziatoni del capoufficio prendono l'occasione dell'assemblea di condominio per litigare e fare rissa perchè è l'unico momento in cui possono esprimere socialmente il loro astio verso gli altri ... chiunque essi siano

- quelli che la domenica mattina devono andare loro e tutta la famiglia in bicicletta nel parco perchè fa bene alla salute

- quelli che quella sera che hanno beccato la figlia sedicenne a trombare in macchina sotto casa con un noto pregiudicato del quartiere quarantacinquenne, completamente ubriaca e fatta, il primo pensiero è: "speriamo che non l'abbiano vista i vicini altrimenti che brutta figura ci facciamo"

- quelli che "mio figlio è proprio un angelo, quando andiamo in giro non si lamenta mai, non si sente neppure" certo ... da quando gli hanno comprato la PSP il suo cervello ormai si è definitivamente trasferito dentro il mondo virtuale di Mario Bros

- quelli che tutte le volte che vanno all'Ikea comprano qualche oggetto bello per quando ricevono ospiti. Ormai hanno in casa tutto il dizionario svedese ma non ospitano mai nessuno perchè "io non mi fido a far venire in casa gente estranea"

Chi sa quanti ne conoscete cosi ... o no?

Farò altri post con questo personaggio come protagonista.

Jack

 
 
 

Proibizionismo da spiaggia

Post n°42 pubblicato il 07 Giugno 2010 da jack.a.l

Buongiorno miei carissimi blogger.

Purtroppo durissimo rientro dopo una rilassantissima settimana di ferie.

Ieri, per concludere il periodo di ferie con un po' di colore, ho deciso di passare l'ultima giornata al mare. Partenza da Milano destinazione quasi casuale ... la più vicina possibile ... ci troviamo a Varazze.

Ogni volta che vado al mare in Liguria giuro di non tornarci. Era già qualche anno che rispettavo questo precetto. Dopo l'esperienza di ieri penso che passerà tantissimo tempo.

Al mare non ho bisogno di niente. Solo di qualche metro quadrato di sabbia dove stendere il mio telo ... e basta. Non ho assolutamente necessità di un ombrellone, di una sdraio, di un lettino e, tantomeno, di una cabina.

Arrivo a Varazze ... le spiagge libere sono fazzoletti di 10 metri di larghezza con una spiaggia quasi inesistente ... ci sono 50 metri dalla strada al mare.

Un carnaio impressionante ... questi piccolissimi spazi sono totalmente occupati da teli da mare ... letteralmente appiccicati l'uno all'altro ... decisione sofferta ma necessaria ... andiamo in uno stabilimento balneare.

Ne scegliamo uno a caso ed entriamo. Obbligatorio prendere ombrellone, sdraio ed anche la cabina per cambiarsi :-( che me ne faccio? ... va bè...

Gli ombrelloni sono così appiccicati l'uno all'altro che senti il calore del corpo sudato del vicino (una donna di 150 kg circa per niente piacevole)

L'ombrellone è in sesta fila di 7 (7 file di ombrelloni in 50 metri!!!!!!) scandaloso ... neppure lo spazio per i piedi!!!! ... completamente coperta la vista del mare ed anche il passaggio di ogni minimo refolo di brezza marina .... 50 gradi!

Prendiamo le nostre cose, i nostri teli da mare, raggiungiamo quella piccola striscia di pochi metri che va dal mare alla prima fila di ombrelloni, respiriamo un po' di piacevolissima brezza marina, stendiamo i nostri teli e ci sdraiamo al sole.

Un minuto e arriva il bagnino ... E' VIETATO! ... è vietato mettersi a prendere il sole sul telo da mare. Si può solo stare seduti sulla sdraio.

Io rimango un attimo allibito ... provo a contestare ... niente da fare ... non si può ... obbligatorio stare ai 50 gradi della sesta fila, sotto l'ombrellone e sulla sedia a sdraio ... un incubo ... rabbia ... poche ore poi ce ne siamo andati ... molto meglio farsi una passeggiata lungo il mare e fermarsi sul molo a vedere le barche e i pescatori e a respirare l'aria di mare.

Non riesco veramente a capire come la gente possa accettare di essere trattati in questo modo ... l'ho notato molte volte ... in molte circostanze ... penso che esista un diffuso  masochismo di massa ... una sorta di ricerca di un trattamento restrittivo ... penso che sia l'unica ragione per giustificare la presenza anche di un solo cliente in questi posti da incubo ... probabilmente lo stesso istinto autopersecutorio che spinge tutti i milanesi a rientrare tutti insieme dalla Liguria alle 5 della domenica pomeriggio per rimanere ore in coda.

Ho una proposta per i proprietari degli stabilimenti balneari di Varazze ... vestite i bagnini con un completino in pelle nera, dotateli di gatto a nove code e fateli distribuire frustate in giro ... probabilmente avrete il pienone tutta la stagione!

Mi dispiace ma la prossima volta impiegherò un po' di tempo in più in macchina, mi faccio un po' di più di strada ma, partendo da Milano, preferisco raggiungere le grandissime e finissime spiagge della Toscana o la diverte e accogliente Costa Azzurra.

Jack.a.l

 
 
 

Senso di stordimento felice

Post n°41 pubblicato il 27 Maggio 2010 da jack.a.l

Con la bella stagione arrivano le occasioni di passare belle serate fuori ... anche durante la settimana, anche quando, al mattino, la sveglia suona e il lavoro chiama.

Sono impaziente ... mi piace troppo l'arie fresca della notte e le strade deserte.  

