Creato da lllll_June_lllll il 08/08/2008
Pensieri liberi in un cervello non cablato

Area personale

 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 8
 

Ultime visite al Blog

lllll_June_lllllmoon_Ivenere_privata.xjune_64martaa68ailata76eliprunerilunedi.bsitalo.vgnikiwaiunamamma1bal_zacsexistruttornotedeiredattoriAngelo_Custode7
 

 

« Cgil: quando un sindacat...Giorno della Memoria della Shoah »

Basta sciacallaggio politico sugli stupri!

Foto di lllll_June_lllll






Mercoledì scorso a Roma, nel quartiere di Primavalle, una donna è stata stuprata.
La notte seguente, a Guidonia, un’altra giovane donna è stata violentata.
La Sinistra che fa?
Si scaglia contro la Giunta Alemanno rea, a suo dire, di non saper offrire sicurezza nella Capitale e di non aver provveduto ad illuminare e sistemare quartieri periferici che sono fatiscenti.
E le donne del Pd fanno perfino un sit in per dimostrare solidarietà alle vittime.
Quando Roma era amministrata da una giunta di Sinistra ed accadeva uno stupro o un episodio di violenza –come quello avvenuto a Tor di Quinto, che ha avuto come vittima la povera Giovanna Reggiani, deceduta in seguito alle gravissime ferite infertegli dal suo carnefice- la sinistra si indignava, come oggi, ma non recriminava contro la Giunta Veltroni.
Prodi addirittura diceva: “non sono giustificabili le critiche, in fondo mica siamo al governo da 100 anni”
E le pie donne del Pd non si scomodavano a fare sit in di solidarietà.
Si indignava però il centro destra, che levava la propria voce contro una Sinistra incapace di provvedere alla sicurezza della Capitale e si lamentava con Veltroni e Rutelli, che per un quindicennio hanno amministrato la Capitale, perché vi erano a Roma quartieri da quarto mondo.
E’ indegno che gli sciacalli politici, di qualsivoglia colore, si avventino su drammi umani e personali per fare unicamente polemica politica.
Sarebbe necessario che i nostri politici, di destra e sinistra, la smettessero di strumentalizzare le violenze per farsi propaganda e screditare l’avversario politico e mettessero mano ad una rivisitazione del Codice penale e del Codice di procedura penale, ad una riforma condivsa della giustizia (che preveda inasprimenti di pena per i reati di violenza, processo per direttissima per stupratori, certezza della pena,maggiori disponibilità di uomini e mezzi) per assicurare Giustizia alle vittime degli stupri e per mettere gli stupratori in condizioni di non nuocere ancora.
Proprio due giorni fa il Gip Marina Finiti  ha concesso gli arresti domiciliari a Davide Franceschini, il 22enne che ha stuprato una ragazza nella notte di Capodanno alla Fiera di Roma.
Il Gip si è commosso (non ho parole!) per il pentimento di quel giovane di buona famiglia che è rimasto sconvolto per lo stupro commesso. Un giovane che però, solo venti giorni prima, imbottito di droga e alcool, ha quasi massacrato una donna, oltre ad averle usato violenza sessuale; un giovane che  ha reso confessione dopo quasi un mese dal fatto e solo quando ormai i dati in possesso degli investigatori avevano stretto il cerchio sui possibili responsabili di quella violenza sessuale.
Di recente ha evitato l'ergastolo anche l'assassino di Giovanna Reggiani,la donna massacrata a Tor di Quinto nell'ottobre 2007 da Romulus Mailat. La Corte D'Assise ha ritenuto che "la violenza sessuale, limitata alla parziale spoliazione della vittima e ai connessi toccamenti, sono scaturiti del tutto occasionalmente dalla combinazione di due fattori contingenti: lo stato di completa ubriachezza e di ira per un violento recente litigio sostenuto dall’imputato e la fiera resistenza della vittima". Come se l'ubriachezza fosse una attenutante e la legittima difesa della vittima una aggravante.
E' davvero importante, di fronte a questi messaggi inquietanti che emanano dalle pronunce di certi giudici, che si addivenga ad una riforma della Giustizia, ampiamente condivisa da Maggioranza ed Opposizione.
E al più presto, perchè gli stupri continuano.
Ieri altre denunce per violenza sessuale sono state presentate a Brescia, Napoli e Genova.
Quanti stupri devo essere commessi ancora prima che la Politica faccia qualcosa?
Quante violenze occorrono ancora per far capire ai nostri politici che la polemica politica non aiuta le donne vittime degli stupri e non argina le violenze sessuali?


June

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
Vai alla Home Page del blog