Dopo aver passato tantissime ore piacevoli con qualcuno (magari sbevucchiando qua e la inseguendo la chiusura dei locali della città), ridendo come pazzi, studiandosi, raccontandosi mille cose ... vai a letto tardissimo ... la mattina la sveglia è un incubo.

Alzarti dal letto sembra un'impresa impossibile ... poi la mente riprende un minimo a funzionare e ti si disegna un sorriso in viso quando ripensi alla serata appena trascorsa.

Ti alzi a fatica dal letto, ti prepari un caffè doppio ... triplo ... e ... dopo le serate più impegnative ... una freschissima Red Bull da bere in macchina prima di arrivare in ufficio.

... poi l'sms: "Sonnooooo! ... è stata una serata bellissiima. Un Bacio" ... sensazioni contrastanti ... tra la stanchezza più atroce e la soddisfazione di aver vissuto un frammento bellissimo di vita ...

... estate :-)

Jack

 
 
 

Cosa adoro delle donne

Post n°40 pubblicato il 25 Maggio 2010 da jack.a.l

Mi piacciono i pensieri tipicamente femminili e gli atteggiamenti delle donne.

Sembra una banalità ma per un uomo è l'affermazione più anticonformista e politicamente scorretta che si possa fare.

Certo ... ci sono eccezioni, ci sono donne che non hanno alcuna caratteristica tipica femminile o altre che esaltano caratteristiche, anch'esse tipiche delle donne, che non mi piacciono proprio: "sei insensibile ... non ti sei ricordato che ieri erano 100 giorni che stiamo insieme", oppure: "sono il brutto anatroccolo, nessuno mi vuole, l'ultima volta che sono uscita mi hanno chiesto il numero di telefono solo 15 persone, sto invecchiando, resterò sola tutta la vita" e cose di questo tipo.

Ci sono tantissime cose però che mi sorprendono sempre, che mi fanno preferire la compagnia delle donne a quella degli uomini, anche solo per bere qualcosa insieme.

Mi piace la loro naturalezza nell'essere sempre composte e perfette ... invidio e ammiro la capacità delle donne di avere sempre e costantemente un occhio vigile alla loro immagine, non importa se brutte o belle o se preferiscono un look chic o dozzinale.  Tutte le donne occupano costantemente una parte del loro cervello a verificare la coerenza della loro immagine con lo stile scelto. Gli uomini non sono in grado di farlo ... impostano la cosa all'inizio e poi come vada come vada ... la donna no ... lei attiva cicli continui e rapidissimi della procedura: controllo, individuazione imperfezione e correzione ... senza sosta e con la massima naturalezza.

Mi piace la sorprendente convivenza nel cervello delle donne di mille aspetti tutti pronti ad uscire allo scoperto nel momento più opportuno ... ogni donna sa dare il massimo di se scegliendo, in ogni momento, l'atteggiamento più adeguato alla situazione... l'uomo no, se vuol cambiare atteggiamento deve sforzarsi e fingere ma mette subito in evidenza l'artificialità della maschera ... la donna non deve fingere, ogni atteggiamento è il suo, non ci sono maschere ... è sempre lei, la solita persona che si emoziona e piange, la bambina dolce che attira le coccole, la risoluta e intransigente sul lavoro, la scherzosa e simpatica in compagnia, la diavolessa scatenata a letto e l'amica comprensiva e pronta a dare consigli.

Mi piace la caparbietà che solo le donne hanno. Gli uomini possono essere risoluti e testardi ma quando qualcosa non va non riescono a non abbandonare e quando lo fanno dimenticano tutto in pochissimo tempo ... per la donna è diverso ... sembra che abbiano abbandonato ma ogni cosa rimane loro nell'anima, pronta a tornare fuori appena se ne ripresenta l'occasione, sempre pronte a riprendere l'inseguimento di ogni obiettivo dal punto in cui avevano interrotto.

Mi piace come riescono ad utilizzare la loro femminilità nel modo più opportuno e solo quando serve ... l'uomo è sempre uomo o non lo è mai ... la donna, quando vuole ... preme il pulsante "femminilità 100%" e si trasforma, diventa molto più convincente, attraente e riesce a stupire gli uomini.

Mi piace quanto una donna possa essere sorprendente. In modo del tutto inatteso (per un uomo) le donne riescono a supeare i limiti, a fare cose che non ti saresti mai immaginato. A farti dire ogni volta: "Non ci posso credere non avrei mai pensato postesse essere così ... che meraviglia le donne!"

Jack

 

 
 
 
Successivi »
 

Area personale

 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 4
 

who's _nline

 

Ultime visite al Blog

alexguarneriisryspaziopdfesternoluceprofeta_pmsara_cicognanicamilla59mVelalcolicaSailingFastjack.a.lrachezadaniel077mario.vielnuostaanz2008
 

Ultimi commenti

il sushi č una grande scoperta del mondo occidentale, come...
Inviato da: esternoluce
il 14/01/2016 alle 21:26
 
dove 6?
Inviato da: viaggiandocontromano
il 05/08/2010 alle 13:00
 
toc toc
Inviato da: DolcePrinciFessa
il 28/07/2010 alle 16:42
 
fa caldo...tanto caldo ...buon week
Inviato da: solerujo
il 02/07/2010 alle 19:42
 
ciao niky. Tornerņ presto. ;-)
Inviato da: jack.a.l
il 29/06/2010 alle 19:23
 
 
 

Chi puņ scrivere sul blog

Solo i membri di questo Blog possono pubblicare messaggi e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.